Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 10 del 24/01/2023
Scarica la versione firmata del BUR n. 10 del 24/01/2023
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 10 del 24 gennaio 2023


Materia: Ambiente e beni ambientali

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE AMBIENTE E TRANSIZIONE ECOLOGICA n. 353 del 15 dicembre 2022

Acquisizione, in attuazione della DGR n. 238 del 02/03/2021, di un servizio di comunicazione pubblicitaria a mezzo stampa relativa a tematiche attinenti la qualità dell'aria tramite le seguenti testate: Arena di Verona, Giornale di Vicenza, Mattino di Padova, Tribuna di Treviso, Nuova Venezia, Corriere delle Alpi e Voce di Rovigo, previa procedura negoziata con un solo operatore economico su piattaforma Consip MePA - trattativa diretta n. 3326143 - ex artt. 36, co. 2, lett. a e 63 del D.Lgs. n. 50/2016, come novellato dall'art. 1, co. 2 del D.L. n. 76/2020 (convertito nella Legge n. 120/2020). Determina a contrarre e copertura dell'obbligazione passiva giuridicamente perfezionata a favore della ditta A. Manzoni &C. Spa (C.F./P.IVA n. 04705810150) Anagrafica 00064178) - CIG n. ZB738D8132.

Note per la trasparenza

Il provvedimento dispone la copertura dell'obbligazione passiva giuridicamente perfezionata e impegna a favore della ditta A. Manzoni&C. Spa (sede legale in via Nervesa n. 21, Cap. 20139 Milano (MI), C.F./P.IVA n. 04705810150), Anagrafica 00064178, la somma € 47.580,00=(IVA al 22% inclusa) a titolo di corrispettivo per l'acquisizione del servizio di comunicazione pubblicitaria a mezzo stampa relativa a tematiche inerenti la qualità dell'aria tramite le seguenti testate: Arena di Verona, Giornale di Vicenza, Mattino di Padova, Tribuna di Treviso, Nuova Venezia, Corriere delle Alpi e Voce di Rovigo, a seguito di trattativa diretta n. 3326143 su piattaforma Consip MePA ex artt. 36, co. 2, lett. a e 63 del D.Lgs. n. 50/2016, come modificato dall'art. 1, co. 2 del D.L. n. 76/2020 (convertito in Legge n. 120/2020). CIG n. ZB738D8132.

Il Direttore

Premesso che:

- Dando esecuzione alla sentenza della Corte di Giustizia europea del 10/11/2020, con DGR n. 238 del 02/03/2021, la Giunta regionale ha deliberato, tra l’altro, l’utilizzo di fondi derivanti dal trasferimento di competenze di cui al D.lgs. n. 112 del 31/03/1998 a sostegno di attività di informazione alla cittadinanza su tematiche afferenti la combustione di biomasse e la qualità dell’aria, in particolare sui temi della pulizia delle canne fumarie e sui divieti di combustione per le stufe inquinanti, in relazione alle iniziative di miglioramento della qualità dell’aria;

- la Legge n. 150/2000, all’art. 13, prevede che le Amministrazioni dello Stato possano svolgere attività di comunicazione a carattere pubblicitario, i quali prevedano la diffusione dei messaggi sui mezzi di comunicazione di massa da realizzarsi attraverso l’acquisto di spazi su stampa, tv, radio, internet ed affissioni (c.d. pubblicità), con indicazione delle modalità/mezzi ritenuti più idonei al raggiungimento della massima efficacia della comunicazione stessa;

- in particolare, la DGR n. 238 del 02/03/2021 ha demandato ai Direttori delle Strutture regionali competenti l’assunzione degli impegni di spesa previsti dal medesimo provvedimento, in particolare, ha incaricato il Direttore della Direzione Ambiente e Transizione Ecologica di provvedere all'organizzazione di campagne informative sui temi della pulizia delle canne fumarie e sui divieti di combustione di biomasse per le stufe inquinanti. Intervento quantificato complessivamente in euro 600.000,00 di cui 200.000,00 nel 2021;

- nel corso dell’annualità 2021, utilizzando le risorse stanziate dal medesimo provvedimento, pari ad € 200.000,00, sono stati perfezionati alcuni affidamenti per la realizzazione di contenuti comunicativi idonei all’attuazione della campagna di informazione in parola; appare ora pertanto necessario provvedere, utilizzando il medesimo importo relativo alla corrente annualità, all’acquisizione di spazi sui principali canali di comunicazione locali per poter garantire concreto avvio alla campagna informativa e di sensibilizzazione ambientale;

Considerato che:

- si ravvisa la necessità di rivolgersi ad un idoneo operatore economico al fine di assicurare l’ottimale attuazione della campagna di comunicazione/informazione a mezzo stampa tramite le più diffuse testate giornalistiche in grado di garantire una capillare copertura dell’intero territorio regionale.

In particolare, si prevede la pubblicazione di contenuti inerenti la qualità dell’aria tramite le testate del Gazzettino e del Corriere del Veneto, coordinate in via esclusiva dalla concessionaria di pubblicità individuata. Si prevedono n. 3 uscite su un quarto di pagina e n. 3 uscite sul formato junior page per entrambe le testate oltre a n. 3 campagne settimanali sul formato web.

Preso atto di quanto disposto dall’art. 49 del Decreto Legislativo 8 novembre 2021, n. 208, Testo Unico dei Servizi di media Audiovisivi, che stabilisce, confermando le disposizioni legislative precedenti, che le somme destinate dalle amministrazioni pubbliche o dagli enti pubblici, anche economici, ai fini di comunicazione istituzionale e all’acquisto di spazi sui mezzi di comunicazione di massa, devono risultare complessivamente impegnate, nel bilancio di competenza di ciascun esercizio finanziario, per almeno il 15 per cento a favore dell’emittenza privata televisiva locale e radiofonica locale e per almeno il 50 per cento a favore dei giornali quotidiani e periodici.

Dato atto che:

- l’art. 36, co. 6, del D.Lgs. n. 50/2016 (come da ultimo novellato dall’art. 1, co. 2 del D.L. n. 76/2020, convertito nella Legge n. 120/2020) dispone che le Stazioni Appaltanti, per lo svolgimento di procedure di affidamento di contratti pubblici d’importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, possano procedere attraverso piattaforme di acquisto/negoziazione telematiche quali il MePA. L’art. 37, co. 1 del D.Lgs. n. 50/2016 prevede che le Stazioni Appaltanti (fermi restando gli obblighi di ricorso agli strumenti di acquisto/negoziazione, anche telematici, previsti dalle vigenti disposizioni sul contenimento della spesa) possano procedere direttamente all'acquisizione di forniture/servizi di importo inferiore a € 40.000,00=(IVA al 22% esclusa);

- tra le modalità d’acquisto di beni/servizi su piattaforma Consip MePA è prevista anche la procedura negoziata con un solo operatore economico (cd. trattativa diretta) la quale risulta praticabile ai sensi del D.Lgs. n. 50/2016, art. 36, co. 2, lett. a) con rimando all’affidamento diretto. Tale procedura è indirizzata a un unico fornitore e corrisponde, nel caso specifico, alla fattispecie normativa di cui all’art. 63 del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii.;

- peraltro, in ordine agli appalti pubblici di beni/servizi sotto soglia comunitaria, l'acquisto tramite MePA è obbligatoriamente previsto per le Regioni dalla Legge n. 145 del 30/12/2018;

- la scelta procedurale adottata è in linea, tra l’altro, con le indicazioni di cui alla Circolare n. 2 del 24/06/2016 emanata da AGID (Agenzia per l’Italia Digitale) ed alla DGR n. 1823 del 06/12/2019 che ha approvato i “Nuovi indirizzi operativi per la gestione delle procedure di acquisizione di servizi, forniture e lavori sotto soglia comunitaria per le esigenze della Regione del Veneto”, come aggiornata dalla DGR n. 1004 del 21/07/2020.

Atteso che:

- non risultano attive convenzioni Consip aventi ad oggetto la fornitura di servizi con caratteristiche uguali o comparabili a quelle oggetto del presente atto, cui poter aderire o da utilizzare come parametri di qualità e prezzo;

- a fronte dell’esigenza di cui sopra, è stata individuata la ditta Piemme Spa – Concessionaria di pubblicità (sede legale in corso Francia n. 200, Cap. 00191 - Roma, CF 08526500155 e P.IVA 05122191009), quale operatore economico particolarmente qualificato nell’erogazione dei servizi in parola. Si tratta di impresa iscritta in MePA nell’ambito della categoria “Servizi - Servizi di Informazione, Comunicazione e Marketing” ed in possesso di adeguate professionalità nel settore di competenza nonché di indiscussa affidabilità tecnico-operativa;

- tale Impresa si configura segnatamente come la struttura deputata alla gestione di spazi pubblicitari sui quotidiani più diffusi nell’ambito del territorio regionale, garantendo l’ottimale risultato in termini di diffusione di contenuti di natura ambientale verso diversificati target di lettori. Le testate giornalistiche di cui sopra, per la copertura sul territorio, è sono infatti considerate particolarmente strategiche ai fini degli obiettivi di informazione/educazione ambientale perseguiti dall’Amministrazione regionale.

- alla luce di quanto sopra, è stata avviata la trattativa diretta in MePA per l'acquisto dei servizi in oggetto rivolgendosi alla predetta Impresa, la quale (entro la data fissata del 05/12/2022 - ore 12.00) ha presentato un’offerta per l’importo di € 37.848,45=(IVA al 22% esclusa) di cui è stata verificata la corrispondenza tecnico/economica alle esigenze dell’Amministrazione. In particolare, è stata appurata la rispondenza di quanto offerto all’interesse pubblico perseguito dalla Stazione Appaltante e la congruità del prezzo offerto a fronte della prestazione richiesta;

- ciò detto, è stato perfezionato in data odierna su piattaforma MePA l’Ordinativo identificato con CIG n. Z3338D81E5 con conseguente assunzione della relativa obbligazione giuridica passiva nei confronti della ditta Piemme Spa – CF 08526500155 e P.IVA 05122191009, per l’acquisizione del servizio in parola.

Sottolineato che la DGR n. 238/2021 prevede per l’esercizio 2022 adeguata disponibilità finanziaria ai fini dell’attivazione della campagna informativa in parola sul capitolo di spesa 100051, relativo a " Finanziamento delle attività di informazione, sperimentazione e monitoraggio nel campo della tutela ambientale – acquisto di beni e servizi (art. 70, D.lgs. 31/03/1998, n. 112 – L.R. 21/01/2000, n. 3)" del bilancio di previsione 2022-2024, di competenza della Direzione Ambiente e Transizione Ecologica.

Ritenuto pertanto di doversi provvedere alla copertura dell’obbligazione giuridica passiva perfezionata e di impegnare, a favore dell’Impresa citata - secondo le specifiche e l’esigibilità contenute nell’Allegato A contabile del presente atto, del quale costituisce parte integrante e sostanziale - la spesa complessiva di € 46.175,11=(IVA al 22% inclusa) a valere sul capitolo n. 100051 relativo a " Finanziamento delle attività di informazione, sperimentazione e monitoraggio nel campo della tutela ambientale – acquisto di beni e servizi (art. 70, D.lgs. 31/03/1998, n. 112 – L.R. 21/01/2000, n. 3)" del bilancio regionale per l’annualità 2022 avente l’occorrente disponibilità (bilancio pluriennale di previsione 2022-2024) - art. 26 “Organizzazione eventi, pubblicità e servizi per trasferta”, V livello “Pubblicità”, Piano dei Conti U.1.03.02.02.004 - con pagamento a 30 gg Data Ricevimento Fattura come di seguito dettagliato (si tratta di debito commerciale):

Beneficiaria: ditta Piemme Spa – Concessionaria di pubblicità (sede legale in corso Francia n. 200, Cap. 00191 - Roma, CF 08526500155 e P.IVA 05122191009), Anagrafica 00082590. Modalità di fatturazione: fatturazione ad esecuzione della prestazione con pagamento a 30 gg Data Ricevimento Fattura. La fattura dev’essere trasmessa in forma elettronica ex Legge 244/2007, art. l, commi da 209 a 214, conformemente al nuovo formato utilizzato sia per la fatturazione elettronica verso la P.A. sia per la fatturazione elettronica tra privati, secondo un unico tracciato XML e sempre attraverso il Sistema di Interscambio (SdI) come previsto dal D.Lgs. n. 127/2015 e ss.mm.ii. Il Codice Univoco Ufficio della Direzione Ambiente e Transizione Ecologica, gestito dall’Agenzia delle Entrate, per recapitare correttamente la fattura è il seguente: X343L6.

Capitolo n. 100051
" Finanziamento delle attività di informazione, sperimentazione e monitoraggio nel campo della tutela ambientale – acquisto di beni e servizi (art. 70, D.lgs. 31/03/1998, n. 112 – L.R. 21/01/2000, n. 3)"
Gestione ordinaria e precisamente: art. 26 “Organizzazione eventi, pubblicità e servizi per trasferta”, V livello “Pubblicità”, Piano dei Conti U.1.03.02.02.004

Annualità 2022
€ 46.175,11=
(IVA al 22% inclusa)

 

Dato atto che:

- alla procedura in oggetto è stato assegnato dall’ANAC il Codice Identificativo Gara n. Z3338D81E5;

- in merito ai requisiti di carattere generale in capo all’operatore economico di cui all’art. 80 del D.lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii., sono state osservate le indicazioni operative di cui alla DGR n. 1823 del 06/12/2019. È stata altresì accertata la regolarità contributivo del Fornitore;

- si applica alla procedura l’art. 32, co. 10, lett. b) del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii. relativamente alla mancata applicazione del termine dilatorio per la stipulazione del contratto;

- Responsabile Unico del Procedimento e Responsabile dell’Esecuzione ex art. 31 e art. 101 del D.lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii. è il Direttore della Direzione Ambiente e Transizione Ecologica, dott. Paolo Giandon;

- all’affidamento si applicano le clausole del Protocollo di legalità sottoscritto dalla Regione del Veneto in data 17/09/2019 e approvato con DGR n. 951 del 02/07/2019, ai fini della prevenzione dei tentativi d’infiltrazione della criminalità organizzata nel settore dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, consultabile sul sito della Giunta regionale: https://www.regione.veneto.it/web/lavori-pubblici/protocollo-di-legalita;

- l’incarico configura un servizio di natura imprenditoriale riconducibile al contratto d’appalto di servizi ex art. 1655 c.c.

Atteso che:

- il pagamento del corrispettivo è subordinato all’esaurimento delle procedure amministrative/contabili dell’Amministrazione ed avverrà in coerenza con gli obblighi previsti dalla Legge n. 248 del 04/08/2006 oltre che con le nuove regole di contabilità introdotte dal D.lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii. Pertanto, il Fornitore dovrà allegare alla fattura elettronica una copia del DURC attestante la regolarità dei versamenti dei contributi previdenziali/assicurativi;

- la procedura è compatibile con la vigente legislazione comunitaria, statale e regionale.

Richiamati i principi di economicità, efficacia, tempestività e correttezza dell’attività della pubblica amministrazione per l’affidamento e l’esecuzione dei lavori, servizi e forniture in considerazione del valore del servizio da affidare.

Preso atto che con la DGR n. 845 del 30/06/2020 “Direttive sul contenimento della spesa pubblica. Aggiornamento anno 2020” si è dato conto del fatto che, in base al co. 2 dell’art. 57 del D.L. n. 124/2019, come sostituito dalla legge di conversione n. 157/2019, a decorrere dall'anno 2020 cessano di applicarsi alle Regioni, tra le altre, le disposizioni in materia di contenimento e di riduzione della spesa e di obblighi informativi di cui all'art. 6, commi 7, 8, 9, 12 e 13 del D.L. n. 78 del 31/05/2010, convertito, con modificazioni, dalla Legge n. 122 del 30/07/2010.

TUTTO CIO’ PREMESSO

- VISTO il D.lgs. n. 50 del 18/04/2016, artt. 36, co. 2, lett. a) e 63, così come novellato dal D.lgs. n. 56 del 19/04/2017 e, da ultimo, dall’art. 1, co. 2, del D.L. n. 76/2020 convertito in Legge n. 120/2020;

- RICHIAMATE la Legge n. 94 del 06/07/2012, la Legge n. 296 del 27/12/2006 (art. 1, co. 450), la Legge n. 208 del 28/12/2015, art.1, commi 502 e 503, la Legge n. 232 del 11/12/2016 e la Legge n. 145 del 30/12/2018;

- VISTO il D.lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;

- VISTO il D.lgs. n. 33 del 14/03/2013 in tema di “Amministrazione trasparente”;

- VISTE la DGR n. 1823 del 06/12/2019 e la DGR n. 1004 del 21/07/2020;

- VISTE le Linee Guida di ANAC n. 3 e n. 4;

- VISTO il DPR n. 101 del 04/04/2002 “Regolamento recante criteri e modalità per l'espletamento da parte delle amministrazioni pubbliche di procedure telematiche di acquisto per l'approvvigionamento di beni e servizi”;

- VISTA la DGR n. 845 del 30/06/2020 “Direttive sul contenimento della spesa pubblica. Aggiornamento anno 2020”;

- VISTA l’offerta presentata dalla ditta Piemme Spa – Concessionaria di pubblicità (sede legale in corso Francia n. 200, Cap. 00191 - Roma, CF 08526500155 e P.IVA 05122191009), Anagrafica 00082590, agli atti della Direzione Ambiente e Transizione Ecologica e l’ordinativo perfezionato in data odierna su piattaforma MePA a favore della stessa con assunzione della relativa obbligazione giuridica passiva;

- VISTO l’art. 49 del D. Lgs. 8 novembre 2021, n. 208;

- VISTA la Legge Regionale n. 39 del 29/11/2001 con cui si è approvato l’Ordinamento del bilancio e della contabilità della Regione) e ss.mm.ii.;

- VISTA la L.R. del 15.12.2021 n. 34 “Collegato alla Legge di stabilità regionale 2022”;

- VISTA la L.R. del 17.12.2021 n. 35 “Legge di stabilità regionale 2022”;

- VISTA la L.R. n. 36 del 20.12.2021 “Bilancio di previsione 2022-2024” e successive variazioni;

- VISTA la DGRV del 25.01.2022 n. 42 “Direttive per la gestione del bilancio di previsione 2022 – 2024”;

- VISTA la D.G.R. n. 1821 del 23.12.2021 che approva il documento tecnico di accompagnamento del Bilancio di previsione 2022-2024 e successive variazioni;

-VISTO il Decreto n. 19 del 28.12.2021 di approvazione del Bilancio Finanziario Gestionale 2022-2024 che individua i capitoli all’interno di ciascuna categoria di entrata e i capitoli all’interno di ciascun macroaggregato di spesa del bilancio di previsione 2022-2024, ed assegna ai dirigenti titolari dei centri di responsabilità i capitoli e le risorse necessarie al raggiungimento degli obiettivi;

decreta

  1. di approvare le premesse quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  1. di approvare la procedura d’acquisto descritta in premessa, dando atto che l'oggetto della prestazione è costituito dalla fornitura di un servizio di comunicazione pubblicitaria a mezzo stampa relativa a tematiche inerenti la qualità dell’aria, con particolare riferimento alla pulizia delle canne fumarie e ai divieti di combustione di biomasse per le stufe inquinanti, tramite le testate del Gazzettino e del Corriere del Veneto, prevedendo n. 3 uscite su un quarto di pagina e n. 3 uscite sul formato junior page per entrambe le testate oltre a n. 3 campagne settimanali sul formato web, da parte della ditta Piemme Spa – Concessionaria di pubblicità (sede legale in corso Francia n. 200, Cap. 00191 - Roma, CF 08526500155 e P.IVA 05122191009), Anagrafica 00082590 - CIG n. Z3338D81E5;
  1. di dare atto che l'acquisizione delle prestazioni in oggetto è stata effettuata tramite trattativa diretta n. 3326193 su piattaforma MePA ex art. 36, co. 2, lett. a) e art. 63 del D.lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii., con sottoscrizione digitale del relativo contratto e buono d'ordine generato automaticamente dalla piattaforma;
  1. di affidare il servizio di cui al precedente punto 2) alla succitata ditta Piemme Spa – Concessionaria di pubblicità, CF 08526500155 e P.IVA 05122191009), Anagrafica 00082590 e di conferire alla stessa l’incarico di fornire la prestazione in oggetto per l’importo di € 37.848,45=(IVA al 22% esclusa), alle condizioni di cui alla richiesta di offerta pubblicata in MePA, all’offerta presentata (agli atti) nonché all’ordine perfezionato in data odierna;
  1. di approvare la spesa complessiva di € 46.175,11=(IVA al 22% inclusa) per la fornitura delle prestazioni in oggetto, a fronte della positiva verifica di congruità tecnico-economica di quanto offerto rispetto alle necessità dell’Amministrazione;
  1. di corrispondere in favore della ditta Piemme Spa – Concessionaria di pubblicità, CF 08526500155 e P.IVA 05122191009), Anagrafica 00082590, la somma di € 46.175,11=(IVA al 22% inclusa), con pagamento a 30 gg Data Ricevimento Fattura, subordinatamente alla verifica della fattura emessa e all’esaurimento delle procedure amministrative/contabili proprie dell’Amministrazione;
  1. di provvedere, per le motivazioni di cui in premessa, alla copertura dell’obbligazione giuridica passiva perfezionata e di impegnare (secondo le specifiche e l’esigibilità contenute nell’Allegato A contabile del presente atto, di cui costituisce parte integrante e sostanziale) la spesa di € 46.175,11=(IVA al 22% inclusa) a valere sul capitolo n. 100051 relativo a " Finanziamento delle attività di informazione, sperimentazione e monitoraggio nel campo della tutela ambientale – acquisto di beni e servizi (art. 70, D.lgs. 31/03/1998, n. 112 – L.R. 21/01/2000, n. 3)" del bilancio regionale per l’annualità 2022 avente l’occorrente disponibilità (bilancio pluriennale di previsione 2022-2024) - art. 26 “Organizzazione eventi, pubblicità e servizi per trasferta”, V livello “Pubblicità”, Piano dei Conti U.1.03.02.02.004 - con pagamento a 30 gg Data Ricevimento Fattura come di seguito dettagliato (si tratta di debito commerciale):

Beneficiaria: ditta Piemme Spa – Concessionaria di pubblicità (sede legale in corso Francia n. 200, Cap. 00191 - Roma, CF 08526500155 e P.IVA 05122191009), Anagrafica 00082590. Modalità di fatturazione: fatturazione ad esecuzione della prestazione con pagamento a 30 gg Data Ricevimento Fattura. La fattura dev’essere trasmessa in forma elettronica ex Legge 244/2007, art. l, commi da 209 a 214, conformemente al nuovo formato utilizzato sia per la fatturazione elettronica verso la P.A. sia per la fatturazione elettronica tra privati, secondo un unico tracciato XML e sempre attraverso il Sistema di Interscambio (SdI) come previsto dal D.Lgs. n. 127/2015 e ss.mm.ii. Il Codice Univoco Ufficio della Direzione Ambiente e Transizione Ecologica, gestito dall’Agenzia delle Entrate, per recapitare correttamente la fattura è il seguente: X343L6.

Capitolo n. 100051
" Finanziamento delle attività di informazione, sperimentazione e monitoraggio nel campo della tutela ambientale – acquisto di beni e servizi (art. 70, D.lgs. 31/03/1998, n. 112 – L.R. 21/01/2000, n. 3)"
Gestione ordinaria e precisamente: art. 26 “Organizzazione eventi, pubblicità e servizi per trasferta”, V livello “Pubblicità”, Piano dei Conti U.1.03.02.02.004

Annualità 2022
€ 46.175,11=
(IVA al 22% inclusa)

 

  1. di attestare che l’obbligazione di spesa di cui si dispone l’impegno è perfezionata ed esigibile nell’anno 2022, configurandosi come debito commerciale con beneficiario e importo determinati;
  1. di dare atto che alla liquidazione si procederà ai sensi dell’art. 44 della Legge Regionale n. 39/2001, previo accertamento della regolare esecuzione e su presentazione di regolare fattura;
  1. di attestare che l’imputazione della spesa avviene secondo esigibilità nell’esercizio finanziario indicato nel suddetto allegato contabile;
  1. di disporre che il pagamento relativo all'incarico in parola venga corrisposto all’appaltatore su presentazione di fattura (elettronica) di spesa che dev’essere previa verifica del corretto svolgimento del servizio affidato con le modalità di cui all’art. 3 della Legge n. 136/2010 e ss.mm.ii. (bonifico su conto corrente bancario/postale dedicato alle commesse pubbliche e previo espletamento con esito positivo delle verifiche di legge);
  2. di dare atto che, in merito ai requisiti di carattere generale di cui all’art. 80 del D.lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii., sono state osservate le indicazioni operative di cui alla DGR n. 1823 del 06/12/2019 ed è stata altresì verificata la regolarità contributiva della Ditta contraente;
  1. di attestare che il pagamento è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica;
  1. di dare atto, ai fini della fatturazione elettronica, che il Codice Univoco Ufficio della Direzione Ambiente e Transizione Ecologica è il seguente: X343L6;
  1. di dare atto che le prestazioni da acquisire non risultano presenti in convenzioni Consip attive;
  1. di dare atto che Responsabile Unico del Procedimento nonchè Responsabile dell’Esecuzione ex artt. 31 e 101 del D.lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii. è il Direttore della Direzione Ambiente e Transizione Ecologica della Regione del Veneto, dott. Paolo Giandon;
  1. di informare che avverso il presente atto può essere proposto ricorso giurisdizionale avanti il TAR del Veneto entro 30 gg dall'avvenuta pubblicazione (Legge n. 1034 del 06/12/1971 e D.lgs. n. 104 del 02/07/2010) ovvero, alternativamente, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 gg dallo stesso termine (DPR n. 1199 del 24/11/1971);
  1. di comunicare al destinatario della spesa le informazioni relative all’impegno ai sensi dell’art. 56, co. 7 del D. Lgs. n. 118/2011;
  1. di attestare la regolarità amministrativa del provvedimento;
  1. di confermare l'assenza di rischi interferenziali e pertanto di stabilire che nessuna somma riguardante la gestione dei suddetti rischi verrà riconosciuta all'operatore economico affidatario dell'appalto, e che non si rende necessaria la predisposizione del Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali (DUVRI);
  1. di trasmettere il presente atto alla Direzione Bilancio e Ragioneria per l’apposizione del visto di regolarità contabile al fine del perfezionamento dell’efficacia;
  1. di trasmettere il presente atto alla Sezione regionale di controllo della Corte dei Conti ai sensi dell’art. 1, co. 173 della Legge n. 266 del 23/12/2005;
  1. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi degli artt. 23 e 37 del D.Lgs. n. 33 del 14/03/2013 ed ai sensi dell’art. 29 del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii.;
  1. di pubblicare il presente atto sul Profilo Committente della Regione del Veneto, www.regione.veneto.it, all'interno del link "Bandi, Avvisi e Concorsi", ai sensi dell'art. 29, co. 1 del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii.;
  1. di pubblicare integralmente il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione, omettendo l’Allegato A.

Paolo Giandon

Allegato (omissis)

Torna indietro