Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 85 del 14/10/2008
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 85 del 14 ottobre 2008


Materia: Mostre, manifestazioni e convegni

Deliberazione della Giunta Regionale n. 2432 del 16 settembre 2008

L.R. 49/78 - Partecipazione della Regione del Veneto a manifestazioni diverse - Iniziative culturali della Regione del Veneto alla consegna dell'Olio Santo ad Assisi 2008 ed altre.

(La parte di testo racchiusa fra parentesi quadre, che si riporta per completezza di informazione, non compare nel Bur cartaceo, ndr) [

Il Presidente della Giunta regionale On. Dott. Giancarlo Galan riferisce quanto segue.

La Legge regionale 8 settembre 1978, n. 49 prevede l’intervento della Giunta regionale per la promozione di iniziative di studio, espositive o manifestazioni che concorrono alla messa in luce delle importanti potenzialità che il Veneto esprime nei vari settori delle attività umane.

 L’adesione e il sostegno economico diretto alla realizzazione di manifestazioni ed iniziative di studio e approfondimento della cultura e dell’arte contribuiscono a far conoscere il ruolo svolto dalla nostra Regione in questo settore della vita dei cittadini, con una particolare attenzione rivolta alla promozione e alla valorizzazione delle tradizioni artistiche e culturali venete. Parimenti, è importante intervenire anche per il sostegno ad alcuni importanti appuntamenti a carattere istituzionale che si svolgono nella regione.

 Ogni anno nel Veneto si tengono importanti confronti ed un notevole numero di Associazioni ed Istituzioni propone un ricco programma di attività culturali. La Regione del Veneto guarda ad esse da sempre con attenzione e interesse, nella convinzione che nella sinergia con le forze associative stia la chiave per un’azione di tutela e promozione della Cultura maggiormente incisiva, sia nel senso più ampio che in quello specificamente riferito alla storia ed alla tradizione della nostra Regione, così come previsto dal programma della Giunta Regionale.

 In particolare la Giunta regionale interviene, ai sensi della Legge regionale n. 49/1978, nel sostegno di eventi espositivi, manifestazioni culturali - artistiche, incontri, convegni e seminari di interesse regionale, proposti da soggetti pubblici e privati di rilievo nel settore specifico nonché da Enti, Associazioni ed Istituzioni culturali di riconosciuto valore e comprovata esperienza. La Giunta regionale a tal proposito, nella valutazione dei singoli progetti, disporrà un sostegno quantificato in misura proporzionale allo spessore dell’evento e tale da contribuire in modo determinante alla realizzazione dell’iniziativa stessa.

 Con la presente deliberazione si intendono sostenere, facendone proprio lo spirito e le finalità, le seguenti iniziative:

1.    Progetto Veneto ad Assisi 2008: iniziative culturali.

Dal 1939 ogni anno una regione italiana è chiamata ad offrire l’olio che alimenterà per un anno la lampada votiva posta nella cripta di San Francesco nella Basilica d’Assisi. Il 4 ottobre di ogni anno si ripete un gesto simbolico di grande suggestione che testimonia l’amore del nostro Paese nei confronti di una del più importanti figure della cristianità, eletta a patrono d’Italia per un profondo senso di gratitudine del nostro Paese. Nel 2008 l’onore di provvedere a questa offerta viene riservato al Veneto. Dopo 20 anni la nostra regione è invitata a rivivere tale evento e sarà il Presidente della Regione, insieme ai rappresentanti di Province e Comuni, a rappresentare con la consegna dell’olio sacro tutti in cittadini veneti. Per sottolineare la rilevanza religiosa e il valore storico e culturale dell’evento, si propone di valutare positivamente la partecipazione della Regione anche attraverso la realizzazione delle sottoindicate iniziative culturali e artistiche: 

1.1. “Laudato sie, mi’ Signore, cum tucte le tue creature” - Associazione culturale ACIES Venezia

L’Associazione ACIES di Venezia rappresenta una delle più importanti realtà culturali e artistiche del Veneto che si è distinta nel corso di questi ultimi anni per aver messo al centro della propria attività artistica il rapporto che lega l’arte al sacro. L’occasione rappresentata dall’evento di Assisi costituisce, pertanto, una importante occasione per testimoniare un intenso lavoro di ricerca che ha coinvolto musicisti, attori, tecnici delle luci, impegnati a realizzare opere di grande successo di pubblico e critica, in alcuni dei più suggestivi luoghi veneti. In occasione della presenza del Veneto ad Assisi, l’Associazione ACIES propone la realizzazione di un progetto che prevede un variegato programma composto da performances teatrali e l’esecuzione di brani musicali provenienti dal repertorio del ‘500, del ‘700 e contemporaneo. Il programma proposto focalizza l’attenzione dello spettatore e del fedele su due elementi di grande importanza, il legame tra arte e fede nel Veneto e a Venezia da un lato, e il linguaggio scarno e semplice usato da San Francesco per comunicare la verità universale di Dio dall’altro. In considerazione della consolidata collaborazione tra l’Associazione culturale ACIES e la Regione del Veneto e del valore culturale del progetto proposto, che rappresenta un importante contributo capace di creare un momento di aggregazione non solo religiosa ma anche culturale, sociale e storica e tale da coinvolgere un pubblico sia nazionale che internazionale, si propone di approvare la partecipazione regionale al progetto mediante un sostegno economico a favore dell’Associazione ACIES di Venezia di € 40.000,00. All’impegno di spesa sul capitolo 3400 del bilancio 2008 provvederà la Dirigente regionale dell’Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo con proprio decreto.

1.2. “Frate Francesco” - Comune di Motta di Livenza.

Uno dei più significativi punti di forza del panorama culturale del Veneto è rappresentato dall’intensa attività svolta dalle Amministrazioni locali per la realizzazione di iniziative di grande rilevanza artistica e culturale. Al fine di valorizzarne il significato, la Regione ha sviluppato una importante rete di iniziative finalizzate alla promozione e al sostegno, che ha fatto conoscere la nostra regione, in Italia e all’estero, come luogo di eccellenza della cultura. In tal senso l’occasione rappresentata dall’evento di Assisi costituisce una positiva occasione per promuovere, in un contesto nazionale, la manifestazione che il Comune di Motta di Livenza propone di dedicare a San Francesco d’Assisi. Si tratta di un concerto – musical, realizzato attraverso la rielaborazione di testi e musiche della tradizione e della pietà religiosa veneta, che ha coinvolto più di 70 elementi e che ha grande forza espressiva e impatto scenografico, tale da raccogliere un importante successo di pubblico. In considerazione del valore culturale dell’iniziativa proposta, si ritiene di accogliere la richiesta presentata dal Comune di Motta di Livenza e di approvare la partecipazione della Regione al progetto mediante un sostegno economico a favore del Comune di € 6.000,00. All’impegno di spesa sul capitolo 3400 del bilancio 2008 provvederà la Dirigente regionale dell’Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo con proprio decreto

2.      Progetto Scuole 2008 - Società Veneziana di Concerti Venezia

La Società Veneziana di Concerti, con sede presso la Fondazione Ugo e Olga Levi di Venezia, ha presentato alla Regione il programma dell’edizione 2008 della Stagione di Musica da Camera di Venezia. La manifestazione, giunta ormai alla 15^ edizione, rappresenta uno dei punti più alti per qualità artistica della programmazione culturale musicale veneta. Nell’ambito delle attività svolte, l’Associazione, in ragione del successo registrato nelle precedenti edizioni, intende realizzare per il quarto anno consecutivo un itinerario musicale e culturale, con l’intento di avvicinare alla cultura musicale classica il mondo della scuola e di sensibilizzare i giovani all’ascolto della musica da camera. Il progetto proposto prevede un programma di attività articolato in due sessioni: la prima dedicata alla programmazione dell’attività concertistica al Teatro La Fenice in cui verrà riservata particolare attenzione ai giovani talenti; la seconda finalizzata a definire un programma di educazione all’ascolto attraverso un ciclo di incontri di carattere interdisciplinare dedicato al pubblico più giovane, da realizzarsi presso le principali scuole veneziane. Considerato che il progetto presentato, per il valore culturale e le finalità didattiche, costituisce un’importante opportunità per favorire nelle giovani generazioni la conoscenza della musica e promuovere, attraverso visite e concerti, la conoscenza dei luoghi simbolo della tradizione concertistica veneziana, si propone di valutare positivamente la partecipazione regionale al progetto con un sostegno economico a favore della Società Veneziana di Concerti di € 15.000,00. All’impegno di spesa sul capitolo 3400 del bilancio 2008 provvederà la Dirigente regionale dell’Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo con proprio decreto

3.      Convegno: Diritto penale degli appalti pubblici. Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Diritto Pubblico.

Il Dipartimento di diritto pubblico, internazionale e comunitario dell’Università degli studi di Padova – Facoltà di Giurisprudenza, in collaborazione con l’Ordine degli avvocati di Padova, propone l’organizzazione di un convegno dedicato al tema degli appalti pubblici, alla luce delle modifiche introdotte dalle nuove norme in materia. L’appuntamento di studio, che prevede la presenza di autorevoli relatori tra cui magistrati e docenti universitari, sarà in particolare dedicato a focalizzare l’attenzione sulle procedure di appalto e le conseguenti implicazioni penali, amministrative e sanzionatorie. Nel corso del convegno saranno inoltre affrontati temi di cogente attualità come la relazione tra i pubblici appalti e le responsabilità delle persone giuridiche e il diritto penale d'impresa connesso ai pubblici appalti. Considerato che l’iniziativa riveste un carattere di interesse generale sia per il mondo dell’impresa e delle professioni che per quello delle Pubbliche Amministrazioni e rappresenta pertanto un’interessante occasione di confronto e di dialogo per addetti del settore, si propone di approvare la partecipazione regionale al progetto mediante un sostegno economico a favore dell’Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Diritto Pubblico di € 6.000,00. All’impegno di spesa sul capitolo 3400 del bilancio 2008 provvederà la Dirigente regionale dell’Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo con proprio decreto.

4.      Convegno: Investimenti Bilaterali fra Stati Uniti d’America ed il Triveneto - American Chamber of Commerce in Italy di Milano

L’American Chamber of Commerce in Italy, una delle più importanti associazioni italoamericane in Italia, ha previsto di organizzare presso lo Spazio Società Thetis all’Arsenale di Venezia un importante convegno sulla tematica del mercato europeo e globale, riservando una particolare attenzione al rapporto economico tra Stati Uniti e Triveneto. L’Associazione italoamericana è affiliata alla Chamber of Commerce di Washington D.C. e fa parte dell’European Council of American Chambers of Commerce, l’organismo che tutela il libero scambio tra Unione Europea e Stati Uniti ed è corrispondente delle principali Camere di Commercio e associazioni commerciali e industriali statunitensi. Essa ha lo scopo di sviluppare e favorire le relazioni economiche tra gli Stati Uniti d’America e l’Italia, di promuovere e tutelare gli interessi dei propri associati nell’ambito dell’attività di business tra i due Paesi e di diffondere tra i propri associati le informazioni relative alla propria attività. con la partecipazione di illustri rappresentanti del mondo imprenditoriale, politico, istituzionale, diplomatico e accademico, allo scopo di promuovere le relazioni tra i Paesi coinvolti. E’ di particolare interesse il fatto che si ritenga di svolgere l’iniziativa a Venezia, considerato che saranno messe a confronto idee e tematiche coinvolgenti molti settori dell’economia veneta, italiana e mondiale. Venezia sarà dunque punto nodale di un incontro tra importanti figure dell’economia mondiale e l’evento sarà occasione anche di visibilità e opportunità di valorizzazione culturale e turistica del nostro territorio. Valutata pertanto l’elevata valenza del convegno proposto e considerato che verrà organizzata una cena, come evento di chiusura del convegno, che sarà un momento informale di ampio scambio culturale tra i vari Paesi partecipanti, si propone una partecipazione regionale al progetto con un sostegno economico a favore della American Chamber of Commerce in Italy di Milano di € 10.000,00. All’impegno di spesa sul capitolo 3400 del bilancio 2008 provvederà la Dirigente regionale dell’Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo con proprio decreto.

5.      Mostra: Arte al bivio prima e dopo il ’68 - Università Ca’ Foscari di Venezia - Dipartimento di Storia delle Arti e Conservazione dei Beni Artistici G. Mazzariol.

L’Università degli Studi Cà Foscari di Venezia intende realizzare una mostra intitolata “Arte al bivio prima e dopo il ‘68” e dedicata alla situazione artistica veneziana e veneta che comprende il periodo storico che precede e segue il 1968, data simbolica di cesura (che quest’anno giunge al suo quarantesimo anniversario) in cui alla contestazione politica e sociale si affianca, nel mondo dell’arte, un momento di svolta. La fervida produzione artistica degli anni ’60 mette a nudo infatti le istanze di cambiamento che investono la città di Venezia e il Veneto tutto, in cui il “bivio” può rappresentare la scelta tra continuità e rottura con il passato di fronte alla quale molti giovani artisti si sono trovati. L’iniziativa dell’Università veneziana, curata dal prof. Nico Stringa e realizzata in collaborazione con il Dipartimento di Storia e Critica delle Arti e Conservazione dei Beni Artistici G. Mazzariol, è proposta principalmente per dar conto del grande contributo che alcuni artisti veneti hanno dato al rinnovamento dell’arte contemporanea e prevede l’esposizione di oltre 100 opere di pittura, scultura, video e installazioni, necessarie per far conoscere al pubblico l’attività delle generazioni più giovani e meno note in quegli anni, soprattutto le figure di artisti locali che spesso non hanno trovato l’attenzione che meritano. La scelta di ospitare la mostra nei nuovi spazi espositivi dell’Ateneo, a Ca’ Giustian dè Vescovi, dimostra altresì l’intento di creare un punto di contatto con l’attuale situazione artistica e soprattutto con la conoscenza di essa, essendo luogo deputato di studio della storia dell’arte nazionale ed internazionale. Risulterà pertanto fondamentale l’apporto, di cui l’organizzazione intende avvalersi, di giovani studiosi e dottorandi laureatisi al Dipartimento di Storia e Critica delle Arti e Conservazione dei Beni Artistici. L’evento risulta essere pertanto di forte impatto culturale ed artistico, dal momento che per la prima volta sullo scenario veneziano e veneto, si indagherà proprio su un periodo storico artistico rimasto per molto tempo sconosciuto ai più, nonché turistico, con la promozione di un luogo veneziano principalmente noto agli studiosi. Si propone quindi la partecipazione regionale alle spese per la realizzazione della mostra con un sostegno economico a favore dell’Univesità Ca’ Foscari di Venezia – Dipartimento di Storia delle Arti e Conservazione dei Beni Artistici G. Mazzariol di € 20.000,00. All’impegno di spesa sul capitolo 3400 del bilancio 2008 provvederà la Dirigente regionale dell’Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo con proprio decreto

6.      Concorso di idee per la realizzazione di un monumento dedicato allo scultore Antonio Canova -Accademia di Belle Arti di Venezia

L’Accademia di Belle Arti di Venezia ha proposto la realizzazione di un concorso di idee aperto agli studenti di scultura per la progettazione di un monumento dedicato ad Antonio Canova e destinato ad ospitare la mano dell’artista. La preziosa reliquia, oggi depositata presso l’ex Convento della Carità, infatti, farà ritorno a Possagno e sarà collocata vicino al feretro che conserva le spoglie dell’artista. L’iniziativa, che completa le manifestazioni organizzate in occasione della celebrazione del 250. anniversario della nascita, ha un valore altamente simbolico e rappresenta una importante occasione per valorizzare la figura di un artista che ha segnato con la propria opera un momento fondamentale per l’arte italiana e veneta in particolare. Per tali ragioni si propone di approvare la partecipazione regionale all’iniziativa prevedendo un sostegno economico a favore dell’Accademia di Belle Arti di Venezia di € 5.000,00. All’impegno di spesa sul capitolo 3400 del bilancio 2008 provvederà la Dirigente regionale dell’Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo con proprio decreto

7.       La Fiera delle Parole - Associazione culturale Cuore di Carta di San Pietro Viminario.

La manifestazione “La fiera delle parole”, che si terrà a Rovigo dal 3 al 12 ottobre 2008, costituisce una delle più importanti iniziative venete dedicate alla letteratura. Dopo il positivo riscontro registrato nel corso della prima edizione, l’Associazione culturale Cuore di carta, che organizza l’evento, ha proposto anche per il 2008 un ricco programma di incontri con l’autore, conferenze, laboratori didattici, spettacoli e mostre. All’interno degli spazi della Fiera che ospita l’evento sono inoltre previsti spazi riservati agli editori veneti e alla degustazione dei prodotti tipici del Delta polesano. In considerazione del valore del programma culturale proposto e della sua capacità di avvicinare, attraverso il richiamo esercitato da autori di grande successo, un vasto pubblico alla lettura, alla conoscenza di nuovi artisti e di promuovere la conoscenza del territorio del Delta palesano, si propone di approvare la partecipazione regionale con un sostegno economico a favore dell’Associazione Associazione culturale Cuore di Carta di San Pietro Viminario di € 10.000,00. All’impegno di spesa sul capitolo 3400 del bilancio 2008 provvederà la Dirigente regionale dell’Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo con proprio decreto.

8.      Iniziative culturali in occasione del 5° Centenario della nascita di Andrea Palladio - Comune di Piombino Dese.

In occasione delle celebrazioni per il 5° Centenario della nascita di Palladio, il Comune di Piombino Dese ha previsto la realizzazione di un programma di iniziative culturali finalizzate alla promozione della conoscenza di uno dei più importanti monumenti del proprio territorio, la Villa palladiana Cornaro. A tal fine il Comune di Piombino Dese ha ideato un complesso numero di iniziative che prevede la realizzazione di due convegni di studio con critici e storici dell’arte di fama internazionale dedicati ad approfondire gli aspetti più significativi dell’architettura del Palladio, la realizzazione di concerti di musica classica e operistica, la stampa di un volume di studi sui rapporti tra Palladio e il patrizio veneziano Cornaro. Tenuto conto del valore dell’iniziativa e della coerenza del programma proposto con quello più vasto che la Regione ha attivato in occasione delle celebrazioni palladiane, si propone di approvare la partecipazione all’iniziativa mediante il sostegno economico a favore del Comune di Piombino Dese di € 15.000,00. All’impegno di spesa sul capitolo 3400 del bilancio 2008 provvederà la Dirigente regionale dell’Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo con proprio decreto

9.      Comune di Padova:

9.1.Concorso 90° anniversario della firma dell’Armistizio.

Il Comune di Padova, in occasione delle celebrazioni del 90° anniversario della firma dell’armistizio fra l’Impero Austro – Ungarico e il regno d’Italia avvenuta il 3 novembre 1918 presso villa Giusti, ha bandito un concorso per gli studenti delle scuole primarie di primo e secondo grado. Le classi interessate dovranno ideare e produrre elaborati video, ricerche fotografiche o disegni, racconti o poesie, sul tema della Prima Guerra Mondiale e della firma dell’armistizio, tenendo presente i valori della pace, dei diritti umani e del dialogo interculturale. In tal senso va sottolineato come il progetto avviato dal Comitato promotore, in linea con quanto stabilito dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite che ha proclamato il primo decennio del 21° secolo il decennio per la cultura internazionale della pace e della nonviolenza per i bambini del mondo, persegua l’importante obiettivo di formare grazie all’arte, alla cultura e alla ricerca espressiva, i cittadini del futuro ad una cultura della tolleranza e della gestione positiva dei conflitti per costruire convivenze di pace e giustizia nelle relazioni tra le persone, i gruppi e gli stati. In ragione dell’interesse per le tematiche trattate e la condivisione del valore dell’iniziativa, si propone di approvare il sostegno economico a favore del Comune di Padova di € 10.000,00. All’impegno di spesa sul capitolo 3400 del bilancio 2008 provvederà la Dirigente regionale dell’Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo con proprio decreto

9.2.Realizzazione del Giardino del Giusti.

Il XX secolo ha mostrato come il progresso scientifico e le grandi realizzazioni tecnologiche possano non solo coesistere con i peggiori crimini contro l’umanità, ma addirittura favorirli. La constatazione, alla fine della seconda guerra mondiale, della dimensione dello sterminio del popolo ebraico, della pianificazione e dell’accurata organizzazione della strage di milioni di innocenti voluta dal regime hitleriano, e dai suoi complici e satelliti, lasciò il mondo civile interdetto e sconvolto. Com’era potuto accadere un simile abominio nel cuore dell’Europa, in paesi di cultura avanzata? Progressivamente emerse il ricordo di un altro sterminio, quello perpetrato in Turchia, durante la prima guerra mondiale, a danno degli Armeni. La minaccia che si ripresenti in forme e in aree diverse non è scongiurata, e quanto è accaduto nella seconda metà del XX secolo sembrerebbe ridurre i margini della speranza. Le tragedie della Cambogia, del Ruanda, di Timor est, dell’ex Jugoslavia, o quella in corso del Darfur, sono lì a dimostrare che il Male non è stato debellato. Con il progetto Il Giardino dei Giusti promosso dal Comune di Padova nell’area prospiciente il Tempio dell’Internato Ignoto, uno dei luoghi simbolo del Veneto dedicati alla memoria e al concetto etico di giustizia si vuole celebrare il ricordo di quanti con la loro azione “i Giusti”, hanno interrotto la catena dell’odio e sono assurti a simbolo universale, dimostrando che anche nelle realtà più terribili c’è spazio per affermare la libertà etica del pensiero e la virtù del coraggio. In ragione dell’interesse e del valore del messaggio di cui si fa portatore il progetto, si propone di approvare la partecipazione regionale all’iniziativa prevedendo un sostegno economico a favore del Comune di Padova di € 25.000,00. All’impegno di spesa sul capitolo 3400 del bilancio 2008 provvederà la Dirigente regionale dell’Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo con proprio decreto

10. Iniziative di promozione del documentario “Lina Merlin, la senatrice” - Provincia di Rovigo

La senatrice veneta Lina Merlin (1887-1979) è stata una delle figure politiche più note dell’Italia del primo dopoguerra che si avvicinava al boom economico. Per ricordare questa straordinaria figura di donna e la sua opera quarantennale spesa per l’avanzamento sociale e culturale del popolo italiano e, in particolare, delle donne e del Polesine, si è costituito un Comitato Promotore ad hoc con la Provincia di Rovigo come capofila. Il Comitato ha promosso un piano di iniziative e manifestazioni celebrative in occasione del 120° anniversario della nascita e ha contribuito in modo rilevante a riportare la giusta attenzione sulla figura complessiva della “Senatrice”, a ripristinarne l’importanza nella storia nazionale oltre a riproporne la complessità e vastità dell’agire politico. Tra le iniziative realizzate, va in particolare ricordato il documentario dal titolo “Lina Merlin, la senatrice - Una madre della Repubblica”, realizzato attraverso le memorie dei protagonisti di quel tempo, ripercorrendo i luoghi che hanno visto agire la senatrice. Il documentario rappresenta l’occasione di rivivere il graduale percorso di liberazione dei diritti delle donne durante tutto il ‘900 e di riconoscere il coraggio, la forza di volontà e l’intelligenza che la senatrice ha saputo dare a tutto il movimento, a volte anche contro le resistenze del suo stesso schieramento. In considerazione del valore storico – culturale dell’opera e della necessità di dar seguito ad una distribuzione capillare che coinvolga le scuole medie e superiori del Veneto e le principali Istituzioni culturali italiane, si propone di promuovere con la Provincia di Rovigo la distribuzione di copie del DVD accompagnato dall’organizzazione di una serie di incontri con le scuole a cura del Comitato promotore suddetto. Si propone di approvare la partecipazione regionale all’iniziativa prevedendo un sostegno economico a favore della Provincia di Rovigo di € 10.000,00. All’impegno di spesa sul capitolo 3400 del bilancio 2008 provvederà la Dirigente regionale dell’Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo con proprio decreto

11. Mostra Canaletto. Venezia e i suoi splendori – Treviso Ca’ dei Carraresi.

Il prossimo 23 ottobre a Treviso, la sede di Casa dei Carraresi accoglierà la straordinaria mostra “Canaletto. Venezia e i suoi splendori”. Dopo “Ottocento veneto. Il trionfo del colore” e “Venezia 900”, prosegue l’omaggio all’arte veneta con un evento che si offrirà al grande pubblico fino al mese di aprile del 2009. Ad oltre quarant’anni dalla memorabile retrospettiva “I vedutisti veneziani del Settecento”, allestita a Venezia a Palazzo Ducale, viene presentata una straordinaria panoramica dedicata a Canaletto e alla veduta veneziana, il fenomeno artistico più spettacolare del Settecento. Mai come nel caso della veduta, il soggetto ha determinato un genere, come fosse nato a celebrare la Serenissima prima della fine. La straordinaria natura della città, che la vede sorgere dalle acque contraddicendo le stesse regole della fisica, la rende una vera meraviglia, un’illusione diventata reale senza l’aiuto della fantasia. Il vedutismo è il prodotto dell’osservazione cui la camera ottica conferisce una puntuale oggettività. Affascina ancora oggi il modo personale con cui i singoli maestri si cimentarono in un’arte solo apparentemente dedicata alla fedele rappresentazione di spazi ed edifici. Ogni pittore presenta infatti caratteri originali, ecco quindi che cambiamenti di inquadratura, situazioni atmosferiche oppure di semplice natura esecutiva tradiscono poetiche personali. All’interno dell’esposizione Canaletto è l’assoluto protagonista. L’attenzione per i valori luminosi, cui si associa la naturale capacità di dilatare gli spazi, conferendo all’acqua l’incontrastato dominio della scena, lo rende l’interprete per eccellenza del vedutismo. Con inimitabile estro creativo, nell’arco della sua carriera, inventa alcune fortunatissime inquadrature destinate a evocare l’immagine di Venezia nei secoli a venire: il Ponte di Rialto, la Riva degli Schiavoni, i vari scorci del Canal grande, la Piazza e il Molo di San Marco, ma anche il mercato a Rialto e il Campo San Giacometto. Accanto al grande maestro saranno presenti tutti i protagonisti del vedutismo:Luca Carlevarijs, Michele Marieschi, Francesco Guardi e Bernardo Bellotto. Di Canaletto saranno esposte le più importanti opere a soggetto veneziano, raccolte attraverso un importante lavoro di coinvolgimento dei più conosciuti musei del mondo quali l’Ermitage di San Pietroburgo, la Gemäldegalerie di Berlino, la Gemäldegalerie di Dresda, il Rijksmuseum di Amsterdam, il Musée du Louvre di Parigi, il Museo del Prado di Madrid, il Metropolitan Museum di New York, e molti altri ancora. Il comitato scientifico della mostra è costituito dai maggiori studiosi del vedutismo e della pittura veneziana del Settecento, assieme ai curatori dei dipinti italiani delle più importanti istituzioni museali italiane ed estere. Sarà quindi un’occasione unica per vedere riuniti in modo organico un grande numero di capolavori. In ragione del grande interesse che riveste l’esposizione, si propone di approvare la partecipazione della Regione del Veneto, in collaborazione con la Fondazione Cassa Marca di Treviso, all’iniziativa mediante l’assunzione diretta di oneri relativi alla realizzazione della mostra entro il limite di spesa di € 200.000,00 riferiti a costi di trasporto delle opere, allestimento e organizzazione a favore di soggetti che saranno individuati, su indicazione della Società Artematica di Treviso che organizza l’evento, dal Dirigente regionale dell’Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo che provvederà all’impegno di spesa con proprio decreto.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all’approvazione della Giunta Regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l’avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale;

VISTA   la Legge regionale 8 settembre 1978, n. 49;

VISTA   la Legge regionale 4 febbraio 1980, n. 6;]

delibera

1)      di approvare, sulla base di quanto in premessa specificato, la partecipazione regionale alle iniziative sottoelencate da attuare in collaborazione con i soggetti e per le quote a fianco di ciascuno indicati:

Associazione ACIES di Venezia................................................. € 40.000,00

Laudato sie, mi' Signore, cum tucte le tue creature

Comune di Motta di Livenza......................................................... € 6.000,00

Frate Francesco

Società Veneziana di Concerti di Venezia................................................................ € 15.000,00

Progetto Scuole 2008

American Chamber of Commerce in Italy di Milano............................................... € 10.000,00

Convegno Investimenti Bilaterali fra Stati Uniti d'America ed il Triveneto

Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Diritto Pubblico......................... € 6.000,00

Convegno - Diritto penale degli appalti pubblici

Università Cà Foscari di Venezia - Dipartimento di Storia delle Arti e Conservazione dei Beni Artistici G. Mazzariol. € 20.000,00

Mostra "Arte al bivio prima e dopo il '68"

Accademia di belle Arti di Venezia............................................................................ € 5.000,00

Concorso di idee per la realizzazione di un monumento dedicato allo scultore Antonio Canova

Associazione culturale Cuore di Carta di San Pietro Viminario.............................. € 10.000,00

La Fiera delle Parole

Comune di Piombino Dese....................................................................................... € 15.000,00

Iniziative culturali in occasione del 5. Centenario della nascita di Andrea Palladio

Comune di Padova.................................................................................................... € 10.000,00

Concorso 90. della firma dell'Armistizio

Comune di Padova.................................................................................................... € 25.000,00

Realizzazione del Giardino dei Giusti

Provincia di Rovigo.................................................................................................. € 10.000,00

Iniziative di promozione del documentario Lina Merlin, la senatrice

2)      di incaricare il Dirigente regionale dell'Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo a provvedere con proprio decreto alla definizione delle modalità attuative dei progetti descritti in narrativa e all'impegno delle somme necessarie per garantire la partecipazione della Regione alle iniziative medesime, entro i limiti di spesa indicati al precedente punto 1., con imputazione al capitolo 3400 del Bilancio di previsione 2008, che presenta la sufficiente disponibilità;

3)      di approvare la partecipazione regionale alla Mostra Canaletto. Venezia e i suoi splendori mediante l'assunzione diretta di oneri relativi ai costi di trasporto delle opere, allestimento e organizzazione e di incaricare il Dirigente regionale dell'Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo a provvedere con propri provvedimenti, secondo quanto in premessa indicato, ai necessari impegni di spesa entro il limite complessivo di € 200.000,00 con imputazione al capitolo 3400 del Bilancio di previsione 2008, che presenta la sufficiente disponibilità.

4)      di incaricare il Dirigente regionale dell'Unità di Progetto Attività Culturali e Spettacolo all'esecuzione del presente provvedimento.


Torna indietro