Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 109 del 17/11/2017
Scarica la versione firmata del BUR n. 109 del 17/11/2017
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 109 del 17 novembre 2017


Materia: Turismo

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1791 del 07 novembre 2017

POR FESR 2014-2020. Asse 3. Azione 3.3.4 "Sostegno alla competitività delle imprese nelle destinazioni turistiche, attraverso interventi di qualificazione dell'offerta e innovazione di prodotto/servizio, strategica ed organizzativa". Sub-azione B "Secondo bando per l'erogazione di contributi alle imprese per lo sviluppo e il consolidamento di reti di imprese e/o club di prodotto".

Note per la trasparenza

Con la presente deliberazione si prosegue nell’ implementazione della linea di finanziamento, con fondi POR FESR 2014-2020, per lo sviluppo e il consolidamento di reti di imprese e/o di club di prodotto nel settore turistico, già avviata con DGR 2221/2016, e si approva pertanto un secondo bando per la concessione di contributi a micro, piccole e medie imprese. Importo messo a bando: € 1.500.000,00.

L'Assessore Federico Caner riferisce quanto segue.

Con Comunicazione COM (2010) 2020 del 03/03/2010 la Commissione Europea ha adottato il documento “Europa 2020” che prevede una strategia per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. In seguito, il 17 dicembre 2013 il Parlamento Europeo e il Consiglio hanno approvato il pacchetto di Regolamenti sui Fondi strutturali e di Investimento Europei (fondi SIE) per il periodo 2014-2020.

In particolare, il Regolamento (UE) n. 1303/2013 ha definito le norme comuni ai fondi SIE e il Regolamento (UE) n. 1301/2013 ha definito le norme specifiche relative al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR).

La Giunta regionale, dopo la consultazione partenariale, ha approvato con CR n. 77 del 17 giugno 2014 la proposta di POR FESR 2014-2020 successivamente trasmessa, conformemente a quanto stabilito dall’articolo 9 della legge regionale n. 26/2011, al Consiglio Regionale per l’esame e l’approvazione definitiva, avvenuta con Deliberazione n. 42 del 10 luglio 2014.

L’Autorità di Gestione del POR FESR il 21/07/2014 ha quindi formalmente inviato tale proposta alla Commissione Europea e conformemente a quanto indicato nell’articolo 29 del Reg. 1303/2013, con nota C(2014) 7854 finale del 21 ottobre 2014, la Commissione Europea ha formulato una serie di osservazioni aprendo così ufficialmente la fase di negoziato.

A conclusione di tale fase, con Decisione C(2015) 5903 finale del 17 agosto 2015 è stato approvato il POR FESR della Regione del Veneto e la Giunta regionale ne ha preso atto con deliberazione n. 1148 del 01 settembre 2015.

La Giunta regionale, con DGR n. 1871 del 25 novembre 2016, ha individuato la Direzione Turismo quale Struttura Responsabile dell’Azione 3.3.4 “Sostegno alla competitività delle imprese nelle destinazioni turistiche, attraverso interventi di qualificazione dell’offerta e innovazione di prodotto/servizio, strategica ed organizzativa”.

In applicazione dell’articolo 110, c. 2 del Reg. 1303/2013, il Comitato di Sorveglianza del POR FESR 2014-2020, istituito con deliberazione n. 1500 del 29 ottobre 2015, in data 3 febbraio 2016 e 15 dicembre 2016, ha approvato i Criteri di Selezione delle Operazioni, con i quali sono stati fissati i parametri che dovranno guidare la fase di ammissione e valutazione delle domande di sostegno.

In particolare, ai sensi di quanto indicato al paragrafo 2.A.6.1 dell’azione 3.3.4 del POR, e con riferimento alla sub-azione B), va precisato che, nell’ambito della qualificazione dell’offerta turistica, dell’innovazione di prodotto/servizio e dell’innovazione organizzativa, e al fine di rendere coerenti tali fattori con le aspettative della domanda turistica e del mercato, la sub-azione 3.3.4.B) prevede l’attivazione, lo sviluppo e il consolidamento delle attività sinergiche fra le imprese del settore turistico.

Si tratta infatti di un settore particolarmente significativo per l’economia regionale, ma caratterizzato da una estrema frammentazione dell’offerta ricettiva, con una gestione in gran parte a carattere familiare, con strutture ricettive di dimensioni piccole o medio piccole, e un numero di posti letto spesso non sufficiente a sviluppare attività imprenditoriali appropriate rispetto alle moderne esigenze dei turisti.

In questo contesto, lo sviluppo di attività sinergiche fra più imprese, la realizzazione di attività proprie della gestione di una struttura ricettiva (booking), l’implementazione di iniziative associate di marketing turistico, la caratterizzazione di più imprese verso un unico prodotto turistico in grado di essere efficacemente comunicato ai turisti (bike hotel, family hotel, ecc.), la realizzazione di iniziative comuni di formazione del personale, sono elementi importanti per accrescere le potenzialità del turismo veneto, specie in alcune destinazioni caratterizzate a una stagnazione economica.

In relazione a quanto sopra, con deliberazione n. 2221 del 23 dicembre 2016 la Giunta regionale ha provveduto ad attivare la sub-azione 3.3.4.B) attraverso l’emanazione di un primo bando di selezione dei beneficiari, rivolto alle imprese che si costituiscono in reti di micro, piccole e medie imprese (PMI),  per l’erogazione di contributi alle imprese per lo sviluppo e il consolidamento di reti di imprese e/o club di prodotto, prevedendo a tale scopo uno stanziamento complessivo di € 1.600.000,00.
Con successiva DGR n. 226 del 28 febbraio 2017 si è disposto di individuare AVEPA quale Organismo Intermedio, ai sensi dell'art. 123 par. 7 del Regolamento (UE) n. 1303/2013, cui affidare la gestione di parte del POR FESR 2014-2020 della Regione del Veneto, approvando con tale provvedimento anche lo schema della convenzione tra Regione del Veneto e AVEPA, che è stata poi sottoscritta in data 12 maggio 2017.
Con medesimo provvedimento la Giunta regionale ha stabilito che la gestione da parte di AVEPA riguardasse le Azioni ed i bandi non ancora avviati al momento della sottoscrizione della convenzione di delega, mentre per le Azioni e i bandi già avviati, è stato previsto che la delega fosse limitata alle attività successive a quelle concluse da parte delle Strutture regionali responsabili dell'attuazione delle Azioni (SRA) da individuarsi, con provvedimento dell'Autorità di Gestione, sulla base dello stato di avanzamento delle specifiche Azioni e dei bandi alla data di sottoscrizione della convenzione.
In relazione a ciò l'Autorità di Gestione - con Decreto del Direttore della Programmazione Unitaria n. 32 del 15 maggio 2017 – ha delegato AVEPA, in materia di turismo, per i bandi di cui alle DGR 2221/2016 (Sub-azione B) e 2222/2016 (Sub-Azione C) relativamente alle fasi di: gestione moduli in SIU, istruttoria delle domande di sostegno, ammissibilità del soggetto al finanziamento e impegno di spesa, verifiche amministrative e rendicontali, verifiche sul posto, liquidazione, pagamento al beneficiario. Si è inoltre stabilito che il Responsabile del Procedimento riferibile alle sopra citate deliberazioni mantenesse tale compito fino al 12 maggio 2017.
Con successiva DGR n. 961 del 23 luglio 2017, in applicazione del punto 45 del sopra citato decreto del Direttore della Programmazione Unitaria n. 32 del 15 maggio 2017, si è provveduto ad approvare i necessari adeguamenti dei testi dei bandi di cui sopra – relativi alle azioni sub b) e sub c) dell’ Azione 3.3.4 del POR-FESR  2014-2020 – ai fini della corretta attuazione della delega garantendo idonea pubblicità ai beneficiari.
Sulla base quindi delle disposizioni regionali sopra menzionate, AVEPA ha provveduto – con riferimento al bando “Reti di imprese/Club di prodotto” di cui alla DGR 2221/2016 - ad effettuare l’istruttoria delle domande pervenute entro i termini stabiliti e, con decreto n. 2 del 1 settembre 2017 del Dirigente dell’Area Gestione FESR, è stata approvata la graduatoria regionale delle domande ammissibili, nonché di quelle finanziabili, per un importo complessivo di spesa di € 1.493.375,48.
Ora, sulla base delle valutazioni tecniche effettuate da AVEPA in sede di istruttoria delle istanze pervenute, nonché dei riscontri che a livello territoriale la Direzione Turismo – struttura regionale competente – ha ricevuto e continua a ricevere in ordine all’interesse per la misura “Reti di Imprese/Club di prodotto” da parte degli operatori turistici di tutto il territorio Veneto, emerge l’opportunità di proseguire nella strategia di attivazione e sviluppo di reti di impresa, che è in grado di aggregare e migliorare l’offerta, riposizionandola rispetto a specifici e innovativi segmenti motivazionali della domanda.
In relazione a tali riscontri, supportati da progettualità di rete in corso d’opera nonché da una forte richiesta di informazione e formazione sul tema dei club di prodotto emersa da parte di molti dei sistemi turistici territoriali veneti e delle relative Organizzazioni di Gestione della Destinazione, si ritiene di intensificare l’attuazione dell’azione sub b) del POR-FESR, perseguendo nel contempo – attraverso una puntuale ricognizione, revisione ed eventuale semplificazione, in raccordo con AVEPA, delle condizioni, dei vincoli e delle procedure tecnico-amministrative sin qui messe in atto -  le migliori condizioni di efficacia della misura nei confronti dei potenziali beneficiari.
Con il presente provvedimento si provvede quindi all’approvazione di un secondo bando di selezione dei beneficiari, rivolto alle imprese che si costituiscono in reti di micro, piccole e medie imprese (PMI), le cui specifiche sono indicate in dettaglio nell’Allegato A “Bando per l’erogazione di contributi alle imprese per lo sviluppo e il consolidamento di reti di imprese e/o club di prodotto”.

In particolare, tale allegato riporta in modo specifico e approfondito i requisiti da possedere per poter presentare domanda, i criteri di priorità degli stessi, la localizzazione degli interventi, le tempistiche per la presentazione delle domande, le modalità di presentazione delle stesse, la documentazione da allegare alla domanda, nonché ogni altro elementi informativo utile e necessario per la presentazione delle istanze da parte dei soggetti interessati alla misura di cui al presente provvedimento.

Formano parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, anche i seguenti allegati: Allegato A1 “Definizione di microimprese, piccole imprese e medie imprese”; Allegato A2 “Dichiarazione sulla dimensione PMI, stato dell’impresa/intervento, dichiarazione “de minimis” e dichiarazione rating di legalità”, Allegato A3 “Istruzioni per la compilazione della dichiarazione “de minimis”, Allegato A4 “Dichiarazione sostitutiva circa gli aiuti “de minimis” (modello da utilizzare in caso di imprese controllanti/controllate), Allegato A5 “Progetto di Rete” e Allegato A6 “Dichiarazione sui familiari conviventi” (da utilizzare nel caso di richiesta di Informazione Antimafia ai sensi del D.Lgs. 159/2011).

L’importo di € 1.500.000,00 (unmilionecinquecentomila/00) messo a bando con la presente deliberazione, sarà finanziato mediante l’utilizzo dei fondi stanziati nell’ambito dell’asse 3 del POR FESR 2014-2020 sui seguenti capitoli:
• 102565 “POR FESR 2014-2020 - Asse 3 ‘Turismo’ - Quota comunitaria - Contributi agli investimenti”,
• 102566 “POR FESR 2014-2020 - Asse 3 ‘Turismo’ - Quota statale - Contributi agli investimenti”,
• 102567 “POR FESR 2014-2020 - Asse 3 ‘Turismo’ - Quota regionale - Contributi agli investimenti”,
che presentano sufficiente disponibilità su bilancio di previsione 2017-2019.  Tale spesa verrà impegnata con successivi provvedimenti dal Direttore della Direzione Programmazione Unitaria a favore di AVEPA che provvederà ad assumere gli impegni e le liquidazioni nei confronti dei beneficiari, a seguito delle ammissioni a finanziamento e delle verifiche di gestione (di cui all'art. 125 commi 4, 5, 6 del Reg. UE 1303/2013).

L’attività istruttoria di selezione dei progetti e di gestione tecnica, finanziaria ed amministrativa delle istanze è affidata pertanto – sulla base di quanto stabilito dalla DGR n. 226/2017 e dal decreto del Direttore della Programmazione Unitaria n. 32 del 15 maggio 2017  - all’Organismo Intermedio AVEPA.

La Direzione Programmazione Unitaria ha rilasciato il visto di conformità al presente provvedimento.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTA la Comunicazione COM (2010) del 03/03/2010 della Commissione Europea;

VISTI i Regolamenti (UE) n. 1303/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio e n. 1301/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio;

VISTO il Regolamento delegato (UE) n. 240/2014 della Commissione;

VISTA  la Decisione C(2015) 5903 finale del 17 agosto 2015;

VISTA  la Deliberazione del Consiglio Regionale n. 42 del 10/07/2014;

VISTE le deliberazioni n. 942 del 17 giugno 2013, integrata con deliberazione n. 406 del 4 aprile 2014; n. 1148 del 1 settembre 2015,  n. 1500 del 29 ottobre 2015 e n. 1871 del 25 novembre 2016;

VISTA la DGR n. 226 del 28 febbraio 2017 con la quale si è disposto di individuare AVEPA quale Organismo Intermedio, ai sensi dell'art. 123 par. 7 del Regolamento (UE) n. 1303/2013;

VISTA la DGR 581 del 28 aprile 2017 che approva la procedura per l'apposizione del visto di conformità e del visto di monitoraggio finanziario;

VISTO il Decreto del Direttore della Programmazione Unitaria n. 35 del 15 maggio 2017;

VISTA la legge regionale n. 54 del 31 dicembre 2012, così come modificata dalla legge regionale n. 14 del 17 maggio 2016 e le successive delibere di attuazione n. 802 e n. 803 del 27 maggio 2016 in ordine alla nuova organizzazione amministrativa regionale;

VISTA la Legge Regionale n. 8 del 24 febbraio 2016 con cui è stato approvato il bilancio regionale di previsione 2016 – 2018 e la Legge regionale n. 26 del 25 novembre 2011;
DATO ATTO che il Direttore di Area ha attestato che il Vicedirettore di Area nominato con DGR n. 1406 del 29/08/2017, ha espresso in relazione al presente atto il proprio nulla osta senza rilievi, agli atti dell’Area medesima” .

delibera


1. di approvare, per le considerazioni espresse in premessa, il “Secondo bando per l’erogazione di contributi alle imprese per lo sviluppo e il consolidamento di reti di imprese e/o club di prodotto” di cui all’Azione 3.3.4. del POR FESR 2014-2020 “Sostegno alla competitività delle imprese nelle destinazioni turistiche, attraverso interventi di qualificazione dell'offerta e innovazione di prodotto/servizio, strategica ed organizzativa” - sub azione B), definendo i criteri e le modalità di ammissione ai finanziamenti;

2. di stabilire che le specifiche condizioni del bando sono indicate nell’Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, che riporta i requisiti per poter presentare domanda, i criteri di priorità degli stessi, la localizzazione degli interventi, le tempistiche per la presentazione delle domande, le modalità di presentazione delle stesse, la documentazione da allegare alla domanda, nonché ogni altro elementi informativo utile e necessario per la presentazione delle istanze da parte dei soggetti interessati;

3. di stabilire che sono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento anche i seguenti altri allegati: Allegato A1 “Definizione di microimprese, piccole imprese e medie imprese”; Allegato A2 “Dichiarazione sulla dimensione PMI, stato dell’impresa/intervento, dichiarazione “de minimis” e dichiarazione rating di legalità”, Allegato A3 “Istruzioni per la compilazione della dichiarazione “de minimis”, Allegato A4 “Dichiarazione sostitutiva circa gli aiuti “de minimis” (modello da utilizzare in caso di imprese controllanti/controllate), Allegato A5 “Progetto di Rete” e Allegato A6 “Dichiarazione sui familiari conviventi” (da utilizzare nel caso di richiesta di Informazione Antimafia ai sensi del D.Lgs. 159/2011) al presente provvedimento;

4. di stabilire che spetta all’Organismo Intermedio AVEPA la gestione tecnica, finanziaria ed amministrativa dei procedimenti derivanti dal presente provvedimento;

5. di disporre che l’importo massimo complessivo delle obbligazioni di spesa relative al bando è determinato in € 1.500.000,00 (unmilionecinquecentomila/00), alla cui assunzione provvederà con propri atti il Direttore della Direzione Programmazione Unitaria a favore di AVEPA che provvederà ad assumere gli impegni e le liquidazioni nei confronti dei beneficiari, a seguito delle ammissioni a finanziamento e delle verifiche di gestione, sui seguenti capitoli di spesa, che presentano adeguata disponibilità nel bilancio di previsione 2017-2019:
• 102565 “POR FESR 2014-2020 - Asse 3 ‘Turismo’ - Quota comunitaria - Contributi agli investimenti”;
• 102566 “POR FESR 2014-2020 - Asse 3 ‘Turismo’ - Quota statale - Contributi agli investimenti”;
• 102567 “POR FESR 2014-2020 - Asse 3 ‘Turismo’ - Quota regionale - Contributi agli investimenti”;

6. di dare atto che la Direzione Programmazione Unitaria, a cui sono stati assegnati i capitoli di cui al precedente punto, ha attestato che i medesimi presentano sufficiente capienza;

7. di incaricare la Direzione Turismo dell’esecuzione del presente atto;

8. di dare atto che la somma massima assegnabile con il presente provvedimento non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.r. n. 1/2011;

9. di dare atto che il presente atto è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’ articolo 26 comma 1 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;

10. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino ufficiale della Regione;

(seguono allegati)

1791_AllegatoA0_356752.pdf
1791_AllegatoA1_356752.pdf
1791_AllegatoA2_356752.pdf
1791_AllegatoA3_356752.pdf
1791_AllegatoA4_356752.pdf
1791_AllegatoA5_356752.pdf
1791_AllegatoA6_356752.pdf

Torna indietro