Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 6 del 18/01/2019
Scarica la versione firmata del BUR n. 6 del 18/01/2019
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 6 del 18 gennaio 2019


Materia: Formazione professionale e lavoro

Deliberazione della Giunta Regionale n. 10 del 04 gennaio 2019

Sistema formativo per l'apprendistato. Avviso per la realizzazione di attività di formazione per gli assunti con contratto di apprendistato professionalizzante ai sensi del D. Lgs. n. 81 del 15/6/2015.

Note per la trasparenza

La deliberazione approva la Direttiva che disciplina la formazione rivolta agli assunti con contratto di apprendistato professionalizzante ai sensi dell’art. 44, comma 3 del D. Lgs. 81/2015 e l’avviso pubblico per la presentazione dei progetti relativi all’offerta formativa pubblica.

L'Assessore Elena Donazzan riferisce quanto segue.

Il D. Lgs. n. 81 del 15/9/2015 “Disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni, a norma dell'articolo 1, comma 7, della legge 10 dicembre 2014, n. 183”, che abroga il D. Lgs 167/2011 Testo Unico per l’apprendistato, ha confermato la disciplina per l’apprendistato definendo, innanzitutto, le tre categorie contrattuali di seguito elencate:

– apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore;

– apprendistato professionalizzante;

– apprendistato di alta formazione e di ricerca.

Inoltre le linee guida del 20/2/2014, adottate dalla Conferenza Stato Regioni, hanno definito le caratteristiche della formazione per l’acquisizione delle competenze di base e trasversali che le Regioni devono adottare per garantire uno standard uniforme a livello nazionale.

La Giunta Regionale ha recepito le novità normative nazionali adottando i provvedimenti necessari alla realizzazione delle attività formative con DGR n. 1284 del 3 luglio 2012 e con DGR n. 2025 del 23 dicembre 2015, che disciplinano la formazione pubblica degli assunti con contratto di apprendistato professionalizzante e gli avvisi per la realizzazione delle attività nel triennio 2012-2014 e 2016-2018.

Con successivo decreto del direttore della Sezione Lavoro n. 133 del 25/3/2016 – allegato A, sono stati individuati i soggetti attuatori delle attività formative per l’acquisizione delle competenze di base e trasversali per i tre macrosettori di appartenenza degli apprendisti: Artigianato; Industria; Commercio, Turismo, Servizi e altri comparti; ed è stato stabilito che i progetti approvati devono concludersi il 30 giugno 2019.

Il sistema formativo implementato con la citata DGR n. 2025 del 23 dicembre 2015 ha previsto che l’offerta formativa a catalogo fosse disponibile per gli apprendisti assunti fino al 31/12/2018.

Al fine di far fronte alle scadenze definite nei citati provvedimenti sono state sentite preventivamente le Parti Sociali in due incontri avvenuti nelle date del 5/7/2018 e del 17/12/2018, riassumendo i risultati formativi raggiunti e prospettando l’adozione del presente provvedimento in continuità con il sistema formativo già avviato.

In questa fase la Regione,  intendendo cogliere le opportunità che possono derivare dalle nuove esigenze che si manifestano nel mercato del lavoro legate soprattutto ai nuovi aspetti tecnologici ed organizzativi aziendali, evidenzia la necessità di adeguare le metodologie didattiche previste nelle proposte progettuali al grado di innovazione imposto dalle nuove competenze chiave per l'apprendimento permanente (Raccomandazione del Consiglio del 22/5/2018 (2018/C 189/01) del 17/1/2018 pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea il 4/6/2018 n. C 189) e soprattutto dalla Raccomandazione del Consiglio del 15 marzo 2018 relativa a un quadro europeo per apprendistati efficaci e di qualità (2018/C 153/01) pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea il 2/5/2018 n. C 153. Pertanto, in un contesto orientato al miglioramento continuo dell'offerta formativa, si rende necessario rafforzare nelle proposte progettuali l’applicazione delle metodologie di didattica attiva nei gruppi classe, indicando come attuare un approccio innovativo che consenta il superamento della tradizionale formazione in presenza, e di introdurre un arricchimento dei contenuti dei moduli finalizzati all’acquisizione della competenza in materia di cittadinanza (per esempio: welfare integrativo). Lo scopo  è dunque quello di trasferire agli apprendisti che partecipano alle iniziative formative non solo contenuti ma anche competenze utili per sfruttare al meglio le trasformazioni culturali, tecnologiche e del mercato del lavoro.

Dovendo assicurare la continuità gestionale tra la precedente fase programmatoria e quella che si intende avviare con il presente provvedimento, si è affidato, con DGR n. 1742 del 19/11/2018, all’ente strumentale Veneto Lavoro la realizzazione dello sviluppo software e per la fornitura dell’adeguata assistenza tecnica dei servizi applicativi “AFR adempimenti formazione regionale” e “AGFA applicativo gestionale per la formazione degli apprendisti” nel portale www.cliclavoroveneto.it, e allo stesso scopo, il 3/12/2018 con nota prot. n. 492526, è stata sottoscritta la convenzione che regola l’esecuzione delle attività previste dalla citata DGR n. 1742/2018, convenzione che programma in 7 mesi lo sviluppo del software finalizzato agli interventi gestionali minimi per la pubblicazione del catalogo formativo previsto dal presente provvedimento.

Inoltre, rendendosi necessario assicurare comunque l’accesso, contestualmente alla data di assunzione, al catalogo formativo per gli apprendisti assunti dopo il termine stabilito dalla citata DGR n. 2025/2015, in applicazione dell’obbligo in capo alla Regione di comunicare al datore di lavoro le modalità di svolgimento dell'offerta formativa pubblica, come previsto dal c. 3 dell’art. 44 del D. lgs. n. 81 del 15/6/2015, sarà mantenuto l’attuale catalogo formativo.

Successivamente alla conclusione del citato sviluppo software di cui alla DGR n. 1742/2018 e alla conclusione dell’istruttoria per l’individuazione dei soggetti attuatori prevista dal presente provvedimento, con uno specifico atto a cura del Direttore della Direzione Lavoro, sarà predisposta la procedura finalizzata alla correlazione tra il costituendo catalogo, di cui al presente provvedimento, e il catalogo attuale.

Pertanto si intende approvare una nuova Direttiva (Allegato B) e il relativo avviso pubblico (Allegato A), finalizzati al rinnovo del catalogo dell’offerta formativa pubblica per gli assunti dal 1/5/2019, e della successiva realizzazione delle attività formative.

La Direttiva – Allegato B – parte integrante della presente deliberazione, disciplina:

  • le linee guida generali per la progettazione del catalogo dell’offerta formativa pubblica finalizzata all’acquisizione delle competenze di base e trasversali per i giovani assunti con contratto di apprendistato professionalizzante e le relative modalità di realizzazione e di finanziamento;
  • le procedure per l’individuazione dei soggetti cui affidare la realizzazione dei percorsi formativi di cui all’offerta formativa pubblica, per il triennio 2019 – 2021.

Possono presentare la propria candidatura: i soggetti accreditati per l'ambito della formazione continua secondo la L.R. n. 19 del 9 agosto 2002, oppure i soggetti non ancora accreditati, purché abbiano già presentato istanza di accreditamento per lo stesso ambito formativo.

Saranno valorizzate le proposte progettuali che prevedono il partenariato con Enti bilaterali e/o con Enti di formazione accreditati per l’ambito della formazione superiore, e le proposte progettuali che documentano esperienza pluriennale nell’ambito della formazione finanziata dalla Regione del Veneto per apprendisti assunti con contratto di apprendistato professionalizzante.

In caso di partnership qualificate, sarà possibile esprimere la candidatura, alternativamente, attraverso:

  • la costituzione, mediante atto pubblico, di forme associative (Associazione Temporanea di Impresa o di Scopo);
  • accordo di cooperazione sottoscritto da tutti gli organismi interessati, registrato presso l’Ufficio del Registro.

Le domande di ammissione al finanziamento e i relativi allegati dovranno pervenire entro e non oltre le ore 13.00 del quarantesimo giorno successivo alla data di pubblicazione dell’avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto. La procedura per la presentazione dei progetti prevede la registrazione del soggetto proponente nel sistema “formazione.regione.veneto.it/Approvo”, mediante accesso all’area riservata dello specifico portale regionale.

Le proposte progettuali pervenute saranno istruite da un nucleo di valutazione nominato con decreto del Direttore della Direzione Lavoro. I risultati dell’istruttoria di ammissibilità e valutazione saranno approvati con decreto del Direttore della Direzione Lavoro e saranno pubblicati sul sito istituzionale dell’Amministrazione Regionale
www.regione.veneto.it/web/lavoro/apprendistato nonché sul sito
www.cliclavoroveneto.it/disposizioni-regionali-vigenti-dell-apprendistato-professionalizzante.

Le risorse a copertura delle attività di cui al presente provvedimento sono a carico del capitolo di spesa n. 100299 “Azioni per la formazione professionale rivolta a persone con contratto di Apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere e di alta formazione e ricerca - trasferimenti correnti (D.M. lavoro e politiche sociali 15/05/2003 - art. 2, c. 154, L. 23/12/2009, n.191 - D. Lgs. 14/09/2011, n.167)” e derivano da economie di spesa su assegnazioni statali di anni precedenti per un importo pari ad euro 12.428.099,00 e dalla ripartizione di cui al D.D. del Ministero del Lavoro n. 5 del 19/04/2018 per un importo pari ad euro 2.096.995,00. Gli accertamenti in entrata, qualora necessari, saranno disposti a valere sul collegato capitolo di entrata n. 1705 “Assegnazione statale per il finanziamento delle attività di formazione nell'esercizio dell'Apprendistato (art. 68, c. 5, L. 17/05/1999, n.144 - art. 118, c. 16, L. 23/12/2000, n.388 - art. 2, c. 154, L. 23/12/2009, n.191 - D.Lgs. 14/09/2011, n.167)”.

Le risorse, come sopra determinate e che ammontano complessivamente ad euro 14.525.094,00, potranno essere implementate a seguito di ulteriori ripartizioni assegnate alla Regione del Veneto con appositi Decreti Ministeriali in materia di formazione professionale in Apprendistato.

Gli impegni di spesa e, qualora necessari, i relativi accertamenti in entrata saranno adottati con successivi atti da parte del Direttore della Direzione Lavoro, a seguito dell’individuazione, secondo la disciplina di cui al presente provvedimento, dei soggetti attuatori.

Le disposizioni concernenti la gestione operativa delle attività formative per gli apprendisti, compresa la relativa modulistica saranno oggetto di successivi provvedimenti a cura del direttore della Direzione Lavoro.

La Direzione Lavoro è incaricata dell’esecuzione del presente atto. Si demanda al direttore della Direzione Lavoro l’adozione di ogni ulteriore provvedimento necessario per l’attuazione della presente deliberazione.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTA la Legge regionale 29.11.2001, n. 39 “Ordinamento del bilancio e della contabilità della Regione”;

VISTO il D.lgs. 118/2011 modificato e integrato dal D.lgs. 126/2014;

VISTA la Legge regionale n. 45 del 21.12.2018 che approva il Bilancio di Previsione 2019-2021;

VISTO il D. Lgs. n. 81 del 15/9/2015, come modificato dall’articolo 1 comma 1 del decreto legislativo n. 185 del 24/9/2016, e dalla legge n. 96 del 9/8/2018, di conversione del decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87;

VISTA la Delibera della Conferenza Permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano del 20/02/2014 n. 32/csr “Linee guida per la disciplina del contratto di apprendistato professionalizzante (art. 4 D. Lgs n. 167/2011)”;

VISTA la Legge Regionale n. 3 del 13 marzo 2009 “Disposizioni in materia di occupazione e mercato del lavoro” e s.m.i.;

VISTA la Raccomandazione del Consiglio del 22/5/2018 relativa alle competenze chiave per l'apprendimento permanente (2018/C 189/01) del 17/1/2018 pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea il 4/6/2018 n. C 189;

VISTA la Raccomandazione del Consiglio del 15 marzo 2018 relativa a un quadro europeo per apprendistati efficaci e di qualità (2018/C 153/01) pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea il 2/5/2018 n. C 153;

VISTA la Legge Regionale n. 19 del 9/8/2002, “Istituzione dell’elenco regionale degli Organismi di Formazione accreditati” come modificata dalla L.R. n. 23/2010;

VISTE le proprie Deliberazioni n. 2025 del 23/12/2015, n. 1742 del 19/11/02018, n. 736 del 2/5/2012, n. 359 del 13/2/2004 come modificata dalla propria Deliberazione n. 2120 del 30/12/2015;

VISTO l’art. 2 co. 2 della legge Regionale n. 54 del 31 dicembre 2012 e s.m.i..

delibera

  1. di approvare, quale parte integrante e sostanziale del presente atto, quanto riportato in premessa;
  2. di assicurare l’accesso, contestualmente alla data di assunzione, al catalogo formativo approvato con DDR n. 133 del 25/3/2016 per gli apprendisti assunti dopo il termine stabilito dalla DGR n. 2025 del 23/12/2015, in applicazione dell’obbligo in capo alla Regione di comunicare al datore di lavoro le modalità di svolgimento dell'offerta formativa pubblica, come previsto dal c. 3 dell’art. 44 del D. lgs. n. 81 del 15/6/2015, fino a quando non sarà pubblicato il nuovo catalogo formativo di cui al presente provvedimento;
  3. di approvare l’avviso pubblico per la presentazione di offerte formative per gli assunti con contratto di apprendistato professionalizzante, di cui all’Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  4. di approvare la Direttiva che disciplina la formazione degli assunti con contratto di apprendistato professionalizzante, di cui all’Allegato B parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  5. di stabilire che le domande di ammissione al finanziamento e i relativi allegati dovranno pervenire entro e non oltre le ore 13.00 del quarantesimo giorno successivo alla data di pubblicazione dell’avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto. La procedura per la presentazione dei progetti prevede la registrazione del soggetto proponente nel sistema “formazione.regione.veneto.it/Approvo”, mediante accesso all’area riservata dello specifico portale regionale;
  6. di demandare a successivi provvedimenti del Direttore della Direzione Lavoro la definizione delle ulteriori disposizioni concernenti la gestione operativa e la rendicontazione delle attività relative alla formazione degli apprendisti assunti con contratto di apprendistato professionalizzante, compresa la relativa modulistica;
  7. di affidare la valutazione delle proposte progettuali relative alla formazione degli assunti con contratto di apprendistato professionalizzante ad apposito nucleo di valutazione nominato con decreto del direttore della Direzione Lavoro e di stabilire che i risultati dell’istruttoria di ammissibilità e valutazione siano approvati con decreto del direttore della Direzione Lavoro pubblicati sul sito istituzionale dell’Amministrazione Regionale
    www.regione.veneto.it/web/lavoro/apprendistato nonché sul sito
    www.cliclavoroveneto.it/disposizioni-regionali-vigenti-dell-apprendistato-professionalizzante;
  8. di determinare in € 14.525.094,00 l’importo massimo delle obbligazioni di spesa alla cui assunzione provvederà con propri atti il Direttore della Direzione Lavoro, a seguito dell’individuazione dei soggetti attuatori delle attività di cui al presente provvedimento, a carico del capitolo n. 100299 “Trasferimenti per la formazione professionale rivolta a persone con contratto di apprendistato - professionalizzante o contratto di mestiere e di alta formazione e ricerca (D.M. Lavoro e Politiche Sociali 15/05/2003 - art. 2, c. 154, L. 23/12/2009, n.191 - D.Lgs. 14/09/2011, n.167)” del bilancio di previsione 2018-2020 approvato con L.R. n. 47 del 29/12/2017;
  9. di dare atto che le risorse di cui al precedente punto 8) potranno essere integrate a seguito di nuove assegnazioni statali in materia di formazione professionale in Apprendistato da accertarsi in entrata a valere sul capitolo n. 1705 “Assegnazione statale per il finanziamento delle attività di formazione nell'esercizio dell'Apprendistato (art. 68, c. 5, L. 17/05/1999, n.144 - art. 118, c. 16, L. 23/12/2000, n.388 - art. 2, c. 154, L. 23/12/2009, n.191 - D.Lgs. 14/09/2011, n.167)”;
  10. di dare atto che la spesa di cui si prevede l’impegno con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. 1/2011;
  11. di incaricare il direttore della Direzione Lavoro dell’esecuzione del presente atto e dell’adozione di ogni ulteriore e conseguente atto relativo alle attività oggetto del presente provvedimento, anche determinato dal sopravvenire di eventuali aggiornamenti normativi;
  12. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’art. 26, comma 1 del D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 così come modificato dal D.Lgs 97/2016;
  13. di pubblicare la presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Veneto.

(seguono allegati)

10_AllegatoA_385802.pdf
10_AllegatoB_385802.pdf

Torna indietro