Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 50 del 25/05/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 50 del 25/05/2018
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 50 del 25 maggio 2018


Materia: Appalti

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE ACQUISTI AFFARI GENERALI E PATRIMONIO n. 179 del 14 maggio 2018

Procedura di alienazione a mezzo trattativa privata avente per scadenza il giorno 10.05.2018 ore 12.00 per l'alienazione dell'immobile di proprietà regionale sito in Comune di Verona, Via Belgio 6, denominato "Ex CFP". Presa atto trattativa privata deserta.

Note per la trasparenza

I procedimenti di asta pubblica, relativi alla alienazione dell’immobile di proprietà regionale, sito in Comune di Verona, Via Belgio 6, denominato “Ex CFP”, si sono conclusi negativamente. Nel rispetto delle procedure disciplinate dalla legge 18.03.2011 n.7, art.16, come modificato dall’art. 26 della L.R. 30.12.2016, n. 30, in attuazione delle DDGGRR n. 339/2016 e n. 121/2017, con decreto n. 71 del 02.03.2018 si sono riaperti i termini della trattativa privata. Con il presente provvedimento si prende atto che la riapertura dei termini della trattativa privata del 10.05.2018, è andata deserta.

Il Direttore

PREMESSO CHE:

  • la Regione del Veneto sta dando attuazione al Piano di Valorizzazione e/o Alienazione degli immobili di proprietà regionale e dei propri Enti strumentali, per i quali siano venuti meno la destinazione a pubblico servizio o l’interesse all’utilizzo istituzionale, nel rispetto delle procedure previste dall’art. 16 della L.R. 7/2011, come modificato dall’art. 26 della legge 30.12.2016, n.30;
  • con provvedimento n. 108/CR del 18.10.2011 sono state approvate le linee guida della proposta di Piano e conseguentemente, all’esito della ricognizione sulla consistenza ed entità dei beni, i possibili scenari per la loro valorizzazione;
  • il processo di attuazione del Piano è già stato oggetto delle DGR n. 957 del 05.06.2012, n. 1486 del 31.07.2012, n. 2118 del 23.10.2012, n. 810 del 04.06.2013 e n. 339 del 24.03.2016. Con deliberazione n. 102/CR del 01.12.2015 e n. 340 del 24.03.2016 la Giunta regionale ha peraltro incluso nel Piano ulteriori cespiti, autorizzandone la classificazione nel patrimonio disponibile;
  • per quanto attiene l’ex CFP di Verona, gli esperimenti d’asta pubblica finalizzati alla vendita hanno avuto tutti esito negativo;
  • da ultimo, come da verbale in data 24.06.2016, è andata deserta anche la procedura a mezzo trattativa privata, esperita ai sensi della DGR n. 339/2016, a partire dal prezzo di perizia dell’Agenzia delle Entrate, datata 28.04.2015, nell’importo di € 2.040.000,00;

CONSIDERATO il nuovo quadro normativo che si è delineato a seguito delle modifiche intervenute all’art. 16 della L.R. n. 7/2011, ai sensi dell’art. 26 della L.R. n. 30/2016 la Giunta Regionale, con DGR n. 121 del 07.02.2017, ha autorizzato il ricorso a trattativa diretta del bene in parola, fermo restando che il prezzo di realizzo non può essere inferiore oltre il 25% del valore attribuito allo stesso tramite perizia di stima;

DATO ATTO che:

  • con il medesimo provvedimento n. 121 del 07 febbraio 2017 la Giunta regionale ha autorizzato il Direttore della Direzione Acquisti AA.GG. e Patrimonio agli adempimenti conseguenti;
  • il più probabile valore di mercato dell’immobile denominato “ex CFP Verona”, sito in Comune di Verona, Via Belgio n. 6 desunto dalla più recente stima, è pari ad € 2.040.000,00 e che il prezzo di realizzo non può essere inferiore oltre a € 1.530.000,00, atteso che il diverso valore richiamato nelle premesse del predetto provvedimento n. 121/2017 deriva esclusivamente da un mero errore materiale;
  • l’ alienazione riguarda esclusivamente il bene censito al catasto terreni al Fg. 328, mapp. 210 e al NCEU al medesimo Foglio 328, particella 210 e non il retrostante magazzino;
  • con decreto n. 56 del 21.02.2017 il Direttore della Direzione Acquisti AA.GG. e Patrimonio, ha rinnovato la procedura di trattativa privata l’alienazione dell’immobile, ed ha approvato l’avviso di asta indicante quale termine per la presentazione delle offerte per la prima asta il giorno 29.06.2017, successivamente con decreto n.276 del 30.06.2017 il Direttore della Direzione Acquisti AA.GG. e Patrimonio ha preso atto che l’esperimento di trattativa privata avente per scadenza il giorno 29.06.2017 è andato deserto;
  • con decreto n. 382 del 29.08.2017 il Direttore della Direzione Acquisti AA.GG. e Patrimonio, ha rinnovato la procedura di trattativa privata l’alienazione dell’immobile, ed ha approvato l’avviso di asta indicante quale termine per la presentazione delle offerte per la prima asta il giorno 14.11.2017, riapertura dei termini andata deserta visto il decreto n. 538 del 16.11.2017, n. 538 del 16.11.2017 del Direttore della Direzione Acquisti AA.GG. e Patrimonio;
  • con decreto n. 567 del 04.12.2017 il Direttore della Direzione Acquisti AA.GG. e Patrimonio, ha riaperto i termini della trattativa privata per l’alienazione dell’immobile, ed ha approvato l’avviso di asta indicante quale termine per la presentazione delle offerte per la prima asta il giorno 20.02.2018 , successivamente con decreto n.56 del 21.02.2018 il Direttore della Direzione Acquisti AA.GG. e Patrimonio ha preso atto che l’esperimento di trattativa privata avente per scadenza il giorno 20.02.2018 è andato deserto;
  • con decreto n. 71 del 02.03.2018 2017 il Direttore della Direzione Acquisti AA.GG. e Patrimonio, ha riaperto i termini della trattativa privata per l’alienazione dell’immobile e fissato i termini per la presentazione delle offerte il giorno 10.05.2018;

CONSIDERATO che non è pervenuta nessuna offerta, pertanto la trattativa privata avente per scadenza il giorno 10.05.2018, è andata deserta;

VISTA la L.R. 54/2012;

VISTA la L.R. 18/2006;

VISTA la L.R. 7/2011, all’art.16 comma 6 e 7, come modificati con L.R. n. 30/2016;

VISTE le DDGGRR n.108/CR del 18.10.2011, n. 957 del 05.06.2012, n. 1486 del 31.07.2012, n. 2118 del 23.10.2012, n. 810 del 04.06.2013, n.174/CR/2013, n. 2348 del 16.12.2014 e n.1298 del 28.09.2015, n.189 del 23.02.2016, n.339 del 24.03.2016, n. 763 del 27.05.2016, n. 121 del 07.02.2017;

VISTI i decreti n. 56 del 21.02.2017, n. 276 del 30.06.2017, n. 382 del 29.08.2017, n. 538 del 16.11.2017, n. 567 del 04.12.2017, n. 56 del 21.02.2018 e n. 71 del 02.03.2018 del Direttore della Direzione Acquisti AA.GG. e Patrimonio;

VISTA la documentazione agli atti;

decreta

  1. di prendere atto che la riapertura dei termini della trattativa privata del giorno 11.05.2018 ore 10.00, per l’alienazione dell’immobile di proprietà regionale denominato “ex CFP Verona”, sito in Comune di Verona, Via Belgio n. 6, è andata deserta;
  2. di pubblicare il presente atto nel sito internet della Regione del Veneto nella sezione “Bandi, Avvisi e Concorsi” allegato all’avviso di trattativa privata;
  3. di dare atto che il presente decreto non comporta spesa carico del bilancio regionale;
  4. di pubblicare integralmente il presente atto nel Bollettino ufficiale della Regione del Veneto.

Giulia Tambato

Torna indietro