Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 104 del 26/08/2022
Scarica la versione firmata del BUR n. 104 del 26/08/2022
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 104 del 26 agosto 2022


Materia: Servizi sociali

Deliberazione della Giunta Regionale n. 913 del 26 luglio 2022

Bando per la selezione di 157 giovani da impiegare nei progetti di Servizio civile regionale volontario, edizione 2022, "Incontro di generazioni", L. R. 18/2005.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento, si approva l’avviso di selezione di 157 giovani, edizione 2022, da avviare all’esperienza di Servizio civile regionale volontario, di cui alla DGR. n. 1548 dell’11 novembre 2021.

L'Assessore Manuela Lanzarin riferisce quanto segue.

Per sviluppare aspetti peculiari della realtà veneta e promuovere una più larga partecipazione alle attività di Servizio civile, fornendo così un’ulteriore opportunità alle giovani generazioni e alla formazione civica dei suoi cittadini, la Regione del Veneto si è dotata della legge regionale 18/2005, che istituisce e disciplina il Servizio civile regionale volontario, complementare prima a quello nazionale allora vigente e poi al Servizio civile universale istituito con il  decreto-legislativo 6 marzo 2017, n. 40.

Con questa legge, la Regione intende svolgere un ruolo determinante nell'organizzazione del Servizio civile, una misura utile per completare un sistema di difesa, nel quale i doveri costituzionali di solidarietà sociale, educazione alla pace e alla cooperazione e la protezione civile possono ricevere consistenti apporti dall'impegno di centinaia di giovani.

La legge punta alla promozione dell'associazionismo e del volontariato, secondo la declinazione del principio di sussidiarietà, al quale è uniformata tutta l'azione dell’Amministrazione Regionale.

Coerentemente con quanto previsto dall’articolo 57 della legge regionale numero 30 del 30 dicembre 2016 (che ha apportato modifiche all’articolo 7 della succitata legge regionale 18/2005), il Servizio civile regionale volontario è rivolto ai giovani di età compresa tra i 18 e 28 anni, residenti o domiciliati in Veneto.

Con deliberazione numero 1548 dell’11 novembre 2021, la Giunta Regionale ha approvato il bando per la presentazione dei progetti di Servizio civile regionale volontario, stabilendo i criteri e le modalità per la valutazione degli stessi e fissando il termine per l’invio delle proposte progettuali alle ore 23:59 del quarantacinquesimo giorno dalla data di pubblicazione del presente provvedimento sul BUR, termine poi prorogato alle ore 23:59 del 31 gennaio 2022 (decreto dirigenziale n. 107 del 30 dicembre 2021).

Il successivo decreto del Direttore dell’Unità Organizzativa Famiglia, Minori, Giovani e Servizio civile numero 53 del 24 giugno 2022 ha provveduto ad approvare le risultanze istruttorie relative alle domande pervenute, stilando l’apposita graduatoria dei progetti valutati (allegato C al medesimo decreto).

Il numero dei progetti ammessi a finanziamento è pari a 19, presentati da 14 soggetti proponenti, per un’assegnazione complessiva di 157 giovani di Servizio civile regionale volontario coinvolti sul territorio veneto.

La durata del servizio è di 12 mesi, secondo quanto previsto dai singoli progetti ammessi a finanziamento.

La deliberazione della Giunta Regionale numero 1548 dell’11 novembre 2021 ha stabilito, fra l’altro, che l’importo di spesa per ogni progettualità sia calcolata tenendo conto che ai giovani volontari verrà corrisposta un’indennità di euro 14,65 al giorno (già rivalutata sulla base degli indici Istat), a condizione che prestino servizio 24 ore alla settimana; l'indennità viene ridotta ad euro 11,00 al giorno se i volontari prestano servizio 18 ore alla settimana.

A seguito dell'attività istruttoria, la spesa massima a favore dei giovani volontari, tenuto conto dei progetti ammessi a finanziamento e dei posti da assegnare, è pari ad euro 798.218,50.

Tutto ciò premesso, con la presente deliberazione, si propone l’approvazione del bando per la selezione delle domande di 157 giovani in Servizio civile regionale volontario, di cui all’Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, per una spesa complessiva di euro 798.218,50, demandando all’Unità Organizzativa Famiglia, Minori, Giovani e Servizio civile l’adozione di successivi provvedimenti e della relativa modulistica.

In conformità con gli intendimenti della legge regionale numero 19 del 25 ottobre 2016 e in continuità con le precedenti annualità, si ritiene di delegare ad Azienda Zero la fase dell'erogazione delle indennità di servizio spettanti ai giovani volontari , nell'ottica della razionalizzazione dei processi di gestione delle risorse, sulla base della trasmissione, da parte della Regione del Veneto, dell'elenco dei soggetti beneficiari, dei relativi dati anagrafici e fiscali e delle somme assegnate per il periodo di Servizio civile regionale volontario.

Ad Azienda Zero competono, altresì, gli adempimenti connessi al pagamento ossia verifica con l’Agenzia delle entrate ed adempimenti fiscali relativi alle ritenute applicate per questa attività.

Come previsto agli articoli 5 e 6 della legge regionale 18/2005, risultano a carico dei soggetti proponenti le tipologie di spese seguenti: spese per la formazione e l'aggiornamento dei responsabili e degli operatori; spese per la formazione dei giovani volontari; spese di trasporto, vitto e alloggio dei giovani volontari (quando siano presupposti necessari all’attuazione del progetto d’impiego); spese di assicurazione dei volontari.

Per quanto sopra esposto, si determina in euro 798.218,50 l’importo massimo delle obbligazioni di spesa, di natura non commerciale, a favore di Azienda Zero per la successiva erogazione ai volontari di cui ai progetti di Servizio civile regionale volontario – edizione 2022, alla cui assunzione provvederà, con propri atti, il Direttore della U.O. Famiglia, Minori, Giovani e Servizio Civile, nell’esercizio 2022, disponendo la copertura finanziaria a carico dei fondi stanziati nel capitolo di spesa 100808 denominato “Trasferimenti per favorire il servizio civile regionale volontario (l.r. 18/11/2005, n.18)” del Bilancio di previsione 2022-2024, esercizio 2022.

La Direzione Servizi Sociali alla quale è stato assegnato il capitolo di cui al precedente punto ha attestato che il medesimo presenta sufficiente capienza nell’esercizio 2022.

Il Direttore dell’Unità Organizzativa Famiglia, Minori, Giovani e Servizio Civile è incaricato della esecuzione del presente atto, compreso l'impegno, nonché la liquidazione ad esecutività dell’atto d’impegno, a favore di Azienda Zero per assicurare il Servizio civile regionale volontario ai 157 giovani volontari che verranno selezionati;

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato, con i visti rilasciati a corredo del presente atto, l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTO il D.lgs. 118/2011 e il successivo D.lgs. n. 126/2014;

VISTA la legge regionale n. 39 del 29 novembre 2001 riguardante l’ordinamento contabile regionale;

VISTA la legge regionale n. 18 del 18 novembre 2005, che istituisce il Servizio civile regionale volontario;

VISTO l’articolo 57 della L.R. n. 30/2016, che modifica l’articolo 7 della legge regionale 18/2005 "Istituzione del servizio civile regionale volontario";

VISTA la L.R. n. 19/2016, che istituisce l’Azienda per il governo della sanità della Regione del Veneto - Azienda Zero;

VISTO l’articolo 43 della L.R. n. 45/2017, che modifica la legge regionale numero 18/2005 "Istituzione del servizio civile regionale volontario";

VISTO l’art. 2, co. 2, lett. b), della L.R. n. 54 del 31 dicembre 2012;

VISTA la DGR n. 1548 del 11 novembre 2021, che approva i termini per la presentazione di progetti di Servizio civile regionale volontario; n. 42 del 25 gennaio 2022 riguardante le direttive per la gestione del bilancio;

VISTO il DDR n. 53 del 24 giugno 2022, che prende atto delle risultanze istruttorie della Commissione di valutazione relative all’apertura dei termini per la presentazione di progetti di Servizio civile regionale volontario, con riferimento specifico ai progetti finanziati, al numero di giovani assegnati, al monte-ore settimanale e all’ammontare del relativo stanziamento complessivo;

VISTA la legge regionale 20 dicembre 2021, n. 36, che approva il Bilancio di previsione 2022-2024;

delibera

  1. che le premesse costituiscono parti integranti e sostanziali del presente provvedimento;
  2. di approvare il bando per la selezione di 157 giovani in Servizio civile regionale volontario - edizione 2022, di cui all’Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, demandando all’Unità Organizzativa Famiglia, Minori, Giovani e Servizio civile l’adozione di successivi provvedimenti e della relativa modulistica;
  3. di stabilire che i contratti tra la Regione e i giovani volontari saranno sottoscritti dal Direttore dell’Unità Organizzativa Famiglia, Minori, Giovani e Servizio Civile;
  4. di delegare ad Azienda Zero la fase dell'erogazione delle indennità spettanti  per i 12 mesi di durata del servizio e l’effettuazione degli adempimenti fiscali connessi al pagamento;
  5. di determinare in euro 798.218,50 l’importo massimo delle obbligazioni di spesa, di natura non commerciale, a favore di Azienda Zero per la successiva erogazione ai volontari di cui ai progetti di Servizio civile regionale volontario – edizione 2022, alla cui assunzione provvederà, con propri atti, il Direttore della U.O. Famiglia, Minori, Giovani e Servizio Civile, nell’esercizio 2022, disponendo la copertura finanziaria a carico dei fondi stanziati nel capitolo di spesa 100808 denominato “Trasferimenti per favorire il servizio civile regionale volontario (l.r. 18/11/2005, n.18)” del Bilancio di previsione 2022-2024, esercizio 2022;
  6. di dare atto che la Direzione Servizi Sociali alla quale è stato assegnato il capitolo di cui al precedente punto ha attestato che il medesimo presenta sufficiente capienza nell’esercizio 2022;
  7. di incaricare il Direttore dell’Unità Organizzativa Famiglia, Minori, Giovani e Servizio Civile alla esecuzione del presente atto, compreso l'impegno e la liquidazione ad esecutività dello stesso atto d’impegno, a favore di Azienda Zero della somma necessaria ad assicurare il Servizio civile regionale volontario ai 157 giovani volontari che verranno selezionati;
  8. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell'art. 26, comma 1, del d.lgs. n.33 del 14/03/2013;
  9. di informare che avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso giurisdizionale avanti il Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni dall’avvenuta conoscenza ovvero, alternativamente, ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni;
  10. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto.

(seguono allegati)

Dgr_913_22_AllegatoA_482126.pdf

Torna indietro