Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 14 del 08/02/2019
Scarica la versione firmata del BUR n. 14 del 08/02/2019
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 14 del 08 febbraio 2019


Materia: Ambiente e beni ambientali

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE AMBIENTE n. 392 del 14 settembre 2018

Programma regionale biennio 2017 2018 per la concessione di contributi per la rottamazione di veicoli inquinanti e sostituzione con veicoli a basso impatto ambientale. Iniziativa annualità 2018. D.G.R. n. 742 del 28.05.2018. Decreto n. 389 del 10.09.2018. Impegno di spesa.

Note per la trasparenza

L'iniziativa, afferente al Programma regionale biennale avviato con DGR n. 1347/2017, è finalizzata a contrastare l'inquinamento atmosferico derivante dal traffico dei veicoli leggeri attraverso la concessione di contributi a soggetti residenti nel Veneto finanziati con i fondi per attività connesse alla pianificazione degli interventi in materia ambientale.

Il Direttore

PREMESSO che:

  • con deliberazione n. 1347 del 22.08.2017 la Giunta regionale ha avviato, in coerenza con gli impegni assunti con il “Nuovo Accordo Bacino Padano”, il Programma biennale di azioni regionali per la concessione di contributi per la rottamazione di veicoli inquinanti e sostituzione con veicoli a basso impatto ambientale di nuova immatricolazione approvando il relativo bando per l’annualità 2017;
  • riscontrato il significativo interesse dei cittadini per il bando 2017, la Giunta regionale con deliberazione n. 742 del 28.05.2018 ha attivato una nuova iniziativa di concessione di contributi per l’annualità 2018, dando continuità al Programma biennale;
  • l'iniziativa prevede, a fronte della rottamazione di veicoli inquinanti appartenenti alle categorie Euro 0,1 tra quelli alimentati a benzina ed Euro 0,1,2,3 tra quelli alimentati a gasolio, l'assegnazione di un contributo per acquisto autoveicoli in linea con gli standard europei, categoria M1, pari a:

Euro 2.000,00 per autoveicoli bifuel ( benzina/GPL o benzina/metano) - classe emissiva Euro 6,
Euro 3.500,00 per autoveicoli ibridi (benzina/elettrica) - classe emissiva Euro 6,
Euro 3.500,00 per autoveicoli elettrici,

  • il bando ha inoltre determinato in € 500.000,00 l’importo massimo delle obbligazioni rinviando l’approvazione della graduatoria degli ammessi a contributo e l’assunzione dell’impegno di spesa al Direttore della Direzione Ambiente e individuando la copertura finanziaria a carico dei fondi stanziati sul capitolo di spesa 100069 del bilancio regionale denominato “Attività connesse alla pianificazione degli interventi in materia ambientale (art. 73 del D.Lgs. n. 112/1998)” per l’esercizio finanziario 2018;

DATO ATTO che sono pervenute entro il termine stabilito del 31.07.2018 n. 142 istanze di contributo che gli uffici regionali ai sensi dell’art. 6 del bando stesso hanno provveduto ad esaminare, riportando di seguito l’esito dell’istruttoria:

  • n. 142 istanze presentate
  • n. 133 istanze ammesse
  • n. 9 istanze non ammissibili a contributo 

VISTO il Decreto n. 389 del 10.09.2018 con cui il Direttore della Direzione Ambiente ha approvato la graduatoria di cui all’Allegato A “Istanze ammesse” e l’elenco di cui all’allegato B “Istanze escluse” in quanto non rispondenti alle finalità e ai requisiti del bando” riservandosi ogni ulteriore provvedimento che si rendesse necessario ai fini dell’attuazione della DGR 742/2018;

CONSIDERATO che l’ammissione alla graduatoria di cui all’Allegato A al Decreto n. 389/2018 non costituisce diritto alla erogazione del contributo, che potrà avvenire solo dalla verifica in sede di rendicontazione della conformità della documentazione trasmessa ai sensi dell’art. 8 del bando e a quanto dichiarato con autocertificazione in sede di presentazione dell’istanza;

DATO ATTO che risulta ora necessario provvedere all’impegno di spesa pari a Euro 377.000,00 a beneficio dei soggetti ammessi a contributo, sul capitolo n. 100069 del bilancio regionale denominato “Attività connesse alla pianificazione degli interventi in materia ambientale (art. 73 del D.Lgs. n. 112/1998)” per l’esercizio finanziario 2018, così come ripartiti nell’Allegato A al presente provvedimento;

VISTA la D.G.R. n. 1347 del 22.08.2017;

VISTA la D.G.R. n. 742 del 28.05.2018;

VISTO il Decreto n. 389 del 10.09.2018;

VISTA la L.R. 54/2012 e il regolamento adottato con D.G.R. n. 2139 del 25.11.2013 inerente le funzioni dirigenziali;

VISTO il D.Lgs. 126/2014 integrativo e correttivo del D.Lgs. 118/2011;

VISTA la L.R. n. 47/2017 “Bilancio di Previsione 2018 – 2020”

VISTA la D.G.R. n. 81 del 26.01.2018 “Direttive per la gestione del Bilancio di Previsione 2018 – 2020”;

decreta

  1. di dare atto che le premesse costituiscono parte integrante del presente provvedimento;
  2. di impegnare la somma complessiva di Euro 377.000,00, avente natura di debito non commerciale, a favore delle istanze di cui all’Allegato A al presente provvedimento riportante i beneficiari previsti dal citato Decreto 389/2018 della Direzione Ambiente sul capitolo n. 100069 del bilancio regionale denominato “Attività connesse alla pianificazione degli interventi in materia ambientale (art. 73 del D.Lgs. n. 112/1998)” per l’esercizio finanziario 2018 che presenta sufficiente disponibilità ai sensi della DGR n. 81 del 26.01.2018 e in conformità al D.M. 31.08.2012 con articolazione al V livello del Piano dei Conti Integrato al numero U.2.03.02.01.001;
  3. di dare atto che l’erogazione dei contributi ai soggetti indicati nell’Allegato A avverrà previa verifica della documentazione da presentare, secondo le indicazioni del bando;
  4. di dare atto che la spesa di cui si dispone l’impegno con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. 1/2011;
  5. di dare atto che l’obbligazione di cui si dispone l’impegno di spesa è perfezionata e sarà esigibile entro l’esercizio finanziario 2018; 
  6. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’articolo 26 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;
  7. di dare atto che il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica, così come previsto dal D.lgs. 118/2011 art.56, comma 6;
  8. di trasmettere il presente atto alla Direzione Bilancio e Ragioneria e al BUR per la sua pubblicazione integrale;
  9. di dare atto che, avverso il presente provvedimento, è ammesso ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) oppure in via alternativa al Presidente della Repubblica, nei termini e nelle modalità previste dal D.lgs. 104/10.

Luigi Fortunato

(seguono allegati)

392_Allegato_A_DDR_392_14-09-2018_387517.pdf

Torna indietro