Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 16 del 16/02/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 16 del 16/02/2018
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 16 del 16 febbraio 2018


Materia: Demanio e patrimonio

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE ACQUISTI AFFARI GENERALI E PATRIMONIO n. 527 del 14 novembre 2017

Lavori di realizzazione della pista ciclopedonale dell'ultimo miglio sul sedime della ex Ferrovia Treviso Ostiglia ubicato in Comune di Treviso, a valere sul 'PAR FSC Veneto 2007-2013 Attuazione Asse 4 Mobilità sostenibile Linea di intervento 4.4. Piste Ciclabili'. Approvazione perizia suppletiva e di variante al progetto esecutivo. Progetto 'Green Tour Verde in Movimento - Realizzazione ultimo Miglio ex Ferrovia Treviso Ostiglia' SGP VE44P010 CUP H45I15000050008 - CIG 6836053963. Impegno di spesa di Euro 170.598,22 IVA inclusa sul bilancio di esercizio 2017 relativo ai costi per la perizia suppletiva e prenotazione dell'importo residuo del quadro economico di spesa del progetto. L.R.39/2001.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento, acquisito il voto favorevole della Commissione Tecnica regionale competente per materia, si approva la perizia suppletiva e di variante relativa ai lavori in oggetto proposta dal R.U.P .e si procede al relativo impegno di spesa sul bilancio per l'esercizio 2017, nonché alla prenotazione di spesa per le restanti somme del quadro economico.

Estremi dei principali documenti dell'istruttoria: Nota Area Tecnica srl 06.10 2017; Note Responsabile Unico Procedimento 12.10.2017 prott. n. 427068 e 427676.

Il Direttore

Premesso che:

  • la Giunta Regionale con deliberazione n. 2049 del 23.12.2015 ha approvato il finanziamento dei lavori finalizzati alla realizzazione dell’ultimo miglio sul sedime della ex Ferrovia Treviso Ostiglia, ubicato in Comune di Treviso, a valere sul “ PAR FSC Veneto 2007-2013 Attuazione Asse 4 Mobilità sostenibile Linea di intervento 4.4. Piste Ciclabili”, per un importo complessivo pari ad Euro 2.500.000,00;
  • la allora Sezione Demanio, Patrimonio e Sedi è stata individuata quale soggetto attuatore dell’intervento, da realizzarsi nell’ambito della più complessiva attuazione del Progetto strategico regionale “Green Tour Verde in Movimento”, approvato con DGR 583/2014;
  • con decreto n. 10 del 11.02.2016 è stato nominato quale Responsabile Unico del Procedimento, per l’affidamento dei lavori in questione, l’Avv. Enrico Specchio, ora Direttore della Direzione Enti Locali e Strumentali, in precedenza Dirigente del Settore Demanio e Patrimonio, che esercita i poteri e le funzioni riconosciute per legge al R.U.P.;
  • il progetto esecutivo dei lavori è stato approvato con Decreto della scrivente Direzione n.154 del 02.12.2016;
  • all’esito delle procedure di gara i lavori sono stati aggiudicati in via definitiva, con decreto della scrivente Direzione n.101 in data 14.03.2017, a favore del raggruppamento temporaneo di imprese tra Brussi Costruzioni srl, (capofila mandataria) Romano Dino SRL, LF Costruzioni SRL, Petrucco Italia Srl e Mura Srl che ha offerto un prezzo pari ad Euro 970.690,87 ed una riduzione dei tempi di realizzazione dei lavori pari a giorni 123;
  • con proprio decreto n. 127 in data 30.03.2017 è stato aggiudicato in via definitiva ad Area Tecnica Srl l’incarico di direzione lavori e coordinamento in fase di sicurezza dell’opera in oggetto;
  • nell’ambito della organizzazione dei lavori così aggiudicati, è prevista la realizzazione di tre importanti opere d’arte infrastrutturali;
  • in relazione ad alcune di queste, nell’ambito della loro esecuzione sono state emesse dagli organi tecnici coinvolti delle prescrizioni che hanno reso necessario procedere ad alcune modifiche realizzative;
  • in tal senso il R.U.P. ha dato ordine alla Direzione Lavori di redigere una perizia di variante atta a recepire tali prescrizioni;
  • la Direzione lavori ha proceduto alla redazione della perizia di variante e suppletiva che è stata sottoposta all’esame della Commissione Tecnica regionale decentrata in materia di lavori pubblici, la quale con voto n.239 in data 27.10.2017 ha dato parere favorevole;
  • si tratta quindi con il presente atto di procedere alla approvazione della suddetta perizia, alla rimodulazione del quadro economico ed all’impegno delle relative somme necessarie per l’esecuzione dei lavori di cui alla perizia pari ad Euro 170.588,22 (IVA 10% inclusa);

Dato atto che:

  • in base a quanto previsto dal paragrafo 5.3 dell’Allegato 4/2 del D.lgs. 118/2011 ss.mm.ii. la spesa derivante dal presente provvedimento risulta interamente esigibile nell’esercizio finanziario 2017;
  • alla spesa per i lavori e le attività in argomento si farà fronte con le risorse a disposizione a carico del capitolo n.102456/U “Programmazione FSC 2007-2013 - Asse prioritario 4 PAR FSC 2007-2013: Interventi per la mobilità sostenibile - Investimenti fissi lordi e acquisto di terreni (del. CIPE 21.12.2007, n.166 - del. CIPE 06.03.2009, n.1 – del CIPE 11.01.2011, n.1 - del. CIPE 20.01.2012, n.9 - D.G.R. 16.04.2013, n.487) relativo all'Asse 4 del PAR FSC 2007-2013 – art. 008, codice P.d.C. U.2.02.01.09.012 Infrastrutture stradali - CUP H45I15000050008 - CIG 6836053963, con imputazione nell’esercizio finanziario 2017;
  • le risorse iscritte sul capitolo di spesa 102456/U risultano correlate al capitolo di entrata 100349/E “Assegnazione statale per la programmazione FSC 2007-2013 (del. CIPE 21.12.2007, n.166 - del. CIPE 06.03.2009, n.1 - del. CIPE 11.01.2011, n.1 - del. CIPE 20.01.2012, n.9)” assegnato alla responsabilità di budget della Direzione Programmazione Unitaria e l’accertamento in entrata delle risorse iscritte sul detto capitolo risulta riconducibile a quanto previsto al paragrafo 3.6 lettera c) dell’Allegato n. 4/2 del D.lgs. 118/2011, che prevede che per i trasferimenti “a rendicontazione” da parte di soggetti che non adottano il medesimo principio della contabilità finanziaria, l’ente beneficiario, a seguito della formale deliberazione da parte dell’ente erogante dell’assegnazione delle risorse, accerta l’entrata negli esercizi “in cui l’ente beneficiario stesso prevede di impegnare la spesa cui il trasferimento è destinato (sulla base del crono programma), in quanto il diritto di riscuotere il contributo (esigibilità) sorge a seguito della realizzazione della spesa, con riferimento alla quale la rendicontazione è resa”;
  • a valere sulle risorse stanziate sul capitolo 102456/U sono stati già assunti gli impegni di spesa per complessivi Euro 1.351.228,17 per gli affidamenti effettuati con DDR n. 35/2016 (per Euro 13.829,92), con DDR n. 48/2016 (per Euro 93.563,40), con DDR n. 137/2016 (per Euro 36.430,43), con DDR 101/2017( per Euro 1.150.365,46), con DDR n.127/2017 ( per Euro 48.860,08), con DDR n.323/2017 ( per Euro.3.298,88) e con DDR 418/2017 ( per Euro 4.880,00);

Viste le note prot. n. 329517 del 01.09.2016 e n. 29184 del 25.01.2017 della Direzione Programmazione Unitaria, con cui si autorizza, tra le altre, la Direzione Acquisti AA.GG. e Patrimonio ad assumere gli impegni di spesa per l’attuazione dell’intervento in oggetto nel limite degli importi programmati e con cui si delega alla registrazione, in sede di impegno, dei relativi accertamenti in entrata delle risorse FSC sul capitolo 100349/E, destinate all’attuazione degli interventi finanziati, ai fini della corretta applicazione di quanto previsto dal paragrafo 3.6 del Principio contabile applicato della competenza finanziaria previsto dal D.Lgs. 118/2011 per l’accertamento delle risorse derivanti da trasferimenti statali che costituiscono “contributi rendicontazione”;

Considerato che la disponibilità delle risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione deriva dal provvedimento di assegnazione delle risorse al PAR Regione Veneto, adottato l’1.8.2012 dall’ex Direzione Generale per la Programmazione Regione Unitaria Nazionale (DGPRUN) del Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica in attuazione del punto 3.1.3 della delibera CIPE n. 166/2007 e s.m. e i. e ai sensi del combinato disposto dei punti 2.10 e 2.12 della delibera CIPE n. 1/2009, registrato alla Corte dei Conti il 22/08/2012, registro n. 10, foglio n. 17, struttura ora incardinata presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri con la denominazione Dipartimento per le politiche di coesione;

Considerato che si rende necessario procedere alla prenotazione dell’impegno di spesa per la restante parte del quadro economico finanziato, in considerazione dell’avanzamento dello stato dei lavori;

Dato atto che l’ obbligazione di cui al presente atto è perfezionata, si configura quale debito commerciale e non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. n. 1/2011;

Visto il D.Lgs. 50/16 e s.m. e i.;

Visto il D.P.R. 207/2010;

Viste le LL.RR. 39/01, 27/2003 e 54/2012;

Visto il D.Lgs. n. 118/2011;

Visti i Ddr nn. 10, 12, 37 e 154/2016;

Visto il proprio decreto n.101 del 14.03.2017;

Vista la L.R. n. 32 del 30.12.2016 di approvazione del bilancio pluriennale 2016 – 2019;

Visto il D.Lgs. n. 33 del 14.03.13, "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle PP.AA;

Viste le modalità attuative e di monitoraggio previste nel “Manuale per il sistema di gestione e controllo” e il “Manuale operativo delle procedure” per gli interventi finanziati nell’ambito del PAR FSC 2007-2013;

Viste le “Direttive per la gestione del bilancio di previsione 2017-2019” approvate con DGR n. 108 del 07/02/2017;

Vista le note del RUP avv. Enrico Specchio in data 12.10.2017 prot.n. 427068 e 427676;

Vista la nota della Area Tecnica srl in data 06.10.2017 di trasmissione della perizia suppletiva e di variante al progetto esecutivo;

Visto il voto favorevole n.239 del 27.10.2017 della Commissione Tecnica Regionale Decentrata lavori Pubblici di Treviso;

Vista la documentazione agli atti;

Attestata l'avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale;

decreta

  1. di considerare che le premesse formano parte integrante del presente provvedimento;
  2. di approvare la perizia suppletiva e di variante, acquisita agli atti della Direzione, relativa ai lavori di realizzazione della pista ciclopedonale dell’ultimo miglio sul sedime della ex Ferrovia Treviso Ostiglia ubicato in Comune di Treviso, a valere sul “ PAR FSC Veneto 2007-2013 Attuazione Asse 4 Mobilità sostenibile Linea di intervento 4.4. Piste Ciclabili ”Progetto strategico regionale “Green Tour Verde in Movimento”;
  3. di approvare il seguente nuovo quadro economico dei lavori in oggetto:

 

A LAVORI:

             
               

A1

 

importo dei lavori a corpo

       

 € 1.125.780,16

A2

 

oneri per la sicurezza

       

 € 75.095,91

               
   

TOTALE LAVORI

(A1 + A2)

     

 € 1.200.876,07

               

B SOMME A DISPOSIZIONE:

         
               

B1

 

Acquisizione aree

       

 € 150.000,00

               

B2

 

Spese generali e somme rese disponibili a seguito della redazione del

progetto esecutivo

 

 € 451.800,92

       
               

B3

 

Imprevisti ed opere in economia

     

 € 273.525,66

               

B4

 

Spese tecniche di progettazione e D.L.

     

 € 188.709,74

               

B5

 

Rilievi, indagini specialistiche e collaudi

     

 € 45.000,00

               

B6

 

Importo relativo all'incentivo di cui art. 113, comma 2 - Dgs 50/2016

 

 € 37.000,00

               

B7

 

IVA al 10% sui lavori (A1+A2)

       

 € 120.087,61

               
   

IVA al 22% sull'acquisizione delle aree (B1)

     

 € 33.000,00

               
   

 TOTALE SOMME A DISPOSIZIONE

   

 € 1.299.123,93

               
               
   

 TOTALE GENERALE

     

 € 2.500.000,00

 

  1. di impegnare a favore di Brussi Costruzioni srl capofila mandataria, C.F./P.Iva 00190560268, corrente in Via Foscarini 2/A Nervesa della Battaglia (TV) la somma complessiva di Euro 170.598,22 ( IVA 10% inclusa), a carico del capitolo n. n.102456/U “Programmazione FSC 2007-2013 - Asse prioritario 4 PAR FSC 2007-2013: Interventi per la mobilità sostenibile - Investimenti fissi lordi e acquisto di terreni (del. CIPE 21.12.2007, n.166 - del. CIPE 06.03.2009, n.1 - del CIPE 11.01.2011, n.1 - del. CIPE 20.01.2012, n.9 - D.G.R. 16.04.2013, n.487) relativo all'Asse 4 del PAR FSC 2007- art.008, codice P.d.C. U.2.02.01.09.012 Infrastrutture stradali - CUP H45I15000050008 - CIG 6836053963, con imputazione nell’esercizio finanziario 2017 del Bilancio di previsione 2017-2019 che presenta sufficiente disponibilità;
  2. di procedere, per le motivazioni indicate nella premesse, all’accertamento per competenza della somma pari a Euro 170.598,22 a valere sulle risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2007-2013 iscritte sul capitolo di entrata n. 100349/E “Assegnazione statale per la programmazione FSC 2007-2013 (del. CIPE 21.12.2007, n.166 - del. CIPE 06.03.2009, n.1 - del. CIPE 11.01.2011, n.1 - del. CIPE 20.01.2012, n.9)” con codice P.d.C. E.4.02.01.01.003 nell’esercizio finanziario 2017 del bilancio di previsione 2017-2019, con soggetto debitore Presidenza del Consiglio dei Ministri (codice anagrafica 00037548), destinate, in base alla DGR n. 2049 del 23.12.2015, alla copertura delle spese relative al progetto VE44P010 (CUP C38I13000300008) della Linea 4.4 Piste Ciclabili del PAR FSC Veneto 2007-2013, derivanti dall’assegnazione di risorse disposta con il Provvedimento di messa a disposizione della risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione assegnate al PAR Regione Veneto, adottato il 01.08.2012 dell’ex Direzione Generale per la Programmazione Regione Unitaria Nazionale (DGPRUN) del Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica (struttura ora incardinata presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri con la denominazione Dipartimento per le politiche di coesione) in attuazione del punto 3.1.3 della delibera CIPE n. 166/2007 e s.m. e i. e ai sensi del combinato disposto dei punto 2.10 e 2.12 della Delibera CIPE n. 1/2009, registrato alla Corte dei Conti il 22.08.2012, registro n. 10, foglio n. 17;
  3. di dare atto che l’obbligazione di spesa ha la natura di debito commerciale e non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. n. 1/2011;
  4. di dare atto che le obbligazioni derivanti dal presente provvedimento risultano perfezionate, sono esigibili entro l’anno corrente e che la copertura finanziaria risulta completa fino al V livello del piano dei conti;
  5. di prenotare la somma complessiva pari ad Euro 978.004,28 per dare copertura all’intero quadro economico, al netto dell’importo di Euro 169,33 relativo a spese dovute a imprevisti che si prevede di non utilizzare, sul bilancio 2017-2019 nell’esercizio finanziario 2017 che presenta sufficiente disponibilità sul capitolo 102456/U “Programmazione FSC 2007-2013 - Asse prioritario 4 PAR FSC 2007-2013: Interventi per la mobilità sostenibile - Investimenti fissi lordi e acquisto di terreni (del. CIPE 21.12.2007, n.166 - del. CIPE 06.03.2009, n.1 - del. CIPE 11.01.2011, n.1 - del. CIPE 20.01.2012, n.9 - D.G.R. 16.04.2013, n.487) relativo all'Asse 4 del PAR FSC 2007 CUP H45I15000050008 - CIG 6836053963 imputando la spesa come segue:
  • Euro 779.036,32 sull’art.008 “Beni immobili”, codice P.d.C. U.2.02.01.09.012 “Infrastrutture stradali”;
  • Euro 150.000,00 sull’art. 012 “Terreni”, codice P.d.C. U. 2.02.02.01.999 “Altri terreni n.a.c.”;
  • Euro 48.967,96 sull’art.018, codice P.d.C. U.2.02.03.05.001 “Incarichi professionali per la realizzazione di investimenti”

rinviando a proprio successivo provvedimento l’assunzione degli impegni di spesa;

  1. di provvedere alla liquidazione ed al pagamento dei suddetti lavori all’impresa aggiudicataria, su presentazione di fatture, per Stati di Avanzamento dei Lavori, previo accertamento e verifica della regolare esecuzione degli stessi, secondo quanto previsto dal contratto d’appalto;
  2. di dare atto che il programma dei pagamenti è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica;
  3. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’art. 23 del D.Lgs. 14.03.2013, n. 33;
  4. di pubblicare integralmente il presente atto sul Bollettino Ufficiale della Regione.

Giulia Tambato

Torna indietro