Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 83 del 17/08/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 83 del 17/08/2018
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 83 del 17 agosto 2018


Materia: Settore secondario

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1064 del 31 luglio 2018

Decreto legislativo 30 giugno 2016, n. 127, recante "Norme per il riordino della disciplina in materia di conferenza di servizi, in attuazione dell'art. 2 della Legge 7 agosto 2015, n. 124". Linee guida in materia di Conferenza di Servizi.

Note per la trasparenza

A seguito della riforma dell’istituto della Conferenza di Servizi introdotta dal Legislatore statale con il decreto legislativo 30 giugno 2016, n. 127, è necessario procedere - con specifico riferimento alle modalità organizzative e procedurali relative alla gestione e alla partecipazione al modulo procedimentale della Conferenza di Servizi - all’approvazione di un documento recante linee guida di carattere operativo. Tale documento fornisce indicazioni alle strutture regionali che direttamente gestiscono Conferenze di Servizi e alle strutture regionali che, in ragione delle proprie competenze, partecipano a Conferenze di Servizi indette da altre amministrazioni.

Il Vicepresidente Gianluca Forcolin riferisce quanto segue.

Il decreto legislativo 30 giugno 2016, n. 127  “Norme per il riordino della disciplina in materia di conferenza di servizi, in attuazione dell’art. 2 della Legge 7 agosto 2015, n. 124", recante "Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche" (c.d. Riforma Madia), ha apportato modifiche ed integrazioni alla legge 7 agosto 1990, n. 241, novellando in particolare la disciplina generale dell’istituto della Conferenza di Servizi, che trova ora collocazione negli articoli da 14 a 14-quinquies della citata legge n. 241/1990, con l’intento di semplificare l’istituto in oggetto.

Con DGR n. 4/INF del 7 febbraio 2017, la Giunta regionale ha conferito al Gruppo di Lavoro sulla Trasparenza, istituito con DGR n. 1798 del 15 novembre 2016, l’incarico di effettuare l’esame e di istruire gli atti (leggi o regolamenti o provvedimenti) indispensabili per assicurare l’adeguamento dell’ordinamento regionale alle modifiche normative intervenute in materia di Conferenza di Servizi.

Pertanto, il Gruppo di Lavoro sopraindicato, all’esito della fase di attività di analisi e studio e con il coinvolgimento dei settori dell’amministrazione regionale che applicano e gestiscono il modulo procedimentale della Conferenza di servizi, ha predisposto un disegno di legge regionale, approvato con DGR n. 7/DDL del 30 aprile 2018 e trasmesso al Consiglio regionale (PDL n. 345), specificamente finalizzato ad adeguare l’ordinamento regionale alle modifiche normative introdotte a livello statale con particolare riferimento ai settori dei lavori pubblici, dei trasporti e della mobilità.

Ciò premesso, si rende necessario, con il presente provvedimento, approvare il documento recante linee guida operative relative alle misure di carattere organizzativo e gestionale in materia di Conferenza di Servizi, che è stato predisposto nell’ambito delle attività del Gruppo di Lavoro sulla Trasparenza.

Il documento fa riferimento alle tre differenti tipologie di conferenza di servizi (preliminare, istruttoria, decisoria) e alle relative modalità di svolgimento (semplificata e asincrona, simultanea e sincrona) previste dalla legge; è completato da schemi sintetici relativi alla procedura per l’individuazione del Responsabile Unico Regionale, alla conferenza di servizi istruttoria, alla conferenza di servizi preliminare, alla conferenza di servizi decisoria, alla forma semplificata e modalità asincrona, alla forma simultanea e modalità sincrona e da un’appendice normativa.

Le linee guida, tenuto conto dell’organizzazione regionale, prendono in considerazione due differenti situazioni:

  1. la Regione è ente competente all’emanazione del provvedimento finale;
  2. la Regione partecipa alla conferenza indetta da altra amministrazione.

Il presente lavoro è stato elaborato in conformità alla DGR n. 1503 del 25 settembre 2017. 

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

RICHIAMATA la DGR n. 1798 del 15 novembre 2016;

VISTA la DGR n. 1503 del 25 settembre 2017;

VISTA la Legge 7 agosto 1990, n. 241;

VISTO il D.Lgs. 30 giugno 2016, n. 127;

VISTO il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e s.m.i.;

VISTO l’art. 2, comma 2, lett. n), della LR n. 54 del 31 dicembre 2012 e s.m.i.;

delibera

  1. di dare atto che le premesse formano parte integrante del presente provvedimento;
  2. di approvare, per le ragioni espresse in premessa, il documento “Linee guida in materia di Conferenza di Servizi”, di cui all’Allegato A, facente parte integrante del presente provvedimento;
  3. di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale.
  4. di incaricare l’Area Programmazione e Sviluppo Strategico dell’esecuzione del presente atto e della comunicazione dello stesso alle Aree e alle altre Strutture di vertice;
  5. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’art. 12, c. 1, del D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e s.m.i.;
  6. di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

1064_AllegatoA_375570.pdf

Torna indietro