Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 6 del 18/01/2019
Scarica la versione firmata del BUR n. 6 del 18/01/2019
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 6 del 18 gennaio 2019


Materia: Agricoltura

Deliberazione della Giunta Regionale n. 22 del 15 gennaio 2019

Programma nazionale di sostegno al settore vitivinicolo - misura investimenti. Regolamento (UE) n. 1308/2013 articolo 50. Bando biennale annualità 2019-2020. DGR/CR n. 135 del 21/12/2018.

Note per la trasparenza

Bando di apertura termini per la presentazione di domande di contributo per investimenti effettuati da imprese agricole e aziende di trasformazione e commercializzazione del settore vitivinicolo.

L'Assessore Giuseppe Pan riferisce quanto segue.

Il regolamento (UE) n. 1308/2013 istituisce, nell'ambito dei Programmi nazionali di sostegno al settore vitivinicolo, regimi di aiuto connessi alla ristrutturazione e riconversione viticola, agli  investimenti per la trasformazione del vino e a programmi di promozione dei vini nei paesi terzi.

Con il regolamento delegato (UE) n. 1149/2016 e il regolamento di esecuzione (UE) n. 1150/2016 sono stati definiti per  detti aiuti  le spese ammissibili, i beneficiari, le azioni e i costi ammissibili, i criteri di ammissibilità e di priorità  e le procedure generali di gestione.

In particolare, l’aiuto per gli investimenti si sostanzia in un contributo in conto capitale, pari al massimo al 40% della spesa sostenuta,  destinato ad investimenti per il miglioramento della competitività effettuati da imprese  che operano nel settore della produzione, affinamento e/o confezionamento di prodotti vinicoli.

Tale regime di aiuti  è ricompreso nel  Programma Nazionale di Sostegno al settore vitivinicolo (PNS) 2019-2023 elaborato dal Ministero per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF).

Il PNS definisce gli obiettivi, le misure da attivare a cura delle regioni e la relativa dotazione finanziaria.

Inoltre, con D.M. n. 911 del 14/02/2017 il MIPAAF ha dettato le disposizioni applicative per l’attuazione della misura investimenti.

Il decreto del MIPAAF n. 911 del 14/02/2017 in particolare:

- riporta le determinazioni che possono essere assunte dalle regioni relativamente all'applicazione della misura investimenti;
- elenca nell’allegato in modo dettagliato le operazioni ammesse per ciascuna regione;
- definisce le caratteristiche delle imprese beneficiarie, l’entità del sostegno, le modalità di presentazione delle domande, la procedura di selezione, le modalità di erogazione del contributo e le sanzioni;
- identifica negli organismi pagatori competenti per territorio gli enti cui presentare la domanda di contributo;
- fissa al 15 febbraio di ogni anno il termine ultimo per la presentazione delle domande.

Alla luce di quanto premesso, quindi, si ritiene di dare pronta attuazione alle disposizioni comunitarie e ministeriali previste nei precitati regolamenti e nel decreto del MIPAAF, al fine di sostenere lo sviluppo del settore vitivinicolo.

Considerata la complessità degli investimenti che le imprese devono realizzare, si propone, di aprire un bando di durata biennale,  che preveda la conclusione degli interventi  entro il 15/02/2020.

L'aiuto sarà erogato secondo le modalità di cui all'articolo 5 del DM n. 911/2017: un   anticipo pari all'80% dell'aiuto concesso, previa presentazione di polizza fideiussoria, a valere sulle risorse dell'annualità 2019 , mentre il restante 20%  sarà erogato a saldo , a valere sulle risorse 2020, alla conclusione delle operazioni finanziate a fronte della presentazione dei relativi corrispettivi di spesa.

In merito alle risorse finanziarie per l’annualità 2019 sono disponibili euro 7.387.640,00 derivanti dall'assegnazione di euro 7.548.196,00 effettuta dal MIPAAF alla Regione del Veneto con il Decreto dipartimentale 15 maggio 2018 n. 2987  alla quale vanno aggiunti euro 971.544,00 derivanti dall'economia di spesa del bando 2019 della misura riconversione e ristrutturazione dei vigneti (DGR n. 765/2018)   e detrattti euro 1.132.100,00  da destinare al pagamento dei saldi del bando biennale della misura investimenti di cui alla DGR n. 764/2018.

La dotazione finanziaria per il bando biennale 2019-2020 sarà quindi di euro 9.234.550,00 di cui l'80%,  pari a euro 7.387.640,00 a carico dell'annulità 2019 e il 20%, pari a euro 1.846.910,00 a valere sull'annualità 2020 del PNS.

Ulteriori risorse che si rendessero disponibili  a causa di:

-  economie di spesa  a valere su bandi regionali relativi ad altre  misure previste dal PNS;
- ulteriori assegnazioni effettuate dal MIPAAFT alla Regione del Veneto per l'attuazione del PNS;

saranno destinate ad incrementare l'importo del presente bando attraverso specifici provvedimenti  del  Direttore della Direzione Agroalimentare.

La Regione del Veneto con nota n. 0489995 del 30/11/2018 ha richiesto al MIPAAFT (Ministero per le Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo) di poter ampliare l’elenco degli investimenti ammissibili a fronte delle esigenze manifestate dagli operatori del settore.

Stante che a tutt’oggi non è ancora pervenuto alcun riscontro, la concessione e l’erogazione degli aiuti devono essere comunque subordinate all’approvazione da parte del MIPAAFT del nuovo elenco di investimenti ammissibili.

I richiedenti dovranno perciò dichiarare in modo esplicito all'atto della presentazione della domanda di non avere nulla e in alcuna sede da rivendicare nei confronti della Regione del Veneto, dell’Organismo pagatore AVEPA, dello Stato in caso di impossibilità di erogazione totale degli aiuti per mancata approvazione da parte del MIPAAFT dei nuovi investimenti richiesti .

Con deliberazione/Cr n. 135 del 21/12/2018 la Giunta regionale ha adottato lo schema di bando che è stato trasmesso alla competente Commissione consiliare permanente, ai sensi dell'articolo 37 della legge regionale n. 1/91 e s.m.i., per l'espressione del parere previsto nel citato articolo. A tale proposito , la terza Commissione consiliare si è espressa favorevolmente con il parere n. 374 del 09/01/2019.

Nell’applicazione della misura investimenti si è ritenuto di permettere l’accesso ai contributi sia alle aziende agricole che alle imprese di trasformazione e commercializzazione distinguendo due azioni specifiche che trovano rispondenza nell’allegato A "Azione A - Investimenti nelle aziende agricole vitivinicole bando biennale 2019-2020" e nell’allegato B "Azione B- Investimenti per la trasformazione e commercializzazione bando biennale 2019-2020" alla presente deliberazione.

Negli allegati A e B sono indicate le disposizioni e condizioni per l’accesso ai benefici, l’intensità dell’aiuto, gli investimenti ammissibili, i criteri di priorità, le modalità di rendicontazione e di erogazione del contributo, dando applicazione alle disposizioni ministeriali.

Per quanto riguarda la pianificazione finanziaria si propone di ripartire equamente tra le due azioni l’importo a bando pari a euro 9.234.550,00 assegnando indicativamente a ciascuna azione l’importo di euro 4.617.275,00.

Al fine di garantire il pieno utilizzo delle risorse assegnate, qualora, nell’ambito di una azione risultassero degli importi residui a seguito del finanziamento di tutte le domande ammesse, questi saranno destinati all’azione in cui i fondi stanziati risultassero insufficienti per finanziare tutte le domande ammesse.

Per quanto attiene alla gestione tecnica, finanziaria ed amministrativa del procedimento relativo all’attuazione del presente provvedimento, inclusa l’adozione della modulistica per la presentazione delle istanze e della rendicontazione dei lavori, dovrà provvedere, ai sensi della legge regionale 9 novembre 2001, n. 31, l’Agenzia Veneta per i Pagamenti in Agricoltura (AVEPA), in quanto organismo pagatore anche per la presente misura di aiuti al settore vitivinicolo previsti dal regolamento (CE) n. 1308/2013.

AVEPA provvederà a pubblicare nel proprio sito le indicazioni e la modulistica necessarie per consentire ai soggetti richiedenti di presentare l’istanza.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTO il regolamento (UE) n. 1308/2013 recante organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli e che abroga i regolamenti (CEE) n. 922/72, (CEE) n. 234/79, (CE) n. 1037/2001 e (CE) n. 1234/2007 del Consiglio del 17 dicembre 2013;

VISTI il regolamento delegato (UE) n. 1149/2016 e di esecuzione (UE) n. 1150/2016  recanti, rispettivamente, integrazioni e modalità di applicazione del regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all’organizzazione comune del mercato vitivinicolo, in ordine ai programmi nazionali di sostegno al settore vitivinicolo;

VISTO il Programma Nazionale di Sostegno al settore vitivinicolo (PNS) 2019-2023 elaborato dal Ministero per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali;

VISTO il decreto del Ministero per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali  n. 911 del 14/02/2017 "Disposizioni nazionali di attuazione del regolamento (UE) n. 1308/2013 del Consiglio e del Parlamento europeo, dei regolamenti delegato (UE) n. 2016/1149 e di esecuzione (UE) n. 2016/1150 della Commissione per quanto riguarda l'applicazione della misura degli investimenti" ;

VISTO il decreto dipartimentale 15 maggio 2018 n. 2987 del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali "Programma nazionale di sostegno al settore vitivinicolo - ripartizione della dotazione finanziaria relativa alla campagna 2018/2019";

VISTA la DGR n. 764/2018 "Programma nazionale di sostegno al settore vitivinicolo - misura investimenti. Regolamento (UE) n. 1308/2013 articolo 50. Bando biennale annualità 2018-2019. DGR/CR n. 42 del 08/05/2018;

VISTA la DGR n. 765/2018 "Programma nazionale di sostegno al settore vitivinicolo - misura ristrutturazione e riconversione dei vigneti. Regolamento (UE) n. 1308/2013, art. 46. Bando annualità 2019. DGR/CR n. 46 del 15/05/2018";

VISTA la nota n. 0489995 del 30/11/2018 con la quale la Direzione Agroalimentare ha richiesto al MIPAAFT di poter ampliare l’elenco degli investimenti ammissibili alla misura investimenti del Programma nazionale di sostegno al settore vitivinicolo;

VISTA la legge regionale 9 novembre 2001, n. 31, relativa all’istituzione dell’Agenzia Veneta per i Pagamenti in Agricoltura;

VISTO l’articolo 2 comma 2 della legge regionale n. 54 del 31 dicembre 2012;

VISTO l'articolo 37, comma 2 della legge regionale n. 1/1991;

VISTO il parere n. 374 del 09/01/2019 con il quale la terza Commissione consiliare permanente si è espressa favorevolmente;

DATO ATTO che il Direttore dell'Area Sviluppo Economico ha attestato che il Vicedirettore di Area nominato con  DGR n. 1138 del 31/07/2018  ha espresso in relazione al presente atto il proprio nulla osta senza rilievi, agli atti dell’Area medesima.

delibera

  1. di disporre, per le motivazioni e argomentazioni esposte in premessa, l'apertura di un bando biennale annualità 2019-2020 per la misura investimenti del programma nazionale di sostegno al settore vitivinicolo per  un importo pari a euro 9.234.550,00;
  2.  di fissare al 15 febbraio 2019 il termine di presentazione delle domande intese a beneficiare degli aiuti previsti per la misura investimenti del programma nazionale di sostegno al settore vitivinicolo- bando biennale annualità 2019-2020;
  3. di stabilire che la concessione e l’erogazione degli aiuti sono comunque subordinate alla approvazione da parte del MIPAAFT del nuovo elenco di investimenti ammissibili richiesti dalla Regione del Veneto;
  4. di stabilire che all’atto della presentazione della domanda, i richiedenti devono dichiarare in modo esplicito di non avere nulla e in alcuna sede da rivendicare nei confronti della Regione del Veneto, dell’Organismo pagatore AVEPA, dello Stato in caso di impossibilità di erogazione degli aiuti per mancata approvazione del nuovo elenco di investimenti ammissibili da parte del MIPAAFT;
  5.  di approvare i criteri e le disposizioni amministrative, applicative e procedurali per l’attuazione della misura investimenti del Programma Nazionale di Sostegno al settore vitivinicolo riportati negli allegati A e B, che costituiscono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  6.  di dare atto che, ai sensi della legge regionale 9 novembre 2001, n. 31 spetta ad AVEPA la gestione tecnica, finanziaria ed amministrativa dei procedimenti relativi all’attuazione del presente provvedimento, inclusa l’adozione della modulistica per la presentazione delle istanze e della rendicontazione dei lavori;
  7. di incaricare la Direzione Agroalimentare dell'esecuzione del presente atto;
  8. che ulteriori risorse che si rendessero disponibili  a livello nazionale o regionale nell'ambito del PNS al settore vitivinicolo siano destinate  ad incrementare l'importo del presente bando di cui al punto 1, attraverso specifici provvedimenti  del  Direttore della Direzione Agroalimentare; 
  9. di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale;
  10. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto alla pubblicazione ai sensi dell'articolo 26 comma 1 del decreto legislativo 14 marzo 2013 n. 33;
  11. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

22_AllegatoA_386559.pdf
22_AllegatoB_386559.pdf

Torna indietro