Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 2 del 05/01/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 2 del 05/01/2018
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 2 del 05 gennaio 2018


Materia: Caccia e pesca

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE AGROAMBIENTE, CACCIA E PESCA n. 229 del 20 dicembre 2017

Interventi nel settore della pesca e dell'acquacoltura cofinanziati dal Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP). Programma Operativo Italia FEAMP 2014-2020. Approvazione della graduatoria delle domande di cotributo acquisite a seguito dell'apertura termini disposta con DGR n. 740/2017 a valere sulla misura 1.44 di cui al par. 1 lett d) "Efficienza energetica e mitigazione dei cambiamenti climatici" dell'art. 44 "Pesca nelle acque interne, flora e fauna nelle acque interne" del Reg. (UE) n. 508/2014. Concessione contributo.

Note per la trasparenza

Il presente decreto dispone, in esecuzione della Programmazione 2014-2020 cofinanziata dal FEAMP, l’approvazione della graduatoria e la contestuale concessione del contributo a favore dei soggetti che hanno presentato domanda a seguito del bando approvato con DGR n. 740/2017 e le cui iniziative sono risultate ammissibili all’aiuto previsto dal par. 1 lett. d) "Efficienza energetica e mitigazione dei cambiamenti climatici" dell’art. 44 del Reg. (UE) n. 508/2014.

Il Direttore

VISTO il Reg. (UE) n. 1303 del 17 dicembre 2013, relativo al Regolamento generale sui Fondi Strutturali e di Investimento Europei (SIE);

VISTO il Reg. (UE) n. 508 del 15 maggio 2014, relativo al Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP);

VISTO l’Accordo di Partenariato sui Fondi SIE approvato in data 29 ottobre 2014 con Decisione di Esecuzione n. C(2014) 8021 della Commissione Europea;

VISTO il Programma Operativo FEAMP 2014-2020 approvato in data 25 novembre 2015 con Decisione di Esecuzione n. C(2015) 8452 della Commissione Europea;

CONSIDERATI gli esiti della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome svoltasi a Roma in data 3 marzo 2016 in merito al riparto delle risorse finanziarie di parte regionale del FEAMP per il periodo 2014-2020;

VISTI i criteri di ammissibilità e di selezione afferenti alla misura 1.44 "Efficienza energetica e mitigazione dei cambiamenti climatici" di cui al par. 1 lett. d) dell’art. 44, Capo I, del richiamato Reg. (UE) n. 508/2014, approvati dal Comitato di Sorveglianza (CdS) FEAMP in data 3 marzo 2016;

VISTO l’Accordo Multiregionale del 9 giugno 2016 ai fini dell’attuazione coordinata degli interventi cofinanziati dal FEAMP nell’ambito del Programma Operativo (PO) FEAMP 2014-2020;

VISTA la DGR n. 740 del 29 maggio 2017, pubblicata sul BuRV n. 58 del 16 giugno 2017 che, per gli interventi afferenti alla richiamata misura 1.44 ha messo a bando risorse finanziarie per complessivi euro 39.633,00=;

VISTA la conclusione della fase istruttoria dei progetti acquisti a seguito del richiamato bando i cui esiti sono riportati nella graduatoria regionale di cui all’Allegato A, parte integrante del presente provvedimento, che individua:

- le domande ammissibili a contributo e finanziabili con le risorse messe a bando;

- le domande ammissibili a contributo ma non finanziabili con le risorse messe a bando;

- le domande non ammissibili a contributo;

VISTO il paragrafo 5 “Linee guida per la selezione” dell’Allegato A “Disposizioni generali attuative di misura dell’Autorità di Gestione” della sopra citata DGR n. 740/2017 che dispone, nei casi di parità di punteggio conseguito tra due o più operazioni, laddove i soggetti beneficiari della misura sono soggetti privati, l’applicazione del criterio dell’età del beneficiario, dando preferenza ai più giovani;

CONSIDERATO che la disponibilità finanziaria messa a bando consente di procedere all’approvazione di detta graduatoria regionale e disporre contestualmente la concessione dei contributi, per complessivi euro 39.057,00=, con le modalità e nei termini fissati dal pertinente bando, a favore delle domande i cui progetti sono risultati ammissibili all’aiuto di cui all’art. 44, par. 1 lett. d) del Reg. (UE) n. 508/2014 secondo la ripartizione finanziaria per ciascun soggetto beneficiario e per ciascun Fondo (FEAMP 50%, FdR 35% e quota Regione Veneto 15%) così come specificato nel richiamato Allegato A;

VISTA la DGR n. 740/2017 che autorizza il Direttore della Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca, a provvedere con propri atti all’approvazione delle graduatorie e all’assunzione dei pertinenti impegni di spesa, alla imputazione annuale delle corrispondenti spese e alle relative liquidazioni, a valere sui competenti capitoli dei Bilanci di previsione annuale della Regione del Veneto nel rispetto dei limiti delle disponibilità finanziarie recate dagli stessi e delle disposizioni fissate dal più volte citato bando;

VISTO il proprio decreto n. 141 del 30 agosto 2017 che ha approvato il Manuale delle procedure e dei controlli dell’AdG dell’Organismo Intermedio Regione del Veneto nell’ambito del PO FEAMP 2014-2020;

VISTA la L.R. n. 39/2001 “Ordinamento del bilancio e della contabilità della Regione” e successive modifiche ed integrazioni;

VISTO il comma 2 dell’art. 28 della L.R. 1/97;

VISTO il comma 2, lettera f) dell’art. 13 della L.R. 54/2012;

VISTA la L.R. 30.12.2016, n. 32 “Bilancio di previsione 2017-2019”;

VISTA la DGR 07.02.2017, n. 108 che ha approvato le Direttive per la gestione del bilancio di previsione 2017-2019”;

RIASSUNTE le considerazioni esposte in premessa, che formano parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

decreta

1. di approvare le premesse che formano parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

2. di approvare la graduatoria regionale di cui all’Allegato A, parte integrante del presente provvedimento, che riporta le domande acquisite a seguito del bando, approvato con DGR n. 740 del 29 maggio 2017, relativo alla misura 1.44 di cui al par. 1 lett. d) "Efficienza energetica e mitigazione dei cambiamenti climatici" dell’art. 44 del Reg. (UE) n. 508/2014, così articolate:

- le domande ammissibili a contributo e finanziabili con le risorse messe a bando;

- le domande ammissibili a contributo ma non finanziabili con le risorse messe a bando;

- le domande non ammissibili;

3. di dare atto che la graduatoria regionale di cui al punto 2 riporta le domande in ordine decrescente di punteggio assegnato a conclusione della fase di istruttoria e, per le domande aventi parità di punteggio, tenuto conto dell’età del soggetto beneficiario così come disposto dal paragrafo 5 “Linee guida per la selezione” delle “Disposizioni generali attuative di misura dell’Autorità di Gestione” di cui all’Allegato A della richiamata DGR n. 740/2017 che prevedono, nei casi di parità di punteggio conseguito, laddove i soggetti beneficiari della misura sono soggetti privati, il criterio dell’età del beneficiario, dando preferenza ai più giovani;

4. di dare atto che la graduatoria regionale di cui al punto 2 riporta, per ciascuna domanda ammissibile a contributo, i seguenti dati:

- numero progressivo di graduatoria;

- codice identificativo;

- denominazione del soggetto beneficiario;

- punteggio complessivo assegnato al progetto;

- importo della spesa ammissibile a finanziamento;

- il totale del contributo ammesso e la relativa percentuale di contribuzione tra i Fondi interessati (quota FEAMP 50%, quota FdR 35% e quota Regione Veneto 15%);

- descrizione sintetica dell’iniziativa;

5. di dare atto che le risorse messe a bando dalla DGR n. 740/2017 a valere sulla misura 1.44 di cui al par. 1 lett. d) dell’art. 44 del Reg. (UE) n. 508/2014 sono pari ad euro 39.633,00=;

6. di disporre, sulla base della disponibilità finanziaria di cui al punto 5 la concessione del contributo, per complessivi euro 39.057,00=, a favore delle domande posizionate dal numero progressivo 1 al numero progressivo 10 della graduatoria medesima;

7. di disporre che all’assunzione dei pertinenti impegni di spesa, all’imputazione annuale delle corrispondenti spese e alle relative liquidazioni del contributo complessivo pari ad euro 39.057,00=, così come suddiviso a favore dei soggetti beneficiari di cui all’Allegato A, provvederà il Direttore della Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca seguendo l’ordine di graduatoria nel rispetto dei limiti delle disponibilità finanziarie recate dai competenti capitoli di spesa del bilancio regionale e dei vincoli fissati dalla richiamata DGR n. 740/2017;

8. di determinare in euro 39.057,00=, l’importo massimo delle obbligazioni di spesa alla cui assunzione provvederà con propri atti il Direttore della Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca a valere sui seguenti capitoli di spesa del bilancio regionale:

- cap. n. 103430 “Programma Operativo FEAMP 2014-2020 quota comunitaria – contributi agli investimenti – Reg. UE n. 508/2014” per euro 19.528,50=;

- cap. n. 103432 “Programma Operativo FEAMP 2014-2020 quota statale (FdR) – contributi agli investimenti – Reg. UE n. 508/2014” per euro 13.669,95=;

- cap. n. 103433 “Programma Operativo FEAMP 2014-2020 cofinanziamento regionale – contributi agli investimenti – Reg. UE n. 508/2014” per euro 5.858,55=;

9. di dare atto che alla copertura finanziaria del contributo complessivo di cui al punto 8, si procederà mediante utilizzo delle risorse disponibili nei richiamati capitoli di spesa n. 103430, n. 103432 e n. 103433 del bilancio di previsione e del bilancio pluriennale regionale;

10. di dare atto che la spesa di cui si prevede l’impegno con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazione ai sensi della L.R. 1/2011;

11. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi degli articoli 26 comma 2, e 27 del Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33;

12. di dare atto che avverso il presente provvedimento amministrativo potrà essere proposto rispettivamente:

  • ricorso giurisdizionale avanti al TAR del Veneto nel termine perentorio di 60 gg. Dalla data di notificazione o di comunicazione in via amministrativa dell’atto o da quando l’interessato ne abbia avuto piena conoscenza;
  • ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, limitatamente ai motivi di legittimità, nel termine perentorio di 120 gg. Dalla data di notificazione o di comunicazione in via amministrativa dell’atto o da quando l’interessato ne abbia avuto piena conoscenza;

13. di pubblicare integralmente il presente atto nel Bollettino ufficiale della Regione.

Andrea Comacchio

(seguono allegati)

229_Allegato_DDR_229_20-12-2017_360246.pdf

Torna indietro