Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 58 del 15/06/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 58 del 15/06/2018
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 58 del 15 giugno 2018


Materia: Cultura e beni culturali

Deliberazione della Giunta Regionale n. 837 del 08 giugno 2018

Adesione della Regione del Veneto all'Accordo di programma interregionale tra il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) e le Regioni e le Province autonome aderenti al progetto inter-istituzionale per l'insediamento, la promozione e lo sviluppo del sistema delle Residenze artistiche relativo al triennio 2018 - 2020. Approvazione dello schema di accordo di programma e dell'Avviso pubblico per la presentazione di progetti di Residenze per artisti nei territori. Decreto del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo n. 332 del 27 luglio 2017, art. 43.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si approvano l’adesione della Regione del Veneto all’Accordo di programma interregionale triennale tra il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) e le Regioni aderenti al Progetto inter-istituzionale per l’insediamento, la promozione e la valorizzazione del sistema delle Residenze artistiche nei territori regionali. Contestualmente vengono approvati lo schema di accordo di programma citato e l’Avviso per la presentazione di progetti di Residenze per artisti nei territori in materia di spettacolo dal vivo.

L'Assessore Cristiano Corazzari riferisce quanto segue.

Il Decreto del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo n. 332 del 27 luglio 2017, recante criteri e modalità per l’erogazione, l’anticipazione e la liquidazione dei contributi allo spettacolo dal vivo, a valere sul Fondo Unico per lo Spettacolo (FUS) di cui alla Legge 30 aprile 1985, n. 163, all’art. 43 “Residenze” stabilisce che il Ministero possa prevedere nell’ambito delle risorse del FUS la realizzazione di interventi volti a favorire l’insediamento, lo sviluppo e la promozione di residenze artistiche, quali esperienze di rinnovamento dei processi creativi, della mobilità, del confronto artistico nazionale e internazionale, di incremento dell’accesso e di qualificazione della domanda sulla base di una programmazione triennale.

Il Decreto Ministeriale in parola ripropone per il triennio 2018-2020 una modalità di programmazione già attuata nel triennio 2015-2017 e caratterizzata da un intervento concordato e cofinanziato tra Stato e Regioni a favore delle Residenze creative che ha visto la partecipazione di 13 Regioni e della Provincia Autonoma di Trento.

In data 21 settembre 2017 è stata sancita l’intesa ai sensi dell’art. 8 comma 6 della Legge 5 giugno 2003, n. 131 tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano che individua gli obiettivi e le finalità dell’accordo di programma da stipularsi in attuazione delle disposizioni dell’art. 43 “Residenze” del Decreto del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo n. 332 del 27 luglio 2017.

La suddetta Intesa prevede due diverse tipologie di Residenze denominate Centri di Residenza e Residenze per Artisti nei Territori.

L’art. 8 dell’Intesa di cui trattasi stabilisce altresì che le Regioni assegnino contributi alle residenze, secondo quanto previsto dalle proprie normative in materia di attività culturali, prevedendo che le attività definite come “Residenze per artisti nei territori” vengano cofinanziate su base annua nella misura della copertura del disavanzo per una quota pari al 40% da parte dello Stato e al 60% da parte delle Regioni proponenti, fermo restando il fatto che il soggetto titolare deve comunque garantire una quota non inferiore al 20% del finanziamento Stato – Regione.

La Giunta regionale del Veneto, con provvedimento n. 1932 del 27 novembre 2017, in attuazione a quanto previsto dall’art. 1, comma 3, dell’Intesa richiamata, ha deliberato l’adesione al progetto inter-istituzionale per l’insediamento, la promozione e lo sviluppo del sistema delle Residenze artistiche relativo al triennio 2018 – 2020, specificando che, non avendo aderito al progetto nel triennio precedente, la tipologia di attività finanziabile da parte della Regione del Veneto è unicamente quella rientrante nella definizione di Residenze per artisti nei territori.

Come previsto dall’Intesa, la Regione, con nota inviata dall’Assessore al Territorio, Cultura e Sicurezza in data 29 novembre 2017, prot. n. 500652, ha comunicato al Ministero l’adesione al progetto e successivamente, con nota inviata dalla Direzione Beni, Attività Culturali e Sport, prot. n. 29129 del 24 gennaio 2018 ha indicato il programma di massima delle attività che prevede la realizzazione di un numero massimo di 3 progetti per artisti nei territori indicando l’ammontare del cofinanziamento regionale al progetto, quantificato in Euro 50.000,00=.

Con decreto del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo n. 145 del 7 marzo 2018 "Individuazione delle risorse finalizzate al sostegno per l'anno 2018 delle residenze e delle azioni di sistema di cui agli artt. 43 e 44 del D.M. 27 luglio 2017", registrato in data 2 maggio 2018, sono stati determinati gli importi del finanziamento ministeriale a favore di ciascuna Regione ed al Veneto è stata assegnata una quota pari ad Euro 33.333,00=.

Al fine di procedere alla fase attuativa del progetto “Residenze” è ora necessario aderire all’Accordo di programma interregionale 2018/2020 che disciplina regole e modalità omogenee di gestione dei progetti sia dei Centri di Residenza sia delle Residenze degli Artisti nei territori delle Regioni e Province autonome per il triennio 2018/2020 ed il cui testo è stato approvato dalla Conferenza Stato-Regioni il 16 novembre 2017.

Il testo dell’Accordo, il cui schema è riportato in Allegato A al presente provvedimento costituendone parte integrante e sostanziale, prevede inoltre che le Regioni individuino le Residenze beneficiarie del cofinanziamento attraverso specifici bandi.

Gli schemi di avviso pubblico, i requisiti di ammissibilità, i prospetti indicanti i criteri di valutazione ed i relativi punteggi, nonché gli schemi di bilancio del progetto sono stati definiti e condivisi nell’ambito del Coordinamento Tecnico della Commissione Beni Attività culturali della Conferenza Regioni nella seduta del 13 marzo 2018.

Con il presente provvedimento, si propone di approvare l’Avviso riportato in Allegato B  al presente provvedimento  ed i rispettivi Allegato B1 (Requisiti di ammissibilità), Allegato B2 (Criteri di valutazione), Allegato B3 (Scheda progetto), Allegato B4 (Schema  bilancio), Allegato B5 (Schema di domanda), parti integranti e sostanziali del presente provvedimento, ai fini della presentazione, da parte dei soggetti in possesso dei requisiti di ammissibilità nello stesso indicati, di progetti di “Residenze per artisti nei territori” per il triennio 2018/2020 ai sensi dell’art. 43 ”Residenze” del Decreto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo n. 332 del 27.7.2017, stabilendo che le istanze potranno essere presentate a decorrere dalla data di pubblicazione dell’Avviso  nel Bollettino Ufficiale della Regione ed entro e non oltre i 30 giorni successivi.

Si dà altresì atto che per l’annualità 2018, al fine di garantire il finanziamento di 3 progetti per artisti nei territori, il cui costo non può essere inferiore ad Euro 35.000,00 e nel contempo rispettare la percentuale di cofinanziamento pubblico (80%) rispetto alla percentuale di cofinanziamento a carico del beneficiario (20%) del costo totale annuo del progetto, così come determinato dall’Accordo di Programma, è necessario disporre uno stanziamento regionale pari ad Euro 50.667,00=.

Ciò premesso lo stanziamento per l’attuazione dell’Annualità 2018 dell’Accordo di programma sulla base del succitato Avviso ammonta a complessivi Euro 84.000,00= di cui € 50.667,00 a carico della Regione ed Euro 33.333,00 a carico del Mibact. Ciascun soggetto selezionato dovrà garantire una quota di cofinanziamento del progetto pari almeno al 20% del costo complessivo dello stesso, il cui ammontare annuo non deve essere inferiore a € 35.000,00=.

Le risorse a carico della Regione, pari ad Euro 50.667,00= sono stanziate a valere sul Capitolo n. 100617 “Trasferimenti per iniziative regionali nei settori delle attività artistiche, della musica, del teatro e del cinema (Art. 13, L.R. 05/09/1984, n. 52)” del bilancio di previsione 2018 – 2020 con imputazione all’esercizio 2018.

La somma assegnata dal MIBACT alla Regione del Veneto con il succitato DM 145/2018, verrà impegnata a favore della Regione stessa con Decreto ministeriale adottato a seguito della sottoscrizione dell’Accordo di Programma succitato.

Per le annualità successive al 2018 il cofinanziamento regionale è subordinato alla effettiva disponibilità di risorse stanziate.

Si dà atto che l’intervento di cui al presente provvedimento rientra nelle attività previste dall’Obiettivo Strategico 05.02.03 “Garantire un’offerta culturale di qualità condivisa e capillarmente diffusa sul territorio” del Documento di Economia e Finanza Regionale (DEFR) 2018/2020.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTO il Decreto del Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo n. 332 del 27 luglio 2017;

VISTA l’Intesa sancita in data 21 settembre 2017 in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano;

VISTO il Decreto del Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo n. 145 del 7 marzo 2018;

VISTA la Legge regionale 9 settembre 1984, n. 52;

VISTA la Legge regionale 29.11.2001, n. 39 “Ordinamento del bilancio e della contabilità della Regione”;

VISTO l'art. 2, comma 2 della Legge regionale 31.12.2012, n. 54 come modificato dalla Legge regionale 17.05.2016, n. 14;

VISTO il D.lgs. 118/2011 modificato e integrato dal D.lgs. 126/2014;

VISTA la Legge regionale 29.12.2017, n. 47 che approva il bilancio di previsione 2018-2020;

VISTA la deliberazione n. 10 del 5.01.2018 che approva il Documento tecnico di accompagnamento del Bilancio di previsione 2018-2020;

VISTO il decreto del Segretario Generale della Programmazione n. 1 dell’11.01.2018 di approvazione del Bilancio finanziario gestionale 2018–2020;

VISTA la deliberazione n. 81 del 26.01.2018 che approva le direttive per la gestione del Bilancio di previsione 2018-2020;

VISTA la deliberazione della Giunta regionale n. 1932 del 27 novembre 2017 di adesione al progetto inter-istituzionale per l’insediamento, la promozione e lo sviluppo del sistema delle residenze artistiche relativo al triennio 2018 – 2020;

VISTA la Legge regionale n. 16 dell’11 maggio 2018 “Disposizioni generali relative ai procedimenti amministrativi concernenti interventi di sostegno pubblico di competenza regionale”.

delibera

  1. di considerare le premesse parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  1. di aderire all’Accordo di programma interregionale tra il MiBACT e le Regioni e le Province autonome aderenti, approvandone lo schema di cui all’Allegato A al presente provvedimento del quale è parte integrante e sostanziale, relativo al progetto inter-istituzionale per l’insediamento, la promozione e lo sviluppo del sistema delle Residenze artistiche relativo al triennio 2018 – 2020, in attuazione dell’art. 43 del D.M. n. 332/2017;
  1. di autorizzare il Direttore della Direzione Beni Attività Culturali e Sport alla sottoscrizione del succitato Accordo di programma, che per conto del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo verrà sottoscritto dal Direttore della Direzione Generale Spettacolo;
  1. di approvare l’Avviso per l’anno 2018 riportato in Allegato B al presente provvedimento ed i rispettivi Allegato B1 (Requisiti di ammissibilità), Allegato B2 (Criteri di valutazione), Allegato B3 (Scheda progetto), Allegato B4 (Schema bilancio), Allegato B5 (Schema di domanda), parti integranti e sostanziali del presente provvedimento, per la selezione di un numero massimo di tre progetti di Residenze per artisti nei territori in materia di spettacolo dal vivo;
  1. di dare atto che, per l’annualità 2018, il costo di ciascun progetto presentato non può avere un valore inferiore ad Euro 35.000,00= ed i costi dello stesso verranno sostenuti per l’80%, fino ad un ammontare massimo di Euro 28.000,00= da contributo pubblico statale e regionale, rispettivamente in percentuale del 40% e 60%, e per il rimanente 20% i costi saranno a carico del proponente;
  1. di dare atto che per l’annualità 2018 il contributo pubblico per la realizzazione del progetto “Residenze per artisti nei territori” ammonta a complessivi Euro 84.000,00= di cui:
  • Euro 50.667,00= a carico della Regione a valere sui fondi stanziati al Capitolo n. 100617 “Trasferimenti per iniziative regionali nei settori delle attività artistiche, della musica, del teatro e del cinema (Art. 13, L.R. 05/09/1984, n. 52)” del bilancio di previsione 2018 – 2020 con imputazione all’esercizio 2018;
  • Euro 33.333,00= a carico del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - Direzione Generale Spettacolo, tale importo verrà impegnato a favore della Regione del Veneto a seguito della sottoscrizione dell’Accordo di Programma di cui al punto 2 del deliberato e successivamente introitato in un nuovo istituendo specifico capitolo di entrata da collegare a un nuovo capitolo di spesa del bilancio di previsione 2018-2020.
  1. di incaricare il Direttore della Direzione Beni Attività Culturali e Sport dell’esecuzione del presente atto, ivi compresa l’assunzione dell’impegno di spesa a favore dei beneficiari che verranno individuati in esito all’Avviso;
  1. di dare atto che la spesa di cui si prevede l’impegno con il presente provvedimento non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni di cui alla Legge regionale 1/2011;
  1. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’articolo 26, comma 1 del Decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;
  1. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino ufficiale della Regione nonché nel sito internet della Regione del Veneto.

(seguono allegati)

837_AllegatoA_371952.pdf
837_AllegatoB0_371952.pdf
837_AllegatoB1_371952.pdf
837_AllegatoB2_371952.pdf
837_AllegatoB3_371952.pdf
837_AllegatoB4_371952.pdf
837_AllegatoB5_371952.pdf

Torna indietro