Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 129 del 15 novembre 2019


Materia: Informatica

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE ICT E AGENDA DIGITALE n. 117 del 04 novembre 2019

Sviluppo del sistema di collaborazione tra le PP.AA. del territorio veneto in attuazione dell'Agenda Digitale regionale (DGR. n. 978 del 27/06/2017), del progetto di convergenza infrastrutturale approvato con DGR 532 del 30/04/2018 e del Piano Triennale per l'Informatica nella Pubblica Amministrazione 2019-2021. Attuazione DGR n. 1058 del 30/07/2019. Approvazione elenco Soggetti Aggregatori territoriali per il Digitale (SAD).

Note per la trasparenza

Con il presente atto si approvano - in attuazione della DGR n. 1058 del 30/07/2019 - le risultanze dell’Avviso di manifestazione di interesse (pubblicato nel sito regionale il 23/08/2019 e scaduto il 30/09/2019) diretto a individuare specifiche realtà aggregative territoriali qualificate come enti pubblici e denominate “Soggetti Aggregatori territoriali per il Digitale” (SAD), destinate ad assumere il ruolo di guida, di coordinamento e, più in generale, di punto di riferimento a livello provinciale del percorso di trasformazione digitale del territorio veneto. Nell’ambito di tali realtà aggregative, un preminente ruolo di coordinamento/promozione è svolto dall’Ente provincia come parte integrante e propulsiva delle stesse.

Il Direttore

Premesso che:

- lo sviluppo tecnologico e sociale, le normative vigenti e quelle in corso di definizione, impongono un profondo ripensamento dell’assetto territoriale/organizzativo della P.A.: su questo percorso s’innestano con forza i processi di cambiamento della società, in gran parte prodotti dallo sviluppo tecnologico e particolarmente dai processi di digitalizzazione. Nello specifico, il rinnovamento della macchina amministrativa della P.A. e l’informatizzazione dei processi di produzione dei servizi sono stati individuati (a livello europeo, italiano e regionale) come una delle priorità strategiche per la crescita e lo sviluppo della nostra società;

- nell’ambito delle dinamiche sopra descritte s’inserisce lo sviluppo dell’Agenda Digitale del Veneto -ADVeneto2020 (autorizzata con DGR n. 1650 del 07/08/2012 e aggiornata sino al 2020 con DGR n. 978 del 27/06/2017) oltre che delle strategie nazionali/europee le quali spingono verso la piena realizzazione del potenziale delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione per favorire l’innovazione, la crescita economica, la competitività e il progresso sociale nel suo insieme. In questa prospettiva, assume particolare importanza il completamento dei processi di informatizzazione degli Enti, per la digitalizzazione degli atti e dei documenti amministrativi, l’integrazione tra dati pubblici e la loro messa a disposizione all’esterno;

- alla luce degli obiettivi sopra descritti, con DGR n. 532 del 30/04/2018 e con DGR n. 1058 del 30/07/2019 (pubblicata sul BUR n. 94 del 23/08/2019) la Regione del Veneto ha dato corso ad un percorso di innovazione, evoluzione e convergenza delle infrastrutture fisiche (connettività, data center, cloud), delle piattaforme abilitanti (piattaforme a supporto dell’operatività) e dei sistemi informativi (sistemi gestionali, ecosistemi, etc.), in coerenza con le indicazioni della normativa europea, nazionale e regionale. Tale percorso risulta peraltro in linea con le indicazioni del Piano Triennale per l'Informatica nella Pubblica Amministrazione 2019-2021 (vd. Legge n. 208 del 28/12/2016).

Atteso che:

- allo scopo di favorire le condizioni per il raggiungimento degli obiettivi sopra definiti e di garantire alla pluralità di soggetti presenti nell’ambito regionale (diversi nel ruolo, nella funzione e nell’organizzazione) di contribuire fattivamente alla realizzazione di azioni significative all’interno del proprio perimetro territoriale di riferimento, con la citata DGR n. 1058/2019 l’Amministrazione regionale ha ritenuto opportuno individuare specifiche realtà aggregative (qualificate come enti pubblici e denominate “Soggetti Aggregatori territoriali per il Digitale” - SAD) le quali sono destinate ad assumere il ruolo di guida, di coordinamento e, più in generale, di punto di riferimento a livello provinciale del percorso di trasformazione digitale del territorio veneto. Si evidenzia che nell’ambito di dette realtà aggregative, un preminente ruolo di coordinamento e promozione sarà svolto dall’Ente provincia come parte integrante e propulsiva delle stesse;

- il SAD rappresenta, nello specifico, uno degli elementi cardine su cui si basa l’intero progetto di Convergenza digitale degli Enti del territorio veneto. Il suo scopo è quello di accompagnare - a livello provinciale - il processo di trasformazione digitale degli Enti Locali, consentendo ai diversi attori dei processi di innovazione (Province, Comuni capoluogo e loro “Enti strumentali” come CST, BIM, etc.) eterogenei nel ruolo, nella funzione e nell’organizzazione, di contribuire alla realizzazione di azioni che siano sostenibili nel tempo all’interno del proprio ambito territoriale di riferimento;

- l’obiettivo è quello di valorizzare le attuali esperienze di aggregazioni territoriali promuovendo un rinnovato equilibrio e integrazione tra gli attori che vi operano, al fine di fornire agli Enti Locali del territorio veneto un supporto concreto per coordinare/coadiuvare gli sforzi volti a dare attuazione allo scenario delineato dalle policy europee, nazionali e regionali, anche allo scopo di ottimizzare risorse economiche/umane, idee e servizi per garantire lo sviluppo di servizi innovativi a vantaggio del cittadino;

- il sistema operativo dei SAD che permetterà di identificare ruoli e obiettivi dei singoli soggetti coinvolti nella trasformazione digitale della P.A. ed il Sistema dei Cataloghi che consentirà loro di presentare l’offerta dei servizi sul territorio è stato descritto puntualmente nel documento denominato “Modello dei Soggetti Aggregatori per il Digitale (SAD) di Regione Veneto” parte integrante dell’Accordo di programma per la condivisione di regole, applicazioni, standard di interoperabilità, sviluppo e riuso di soluzioni condivise con i Soggetti Aggregatori territoriali per il Digitale approvato come Allegato A alla predetta DGR n. 1058/2019.

Tale modello definisce i contenuti del rapporto collaborativo che si andrà a instaurare tra l’Amministrazione regionale e i SAD (il quale si configura come collaborazione istituzionale ai sensi dell’art. 15 della Legge n. 241/1990).

Posto che:

- al fine di addivenire all’individuazione dei soggetti dotati delle caratteristiche necessarie a ricoprire il ruolo di SAD, con la citata DGR n. 1058/2019 è stato autorizzato l’esperimento di una specifica indagine esplorativa sulla base dello “Schema di Avviso”, parte integrante del Modello sopra citato;

- la medesima deliberazione ha incaricato il Direttore della Direzione ICT e Agenda Digitale dell’adozione di ogni atto connesso, consequenziale e comunque necessario a dar corso a tutte le iniziative sopra descritte, ivi incluso l’esperimento della predetta indagine esplorativa per l’individuazione dei SAD;

- in attuazione della citata DGR n. 1058/2019, in data 23/08/2019 è stato pubblicato nel sito internet regionale uno specifico Avviso di manifestazione d’interesse finalizzato alla ricezione delle candidature dei potenziali SAD, determinandone altresì le caratteristiche minime. Tale Avviso, diretto a favorire la partecipazione/consultazione del maggior numero di soggetti interessati e non vincolante per l’Amministrazione, è scaduto in data 30/09/2019 (alle ore 12:00). Detto Avviso non si è configurato come un invito ad offrire né come un’offerta al pubblico ai sensi dell’art. 1336 c.c. ovvero come una promessa al pubblico ai sensi dell’art. 1989 c.c.: con lo stesso inoltre non è stata indetta alcuna procedura di gara né sono state previste graduatorie di merito o attribuzione di punteggi. 

Considerato che:

- alla scadenza del termine previsto per presentazione, sono pervenute tramite PEC alla Direzione ICT e Agenda Digitale le adesioni dei seguenti soggetti interessati a essere qualificati come SAD ai sensi della DGR n. 1058 del 30/07/2019, al fine di partecipare a future iniziative per lo sviluppo dell’Agenda Digitale del Veneto 2020. Le domande sono ordinate conformemente al numero di protocollo assegnato in ricezione dalla Direzione ICT e Agenda Digitale:

 

Aggregazione

Componenti

protocollo e data ricezione

SAD-PD

Provincia di Padova (Ente Capofila)

prot. n. 415100 del 27/09/2019

Comune di Padova

Federazione dei Comuni del Camposampietrese

SAD-VI

Provincia di Vicenza (Ente Capofila)

prot. n. 416152 del 27/09/2019

Comune di Vicenza

Pasubio Tecnologia S.r.l.

SAD-VR

Provincia di Verona (Ente Capofila)

prot. n. 415405 del 27/09/2019

SAD-RO

Provincia di Rovigo (Ente Capofila)

prot. n. 416813 del 27/09/2019

As2 S.r.l.

CONSVIPO

SAD-VE

Città metropolitana di Venezia (Ente Capofila)

prot. n. 417431 del 30/09/2019

Comune di Venezia

Venis - Venezia informatica e Sistemi S.p.A. 

SAD-BL

Provincia di Belluno (Ente Capofila)

prot. n. 417445 del 30/09/2019

Consorzio Bim Piave Belluno

Comune di Belluno

SAD-TV

Provincia di Treviso (Ente Capofila)

prot. 417660 del 30/09/2019

Comune di Treviso

Consorzio Bim Piave Treviso

 

Dato atto che:

- in data 16/10/2019 il RUP della procedura, individuato nella persona del Direttore della Direzione ICT e Agenda Digitale della Regione del Veneto (coadiuvato da un Segretario verbalizzante) ha proceduto all’esame delle manifestazioni di interesse pervenute nei termini, verificando la sussistenza in capo ai soggetti pubblici candidati ad essere qualificati come SAD (Soggetti Aggregatori per il Digitale) delle caratteristiche minime di partecipazione definite nel testo dell’Avviso pubblicato;

- l’attività istruttoria condotta dal RUP ha condotto all’ammissione (per sussistenza dei requisiti minimi prescritti) di tutti i soggetti candidatisi al ruolo di SAD, come si evince dal relativo verbale datato 16/10/2019, agli atti della Direzione ICT e Agenda Digitale. Alla luce di quanto sopra, si approva l’elenco dei soggetti qualificatisi come SAD (Soggetti Aggregatoti per il Digitale), non sussistendo alcuna causa di esclusione degli stessi alla partecipazione alla procedura di cui si tratta.

TUTTO CIÒ PREMESSO

- VISTO il D.Lgs. n. 82/2005 recante “Codice dell'Amministrazione Digitale - CAD”;

- VISTO il Piano Triennale per l'Informatica nella Pubblica amministrazione 2019-2021;

 - VISTA la DGR n. 978 del 27/06/2017 che ha approvato il documento programmatico denominato "Linee Guida dell'Agenda Digitale del Veneto - ADVeneto2020", in attuazione della DGR n. 1299 del 16/08/2016, della DGR 102 del 31/01/2017 e della DGR n. 161 del 14/02/2017;

- VISTA la DGR n. 56 del 18/01/2002 che ha approvato il Piano di Sviluppo Informatico e Telematico del Veneto;

- VISTO il documento denominato “Sistema di e-Governance” (agli atti della Direzione ICT e Agenda Digitale), il quale delinea il modello di sviluppo del sistema di collaborazione delle PP.AA. del territorio veneto;

- VISTA la DGR n. 1058 del 30/07/2019 e l’allegato “Modello dei Soggetti Aggregatori per il Digitale (SAD) di Regione Veneto” contenente lo schema di Avviso di indagine esplorativa al fine di acquisire le manifestazioni d’interesse relative alle qualificazioni di Soggetto Aggregatore territoriale per il Digitale (SAD);

- VISTE le manifestazioni d’interesse pervenute nei termini con i seguenti protocolli (agli atti della Direzione ICT e Agenda Digitale): prot. n. 415100 del 27/09/2019, prot. n. 415405 del 27/09/2019, prot. n. 416152 del 27/09/2019, prot. n. 416813 del 27/09/2019, prot. n. 417431 del 30/09/2019, prot. n. 417445 del 30/09/2019 e prot. 417660 del 30/09/2019;

- VISTE le risultanze dell’istruttoria condotta dal RUP in data 16/10/2019, come espresse nel verbale in pari data.

decreta

  1. le premesse costituiscono parte integrante del presente provvedimento;
  1. di dare atto che, in attuazione della DGR n. 1058 del 30/07/2019, è stato pubblicato nel sito internet regionale, in data 23/08/2019, un Avviso di manifestazione d’interesse diretto a individuare specifiche realtà aggregative territoriali qualificate come enti pubblici e denominate “Soggetti Aggregatori territoriali per il Digitale” (SAD), destinate ad assumere il ruolo di guida, di coordinamento e di punto di riferimento a livello provinciale del percorso di trasformazione digitale del territorio veneto. Nell’ambito di tali realtà, un ruolo di coordinamento/promozione è svolto dall’Ente provincia come parte integrante e propulsiva;
  1. di dare atto che il predetto Avviso, diretto a favorire la partecipazione/consultazione del maggior numero di soggetti interessati e non vincolante per l’Amministrazione, è scaduto in data 30/09/2019 (alle ore 12:00);
  1. di prendere atto che in data 16/10/2019 il RUP della procedura, individuato nella persona del Direttore della Direzione ICT e Agenda Digitale (coadiuvato da un Segretario verbalizzante) ha proceduto all’esame delle manifestazioni d’interesse pervenute nei termini, verificando la sussistenza in capo ai candidati alla qualificazione di SAD delle caratteristiche minime di partecipazione definite nell’Avviso pubblicato;
  1. di dare atto che l’attività istruttoria del RUP ha condotto all’ammissione (per sussistenza dei requisiti minimi prescritti) di tutti i soggetti candidatisi al ruolo di SAD, come si evince dal relativo verbale datato 16/10/2019, agli atti della Direzione ICT e Agenda Digitale. Pertanto, i soggetti pubblici regolarmente qualificatisi come SAD in attuazione della DGR n. 1058/2019 risultano i seguenti:

 

Aggregazione

Componenti

protocollo e data ricezione

SAD-PD

Provincia di Padova (Ente Capofila)

prot. n. 415100 del 27/09/2019

Comune di Padova

Federazione dei Comuni del Camposampietrese

SAD-VI

Provincia di Vicenza (Ente Capofila)

prot. n. 416152 del 27/09/2019

Comune di Vicenza

Pasubio Tecnologia S.r.l.

SAD-VR

Provincia di Verona (Ente Capofila)

prot. n. 415405 del 27/09/2019

SAD-RO

Provincia di Rovigo (Ente Capofila)

prot. n. 416813 del 27/09/2019

As2 S.r.l.

CONSVIPO

SAD-VE

Città metropolitana di Venezia (Ente Capofila)

prot. n. 417431 del 30/09/2019

Comune di Venezia

Venis - Venezia informatica e Sistemi S.p.A. 

SAD-BL

Provincia di Belluno (Ente Capofila)

prot. n. 417445 del 30/09/2019

Consorzio Bim Piave Belluno

Comune di Belluno

SAD-TV

Provincia di Treviso (Ente Capofila)

prot. 417660 del 30/09/2019

Comune di Treviso

Consorzio Bim Piave Treviso

 

  1. di dare atto che detto Avviso non si è configurato come un invito a offrire né come un’offerta al pubblico ai sensi dell’art. 1336 c.c. ovvero come una promessa al pubblico ai sensi dell’art. 1989 c.c.: con lo stesso inoltre non è stata indetta alcuna procedura di gara né sono state previste graduatorie di merito o attribuzione di punteggi; 
  1. di dare atto che il presente decreto non comporta spesa a carico del bilancio regionale;
  1. di dare atto che il presente provvedimento (e relativi allegati) sarà pubblicato nel sito internet regionale nella sezione “Bandi, Concorsi e Avvisi”;
  1. di pubblicare integralmente il presente decreto nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Idelfo Borgo

Torna indietro