Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 16 del 16/02/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 16 del 16/02/2018
Scarica versione stampabile Decreto del Presidente della Giunta regionale

Bur n. 16 del 16 febbraio 2018


Materia: Agricoltura

Decreto del Presidente della Giunta regionale n. 10 del 02 febbraio 2018

Proroga termini per la conclusione delle istruttorie delle domande di manifestazione di interesse all'assegnazione dell'incremento del limite di iscrizione dei vigneti ai fini dell'idoneità alla rivendicazione della DOC ''Prosecco'' per il triennio 2017/2018-2019/2020. DGR 3 ottobre 2017 n. 1560.

Note per la trasparenza

Si provvede alla proroga dei termini per la conclusione delle istruttorie come richiesto dall’Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura (AVEPA), in considerazione dell’indisponibilità di taluni elementi per la definizione della graduatoria regionale nei termini previsti dalla DGR 1560/2017.

Il Presidente

VISTA la deliberazione della Giunta regionale 3 ottobre 2017 n. 1560 avente per oggetto: “Modalità per l’adeguamento del limite di iscrizione dei vigneti ai fini dell’idoneità alla rivendicazione della DOC “Prosecco” per il triennio 2017/2018-2019/2020. DGR 13 luglio 2017 n. 1078”, come modificata ed integrata dal Decreto del Presidente della Giunta regionale 3 novembre 2017 n. 182 – ratificato con DGR 1812 del 7 novembre 2017, che definisce nell’allegato A, tra l’altro, i requisiti di ammissibilità, interventi ammessi e condizioni di ammissibilità degli stessi, i criteri di assegnazione, ed i tempi di istruttoria delle domande ed apre i termini per la presentazione delle domande di adesione da parte degli imprenditori agricoli;

CONSIDERATO che al punto 9 dell’allegato A della citata deliberazione 1560/2017 è previsto che la fase istruttoria si concluda entro 60 giorni dal termine di chiusura del bando con l’adozione del provvedimento che stabilisce la graduatoria e le superfici ammesse all’incremento per ciascun soggetto richiedente e che detto termine scade il giorno 3 febbraio 2018, prorogato al giorno 5 febbraio per festività;

VISTA la richiesta di proroga dei termini istruttori al 28 febbraio 2018 presentata da Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura del 31 gennaio 2018 prot. n. 6175/2018 motivata dalla mancata comunicazione da parte dell’amministrazione previdenziale delle verifiche relative ad un criterio di selezione;

CONSIDERATO che la mancanza di tale verifica non consente di determinare la graduatoria delle domande ammesse e ravvisata pertanto la richiesta formulata da AVEPA;

VISTO l’art. 6 della legge regionale 1 settembre 1972, n. 12, come modificato dall’art. 6 della legge regionale 10 dicembre 1973, n. 27;

CONSIDERATO che ricorrono i presupposti di necessità e di urgenza di cui all’art. 6, co. 1, lett. d) della legge regionale n. 27/1973;

TENUTO CONTO che il presente atto sarà sottoposto alla ratifica della Giunta Regionale nella prima seduta utile;

DATO ATTO che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale;

DATO ATTO che il Direttore di Area ha attestato che il Vicedirettore di Area nominato con DGR n. 1405 del 29/08/2017, ha espresso in relazione al presente atto il proprio nulla osta senza rilievi, agli atti dell’Area medesima;

 

 

 

decreta

  1. di dare atto che le premesse fanno parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di prorogare fino al 28 febbraio 2018 i termini indicati al punto 9 dell’allegato A alla DGR n. 1560/2017 per la conclusione delle istruttorie delle istanze ricevibili da parte dell’Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura e per l’adozione del provvedimento che stabilisce la graduatoria e le superfici ammesse all’incremento;
  3. di incaricare la Direzione Agroalimentare dell'esecuzione del presente atto;
  4. di dare atto che il presente provvedimento non comporta ulteriore spesa a carico del bilancio regionale;
  5. di sottoporre il presente decreto a successiva ratifica con deliberazione di Giunta Regionale nella prima seduta utile, ai sensi dell’art. 6 della L.R. 1 settembre 1972 n. 12, come modificato dall’art. 6 della L.R. 10 dicembre 1973, n. 27;
  6. di pubblicare il presente atto nel Bollettino ufficiale della Regione.

 

 

 

Per il Presidente Il Vicepresidente Gianluca Forcolin

Torna indietro