Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 119 del 04/12/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 119 del 04/12/2018
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 119 del 04 dicembre 2018


Materia: Difesa del suolo

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE DIFESA DEL SUOLO n. 275 del 07 agosto 2018

PAR FSC (ex FAS) 2007/2013 - Asse prioritario 2 - Difesa del suolo. Linea di intervento 2.1 - Accordo di Programma Quadro del 18/12/2013 - I Atto integrativo. Soggetto Attuatore: Consorzio di Bonifica Veneto Orientale - Bacino Ongaro Inferiore - potenziamento dell'impianto idrovoro Valle Tagli per aumentare la capacita' di sollevamento idrovoro al di fuori del sistema Brian (VE2A087) - Importo progetto E.900.000,00 - CUP C51E14000230006 - Presa d'atto spesa sostenuta, rideterminazione contributo assegnato, accertamento minor spesa e liquidazione del saldo.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si prende atto della spesa complessivamente sostenuta, si ridetermina il contributo definitivo e si liquida il saldo a favore del Consorzio di Bonifica Veneto Orientale per l’esecuzione del progetto in oggetto specificato.

Il Direttore

PREMESSO CHE:

  • Con DGRV n. 2330 del 16.12.2013 la Giunta regionale ha approvato il programma degli interventi finanziati con la prima tranche delle risorse PAR FSC (ex FAS) 2007 – 2013 assegnate alla Regione del Veneto per le Azioni specificate della Linea 2.1 e 2.2 nell’ambito dell’Asse prioritario 2 del PAR FSC, nonché lo schema di Accordo di Programma Quadro (APQ) sottoscritto il 18/12/2013;
  • con la DGR n. 2463 del 23/12/2014, a seguito dei nuovi termini per l’avvio degli interventi del PAR introdotti dalla Delibera CIPE n. 21 del 30/06/2014 e al fine di recepire i tagli previsti dalla manovre di finanza pubblica imputate al Fondo per lo Sviluppo e la Coesione, è stato riprogrammato il PAR FSC Veneto 2007-2013, rideterminando in euro 349.655.318,01 (al lordo della quota di euro 410.735,20 assegnata ai Conti Pubblici Territoriali) la dotazione di risorse FSC complessivamente disponibili ed è stato approvato l’elenco aggiornato degli interventi finanziabili nell’ambito dell’Asse 2 Difesa del Suolo Linee di intervento 2.1 e 2.2;
  • Con successiva DGRV n.532 del 21.04.2015 la Giunta regionale ha riapprovato il programma degli interventi finanziati con le risorse sopra citate, nonché lo schema di Atto integrativo all’Accordo di Programma Quadro;
  • con la Delibera CIPE n. 40 del 29.4.2015 è intervenuta la presa d’atto da parte del CIPE della proposta di riprogrammazione del PAR FSC prevista dalla DGR n. 2463/2014;
  • l’Atto Integrativo sopra citato, indispensabile per l’avvio degli interventi, è stato sottoscritto con l’Agenzia per la Coesione Territoriale e il MATTM in data 25/06/2015;
  • l’intervento in oggetto specificato è ricompreso nel riparto degli interventi previsti nell’Atto Integrativo sottoscritto in data 25/06/2015 per un costo complessivo di € 900.000,00, avente quale Soggetto Attuatore il Consorzio di Bonifica Veneto Orientale, che risulta beneficiario di un contributo FSC di pari importo;

CONSIDERATO CHE:

  • con voti n. 81 in data 12.06.2015 e n.104 in data 17.07.2015 la Commissione Tecnica Decentrata di Venezia ha ritenuto il progetto definitivo dell’intervento in argomento, redatto dal Consorzio di Bonifica Veneto Orientale in data 23.09.2014, dell’importo complessivo di € 900.000,00 meritevole di approvazione in linea tecnica ed economica;
  • con decreto n. 180 del 08.10.2015 il Direttore della Sezione Bacino idrografico litorale veneto ha approvato sotto il profilo tecnico ed economico il progetto definitivo in argomento nell’importo complessivo di € 900.000,00 sulla scorta dei citati voti n. 81/2015 e n. 104/2015;

VISTA la deliberazione n. 053/c-16 del 21.04.2016 del Consiglio di Amministrazione del Consorzio di Bonifica Veneto Orientale con cui è stata disposta l’aggiudicazione dei lavori in appalto all’impresa MISA s.r.l., non rispettando pertanto il termine del 31/12/2015 per l’assunzione delle OGV previsto dalla Delibera CIPE n. 21 del 30/06/2014 ed incorrendo quindi in una sanzione di importo pari all’1.5% del finanziamento;

CONSIDERATO che l’elenco degli interventi da assoggettare a sanzione per il mancato rispetto del suddetto termine è stato approvato con DGRV 1097 in data 13/07/2017 ed in particolare, per l’intervento in argomento, il finanziamento originario di € 900.000,00 è soggetto ad una decurtazione di € 13.500,00;

CONSIDERATO che con nota prot. 4647 del 20.05.2016 il R.U.P. dell’intervento ha trasmesso alla Sezione (ora Direzione) Difesa del suolo il quadro economico del progetto in argomento rimodulato a seguito degli affidamenti effettuati ai fini dell’assunzione dell’impegno di spesa;

VISTO il decreto della Direzione Difesa del Suolo n. 172 datato 31/05/2016 con il quale, a seguito dell’espletamento della gara d’appalto per i lavori, è stata impegnata la somma complessiva di € 900.000,00 a favore del Consorzio di Bonifica Veneto Orientale, a valere sui fondi disponibili sul capitolo 102158 e con lo stesso decreto sono state accertate per pari importo, secondo quanto previsto al paragrafo 3.6 dell’allegato 4/2 del D.lgs. 118/2001, sul capitolo di entrata 100349, le risorse FSC destinate all’intervento, come di seguito specificato:

  • € 400.000,00 nell’esercizio finanziario 2016 con impegno n. 5823/2016, correlato all’accertamento n. 2376/2016;
  • € 500.000,00 nell’esercizio finanziario 2017 con impegno n. n. 1079/2017, correlato nell’accertamento n. 193/2017;

CONSIDERATO che, a seguito della modifica del cronoprogramma di spesa dell’intervento:

  • in sede di riaccertamento ordinario dei residui attivi e passivi al 31/12/2016, l’impegno di spesa n. 5823/2016 e il correlato accertamento n. 2376/2016 sono stati reimputati per € 400.000,00 nell’esercizio finanziario 2017 con impegno n. 3241/2017 e accertamento n. 726/2017, approvati con DGR n. 537 del 28/04/2017;
  • in sede di riaccertamento ordinario dei residui attivi e passivi al 31/12/2017, l’impegno di spesa n. 3241/2017 e il correlato accertamento n. 726/2017 di € 400.000,00 e l’impegno di spesa n. 1079/2017 e il correlato accertamento n. 193/2017 di € 500.000,00 sono stati reimputati nell’esercizio finanziario 2018 rispettivamente con impegno n. 4062/2018 e accertamento n. 1171/2018 e con impegno n. 3609/2018 e accertamento n. 1129/2018, approvati con DGR n. 484 del 17/04/2018;

VISTO il certificato di collaudo redatto dal collaudatore, datato 18/06/2018, da cui risulta che i lavori in argomento sono collaudabili e che può essere corrisposto il credito all’impresa;

VISTO la relazione acclarante redatta dal collaudatore, datata 20/06/2018, in cui viene accertata in complessivi € 886.500,00 la spesa complessivamente sostenuta dal Consorzio per l’intervento in argomento e certificata la funzionalità dell’opera;

CONSIDERATO che la determinazione del contributo definitivo e la relativa liquidazione doveva essere disposta sulla base di specifico provvedimento con la quale il Consorzio approva gli atti di contabilità finale, il certificato di collaudo e la spesa effettivamente sostenuta;

CONSIDERATO che il Consiglio di Amministrazione del Consorzio di Bonifica Veneto Orientale ha approvato, con deliberazione n. 058/C-18 in data 27/06/2018, tutti gli atti di contabilità finale relativamente all’intervento in oggetto;

VISTO che la spesa complessivamente sostenuta per l’esecuzione dell’intervento risulta pari ad € 886.500,00, come da contabilità finale approvata ed allegata alla nota prot. 7073/I.2 in data 29/06/2018 di richiesta di erogazione del saldo, di cui si riporta una sintesi:

A) LAVORI IN APPALTO

 

Lavori (compresi oneri sicurezza) da stato finale

€ 699.714,49

B) SOMME A DISPOSIZIONE DELL’AMMINISTRAZIONE

 

 -  IVA 22%

€ 153.937,20

 -  Spese per collaudo

€ 11.370,87

 -  Spese tecniche

€ 21.477,44

 Tot. Somme a disposizione

€ 186.785,51

TOTALE COMPLESSIVO

886.500,00

 

PRESO ATTO di quanto stabilito nel Manuale per il Sistema di gestione e controllo, di cui alla DGR n.487 del 16/04/2013, aggiornato e integrato con il relativo “Manuale operativo delle procedure” con DGR n.1569 del 10/11/2015 (successivamente modificati con DDR n.16 del 07/03/2016), con particolare riferimento a quanto previsto al paragrafo “Criteri generali dell’ammissibilità delle spese”, nonché delle indicazioni di cui alla nota della Sezioni Affari Generali e FAS-FSC prot. n.251211 del 17/06/2015, in merito al limite del 10% per le spese tecniche di progettazione, direzione lavori e collaudo;

PRESO ATTO dell’avvenuto assolvimento degli obblighi in capo al soggetto attuatore previsti dal Manuale per il Sistema di Gestione e controllo del PAR FSC e del relativo Manuale operativo, con particolare riferimento a quanto previsto al paragrafo 4.3 del Manuale Operativo ai fini dell’erogazione del saldo;

RITENUTO in relazione a quanto sopra di poter confermare il contributo regionale di 886.500,00 a favore del Consorzio di Bonifica Veneto Orientale, C.F. 03959000278 con sede legale in Piazza Indipendenza 25, S. Donà di Piave (VE);

CONSIDERATO che al medesimo Consorzio di Bonifica sono già stati liquidati acconti per complessivi € 773.030,33, di cui € 400.000,00 a valere sull’impegno n. 4062/2018 (da riaccertamento ordinario dell’impegno 5823/2016), € 373.030,33 a valere sull’impegno 3609/2018 (da riaccertamento ordinario dell’impegno 1079/2017);

CONSIDERATO che pertanto il saldo da liquidare al citato Consorzio per l’intervento in oggetto ammonta a € 113.469,67, che può essere liquidato con i fondi disponibili sull’impegno n. 3609/2018, derivante dall’impegno originariamente assunto con il citato decreto di impegno di spesa n. 172/2016, sul capitolo di spesa 102158;

CONSIDERATO infine che, sull’impegno di spesa n. 3609/2018 e sul correlato accertamento in entrata n. 1129/2018, derivanti dall’impegno e accertamento originariamente assunti con decreto n. 172/2016, è accertata una minore spesa e una minor entrata di € 13.500,00, corrispondente alla sanzione 1.5% prevista dalla Delibera CIPE 21/2014 e dall’Allegato B della DGR n. 1097/2017 e quindi la stessa non costituisce economia riprogrammabili del PAR FSC;

VISTE le note prot. n. 329517 del 1/09/2016 e n. 29184 del 25/01/2017 della Direzione Programmazione Unitaria, con cui si autorizza, tra le altre, la Direzione Difesa del suolo ad assumere gli impegni di spesa per l’attuazione degli interventi programmati nell’ambito dell’Asse 2 del PAR FSC nel limite degli importi programmati per ciascun intervento e con cui si delega alla registrazione, in sede di impegno, dei relativi accertamenti in entrata delle risorse FSC destinate all’attuazione degli interventi finanziati, ai fini della corretta applicazione di quanto previsto dal paragrafo 3.6 del Principio contabile applicato della competenza finanziaria previsto dal D.Lgs. 118/2011 per l’accertamento delle risorse derivanti da trasferimenti statali che costituiscono “contributi rendicontazione”;

CONSIDERATO che le stesse note prot. n.329517/2016 e n. 29184/2017 prevedono che tutti gli atti di impegno o modifica impegno adottati dalle SRA devono essere inoltrati alla Direzione Programmazione Unitaria, Autorità di Gestione del PAR FSC 2007-2013, ai fini dell’acquisizione del visto di monitoraggio di competenza;

VISTA la L.R. 27/03 e s.m.i.;

VISTA la L.R. 39/2001 e s.m.i.;

VISTO l’art. 23, comma 1, del decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33;

 

decreta

  1. Le premesse formano parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.
  2. Di prendere atto che gli interventi relativi a “Bacino Ongaro Inferiore - potenziamento dell'impianto idrovoro Valle Tagli per aumentare la capacità di sollevamento idrovoro al di fuori del sistema Brian” (cod.SGP VE2AP087, CUP C51E14000230006) sono stati realizzati dal Consorzio di Bonifica Veneto Orientale con una spesa complessiva ammissibile di 886.500,00, come risulta dalla documentazione all’uopo trasmessa dal citato Consorzio;
  3. Di rideterminare in 886.500,00 il contributo regionale assegnato al Consorzio di Bonifica Veneto Orientale con sede legale a S. Donà di Piave (VE) per la realizzazione dell’intervento di cui al punto 2;
  4. Di accertare in 113.469,67 il saldo da liquidare all’Ente Consorziale per l’intervento in argomento, a cui si farà fronte con il finanziamento della Regione del Veneto assegnato con il decreto di impegno di spesa n. 172/2016;
  5. Di liquidare per la causale in argomento la somma di 113.469,67 a favore del citato Consorzio, a valere sul sull’impegno n. 3609/2018, approvato con DGR n. 484 del 17/04/2018 a seguito del R.O. al 31/12/2017, sul capitolo di spesa 102158;
  6. Di accertare, così come specificato in premessa, una minore spesa di € 13.500,00 sull’impegno di spesa n. 3609/2018 capitolo 102158 e una minor entrata di € 13.500,00 sull’accertamento n. 1129/2018 capitolo 100349.
  7. Di trasmettere alla Direzione Bilancio e Ragioneria, per il tramite dell’Autorità di Gestione del PAR FSC 20017-2013 Direzione Programmazione Unitaria, il presente decreto, per gli adempimenti di competenza;
  8. Di pubblicare integralmente il presente Decreto nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto.

Marco Puiatti

Torna indietro