Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 111 del 16 settembre 2022


Materia: Urbanistica

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE n. 199 del 09 settembre 2022

Fondo regionale per la rigenerazione urbana sostenibile e per la demolizione. Finanziamento di interventi di demolizione di opere incongrue o di elementi di degrado con ripristino del suolo naturale o seminaturale. DGR n. 447 del 19 aprile 2022. Approvazione della graduatoria e assegnazione dei finanziamenti.

Note per la trasparenza

Il presente provvedimento dispone l'approvazione, ai sensi della L.R. n. 14 del 6 giugno 2017 e secondo le modalità ed i criteri di cui ai bandi approvati con DGR n. 447 del 19 aprile 2022, dell'elenco generale delle domande e delle graduatorie delle istanze ammissibili, nonché l'assegnazione dei relativi finanziamenti a valere sulle risorse disponibili nell'esercizio finanziario in corso.

Il Direttore

VISTA la legge regionale 6 giugno 2017, n. 14, con la quale si dispone l’utilizzo di risorse del bilancio regionale attraverso il fondo regionale per favorire la rigenerazione urbana sostenibile e interventi di riqualificazione edilizia e ambientale mediante la demolizione di opere incongrue o di elementi di degrado, di manufatti ricadenti in aree a pericolosità idraulica e geologica, o nelle fasce di rispetto stradale (art. 5, comma 1, lett. a) della L.R. 14/2017).

VISTA la deliberazione n. 447 del 19 aprile 2022, pubblicata sul BUR n. 57 del 3 maggio 2022, con la quale la Giunta regionale ha approvato i Bandi pubblici con cui si sono stabiliti i criteri e le modalità per accedere ai finanziamenti finalizzati a:

  • interventi di demolizione di opere incongrue con ripristino del suolo naturale o seminaturale il cui valore stimato sia uguale o superiore a euro 100.000,00;
  • interventi di demolizione di opere incongrue con ripristino del suolo naturale o seminaturale il cui valore stimato sia inferiore a euro 100.000,00.

PRESO ATTO che la DGR 447/2022 prevede un finanziamento regionale concesso nella misura massima del 50% delle spese strettamente connesse agli interventi di demolizione e ripristino del suolo naturale o seminaturale.

RILEVATO che alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande prevista dai Bandi, fissato al 2 luglio 2022, trasmesse dai Comuni alla Regione del Veneto entro la data di scadenza del 1 agosto 2022, sono pervenute n. 11 istanze, delle quali n. 4 istanze sono relative a interventi di demolizione di opere incongrue con ripristino del suolo naturale o seminaturale il cui valore stimato sia uguale o superiore a euro 100.000,00 Allegato A e n. 7 istanze sono relative a interventi di demolizione di opere incongrue con ripristino del suolo naturale o seminaturale il cui valore stimato sia inferiore a euro 100.000,00 Allegato B.

ACCERTATO che dall’istruttoria delle 11 istanze di finanziamento presentate risultano: n. 2 domande non ammissibili per interventi di demolizione di opere incongrue con ripristino del suolo naturale o seminaturale il cui valore stimato sia uguale o superiore a euro 100.000,00, e nessuna domanda non ammissibile per interventi di demolizione di opere incongrue con ripristino del suolo naturale o seminaturale il cui valore stimato sia inferiore a euro 100.000,00 per le motivazioni riportate nel documento Allegato A e Allegato B.

ACCERTATO che dall’istruttoria delle istanze ritenute ammissibili, sulla base dei criteri stabiliti dai Bandi, risultano così finanziabili nel rispetto delle risorse disponibili e del limite massimo di finanziamento:

  • n. 2 intervento, "Finanziamenti per interventi di demolizione di opere incongrue con ripristino del suolo naturale o seminaturale il cui valore stimato sia uguale o superiore a euro 100.000,00 - Graduatoria delle domande ammesse" Allegato C, per un valore complessivo pari a euro 50.000,00;
  • n. 7 interventi, "Finanziamenti per interventi di demolizione di opere incongrue con ripristino del suolo naturale o seminaturale il cui valore stimato sia inferiore a euro 100.000,00 - Graduatoria delle domande ammesseAllegato D, per un valore complessivo pari a euro 100.000,00.

VISTE le graduatorie si dispone l’assegnazione dei finanziamenti, in base al punteggio ottenuto e alle risorse finanziarie disponibili, ai soggetti identificati nell’Allegato C e nell’Allegato D;

PRESO ATTO CHE:

  • come previsto all’art. 6 dell’allegato A alla DGR 447/2022, le graduatorie di cui agli AllegatiC” e “D” al presente decreto, sono valide fino alla data del 31 dicembre 2023 e che eventuali economie di spesa saranno desinate alle domande considerate ammissibili e idonee al finanziamento ma non finanziate per mancanza di risorse;
  • con la DGR 447/2022 si è disposto che la disponibilità del “Fondo regionale per la rigenerazione urbana sostenibile e per la demolizione”, per l’esercizio 2022, sia pari a euro 200.000,00, di cui euro 100.000,00 per interventi di demolizione di opere incongrue con ripristino del suolo naturale o seminaturale il cui valore stimato sia uguale o superiore a euro 100.000,00 ed euro 100.000,00 per interventi di demolizione di opere incongrue con ripristino del suolo naturale o seminaturale il cui valore stimato sia inferiore a euro 100.000,00;
  • con decreto n. 76 del 2 maggio 2022, come previsto dalla DGR 447/2022, il Direttore della Direzione Pianificazione Territoriale ha provveduto a prenotare (prenotazione n. 00006317/2022) la somma complessiva del finanziamento di € 200.000,00 sul Capitolo n. 103445 del bilancio di previsione 2022-2024 “Azioni regionali per la rigenerazione urbana sostenibile e per la demolizione. Trasferimenti correnti (art. 10, L.R. n. 14/2017)”;
  • i finanziamenti assegnati ai soggetti beneficiari, nel rispetto della graduatoria, saranno trasferiti ai Comuni nel cui territorio ricadono gli interventi, dopo la sottoscrizione del Protocollo d’Intesa tra il Comune e la Regione del Veneto, di cui al modello approvato con DGR 447/2022.

VISTO il decreto legislativo del 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;

VISTA la legge regionale 23 aprile 2004, n. 11 “Norme per il governo del territorio e in materia di paesaggio”;

VISTA la legge regionale 6 giugno 2017, n. 14 “Disposizioni per il contenimento del consumo di suolo e modifiche della legge regionale 23 aprile 2004, n. 11 “Norme per il governo del territorio e in materia di paesaggio”;

VISTA la deliberazione della Giunta regionale 19 aprile 2022, n. 447 “Fondo regionale per la rigenerazione urbana sostenibile e per la demolizione. Finanziamento di interventi di demolizione di opere incongrue con ripristino del suolo naturale o seminaturale. Articolo 5, comma 1, lettera a) e articolo 10, comma 1, lettera c) della legge regionale 6 giugno 2017, n. 14. Bandi anno 2022. Deliberazione n. 24/CR del 15 marzo 2022”;

VISTO l’art. 13, comma 2, lett. f) della legge regionale 31 dicembre 2012, n. 54 “Legge regionale per l'ordinamento e le attribuzioni delle strutture della Giunta regionale in attuazione della legge regionale statutaria 17 aprile 2012 n. 1 Statuto del Veneto”;

VISTA la documentazione amministrativa citata in premessa, agli atti della Direzione Pianificazione Territoriale;

decreta

1. di approvare le premesse quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

2. di approvare le risultanze dell’istruttoria delle istanze pervenute per interventi di demolizione di opere incongrue con ripristino del suolo naturale o seminaturale il cui valore stimato sia uguale o superiore a euro 100.000,00 Allegato A e per interventi di demolizione di opere incongrue con ripristino del suolo naturale o seminaturale il cui valore stimato sia inferiore a euro 100.000,00 Allegato B;

3. di approvare la graduatoria degli interventi ammessi al finanziamento per la demolizione di opere incongrue con ripristino del suolo naturale o seminaturale il cui valore stimato sia uguale o superiore a euro 100.000,00 Allegato C e la graduatoria degli interventi ammessi al finanziamento per la demolizione di opere incongrue con ripristino del suolo naturale o seminaturale il cui valore stimato sia inferiore a euro 100.000,00 Allegato D evidenziando quelli finanziabili e quelli non finanziabili;

4. di assegnare e concedere i finanziamenti, in base al punteggio ottenuto e alle risorse finanziarie disponibili, ai soggetti indicati nell’Allegato C e nell’Allegato D nelle quote individuate per ciascuno di essi;

5. di prendere atto, come previsto all’art. 6 dell’allegato A alla DGR 447/2022, che le graduatorie di cui agli Allegati “C” e “D” al presente decreto, sono valide fino alla data del 31 dicembre 2023 e che eventuali economie di spesa saranno desinate alle domande considerate ammissibili e idonee al finanziamento ma non finanziate per mancanza di risorse;

6. di procedere alla sottoscrizione dei Protocolli d’Intesa tra la Regione del Veneto e i Comuni, nel cui territorio ricadono gli interventi beneficiari, nei quali sono stabilite le modalità di erogazione del finanziamento concesso, gli impegni reciproci, i tempi per l’esecuzione delle opere, nonché le cause di revoca dei finanziamenti;

7. di prendere atto che all’impegno di spesa relativo al finanziamento di che trattasi a favore dei soggetti di cui al precedente art. 4, si provvederà con propri successivi atti nei limiti della prenotazione di spesa n. 00006317/2022 assunta per euro 200.000,00 sul Capitolo di spesa n. 103445 esercizio finanziario 2022 con proprio decreto n. 76 del 2 maggio 2022;

8. di comunicare il presente decreto ai soggetti pubblici che risultano beneficiari del finanziamento e, in caso di soggetti privati, al Comune di appartenenza;

9. di informare che contro il presente decreto può essere proposto ricorso giurisdizionale avanti il Tribunale Amministrativo Regionale del Veneto entro 60 giorni dall’avvenuta pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto (legge 6 dicembre 1971 n. 1034 e d.lgs. 2 luglio 2010 n. 104) ovvero, alternativamente, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni dal medesimo termine (DPR 24 novembre 1971 n. 1199);

10. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’articolo 23, comma 1, lett. d), e degli articoli 26 e 27 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;

11. di pubblicare integralmente il presente atto nel Bollettino ufficiale della Regione.

Salvina Sist

(seguono allegati)

199_Allegato_A_DDR_199_09-09-2022_484857.pdf
199_Allegato_B_DDR_199_09-09-2022_484857.pdf
199_Allegato_C_DDR_199_09-09-2022_484857.pdf
199_Allegato_D_DDR_199_09-09-2022_484857.pdf

Torna indietro