Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 135 del 04 settembre 2020


Materia: Programmi e progetti (comunitari, nazionali e regionali)

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE AGROAMBIENTE, PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ITTICA E FAUNISTICO - VENATORIA n. 173 del 25 agosto 2020

Avvio della procedura per manifestazione di interesse finalizzata all'individuazione degli operatori economici maggiormente qualificati sotto il profilo tecnico-operativo e idonei per l'affidamento del servizio di realizzazione delle azioni pilota previste dal Progetto Adri.SmArtFish (Id. 10045781), di cui al Programma di Cooperazione Transfrontaliera Interreg V A Italia-Croazia 2014-2020, in attuazione di quanto previsto dai WP4: Valorisation of SSFs and diversification of opportunities - Activity 4.3: Joint development and piloting of eco-innovative approaches e Activity 4.4: Market Innovation. Approvazione dell'avviso pubblico per manifestazione d'interesse, della lettera d'invito e del capitolato speciale. Codice CUP H41C19000000007 Codice CIG 8387633DB4

Note per la trasparenza

Con il presente atto si procede ad indire una manifestazione di interesse finalizzata all’individuazione degli operatori economici maggiormente qualificati sotto il profilo tecnico-operativo e idonei per l’affidamento del servizio per la realizzazione delle azioni pilota previste dal Progetto Adri.SmArtFish (Id. 10045781), di cui al Programma di Cooperazione Transfrontaliera Interreg V A Italia-Croazia 2014-2020, in attuazione di quanto previsto dal WP4: Valorisation of SSFs and diversification of opportunities - Activity 4.3: Joint development and piloting of eco-innovative approaches e Activity 4.4: Market Innovation, utile a definire un elenco dei soggetti idonei. Contestualmente si approvano l’avviso pubblico per manifestazione d’interesse, della lettera d’invito e del capitolato speciale.

Il Direttore

PREMESSO che, con Deliberazione n. 1405 del 2 ottobre 2018 la Giunta regionale ha preso atto del finanziamento, nell’ambito della prima procedura di selezione dei progetti ricadenti nella tipologia “Standard”, a valere sul Programma di Cooperazione Transfrontaliera Interreg V A Italia-Croazia 2014-2020, del progetto “Valorisation of SMall-scale ARTisanal FISHery of the Adriatic coasts, in a context of sustainability”, con acronimo Adri.SmArtFish, nel quale la Direzione Agroambiente, Programmazione e Gestione Ittica e Faunistica-Venatoria, già Direzione Agroambiente Caccia e Pesca, svolge il ruolo di Lead Partner;

PREMESSO che, con il medesimo provvedimento, la Giunta regionale ha dato mandato al Direttore della Direzione Agroambiente, Programmazione e Gestione Ittica e Faunistica-Venatoria di sottoscrivere i documenti necessari secondo il Programma e di adottare i conseguenti atti di adempimento amministrativo e contabile per avviare le attività tecniche e di gestione del progetto comunitario di cui trattasi;

PREMESSO che l’area geografica interessata dal progetto Adri.SmArtFish comprende il territorio dell’Alto Mar Adriatico della Regione Veneto; 

PREMESSO che l’accordo di sovvenzione del progetto - Subsidy contract relativo ad Adri.SmArtFish, sottoscritto tra l’Autorità di Gestione del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Interreg V-A Italia-Croazia e il soggetto lead partner del progetto, ovvero la Regione del Veneto per il tramite della Direzione Agroambiente, Programmazione e Gestione Ittica e Faunistica-Venatoria, già Direzione Agroambiente Caccia e Pesca, ha assunto efficacia a far data dal 25 marzo 2019 in seguito alla sottoscrizione dello stesso da parte del Direttore della Direzione Programmazione Unitaria - Unità Organizzativa Adg Italia-Croazia, di cui alla nota prot. n. 118560 del 25/03/2019, contratto registrato dall’Ufficio Rogante con il n. 35921;

CONSIDERATO che si rende necessario individuare uno o più soggetti maggiormente idonei ai quali affidare, con successiva procedura a evidenza pubblica, il servizio di assistenza tecnico-operativa per la realizzazione delle azioni pilota previste nel WP4: Valorisation of SSFs and diversification of opportunities - Activity 4.3: Joint development and piloting of eco-innovative approaches e Activity 4.4: Market Innovation, in applicazione di quanto previsto dal programma del Progetto Adri.SmArtFish (Id. 10045781), il quale, come indicato nell’Application Form, si concluderà alla data del 30 giugno 2021, salvo eventuali proroghe dello stesso progetto concesse dall’Autorità di Gestione del Programma di Cooperazione Transfrontaliera Interreg V-A Italia-Croazia;

CONSIDERATO che il budget previsto dall’Application Form del progetto Adri.SmArtFish per l’acquisizione del servizio di assistenza tecnico-operativa per la realizzazione delle azioni pilota previste nel WP4: Valorisation of SSFs and diversification of opportunities è quantificato in complessivi Euro 251.000,00 (Euro duecentocinquantunomila/00), IVA e ogni altro onere incluso, ed è coperto interamente dalla dotazione finanziaria del progetto Adri.SmArtFish, secondo quanto indicato nella sopra richiamata Application Form e di seguito così ripartito:

  • Euro 45.000,00 (Euro quarantacinquemila/00), IVA e ogni altro onere incluso, per le attività tecnico-operative in corrispondenza del WP 4 – Valorisation of SSFs and diversification of opportunities , e in particolare della attività denominata Activity 4.3: Joint development and piloting of eco-innovative approaches.
  • Euro 206.000,00 (Euro duecentoseimila/00), IVA e ogni altro onere incluso, per le attività tecnico-operative in corrispondenza del WP 4 – Valorisation of SSFs and diversification of opportunities, e in particolare della attività denominate Activity 4.4: Market Innovation.;

CONSIDERATO che tale servizio non rientra tra i servizi elencati nei DD.P.C.M. 24 dicembre 2015 e 11 luglio 2018;

CONSIDERATO che in sede di istruttoria del presente atto si è accertato che i beni in argomento non sono offerti dalle Convenzioni Consip (art. 26 legge n. 488/1999 e ss.mm.);

CONSIDERATO altresì che tale servizio da acquisire in sede di successiva gara d’appalto mediante il Mercato Elettronico PA (MEPA) è stato inserito nel Programma biennale di acquisto di beni e servizi, di cui alla DGR n. 300 del 10 marzo 2020, in quanto trattasi di procedura di importo superiore ad Euro 40.000,00;

PRESO ATTO che per lo svolgimento delle attività sopra descritte siano richieste specifiche professionalità, altamente specializzate nel settore produttivo di riferimento, e che pertanto si rende necessario attivare una procedura per l’individuazione dei soggetti esterni maggiormente qualificati sotto il profilo tecnico-operativo, ai quali affidare, con successiva procedura a evidenza pubblica attraverso il Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione, i suddetti servizi;

RITENUTO necessario quindi individuare gli operatori economici idonei da inserire in opportuno elenco, approvato con provvedimento del Direttore della Direzione Agroambiente, Programmazione e Gestione Ittica e Faunistica-Venatoria, i quali saranno invitati in sede di successiva procedura di affidamento ai sensi dell’art. 36, comma 2, lett. b) del Dlgs n. 50 del 2016 mediante RDO da esperirsi sul Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione;

RITENUTO altresì di stabilire che gli operatori economici che manifesteranno l’interesse mediante invio di manifestazione di interesse di cui all’Allegato B, dovranno dimostrare di essere in possesso di tutti i requisiti previsti nell’avviso pubblico (Allegato A);

CONSIDERATO che, in fase di individuazione degli operatori economici idonei, viene applicato il principio di rotazione ai sensi dell'art. 36 del D.Lgs. n. 50 del 2016 ss.mm.iii.;

VISTI:

  • il d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50, art. 36 che disciplina le procedure sottosoglia;
  • la l. 23 dicembre 1999, n. 488, art. 26, comma 3 che dispone che “Le amministrazioni pubbliche possono ricorrere alle convenzioni stipulate ai sensi del comma 1, ovvero ne utilizzano i parametri di prezzo-qualità, come limiti massimi, per l'acquisto di beni e servizi comparabili oggetto delle stesse, anche utilizzando procedure telematiche per l'acquisizione di beni e servizi ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 4 aprile 2002, n. 101;
  • la l. 27 dicembre 2006, n. 296, art. 1, comma 450 che dispone che le altre amministrazioni pubbliche di cui all'articolo 1 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 sono tenute a servirsi del Mercato elettronico o dei sistemi telematici di negoziazione resi disponibili dalle centrali regionali di riferimento, per gli acquisti di valore pari o superiore a 5.000 € e inferiore alle soglie di rilievo comunitario;
  • il citato d.lgs. n. 50 del 2016, art. 51 che stabilisce che nel rispetto della disciplina comunitaria in materia di appalti pubblici, al fine di favorire l’accesso delle piccole e medie imprese, le stazioni appaltanti devono, ove possibile ed economicamente conveniente, suddividere gli appalti in lotti e la mancata suddivisione deve essere motivata;
  • la legge n. 136/2010, art. 3 in materia di tracciabilità dei flussi finanziari;
  • il d.lgs. n. 81/2008 e la determinazione ANAC n. 3 del 5 marzo 2008 in materia di rischi interferenziali;
  • l’art. 37 del d.lgs. 33/2013 e l’art. 29 del d.lgs. n. 50/2016, in materia di Amministrazione trasparente;

CONSIDERATO che il presente decreto, in ossequio al principio di trasparenza e fatto salvo quanto previsto dall’art.1, comma 32, della Legge 190/2012 e dal D. Lgs. 33/2013, è pubblicata, ai sensi dell’art.29 del D. Lgs. 50/2016, nel proprio sito web, liberamente scaricabile sul sito internet della Regione del Veneto, nella sezione “Amministrazione Trasparente” - “Bandi Gara e Contratti”; 

VISTE le linee guida n. 4, di attuazione del d.lgs 50/2016 recanti “procedure per l’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici “, approvate dall’ANAC con delibera n. 1097 del 26 ottobre 2016 e aggiornate con delibera n. 206 del 1° marzo 2018 e con delibera n. 636 del 10 luglio 2019;

RICHIAMATE le DGR n. 1475 del 18 settembre 2017 e n. 1823 del 6 dicembre 2019 recanti “Indirizzi operativi per la gestione delle procedure di acquisizione di servizi, forniture e lavori sotto soglia comunitaria per le esigenze della Regione del Veneto”,

DATO ATTO che l’art 30 del d.lgs. n. 50 del 18 aprile 2016, recante il riordino della disciplina dei contratti pubblici, dispone che l’affidamento degli appalti si svolge secondo principi di economicità, di efficacia, tempestività e trasparenza, nonché di proporzionalità;

DATO ATTO che il servizio richiesto secondo quanto indicato nel capitolato speciale (Allegato C), per la sua natura tecnico-economica unitaria, non risulta frazionabile in lotti, in quanto le prestazioni devono essere rese necessariamente da un unico soggetto;

DATO ATTO altresì che l’art. 32 comma 2 del d.lgs. n. 50/2016 stabilisce che le stazioni appaltanti, in conformità ai propri ordinamenti, debbano individuare gli elementi essenziali del contratto ed i criteri di selezione degli operatori economici e delle offerte;

RITENUTO di fissare i contenuti minimi essenziali come segue:

  1. il fine del presente procedimento è la realizzazione delle azioni pilota previste nel WP4: Valorisation of SSFs and diversification of opportunities in applicazione di quanto previsto dal programma del Progetto Adri.SmArtFish (Id. 10045781);
  2. l’oggetto del presente procedimento è l’individuazione degli operatori economici maggiormente qualificati sotto il profilo tecnico-operativo e idonei a concorrere all’affidamento del servizio per la realizzazione delle azioni pilota previste nel WP4: Valorisation of SSFs and diversification of opportunities in applicazione di quanto previsto dal programma del Progetto Adri.SmArtFish (Id. 10045781);
  3. in caso di successivo accertamento del difetto del possesso dei requisiti prescritti al soggetto aggiudicatario, si dispone la risoluzione del contratto, il pagamento in tal caso del corrispettivo pattuito solo con riferimento alle prestazioni già eseguite e nei limiti dell’utilità ricevuta e l’incameramento della cauzione definitiva;
  4. i criteri di selezione dei soggetti idonei sono quelli indicati nell’avviso pubblico (Allegato A);
  5. l’aggiudicazione del servizio in argomento avverrà mediante il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa sulla base del miglior rapporto prezzo/qualità, di cui all’art. 95, comma 3 del d.lgs. n. 50/2016, previa attivazione di una procedura sotto soglia, in conformità a quanto disposto dall’art. 36, comma 2, lett. b) del d.lgs. n. 50/2016, tramite r.d.o. del MePA;

DATO ATTO che è stato predisposto l’avviso pubblico (Allegato A), lo schema di manifestazione d’interesse (Allegato B) e il capitolato speciale (Allegato C) del servizio richiesto, i quali allegati al presente decreto ne costituiscono parte integrante e sostanziale;

DATO ATTO, inoltre, che i numeri di codice unico progetto e di codice identificativo di gara, riferito al presente affidamento, ai sensi dell’art. 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136, sono i seguenti: CUP H41C19000000007, CIG 8387633DB4;

CONSIDERATO che l’importo stimato a base di gara, al netto di IVA e altri oneri, è pari a Euro 205.737,71 (Euro duecentocinquemilasettecentotrentasette/71) e non si appalesa esistente alcuna categoria di rischio, pertanto, a norma dell’art. 26, comma 3 bis del d.lgs. n. 81/2008, non sono previsti oneri relativi ai rischi da interferenza (DUVRI);

DATO ATTO che, ai sensi dell’art. 31 del D.Lgs. n.50 del 18 aprile 2016, responsabile unico del procedimento è il Direttore pro tempore della Direzione Agroambiente, Programmazione e Gestione Ittica e Faunistica-Venatoria dott. Gianluca Fregolent;

RICHIAMATO l’art. 13 della L.R. 31 dicembre 2012, n. 54 che definisce i compiti dei Direttori di Direzione;

RICHIAMATI:

  • la L.r. n. 46 del 25 novembre 2019 “Bilancio di previsione 2020-2022”
  • il decreto del Segretario Generale della Programmazione del 6 dicembre 2019 n. 10, con il quale è approvato il Bilancio Finanziario Gestionale 2020-2022”;

DATO ATTO che l’importo stimato a base di gara pari a Euro 205.737,71 (Euro duecentocinquenmilasettecentotrentasette/71) IVA e altri oneri esclusi, trova copertura per le annualità 2020 e 2021 sui capitoli di spesa del bilancio di previsione 2020-2022, e precisamente sul capitolo n. 103887 avente per oggetto “Programma di cooperazione Transfrontaliera Interreg V A Italia-Croazia (2014-2020) Progetto “Adri.SmArtFish” – acquisto di beni e servizi – quota statale (Reg.to UE 17/12/2013, N.1299)” per la quota statale ammontante a Euro 30.860,66 (pari al 15%) (articolo 25, Piano dei Conti: U.1.03.02.99.999), e sul capitolo n. 103885 avente per oggetto “Programma di cooperazione Transfrontaliera Interreg V A Italia-Croazia (2014-2020) Progetto “Adri.SmArtFish” – acquisto di beni e servizi – quota comunitaria (Reg.to UE 17/12/2013, N.1299)” per la quota comunitaria ammontante a Euro 174.877,04 (pari all’85%) (articolo 25, Piano dei Conti: U.1.03.02.99.999), i quali presentano sufficiente disponibilità finanziaria;

CONSIDERATO che tali capitoli di spesa sono vincolati ai capitoli di entrata n. 101337 per la quota comunitaria pari all’85%) e n. 101338 per la quota statale (pari al 15%) del bilancio di previsione 2020-2022, di cui all’allegato A del DDR n. 41 del 13 marzo 2019 a firma del Direttore della Direzione Bilancio e Ragioneria;

 ACCERTATO che il programma di pagamento è compatibile con lo stanziamento di bilancio e con le regole di finanza pubblica;

RITENUTO che con la nota prot. n. 280574 del 15 luglio 2020 a firma del Direttore della Direzione Agroambiente, Programmazione e Gestione Ittica e Faunistica-Venatoria si è proceduto a richiedere la prenotazione dell’impegno di spesa per Euro 251.000,00 (Euro duecentocinquantunomila/00), IVA e ogni altro onere incluso, alla competente Direzione Bilancio e Ragioneria, a valere per le annualità 2020 e 2021 sui capitoli di spesa del bilancio di previsione 2020-2022, e precisamente sul capitolo n. 103887 avente per oggetto “Programma di cooperazione Transfrontaliera Interreg V A Italia-Croazia (2014-2020) Progetto “Adri.SmArtFish” – acquisto di beni e servizi – quota statale (Reg.to UE 17/12/2013, N.1299)” per la quota statale ammontante a Euro 37.650,00 (pari al 15%) (articolo 25, Piano dei Conti: U.1.03.02.99.999), e sul capitolo n. 103885 avente per oggetto “Programma di cooperazione Transfrontaliera Interreg V A Italia-Croazia (2014-2020) Progetto “Adri.SmArtFish” – acquisto di beni e servizi – quota comunitaria (Reg.to UE 17/12/2013, N.1299)” per la quota comunitaria ammontante a Euro 213.350,00 (pari all’85%) (articolo 25, Piano dei Conti: U.1.03.02.99.999), ripartiti per singole annualità secondo lo schema sotto riportato:

Annualità 2020 

Articolo

Piano dei Conti

Descrizione V Livello

Importo Euro

Capitolo n. 103887 (quota statale)

25

U.1.03.02.99.999

Altri servizi diversi n.a.c.

22.590,00

Capitolo n 103885 (quota comunitaria)

25

U.1.03.02.99.999

Altri servizi diversi n.a.c.

128.010,00

 

Annualità 2021

Articolo

Piano dei Conti

Descrizione V Livello

Importo Euro

Capitolo n. 103887 (quota statale)

25

U.1.03.02.99.999

Altri servizi diversi n.a.c.

15.060,00

Capitolo n 103885 (quota comunitaria)

25

U.1.03.02.99.999

Altri servizi diversi n.a.c.

85.340,00



VISTA la L.R. n. 46 del 25 novembre 2019, n. 46 "Bilancio di previsione 2020-2022";

VISTA la Delibera della Giunta regionale n. 1079 del 30 luglio 2019;

VISTA la DGR n. 1405 del 2 ottobre 2018 avente ad oggetto “Programma di Cooperazione Transfrontaliera Interreg V A Italia-Croazia 2014/2020. Esiti della prima procedura di selezione dei progetti ricadenti nella tipologia "Standard";

VISTA la DGR n. 1823 del 6 dicembre 2019 recante “Aggiornamento degli indirizzi operativi per la gestione delle procedure di acquisizione di servizi, forniture e lavori sotto soglia comunitaria per le esigenze della Regione del Veneto”;

VISTA la DGR n. 30 del 21 gennaio 2020 “Direttive per la gestione del bilancio di previsione 2020-2022”;

VISTO il DDR n. 10 del 06 dicembre 2019 del Segretario Generale della Programmazione “Approvazione del Bilancio Finanziario Gestionale 2020-2022”; 

ATTESA la compatibilità con la vigente legislazione comunitaria, statale e regionale,

decreta

  1. di dare atto che quanto specificato in premessa è parte integrante del presente atto;
  2. di avviare la procedura di manifestazione d’interesse al fine di individuare gli operatori economici maggiormente qualificati sotto il profilo tecnico-operativo e idonei per l’affidamento del servizio per la realizzazione delle azioni pilota previste nel WP4: Valorisation of SSFs and diversification of opportunities in applicazione di quanto previsto dal Progetto Adri.SmArtFish (Id. 10045781), di cui al Programma di Cooperazione Transfrontaliera Interreg V A Italia-Croazia 2014-2020;
  3. di approvare l’avviso (Allegato A) da pubblicare per 15 giorni sul profilo committente, oltre allo schema di manifestazione d’interesse (Allegato B) e al capitolato speciale (Allegato C) del servizio richiesto, che allegati al presente decreto ne costituiscono parte integrante e sostanziale;
  4. di stabilire che tutti gli operatori economici, che abbiano manifestato interesse ai fini dell’affidamento dei servizi di cui al punto 2) secondo lo schema di manifestazione d’interesse (Allegato B) e che siano in possesso di tutti i requisiti previsti dall’avviso pubblico (Allegato A) saranno invitati a successiva procedura di affidamento dei servizi richiesti di cui al capitolato speciale (Allegato C) ai sensi dell’art. 36, comma 2, lett. b) del Dlgs n. 50 del 2016 mediante RDO da esperirsi sul Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione, i quali allegati al presente decreto ne costituiscono parte integrante e sostanziale;
  5. di stabilire che, in fase di individuazione degli operatori economici idonei, aventi i requisiti richiesti e debitamente attestati nella manifestazione d’interesse formulata secondo lo schema sopra richiamato, viene applicato il principio di rotazione ai sensi dell'art. 36 del D.Lgs. n. 50 del 2016 ss.mm.iii.;
  6. di riservarsi la facoltà di procedere anche in caso di presentazione di una sola manifestazione di interesse;
  7. di dare atto che l'Avviso Pubblico (Allegato A) è finalizzato esclusivamente ad avviare una mera indagine esplorativa di mercato e pertanto non costituisce avvio di una procedura di gara pubblica, né proposta contrattuale e non vincola in alcun modo l'Amministrazione proponente che si riserva, a suo giudizio insindacabile, la più ampia potestà discrezionale, che le consentirà pertanto di interrompere in qualsiasi momento la procedura e di procedere o meno all'affidamento del servizio;
  8. di approvare con successivo provvedimento del Direttore della Direzione Agroambiente, Programmazione e Gestione Ittica e Faunistica-Venatoria l’elenco degli operatori economici da invitare alla procedura di affidamento ai sensi dell’art. 36, comma 2, lett. b) del Dlgs n. 50 del 2016 per l'affidamento del servizio tecnico-operativo delle due attività previste nel WP 4 -Activity 4.3: Joint development and piloting of eco-innovative approaches e Activity 4.4: Market Innovation, per un importo pari ad Euro 205.737,71 (Euro duecentocinquenmilasettecentotrentasette/71) IVA e altri oneri esclusi;
  9. di dare atto che tale servizio da acquisire in sede di successiva gara d’appalto mediante il Mercato Elettronico PA (MEPA) è stato inserito nel Programma biennale di acquisto di beni e servizi, di cui alla DGR n. 300 del 10 marzo 2020, in quanto trattasi di procedura di importo superiore ad Euro 40.000,00;
  10. di dare atto che per garantire l'adeguata copertura finanziaria alla procedura in argomento si è proceduto a richiedere la prenotazione di spesa alla competente Direzione Bilancio e Ragioneria con nota prot. n. 280574 del 15 luglio 2020 fino al V° livello del Piano dei Conti nei capitoli n. 103887 avente per oggetto “Programma di cooperazione Transfrontaliera Interreg V A Italia-Croazia (2014-2020) Progetto “Adri.SmArtFish” – acquisto di beni e servizi – quota statale, e n. 103885 avente per oggetto “Programma di cooperazione Transfrontaliera Interreg V A Italia-Croazia (2014-2020) Progetto “Adri.SmArtFish” – acquisto di beni e servizi – quota comunitaria;
  11. di dare atto che il Responsabile Unico del Procedimento è il dott. Gianluca Fregolent, Direttore della Direzione Agroambiente, Programmazione e Gestione Ittica e Faunistica-Venatoria, ai sensi dell'art. 31 del D.Lgs. 50/2016;
  12. di dare atto che la tipologia del servizio non comporta la presenza di rischi da interferenza nella sua esecuzione e che pertanto gli oneri per la sicurezza di natura interferenziale sono pari a zero;
  13. di attestare che il programma di pagamento è compatibile con lo stanziamento di bilancio e con le regole di finanza pubblica;
  14. di dare atto che la spesa non rientra nella tipologia soggetta a limitazione ai sensi della LR 1/2011;
  15. di dare atto che l’impegno di spesa verrà assunto con il successivo decreto di aggiudicazione dei servizi in argomento a firma del Direttore della Direzione Agroambiente, Programmazione e Gestione Ittica e Faunistica-Venatoria;
  16. di disporre, ai sensi dell’articolo 29 del d.lgs. n. 50/2016 e degli artt. 23 e 37 del D.Lgs 33/2013, che il presente decreto e tutti gli atti relativi alla procedura in oggetto saranno pubblicati e aggiornati sul profilo del committente, nella sezione “Amministrazione trasparente”, “Bandi di gara e contratti”;
  17. di disporre la pubblicazione integrale del presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto.

Gianluca Fregolent

(seguono allegati)

173_Allegato_A_427012.pdf
173_Allegato_B_427012.pdf
173_Allegato_C_427012.pdf

Torna indietro