Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 52 del 29/05/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 52 del 29/05/2018
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 52 del 29 maggio 2018


Materia: Difesa del suolo

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE DIFESA DEL SUOLO n. 81 del 15 marzo 2018

Interventi per la laminazione delle piene mediante bacino di laminazione e per la sistemazione del torrente Tasso nei Comuni di Caprino Veronese e Affi (VR). (ID. Piano 988 - 989 - 990). CUP H53G16000130001. Impegno di spesa per complessivi E.231.155,36.

Note per la trasparenza

Il presente provvedimento autorizza l'impegno di spesa per complessivi E.231.155,36 nell'ambito degli interventi per la laminazione delle piene e la sistemazione del torrente Tasso nei Comuni di Caprino Veronese e Affi (VR).

Il Direttore

PREMESSO che con l’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri (OPCM) n. 3906 del 13 novembre 2010 e s.m.i. sono state dettate le disposizioni concernenti il superamento dell’emergenza derivante dagli eventi alluvionali che hanno colpito la Regione Veneto nei giorni 31 ottobre – 2 novembre 2010 e le norme per la realizzazione delle iniziative finalizzate alla sollecita attuazione degli interventi e alla rimozione delle situazioni di pericolo, con conseguente nomina del Commissario straordinario per la gestione della situazione emergenziale;

DATO ATTO che ai sensi dell’art. 3, comma 2, del D.L. n. 59/2012, convertito con modificazioni nella Legge 12 luglio 2012, n. 100 l’attività Commissariale è cessata in data 30 novembre 2012;

DATO ATTO altresì che con OCDPC n. 43 del 24 gennaio 2013, pubblicata sulla G.U. n. 28 del 02/02/2013, veniva individuata la Regione del Veneto quale amministrazione competente al coordinamento delle attività necessarie al completamento degli interventi da eseguirsi per fronteggiare i danni conseguenti all’evento calamitoso in argomento, nonché assegnata la titolarità della Contabilità Speciale n. 5458 contenente le risorse necessarie a far fronte all’emergenza stessa;

VISTO il comma 488 dell’articolo 1 della legge di stabilità n. 208/2015, con cui la durata della Contabilità Speciale n. 5458 di cui all’OCDPC n. 43/2013, è stata da ultimo prorogata fino al 31/12/2016;

VISTA la nota Dipartimentale prot. n. DPC/CG66091 del 29/11/2016, poi ribadita con prot. n. DPC/CG68097 del 09/12/2016, con la quale il Dipartimento di Protezione Civile, stante l’imminente scadenza della predetta contabilità speciale, non più prorogabile ai sensi della Legge 225/1992 e s.m.i., ha fornito indicazioni per il definitivo subentro della Regione nelle attività in argomento;

VISTA la DGR n. 6 del 10/01/2017 con la quale, a seguito dell’intervenuta naturale scadenza della suddetta Contabilità Speciale, sono state definite le modalità operative per il passaggio al regime ordinario delle attività ai sensi della citata nota Dipartimentale del 29/11/2016, ed in particolare individuato il Responsabile della Struttura di Progetto “Gestione post-emergenze connesse ad eventi calamitosi” quale Coordinatore nei rapporti con il Dipartimento della Protezione Civile di Roma;

DATO ATTO delle note del Responsabile della Struttura di Progetto “Gestione post-emergenze connesse ad eventi calamitosi” prot. n. 123126 del 27/03/2017 e n. 144358 dell’11/04/2017, con le quali sono state inoltrate al Capo Dipartimento di Protezione Civile la relazione analitica dello stato di attuazione delle attività programmate ai sensi delle OPCM n. 3906/2010 e OCDPC n. 43/2013 e la proposta di Piano integrativo da sottoporre all’approvazione Dipartimentale, al fine del trasferimento delle risorse giacenti nella Contabilità Speciale n. 5458 al bilancio regionale, che, come ribadito nella nota Dipartimentale del 29/11/2016 sopra citata, ai sensi dell’art 5, comma 4-quater, della L 225/92 e s.m.i, “non rilevano ai fini dei vincoli finanziari a cui sono soggetti le Regione e gli Enti locali”;

VISTO l’art. 9 ter del D.L. 20/06/2017, n. 91, convertito, con modificazioni, nella Legge 3 agosto 2017, n. 123 recante “Disposizioni per l’utilizzo delle disponibilità residue alla chiusura delle contabilità speciali in materia di protezione civile e trasferite alle regioni”;

VISTE le seguenti note Dipartimentali:

  • nota prot. n. RIA/0031048 del 08/05/2017 con la quale il Dipartimento di Protezione Civile ha comunicato l’approvazione del sopracitato Piano per la somma di € 30.538.466,93;
  • nota prot. n. RIA/0035743 del 26/05/2017 con la quale il Dipartimento di Protezione Civile ha espresso il nulla osta al trasferimento nel bilancio regionale delle risorse giacenti nella Contabilità Speciale n. 5458, che alla data del 21/06/2017 (come comunicato al Dipartimento con nota n. 230124 del 12/06/2017) sono state aggiornate nell’importo di € 128.972.766,32;

DATO ATTO che con ordinativo n. 142 in data 12/06/2017 sono state trasferite al bilancio della Regione Veneto, le risorse giacenti nella Contabilità Speciale n. 5458, di importo pari ad € 128.972.766,32, così ripartite in ragione delle competenze assunte dalle varie strutture regionali coinvolte:

  1. € 11.075.219,10 per le attività/interventi riferiti agli Enti locali, di cui alle OOCC n. 36/2011, n. 5-10/2012, DGR n. 2595/2013, DGR n. 2813/2014, DGR n. 693/2015, DGR n. 1708/2015 e DGR n. 6/2017, di competenza della Struttura di Progetto “Gestione post-emergenze connesse ad eventi calamitosi”;
  2. € 44.516.818,57 per le opere idrauliche, di cui alle OOCC n. 5-12-18-25/2011, DGR n. 2595/2013, DGR n. 1921/2014, DGR n. 693/2015, DGR n. 1708/2015, DGR n. 1861/2015 e DGR n. 6/2017, di competenza della Direzione Operativa - U.O. del Genio Civile regionale;
  3. € 73.380.728,65 per le opere di mitigazione del rischio ed un’opera idraulica del Consorzio di Bonifica Bacchiglione, di cui alle OOCC n. 7-8-13-14-15/2012, DGR n. 2813/2014, DGR n. 693/2015, DGR n. 1861/2015 e DGR n. 6/2017, di competenza della Direzione Difesa del Suolo;

DATO ATTO altresì che, per la gestione delle attività/interventi di competenza della Direzione Difesa del Suolo di cui al punto c) sopracitato è stato costituito, per il bilancio regionale, l’apposito capitolo di spesa n. 103427 denominato “Finanziamento degli interventi regionali di carattere strategico a seguito evento alluvionale – Investimenti fissi lordi e acquisto di terreni (Ordinanza 24/01/2013, n. 43)”, art. 008 “beni immobili”;

DATO ATTO che con Decreto n. 314 del 26/05/2016, il Direttore della Sezione Bacino Idrografico Adige PO Sezione di Verona ha approvato il progetto di fattibilità tecnica-economica relativa all’opera “Interventi per la laminazione delle piene mediante bacino di laminazione e per la sistemazione del torrente Tasso nei Comuni di Caprino Veronese e Affi (VR) - (Id. Piano 988-898-990) secondo il seguente quadro economico:

A) Lavori a base d’asta

9.354.259,84

di cui oneri per la sicurezza

445.440,94

B) SOMME A DISPOSIZIONE DELL’AMM.NE

 

 

Espropri e atti

1.700.000,00

IVA 22% su A)

2.057.937,17

Accantonamenti Incentivi art. 92 D.Lgs n. 163/2006

100.000,00

Service esterni (compr. Oneri contr. E IVA)

400.000,00

Interferenze

350.000,00

Imprevisti e arrotondamenti

37.802,99

Totale somme a disposizione dell’amministrazione

4.645.740,16

IMPORTO COMPLESSIVO

14.000.000,00

 

PRESO ATTO che:

  • durante la gestione commissariale sono state erogate risorse per € 34.013,60, a valere sulla Contabilità Speciale n. 5458 per attività rientranti nella voce “Service esterni”;
  • con DDR n. 361 del 20.10.2017 è stata impegnata la somma di € 41.770,36 per far fronte alle spese di progettazione.
  • Con DDR n. 451 del 04.12.2017 si è proceduto alla prenotazione del restante quadro economico di progetto rispettivamente:
    • Prenotazione n. 2002/2018 di € 924.216,04 sul capitolo 103427 “Finanziamento degli interventi regionali di carattere strategico a seguito evento alluvionale – Investimenti fissi lordi e acquisto di terreni (Ordinanza 24/01/2013, n. 43)”, art. 008 “opere di sistemazione del suolo”e PdC 2.02.01.09.014.
    • Prenotazione n. 571/2019 di € 13.000.000,00 sul capitolo 103427 “Finanziamento degli interventi regionali di carattere strategico a seguito evento alluvionale – Investimenti fissi lordi e acquisto di terreni (Ordinanza 24/01/2013, n. 43)”, art. 008 “opere di sistemazione del suolo”e PdC 2.02.01.09.014.

PRESO ATTO che nell’ambito del progetto è necessario affidare alla ditta Beta Studio srl l’incarico per la redazione del progetto definitivo-esecutivo del torrente Tasso per un importo di € 48.468,16 e in base a quanto previsto dal decreto di affidamento, ed in base all’esigibilità della spesa, sarà necessario pagare la somma di € 48.468,16 nell’esercizio finanziario corrente;

PRESO ATTO che nell’ambito del progetto è necessario affidare alla ditta I.R.T. del geom. Giampaolo Boninsegna l’incarico per la attività di esecuzione di Rilievi Topografici per un importo di € 23.997,40 e in base a quanto previsto dalla convenzione, ed in base alla esigibilità della spesa, sarà necessario pagare la somma di € 23.997,40 nell’esercizio finanziario corrente;

PRESO ATTO che nell’ambito del progetto è necessario affidare all’ing. Paolo Marcon l’incarico per la attività di Sicurezza del Piano Particellare per un importo di € 43.545,22 e in base a quanto previsto dalla convenzione, ed in base alla esigibilità della spesa, sarà necessario pagare la somma di € 43.545,22 nell’esercizio finanziario corrente;

PRESO ATTO che nell’ambito del progetto è necessario affidare alla ditta Geotecnica Veneta srl l’incarico per la attività di Indagine Geognostica e Laboratorio per un importo di € 48.768,28 e in base a quanto previsto dalla convenzione, ed in base alla esigibilità della spesa, sarà necessario pagare la somma di € 48.768,28 nell’esercizio finanziario corrente;

PRESO ATTO che nell’ambito del progetto è necessario affidare al dott. Visciano Sergio l’incarico per la attività di uno studio geologico e geotecnico per un importo di € 21.770,00 e in base a quanto previsto dalla convenzione, ed in base alla esigibilità della spesa, sarà necessario pagare corrente la somma di € 21.770,00 nell’esercizio finanziario;

VISTO che nell’ambito del progetto è stato necessario affidare al dott. Benincà Gino l’incarico per uno studio paesaggistico e di VIA per un importo di € 44.599,30 e in base a quanto previsto dal decreto di affidamento , ed in base alla esigibilità della spesa, sarà necessario pagare la somma di € 44.599,30 nell’esercizio corrente;

CONSIDERATO che gli impegni da assumere trovano copertura sulla prenotazione 2002/2018 del cap. 103427, art. 008 “opere di sistemazione del suolo” e PdC 2.02.01.09.014;

RITENUTO di procedere, per le motivazioni sopra esposte e dando seguito alle attività già avviate con la gestione Commissariale Alluvione 2010 all’impegno di € 48.468,16 a favore di Beta Studio srl, di € 23.997,40 a favore di I.R.T. del geom. Giampaolo Boninsegna, di € 43.545,22 a favore dell’ ing. Paolo Marcon, di € 48.768,28 a favore di Geotecnica Veneta srl, di € 21.777,00 a favore del dott. Visciano Sergio, di € 44.599,30 a favore del dott. Benincà Gino, tutti aventi anno di esigibilità 2018 ;

DATO ATTO che all’importo complessivo di € 231.155,36 si dispone l’impegno a valere sulla prenotazione 2002/2018 nel seguente modo:

Anno esigibilità impegno

Importo impegnato €

Beneficiario

Anagrafica

Capitolo di spesa n.

Articolo

CIG

2018

23.997,40

I.R.T. Geom. Giampaolo Boninsegna

101139

103427

art. 008 e PdC 2.02.01.09.014

ZD419B49DF

2018

48.468,16

Beta Studio Srl

9798

103427

art. 008 e PdC 2.02.01.09.014

Z49213D2FA

2018

43.545,22

Ing. Paolo Marcon

159914

103427

art. 008 e PdC 2.02.01.09.014

Z731A5EFE7

2018

48.768,28

Geotecnica Veneta Srl -

20416

103427

art. 008 e PdC 2.02.01.09.014

ZE21A5F068

2018

21.777,00

dott. geol. Sergio Visciano

97410

103427

art. 008 e PdC 2.02.01.09.014

ZAB1B03CC5

2018

44.599,30

dott. agr. Gino Benincà

145294

103427

art. 008 e PdC 2.02.01.09.014

Z9E1246C32

 

CONSIDERATO che tali importi saranno liquidati su presentazione di regolare fattura;

DATO ATTO che il capitolo su cui verranno disposti gli impegni di spesa è costituito da risorse aventi destinazione vincolata;

CONSIDERATO che:

  • la copertura finanziaria dell’obbligazione di cui al presente provvedimento è assicurata, ai sensi dell’art. 53 del D. Lgs n. 118/2011 e dell’Allegato 4/2, dall’accertamento in entrata n. 1988 in data 06/09/2017 disposto con Decreto del Responsabile della Struttura di Progetto “Gestione post-emergenze connesse ad eventi calamitosi” n. 10 in data 04/09/2017, a valere sul capitolo di entrata 101103 “Assegnazioni di fondi dal Soggetto responsabile OCDPC 43/2013 per il subentro della Regione Veneto nelle iniziative finalizzate al superamento dell’emergenza inerente agli eventi alluvionali che hanno colpito il territorio della Regione Veneto nei giorni dal 31 ottobre al 2 novembre 2010 (Ordinanza 24/01/2013, n. 43)”, come da prenotazione n. 2002/2018 assunta con DDR 451/2017;
  • la spesa di cui si dispone l’impegno con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni di cui alla L.R. n. 1/2011;
  • l’obbligazione derivante dal presente impegno ha natura commerciale;
  • tale programma di pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di cassa e con le regole di finanza pubblica;

VISTI

  • l’OPCM n. 3906 del 13 novembre 2010;
  • l’ O.C.D.P.C. n. 43 del 24/01/2013;
  • il Decreto n. 9 del 21/01/2016 della Sezione Sicurezza e Qualità;
  • la DGR n. 1861 del 23/12/2015;
  • la L.R. n. 39/2001 per quanto applicabile;
  • il D.Lgs n. 118/2011
  • la L.R. 07/11/2003, n. 27;
  • la L.R. 47 del 29/12/2017 che approva il “Bilancio di Previsione 2018-2020”;
  • la DGR n. 81 del 26.01.2018 che approva le direttive per la gestione del “Bilancio di previsione 2018-2020”

decreta

1.  di dare atto che quanto riportato in premessa costituisce parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.

2.  di impegnare a valere sulla prenotazione 2002/2018, assunta con DDR 451/2017 sul capitolo di spesa n. 103427 “Finanziamento degli interventi regionali di carattere strategico a seguito evento alluvionale – Investimenti fissi lordi e acquisto di terreni (Ordinanza 24/01/2013, n. 43)” del bilancio regionale corrente , l’importo complessivo di € 231.155,36, art. 008 – PdC 2.02.01.09.014 “opere di sistemazione del suolo”, a favore di Beta Studio Srl per l’importo di € 48.468,16, di € 23.997,40 a favore di I.R.T. del geom. Giampaolo Boninsegna, di € 43.545,22 a favore dell’ ing. Paolo Marcon, di € 48.768,28 a favore di Geotecnica Veneta srl, di € 21.777,00 a favore del dott. Visciano Sergio, di € 44.599,30 a favore del dott. Benincà Gino, come riepilogato nell’allegato A, relativo alle prestazioni nell’ambito di “Interventi per la laminazione delle piene mediante bacino di laminazione e per la sistemazione del torrente Tasso nei Comuni di Caprino Veronese e Affi (VR).”(Id. Piano 988-989-990).

3.  di dare atto che, secondo il crono programma di esigibilità, l’obbligazione, perfezionatasi con il presente provvedimento, deve essere imputata, in termini di spesa, nella seguente annualità del bilancio regionale con i rispettivi importi di seguito indicati:

Anno esigibilità impegno

Importo impegnato €

Beneficiario

Anagrafica

Capitolo di spesa n.

Articolo

CIG

2018

23.997,40

I.R.T. Geom. Giampaolo Boninsegna

101139

103427

art. 008 e PdC 2.02.01.09.014

ZD419B49DF

2018

48.468,16

Beta Studio Srl

9798

103427

art. 008 e PdC 2.02.01.09.014

Z49213D2FA

2018

43.545,22

Ing. Paolo Marcon

159914

103427

art. 008 e PdC 2.02.01.09.014

Z731A5EFE7

2018

48.768,28

Geotecnica Veneta Srl -

20416

103427

art. 008 e PdC 2.02.01.09.014

ZE21A5F068

2018

21.777,00

dott. geol. Sergio Visciano

97410

103427

art. 008 e PdC 2.02.01.09.014

ZAB1B03CC5

2018

44.599,30

dott. agr. Gino Benincà

145294

103427

art. 008 e PdC 2.02.01.09.014

Z9E1246C32

 

4.  di dare atto che gli importi impegnati con il presente provvedimento fanno riferimento all’accertamento, ai sensi dell’art. 53 del D. Lgs. n. 118/2011 e dell’Allegato 4/2, dall’accertamento in entrata n. 1988 in data 05/09/2017 disposto con Decreto del Responsabile della Struttura di Progetto “Gestione post-emergenze connesse ad eventi calamitosi” n. 10 in data 04/09/2017, a valere sul capitolo di entrata 101103 “Assegnazioni di fondi dal Soggetto responsabile OCDPC 43/2013 per il subentro della Regione Veneto nelle iniziative finalizzate al superamento dell’emergenza inerente agli eventi alluvionali che hanno colpito il territorio della Regione Veneto nei giorni dal 31 ottobre al 2 novembre 2010 (Ordinanza 24/01/2013, n. 43)”;

5.  di incaricare la Direzione Difesa del Suolo alle liquidazioni degli importi su presentazione di regolare fattura.

6.  di dare atto che la spesa di cui si dispone l’impegno con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni di cui alla L.R. 1/2011.

7.  di dare atto che l’obbligazione derivante dal presente impegno ha natura commerciale.

8.  di dare atto che verranno comunicate al beneficiario le informazioni relative all’impegno (co.7 art. 56 D.Lgs 118/2011).

9.  di attestare che le obbligazioni derivanti dal presente provvedimento sono perfezionate ed esigibili nell’esercizio finanziario corrente e che la copertura finanziaria risulta essere completa fino al V livello del PdC

10.  di dare atto che tale programma di pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di cassa e con le regole di finanza pubblica.

11.  di dare atto che ai sensi dell’art 5, comma 4-quater, della L 225/92 e s.m.i, e come ribadito nella nota Dipartimentale del 29/11/2016 sopra citata, il trasferimento delle risorse giacenti dalla contabilità speciale n. 5458 al bilancio regionale “non rilevano ai fini dei vincoli finanziari a cui sono soggetti le Regione e gli Enti locali”, secondo le indicazioni di cui all’art. 9 ter del D.L. 20/06/2017, n. 91, convertito, con modificazioni, nella Legge 3 agosto 2017, n. 123 recante “Disposizioni per l’utilizzo delle disponibilità residue alla chiusura delle contabilità speciali in materia di protezione civile e trasferite alle regioni”.

12.  di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’ articolo 23 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33.

13.  di dare atto che l’intervento rientra tra gli obiettivi del DEFR da monitorare e che il codice da imputare all’obbligazione è il seguente: 09.01.01 “Realizzare opere infrastrutturali per la sicurezza del rischio idraulico”.

14.  di trasmettere il presente provvedimento alla Direzione Ragioneria e Bilancio, per gli adempimenti di propria competenza.

15.  di pubblicare integralmente il presente Decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione e sul sito internet della Regione del Veneto all’apposita sezione dedicata nell’area delle Gestioni Commissariali e Post Emergenziali.

Marco Puiatti

Torna indietro