Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 83 del 17/08/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 83 del 17/08/2018
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 83 del 17 agosto 2018


Materia: Organizzazione amministrativa e personale regionale

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1086 del 31 luglio 2018

Disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità in ordine al conferimento degli incarichi di competenza del Presidente e della Giunta regionale ai sensi del D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento viene adottata una procedura interna per lo svolgimento uniforme delle istruttorie e, quindi, dei correlati controlli, da parte delle strutture competenti  in materia di inconferibilità e incompatibilità degli incarichi di cui al D.Lgs. n. 39/2013. Contestualmente vengono individuati, ai sensi dell’art. 18 del predetto D.Lgs. n. 39/2013, i soggetti che in via sostitutiva possono procedere al conferimento degli incarichi nel periodo di interdizione degli organi titolari.

Il Vicepresidente Gianluca Forcolin riferisce quanto segue.

Il D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39, recante “Disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico, a norma dell’articolo 1, commi 49 e 50 della legge 6 novembre 2012, n. 190” individua agli articoli 3 e ss. le fattispecie di inconferibilità e incompatibilità degli incarichi, disponendo, all’articolo 17, la nullità degli incarichi conferiti in violazione delle disposizioni in esso contenute e, all’articolo 19, la decadenza dai medesimi in caso di incompatibilità.

L’articolo 18 del D.Lgs. n. 39/2013 succitato, prevede, inoltre, le sanzioni da applicare nei casi di conferimento di incarichi poi dichiarati nulli, stabilendo, al comma 2, che “I componenti degli organi che abbiano conferito incarichi dichiarati nulli non possono per tre mesi conferire gli incarichi di loro competenza.”.

Il successivo comma 3 dispone, poi, che le regioni, le province e i comuni individuino le procedure interne e gli organi che in via sostitutiva possono procedere al conferimento degli incarichi nel periodo di interdizione degli organi titolari.

Sulla materia è intervenuta altresì la delibera ANAC n. 833 del 3 agosto 2016 “Linee guida in materia di accertamento delle inconferibilità e delle incompatibilità degli incarichi amministrativi da parte del responsabile della prevenzione della corruzione. Attività di vigilanza e poteri di accertamento dell’A.N.AC. in caso di incarichi inconferibili e incompatibili” che specifica, tra l’altro, il ruolo del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza nell’ambito di applicazione del D.Lgs. n. 39/2013 succitato.

Con riferimento alle nomine o designazioni e, in generale, al conferimento degli incarichi oggetto del presente atto, l’ambito di applicazione della normativa su richiamata può essere ricondotto fondamentalmente ai provvedimenti di conferimento di:

  1. incarichi amministrativi di vertice nelle pubbliche amministrazioni, negli enti pubblici e negli enti di diritto privato in controllo pubblico;
  2. incarichi dirigenziali o di responsabilità, interni ed esterni, nelle pubbliche amministrazioni, negli enti pubblici e negli enti di diritto privato in controllo pubblico;
  3. incarichi di amministratore negli enti pubblici e negli enti di diritto privato in controllo pubblico;
  4. incarichi dei Commissari che sostituiscono nelle loro funzioni i soggetti titolari degli  incarichi di cui alle lettere a), b) e c).

Al fine di adottare una procedura uniforme che consenta una omogeneizzazione delle attività da parte delle strutture responsabili dei procedimenti di conferimento di incarichi,  quale misura di prevenzione da attuare per l’anno 2018, come prevista dal Piano Triennale per la prevenzione della corruzione della Giunta regionale del Veneto approvato con DGR n. 59 del 26 gennaio 2018, si ritiene opportuno approvare le disposizioni contenute nell’Allegato A al presente provvedimento, parte integrante e sostanziale dello stesso, sul quale si è espresso favorevolmente il Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza con nota prot. n. 299265 del 16/07/2018.

Le strutture destinatarie delle disposizioni di cui al succitato Allegato A sono quelle responsabili dell’istruttoria dei singoli procedimenti di conferimento di incarichi in base alle competenze e funzioni individuate dalla Giunta regionale ai sensi dell’articolo 9 della legge regionale 31 dicembre 2012, n. 54 e s.m.i.

Si provvede, inoltre, ad individuare i soggetti che possono procedere al conferimento degli incarichi in via sostitutiva, ai sensi del succitato articolo 18 del D.Lgs. n. 39 del 2013. Al riguardo, ai sensi dell’articolo 52, comma 4, dello Statuto regionale, il sostituto del Presidente della Giunta regionale, è individuato nel Vicepresidente, mentre, in base a quanto previsto in materia di incarichi dirigenziali dall’articolo 10, comma 3, del Regolamento regionale n. 1/2016, si individua, quale sostituto della Giunta regionale, il Presidente della Regione.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTO il D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39;

VISTA la Deliberazione ANAC n. 833 del 3 agosto 2016;

VISTA la legge regionale statutaria 17 aprile 2012, n. 1;

VISTA la legge regionale 31 dicembre 2012, n. 54 e il Regolamento regionale 31 maggio 2016, n. 1;

VISTA la legge regionale 22 luglio 1997, n. 27;

VISTA la nota prot. n.299265 del 16/07/2018 Responsabile Anticorruzione e Trasparenza,

delibera

1. di stabilire che le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

2. di approvare le “Disposizioni  in materia di inconferibilità e incompatibilità in ordine al conferimento degli incarichi di competenza del Presidente e della Giunta regionale, ai sensi del D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39”, di cui all’Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

3. di stabilire che al conferimento degli incarichi nel periodo di interdizione di cui all’articolo 18 del D.Lgs. n. 39 del 2013, provvede in via sostitutiva, per il Presidente della Giunta regionale, il Vicepresidente e, per la Giunta regionale, il suo Presidente;

4. di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale;

5. di incaricare la Segreteria Generale della Programmazione dell’esecuzione del presente provvedimento;

6. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

1086_AllegatoA_375571.pdf

Torna indietro