Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 49 del 22/05/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 49 del 22/05/2018
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 49 del 22 maggio 2018


Materia: Sanità e igiene pubblica

Deliberazione della Giunta Regionale n. 556 del 30 aprile 2018

Modifica della scheda di dotazione ospedaliera dell'Ospedale Classificato "Sacro Cuore - Don Calabria" di Negrar erogatore ospedaliero privato accreditato dell'Azienda Ulss 9 Scaligera. DGR n. 2122 del 19 novembre 2013 e s.m.i.. Deliberazione n. 128/CR del 29 dicembre 2017.

Note per la trasparenza

Viene modificata la scheda di dotazione ospedaliera dell’Ospedale Classificato “Sacro Cuore – Don Calabria” di Negrar erogatore ospedaliero privato accreditato dell’Azienda Ulss 9 Scaligera.

l'Assessore Luca Coletto riferisce quanto segue.

Con la L.R. n. 23/2012 e s.m.i. la Regione Veneto ha dettato le nuove norme in materia di programmazione socio-sanitaria e ha approvato il Piano Socio-Sanitario Regionale 2012-2016 (di seguito denominato PSSR).

Il PSSR, che individua gli indirizzi di programmazione socio-sanitaria regionale per il quinquennio di riferimento, è reso operativo dai provvedimenti di attuazione nei settori dell’assistenza territoriale, dell’assistenza ospedaliera, del settore socio-sanitario e delle reti assistenziali.

Conseguentemente, ai sensi dell’art. 9, comma 1, della precitata legge, la Giunta Regionale, con deliberazione n. 2122 del 19 novembre 2013, ha adeguato le schede di dotazione ospedaliera, di cui alla L.R. n. 39/1993 e s.m.i., ed all’art. 14 della L.R. n. 5/1996 e s.m.i, alle disposizioni previste dal PSSR.

In sintesi le schede di dotazione ospedaliera:

- definiscono la dotazione strutturale ospedaliera delle Aziende Ulss del Veneto, dell’Azienda Ospedaliera di Padova, dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona, dell’IRCCS “Istituto Oncologico Veneto” e degli erogatori privati accreditati;

- indicano l’ammontare dei posti letto per aree omogenee (medica, chirurgica, materno-infantile, terapia intensiva e riabilitazione) e le unità operative autonome, specificando la tipologia di struttura in unità complessa (UOC) e semplice a valenza dipartimentale (USD) ed il setting ordinario, diurno o ambulatoriale, intendendosi per ordinario il ricovero organizzato sulle ventiquattro ore e oltre.

Successivamente sono stati poi approvati dalla Giunta Regionale alcuni provvedimenti di modifica delle schede di dotazione ospedaliera in modo da rendere maggiormente aderente l’offerta ospedaliera ai bisogni emergenti della collettività.

In tale contesto evolutivo, inoltre, al fine di migliorare l’efficienza, l’efficacia, la razionalità e l’economicità nell’impiego delle risorse, nonché di garantire l’equità di accesso ai servizi, è stata approvata la Legge Regionale n. 19 del 25 ottobre 2016, con la quale è stato istituito l’ente di governance della sanità regionale veneta denominato "Azienda per il governo della sanità della Regione del Veneto - Azienda Zero" e sono state fornite le disposizioni per l’individuazione dei nuovi ambiti territoriali delle Aziende Ulss con la conseguente riduzione di queste da 21 a 9.

Per quanto riguarda l’Ospedale Classificato “Sacro Cuore – Don Calabria” di Negrar (VR), erogatore ospedaliero privato accreditato dell’Azienda Ulss 9 Scaligera, al quale la DGR n. 2122/2013 ha riconosciuto la funzione di “presidio ospedaliero”, si deve ora rappresentare che l’Università degli Studi di Verona, con nota del Magnifico Rettore acquisita con protocollo n. 427228 del 12 ottobre 2017, ha comunicato di aver stipulato una convenzione con il citato Ospedale Classificato e su iniziativa dello stesso, ai sensi dell’art. 19 comma 3 della l. n. 240/2010, per il finanziamento di un posto di Professore di II fascia SSD MED/13 “Malattie Infettive” presso il Dipartimento di Diagnostica e Sanità pubblica dell’Ateneo, con svolgimento delle attività assistenziali presso l’Ospedale Classificato proponente. In sintesi l’Ospedale Classificato di Negrar si impegna a finanziare all’Università l’ammontare complessivo del costo necessario al pagamento di un professore di II fascia (professore associato) per quindici anni di carriera e comunque non oltre i limiti di età lavorativa dello stesso, a decorrere dall’assunzione in servizio. Attualmente è in corso la procedura per la nomina del vincitore.

A tal proposito giova ricordare che la Giunta Regionale, con deliberazione n. 386 del 31 marzo 2015, assunta a seguito del parere favorevole della Commissione consiliare competente, ha approvato la modifica della scheda di dotazione ospedaliera dell’Ospedale Classificato “Sacro Cuore – Don Calabria” di Negrar inserendo, in Area Medica, nella funzione “Malattie Infettive”, la previsione di riconoscimento di Istituto di Ricerca e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) per Malattie Tropicali e Medicina delle Migrazioni.

Il procedimento per il citato riconoscimento da parte del Ministero della Salute, così come previsto dal d. lgs n. 288/2003 e s.m.i., è tutt’ora in corso.

Pertanto, la Giunta Regionale, con la deliberazione n. 128/CR del 29 dicembre 2017 ha approvato la modifica della scheda di dotazione ospedaliera del citato Ospedale Classificato così come di seguito riportato:

Area Medica

nella funzione “Malattie Infettive” aggiungere nella colonna NOTE la seguente dizione: “Apicalità a direzione universitaria ad personam”.

La citata deliberazione, come previsto dall’articolo 9, comma 1, della legge regionale 29 giugno 2012, n. 23, è stata inviata alla Quinta Commissione consiliare per il previsto parere.

La Quinta Commissione consiliare, nella seduta n. 83 del 15 gennaio 2018, ha esaminato la DGR n. 128/CR/2017 ed ha espresso parere favorevole a maggioranza (PAGR n. 266).

Recependo il parere espresso dalla Quinta Commissione Consiliare, si propone, pertanto, di approvare la seguente modifica della scheda di dotazione ospedaliera dell’Ospedale Classificato Sacro Cuore – Don Calabria di Negrar afferente all’Azienda Ulss 9 Scaligera, così come di seguito riportato:

Area Medica

nella funzione “Malattie Infettive” aggiungere nella colonna NOTE la seguente dizione: “Apicalità a direzione universitaria ad personam”.

Si propone, pertanto, di approvare la scheda di dotazione ospedaliera dell’Ospedale Classificato Sacro Cuore – Don Calabria di Negrar, di cui all’Allegato A parte integrante del presente atto, che si intende sostitutiva di quella approvata con la DGR n. 2122/2013 e s.m.i..

Trattandosi di riconoscimento dell’Unità Operativa Complessa di Malattie Infettive quale struttura a direzione universitaria “ad personam” (c.d. clinicizzazione ad personam) la cessazione del titolare dall’incarico di direttore della struttura complessa “Malattie Infettive” comporta la cessazione del riconoscimento della struttura stessa quale struttura a direzione universitaria.

Nel merito, si ritiene opportuno anche evidenziare che:

- la programmazione regionale in materia di dotazione ospedaliera, di cui alla DGR n. 2122/2013, prevede espressamente la funzione di “Malattie Infettive” nella scheda relativa all’Ospedale Classificato “Sacro Cuore – Don Calabria” di Negrar;

- il riconoscimento della struttura complessa in parola quale struttura a direzione universitaria non rileva sul numero complessivo delle apicalità previste dalla citata programmazione regionale né sui costi delle stesse, non trattandosi di struttura pubblica.

Si rappresenta, infine, che come suggerito dalla Direzione Generale della Ricerca e dell’Innovazione in Sanità del Ministero della Salute, in seno al procedimento di riconoscimento del carattere scientifico ed in occasione della site-visit, la disciplina oggetto dell’istanza di riconoscimento è la seguente: “Malattie Infettive e Tropicali”.

Si dà atto che quanto sopra riportato è coerente con i principi e con gli indirizzi che hanno ispirato la deliberazione n. 2122/2013; è coerente con la finalità dell’istituto in parola e consente un importante sviluppo anche delle attività di assistenza e di cura; non comporta alcun incremento del numero totale dei posti letto.

Si dà atto che quanto disposto con il presente provvedimento non comporta spesa a carico del bilancio regionale.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

Vista la Legge Regionale 25 ottobre 2016, n. 19;

Visto il Piano socio sanitario regionale 2012-2016 approvato con Legge Regionale 29 giugno 2012 n. 23 e prorogato con l’art. 24 della l.r. 19/2016;

Vista la DGR n. 2122 del 19 novembre 2013;

Vista la DGR n. 386 del 31 marzo 2015;

Vista la DGR n. 128/CR del 29 dicembre 2017;

Visto l’articolo 9, comma 1, della legge regionale 29 giugno 2012, n. 23;

Visto il parere della Quinta Commissione consiliare rilasciato nella seduta n. 83 del 15 gennaio 2018 (PAGR 266);

Visto l’art. 2 co. 2 lett. o) della legge regionale n. 54 del 31 dicembre 2012;

delibera

  1. di apportare la modifica della scheda di dotazione ospedaliera dell’Ospedale Classificato “Sacro Cuore – Don Calabria” di Negrar così come di seguito riportato:

Area Medica
nella funzione “Malattie Infettive” aggiungere nella colonna NOTE la seguente dizione: “Apicalità a direzione universitaria ad personam”;

  1. di approvare la scheda di dotazione ospedaliera dell’Ospedale Classificato Sacro Cuore – Don Calabria di Negrar, di cui all’Allegato A parte integrante del presente atto, che si intende sostitutiva di quella approvata con la DGR n. 2122/2013 e s.m.i.;
  2. di approvare le disposizioni ed i principi contenuti in premessa non richiamati espressamente nel presente dispositivo;
  3. di dare atto che quanto disposto con il presente provvedimento non comporta spesa a carico del bilancio regionale;
  4. la Direzione Programmazione Sanitaria - LEA è incaricata dell’esecuzione del presente atto;
  5. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

556_AllegatoA_369207.pdf

Torna indietro