Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 58 del 17/06/2016
Scarica la versione firmata del BUR n. 58 del 17/06/2016
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 58 del 17 giugno 2016


Materia: Opere e lavori pubblici

Deliberazione della Giunta Regionale n. 905 del 14 giugno 2016

Sostegno finanziario ai lavori pubblici di interesse locale di importo fino a 200.000 euro - Anno 2016. (L.R. n. 27/2003, art. 50).

Note per la trasparenza

Il provvedimento dispone l'attivazione di un programma di finanziamento in conto capitale per la realizzazione di opere di interesse locale di competenza delle Amministrazioni comunali di importo fino a 200.000,00 euro, approvandone le relative modalità e termini di accesso.
 

L'Assessore Elisa De Berti, riferisce quanto segue.

Per far fronte alla crisi congiunturale che, a partire dal 2008, nell'ambito del più vasto contesto internazionale, ha caratterizzato anche l'economia veneta, la Giunta Regionale ha ritenuto di fondamentale interesse promuovere politiche mirate ad incentivare la realizzazione di lavori pubblici aventi le caratteristiche dell'immediata cantierabilità. Tale obiettivo è stato perseguito mediante l'adozione, con Deliberazioni della Giunta regionale n. 1357 del 12.05.2009 e n. 1069 del 05.06.2012 , di specifici bandi rivolti ai Comuni del Veneto, al fine di verificare l'entità del fabbisogno per la realizzazione di interventi aventi caratteristiche tali da garantire un tempestivo affidamento e tempi di esecuzione ristretti.

Tali condizioni sono state infatti ritenute fondamentali per mettere in atto un effetto anticiclico in grado di incidere tempestivamente sulla congiuntura.

A conferma della opportunità dell'iniziativa regionale, il riscontro da parte dei Comuni è stato massiccio e, in relazione alle disponibilità finanziarie resesi disponibili nell'arco di un quinquennio, si sono potuti finanziare più di mille interventi.

Con il presente provvedimento, constatata quindi l'efficacia dell'azione già realizzata con i precedenti Bandi, si intende ora avviare, in attuazione di quanto disposto dall'art. 50, comma 1, lett a), della L.R. 07.11.2003 n. 27, a valere sulle risorse disponibili sul capitolo di spesa n. 102633 "Interventi regionali per il finanziamento di iniziative ed opere di particolare interesse o urgenza - contributi agli investimenti - finanziamento mediante ricorso ad indebitamento (art. 53, c. 7, L.R. 07/11/2003, n.27)" nell'ambito della Missione 0008 "Assetto del territorio ed edilizia abitativa" del Programma 0801 "Urbanistica ed assetto del territorio", per un importo pari ad € 4.000.000,00, un nuovo programma di finanziamento in conto capitale per la realizzazione di opere di interesse locale di competenza delle Amministrazioni comunali stabilendo, come di seguito specificato, le relative modalità e termini di accesso.

Soggetti ammessi a presentare domande

Sono ammessi a presentare istanza esclusivamente i Comuni e le Unioni di Comuni del Veneto.

Presentazione delle domande

-      ciascun Soggetto può presentare una sola istanza;
-      nel caso di presentazione di più domande da parte di uno stesso Soggetto, vengono escluse quelle di importo ammissibile superiore;
-      l'istanza va redatta unicamente, pena esclusione, sulla base del modello che costituisce l'Allegato A "Istanza di finanziamento per lavori pubblici di interesse regionale di importo fino a 200.000 euro - Anno 2016" che va compilato in ogni sua parte e completato con gli allegati previsti;
-      nel caso in cui l'istanza risulti compilata solo in parte o priva delle sottoscrizioni e/o degli allegati previsti, verrà esclusa dalla graduatoria;
-      l'istanza va riferita, pena esclusione, ad un unico intervento o stralcio funzionale di intervento;
-      l'istanza va riferita, pena esclusione, ad una sola delle tipologie di opere ammissibili di seguito elencate;
-      l'istanza va inoltrata, pena esclusione, entro 45 giorni dalla pubblicazione sul BUR del presente provvedimento, senza lettera accompagnatoria, esclusivamente mediante posta elettronica certificata, al seguente indirizzo:

REGIONE DEL VENETO
Giunta Regionale
Sezione Lavori Pubblici
Calle Priuli - Cannaregio, 99
30121 Venezia
llpp@pec.regione.veneto.it

-      Sono escluse le istanze presentate in data antecedente alla pubblicazione sul BUR del presente provvedimento e quelle inoltrate con modalità diversa dalla trasmissione mediante posta elettronica certificata;

Tipologie di opere ammissibili

Si fa riferimento alle seguenti tipologie di opere prevalenti:

1)  adeguamento, riabilitazione o rinnovo di spazi pubblici urbani;
2)  realizzazione di infrastrutture e di impianti relativi alla rete viaria e di illuminazione;
3)  costruzione, riabilitazione o rinnovo di edifici civici, funerari, educativi, culturali e di impianti sportivi;
4)  abbattimento di barriere architettoniche;
5)  miglioramento della sicurezza stradale e promozione di una mobilità urbana sostenibile;
6)  prevenzione del rischio sismico;
7)  piste ciclabili.

Requisiti di ammissibilità

a)       progetto sviluppato almeno a livello di fattibilità tecnica ed economica (art. 23 D. Lgs. 50/2016);
b)       funzionalità dell'opera o dello stralcio oggetto di finanziamento;
c)       lavori stimati sulla base di prezziari regionali, ove esistenti;
d)       assenza di ulteriori contributi regionali sul medesimo intervento o stralcio funzionale;
e)       lavori non iniziati alla data di presentazione dell'istanza;
f)        sono ammesse esclusivamente le spese per lavori, comprensive degli oneri per la sicurezza, IVA compresa, purché costituisca costo effettivo a carico del beneficiario;
g)       sono ammessi esclusivamente interventi la cui spesa totale per lavori, inclusi gli oneri per la sicurezza ed IVA (Spesa Ammissibile Totale (SAT), risulti non inferiore ad € 30.000,00 e non superiore ad € 200.000,00; il limite superiore deve essere rispettato anche nel caso di redazione di eventuali perizie in corso d'opera, con riferimento all'ammontare per lavori al netto del ribasso d'asta;
h)       si richiamano inoltre le ulteriori condizioni di ammissibilità previste dalla domanda da redigersi utilizzando il già richiamato modello di cui all'Allegato A.

Graduatorie

La graduatoria viene compilata sulla base dell'attribuzione dei seguenti punteggi:

a)      Importo Spesa Ammissibile Totale (SAT):

(SAT) da € 30.000,00 a € 50.000,00 punti 5
(SAT) da € 50.000,01 a € 70.000,00 punti 4
(SAT) da € 70.000,01 a € 100.000,00 punti 3
(SAT) da € 100.000,01 a € 150.000,00 punti 2
(SAT) da € 150.000,01 a € 200.000,00 punti 1

b)     Percentuale Spesa Ammissibile a carico dell'Ente (%SAE)

(%SAE) da 20.01% a 30.00% punti 1
(%SAE) da 30.01% a 40.00% punti 2
(%SAE) da 40.01% a 50.00% punti 3
superiore a 50.00% punti 4

c)      Tipologia opera 4 punti 7

Tipologia opera 5 punti 6
Tipologia opera 6 punti 5
Tipologia opera 3 punti 4
Tipologia opera 1 punti 3
Tipologia opera 2 punti 2
Tipologia opera 7 punti 1

d)     Istanze presentate da Comuni derivanti da fusione punti 3

Istanze presentate da Unioni di Comuni punti 1

e)      A parità di punteggio si darà priorità sulla base della data e ora di presentazione dell'istanza.

Intensità del sostegno della Regione

L'entità massima del contributo regionale è pari al 80% del costo totale previsto per i lavori, comprensivo degli oneri per la sicurezza e della relativa IVA (SAT) qualora quest'ultima costituisca costo effettivamente a carico del beneficiario. Non sono ammissibili a contributo le rimanenti voci di costo comprese tra le somme a disposizione dell'Amministrazione. In sede di istanza l'Ente può indicare, fruendo dell'attribuzione del relativo punteggio in sede di formazione della graduatoria, una percentuale della quota di spesa ammissibile che si impegna a sostenere con oneri a proprio carico.

Assegnazione e modalità di gestione dei contributi

-      entro 60 giorni dalla data di scadenza della presentazione delle istanze, la Giunta Regionale approva il programma di riparto dei contributi, assumendo il relativo impegno di spesa, dandone tempestiva comunicazione agli Enti individuati quali beneficiari;
-      entro 90 giorni dalla pubblicazione sul BUR del provvedimento regionale che approva il programma di riparto, i Beneficiari devono trasmettere alla Sezione regionale Lavori pubblici la convenzione regolante le modalità di gestione dei contributi, di cui all'Allegato B "Schema di convenzione regolante i rapporti tra la Regione del Veneto ed il beneficiario dei contributi regionali per la realizzazione di opere di interesse locale di competenza delle Amministrazioni comunali di importo fino a 200.000,00 euro - Anno 2016", debitamente sottoscritta; il mancato rispetto di tale termine comporta la decadenza dal diritto al contributo;
-      entro un anno dalla data di pubblicazione sul BUR del provvedimento di approvazione del programma di riparto, i Beneficiari devono approvare il progetto esecutivo dell'intervento, inviando alla Sezione Lavori Pubblici il relativo provvedimento entro i successivi 30 giorni, esclusivamente mediante pec all'indirizzo llpp@pec.regione.veneto.it; il mancato rispetto di tali termini comporta la decadenza dal diritto al contributo;
-      entro due anni dalla data di pubblicazione sul BUR del provvedimento di approvazione del programma di riparto, i Beneficiari devono provvedere alla formale consegna dei lavori, inviando alla Sezione Lavori Pubblici il relativo verbale entro i successivi 30 giorni, esclusivamente mediante pec all'indirizzo llpp@pec.regione.veneto.it; il mancato rispetto di tali termini comporta la decadenza dal diritto al contributo;
-      entro il termine di cinque anni dalla data di pubblicazione sul BUR del provvedimento di approvazione del programma di riparto i Beneficiari devono trasmettere alla Regione la rendicontazione finale dell'intervento, esclusivamente mediante pec all'indirizzo llpp@pec.regione.veneto.it; il mancato rispetto di tale termine comporta la decadenza dal diritto al contributo;
-      le modalità di gestione dei contributi sono stabilite all'art. 54 della L.R. 27/03, come ulteriormente esplicitate nello schema di convenzione Allegato B al presente provvedimento;
-      non sono ammesse modifiche dell'oggetto dell'intervento in relazione al quale è stata presentata istanza di contributo;
-      i Beneficiari devono affidare i lavori e a realizzare l'intervento nel rispetto delle procedure previste dalla vigente normativa comunitaria, nazionale e regionale;
-      La Giunta Regionale si riserva la facoltà di utilizzare le graduatorie conseguenti all'attuazione del presente provvedimento anche a valere sugli esercizi finanziari futuri.

Il Relatore, conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta Regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il Relatore, il quale dà atto che la struttura proponente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTA la L.R. n. 27/2003;

VISTA la L.R. n.39/2001;

VISTO il D. Lgs 118/2011;

VISTO il D. Lgs 33/2013;

VISTO l'art. 2, co., 2 lett f), della legge regionale n. 54 del 31 dicembre 2012.

delibera

1.        di approvare, in attuazione di quanto disposto dall'art. 50, comma 1, lett a), della L.R. 07.11.2003 n. 27, le modalità e i termini di accesso al programma di finanziamento in conto capitale per la realizzazione di opere di interesse locale di competenza delle Amministrazioni comunali di importo fino a 200.000,00 euro - anno 2016, come riportato nelle premesse, da finanziarsi, a valere sulle risorse di cui al capitolo di spesa n. 102633 del Bilancio di previsione 2016 per l'importo di € 4.000.000,00;

2.        di approvare, per le finalità di cui al punto 1, i seguenti allegati al presente provvedimento, del quale costituiscono parte integrante:

•     Allegato A "Istanza di finanziamento per lavori pubblici di interesse locale di importo fino a 200.000 euro - Anno 2016";
•     Allegato B "Schema di convenzione regolante i rapporti tra la Regione del Veneto ed il beneficiario dei contributi regionali per la realizzazione di opere di interesse locale di competenza delle Amministrazioni comunali di importo fino a 200.000,00 euro - Anno 2016";

3.    di incaricare la Sezione Lavori Pubblici di ogni ulteriore adempimento conseguente alla presente deliberazione;

4.    di dare atto che la presente Deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale;

5.    di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi degli articoli 26 e 27 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33.

6.    di pubblicare la presente Deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

905_AllegatoA_325092.pdf
905_AllegatoB_325092.pdf

Torna indietro