Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 14 del 08/02/2019
Scarica la versione firmata del BUR n. 14 del 08/02/2019
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 14 del 08 febbraio 2019


Materia: Ambiente e beni ambientali

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE AMBIENTE n. 499 del 26 novembre 2018

Fondo di rotazione previsto dall'art. 20, comma 1, della L.R. 12/01/2009, n. 1, in relazione al Bando approvato con DGR n. 618 del 08 maggio 2018. Comune di Rovigo Intervento: Rimozione e smaltimento di rifiuti speciali collocati in deposito non autorizzato in via Pisacane, 6 a Rovigo, frazione di S. Apollinare. Impegno di spesa e contestuale accertamento.

Note per la trasparenza

Assegnazione del fondo di rotazione di cui alla DGR 618/2018, accertamento di entrata e impegno di spesa a favore del Comune di Rovigo a sostegno della "Rimozione e smaltimento di rifiuti speciali collocati in deposito non autorizzato in via Pisacane, 6 a Rovigo, frazione di S. Apollinare".

Il Direttore

PREMESSO che con DGR n. 618 del 08 maggio 2018 è stato pubblicato il “Bando per l’accesso al “Fondo di Rotazione” di cui all’art. 20, comma 1, della L.R. 1/2009 a sostegno di interventi di bonifica/messa in sicurezza di siti inquinati. Annualità 2018” che ha definito i potenziali beneficiari, le tipologie di intervento finanziabili e le spese ammissibili, le modalità e i termini per la presentazione delle domande, la documentazione da allegare, i criteri per la valutazione delle domande medesime e per la formulazione delle graduatorie, la soglia di spesa minima degli interventi nonché la somma massima concedibile a titolo di prestito;

CONSIDERATO che la medesima DGR n. 618 del 08 maggio 2018 ha incaricato il Direttore della Direzione Ambiente della valutazione delle istanze pervenute, secondo le modalità previste dal bando, nonché della stesura della relativa graduatoria e all’assegnazione dei fondi previsti previa preliminare sottoscrizione di una convenzione il cui schema è rinvenibile in allegato alla stessa deliberazione;

CONSIDERATO che il medesimo provvedimento di Giunta Regionale ha individuato le necessarie risorse ammontanti, per l’esercizio 2018, ad euro 1.000.000,00, allocate sul capitolo 101217 “Fondo regionale di rotazione per interventi di bonifica e ripristino (art. 20, c. 1, L.R. 12/01/2009, n. 1)”, del bilancio di previsione 2018, mentre le quote di rimborso saranno introitate, secondo le modalità e le scadenze espressamente previste dal bando, sul capitolo 100431 “Recupero delle anticipazioni finanziarie concesse sul fondo regionale di rotazione per interventi di bonifica e ripristino ambientale di siti inquinati (art. 20, c. 1, L.R. 12/01/2009, n. 1)”;

PRESO ATTO che il punto 7 del bando allegato alla citata deliberazione prevede che l’intero finanziamento ottenuto deve essere restituito mediante quindici rate annuali costanti, a tasso zero, con decorrenza dalla data di scadenza del semestre successivo (30 giugno o 31 dicembre) rispetto alla data di erogazione del prestito medesimo;

DATO ATTO che con Decreto n. 458 del 29 ottobre 2018, in riferimento al medesimo bando, è stata approvata, secondo le modalità ed i criteri previsti dal bando, la graduatoria delle istanze presentate dalle Amministrazioni comunali che hanno partecipato al bando che sono risultate ammissibili al fondo di rotazione in parola, ivi compresa l’istanza presentata dal Comune di Rovigo in relazione all’intervento che prevede la “Rimozione e smaltimento di rifiuti speciali collocati in deposito non autorizzato in via Pisacane, 6 a Rovigo, frazione di S. Apollinare”, come rappresentata al punto 5 della tabella allegata al medesimo Decreto;

PRESO ATTO che con prot. 479084 del 26/11/2018, è stata acquisita la prevista convenzione debitamente sottoscritta in forma digitale dal Comune di Rovigo e che in data odierna si è provveduto all’analoga sottoscrizione da parte del Direttore della Direzione Ambiente;

RITENUTO necessario procedere all’assegnazione del fondo di rotazione, a sostegno dell’intervento indicato in oggetto, dell’ammontare complessivo di euro 79.300,00, all’impegno di spesa, alla successiva liquidazione della medesima somma a favore del Comune di Rovigo nonché al contestuale accertamento delle n. 15 rate dal 2019 al 2033;

VISTO il D.Lgs. 31 Marzo 1998, n. 112;

VISTA la L.R. 13 aprile 2001, n. 11;

VISTA la L.R. 29 novembre 2001, n. 39;

VISTA la DGR n. 618 del 08 maggio 2018 ed il Bando ad essa allegato;

VISTO il DDR n. 458 del 29 ottobre 2018;

VISTA la convenzione sottoscritta dal Comune di Rovigo acquisita con prot. 479084 del 26/11/2018;

VISTA la Legge Regionale n. 54 del 31 dicembre 2012, come modificata dalla L.R. 14/16, in ordine ai compiti e responsabilità di gestione attribuite ai dirigenti;

VISTO il Decreto Legislativo n. 118 del 23 giugno 2011;

VISTO il D.lgs 126/2014 integrativo e correttivo del D.lgs 118/2011;

VISTA la Legge Regionale n. 47 del 29 dicembre 2017 “Bilancio di previsione 2018-2020”;

VISTA la Dgr n. 81 del 26 gennaio 2018 “Direttive per la gestione del Bilancio di Previsione 2018-2020”;

decreta

  1. di assegnare, secondo le modalità ed i criteri previsti dal bando e per le motivazioni rappresentate in premessa, che costituisce parte integrante e fondamentale del presente provvedimento, a favore del Comune di Rovigo il fondo di rotazione dell’ammontare di euro 79.300,00 a sostegno dell’intervento: “Rimozione e smaltimento di rifiuti speciali collocati in deposito non autorizzato in via Pisacane, 6 a Rovigo, frazione di S. Apollinare”;
  2. di impegnare e liquidare la somma di Euro 79.300,00, a favore del Comune di Rovigo a sostegno dell’intervento di cui al punto 1, sul capitolo 101217 “Fondo regionale di rotazione per interventi di bonifica e ripristino (art. 20, c. 1, L.R. 12/01/2009, n. 1)”, del bilancio annuale di previsione dell’esercizio finanziario corrente che presenta sufficiente disponibilità, art. 2, Piano dei conti integrato V Livello U. 3.02.01.02.003, dando atto che l’obbligazione è riconducibile a debito non commerciale e disponendo di comunicare al beneficiario l’avvenuta assunzione del presente impegno di spesa ai sensi dell’art. 56, comma 7 del Decreto Legislativo n. 118/2011 e ss.mm.ii.;
  3. di stabilire che il Comune di Rovigo (anagrafica 2480) dovrà provvedere alla restituzione della suddetta somma mediante rate annuali costanti, per un periodo di anni quindici a decorrere dal 31/12/2019, secondo le modalità e le condizioni indicate dal bando, a favore della contabilità speciale infruttifera n. 0030522 intestata alla Regione del Veneto, accesa presso la Banca d’Italia – Sezione della tesoreria provinciale di Venezia, completa della descrizione della quota versata (es. 1^ rata, 2^ rata ecc.) come indicato nel seguente prospetto:

 

Rate

scadenze

Importi rate euro

1^ rata

31/12/2019

5.296,00

2^ rata

31/12/2020

5.286,00

3^ rata

31/12/2021

5.286,00

4^ rata

31/12/2022

5.286,00

5^ rata

31/12/2023

5.286,00

6^ rata

31/12/2024

5.286,00

7^ rata

31/12/2025

5.286,00

8^ rata

31/12/2026

5.286,00

9^ rata

31/12/2027

5.286,00

10^ rata

31/12/2028

5.286,00

11^ rata

31/12/2029

5.286,00

12^ rata

31/12/2030

5.286,00

13^ rata

31/12/2031

5.286,00

14^ rata

31/12/2032

5.286,00

15^ rata

31/12/2033

5.286,00

 

 

Totale 79.300,00

 

  1. di accertare in esercizio 2018, con esigibilità delle rate dall’esercizio 2019 all’esercizio 2033, la somma complessiva di euro 79.300,00, quale recupero dell’anticipazione finanziaria concessa, sul capitolo di entrata 100431/E “Recupero delle anticipazioni finanziarie concesse sul fondo regionale di rotazione per interventi di bonifica e ripristino ambientale di siti inquinati (art. 20, c. 1, L.R. 12/01/2009, n. 1)” P.d.C. 5.03.01.02.003 “Riscossione crediti di medio-lungo termine a tasso agevolato da Comuni” del bilancio 2018-2020, come dettagliatamente indicato nel prospetto di cui al precedente punto 3.;
  2. di dare atto che la non osservanza delle modalità previste dal programma di rientro, comporterà la revoca del beneficio;
  3. di dare atto che, sulla base di quanto indicato in premessa, l’obbligazione di cui si dispone l’impegno di spesa è perfezionata ed esigibile e che la copertura finanziaria risulta essere completa fino al V livello del piano dei conti e che il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica;
  4. di dare atto che la spesa di cui si dispone l’impegno con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. 1/2011;
  5. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’articolo 26 del D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33;
  6. di dare atto che, avverso il presente provvedimento, è ammesso ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) oppure in via alternativa al Presidente della Repubblica, nei termini e nelle modalità previste dal D.lgs. 104/10;
  7. di trasmettere il presente provvedimento al Comune di Rovigo comunicando al beneficiario l’avvenuta assunzione del presente impegno di spesa ai sensi dell’art. 56, comma 7 del Decreto Legislativo n. 118/2011 e ss.mm.ii. e alla Direzione Bilancio e Ragioneria;
  8. di pubblicare integralmente il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Luigi Fortunato

Torna indietro