Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 121 del 15/12/2017
Scarica la versione firmata del BUR n. 121 del 15/12/2017
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 121 del 15 dicembre 2017


Materia: Servizi sociali

Decreto DEL DIRETTORE DELLA DIREZIONE SERVIZI SOCIALI n. 158 del 05 dicembre 2017

Assunzione dell'impegno di spesa ed erogazione del contributo in conto gestione ai servizi per la prima infanzia riconosciuti dalla Regione del Veneto, in attuazione della DGR n. 973 del 23 giugno 2017.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si dispongono, a sostegno dei servizi per la prima infanzia del Veneto, già riconosciuti ai sensi della L.R. n. 32/1990, L.R. n. 2/2006 e L.R. n. 22/2002, l’impegno e l’erogazione dei contributi relativi alle risorse individuate con DGR n. 973/2017.

Il Direttore

PREMESSO che con provvedimento regionale n. 973 del 23 giugno 2017, è stato approvato il piano di assegnazione dei contributi in conto gestione, riconosciuti ai sensi della L.R. n. 32/1990, ai servizi per la prima infanzia, relativi all’anno 2017, per un importo totale di € 16.708.750,00 così suddivisi:

  • € 14.412.500,00 sulle risorse regionali stanziate al capitolo di spesa n. 100012 recante “Fondo Regionale per le politiche sociali – sostegno di iniziative a tutela dei minori (trasferimenti a soggetti pubblici e privati) (art. 133, c. 3, Lett. I, L.R. 13/04/2001, n.11 - artt. 13, 50, L.R. 16/02/2010, n.11)”;
  • € 2.208.750,00 ( saldo del 30%) relativi all’Intesa della Conferenza Unificata del 7.5.2015 “Intesa ai sensi dell’art. 1, comma 131, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 sullo schema di decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministero dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, recante “Piano per lo sviluppo del sistema territoriale dei servizi socio-educativi per la prima infanzia.”, sul fondo del bilancio regionale 2017 al capitolo di spesa 102703 ad oggetto “Azioni per lo sviluppo del sistema territoriale dei servizi socio-educativi per la prima infanzia- Trasferimenti correnti (art.1, c. 131, L. 23/12/2014, N. 190 – D.P.C.M. 07/08/2015)”;
  • per € 87.500,00, a carico delle risorse del Fondo Nazionale per le Politiche Sociali sul capitolo di spesa 102039 del Bilancio di previsione regionale 2017 – 2019;

PRESO ATTO che al capitolo di entrata n. 100908 “Assegnazione statale per lo sviluppo del sistema territoriale dei servizi socio-educativi per la prima infanzia (art.1, c. 131, L. 23/12/2014, n. 190 – D.P.C.M. 07/08/2015)” sull’accertamento n. 2980 del 2017 è stata emessa la reversale n. 9773/2017 al fine di regolarizzare l’assegnazione statale riscossa con bolletta n. 37377 del 26.9.2017;

VISTO il capitolo di uscita 102703 “Azioni per lo sviluppo del sistema territoriale dei servizi socio-educativi per la prima infanzia- Trasferimenti correnti (art.1, c. 131, L. 23/12/2014, n. 190 – D.P.C.M. 07/08/2015)” in capo alla Direzione Servizi Sociali, che presenta per l’esercizio 2017 uno stanziamento di competenza e di cassa pari a € 2.208.750,00;

VISTO il Decreto del Direttore della Direzione Servizi Sociali n. 120 del 16.10.2017, con il quale si è provveduto ad accertare per competenza, l’importo di € 2.208.750,00, relativamente al credito regionale verso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ai sensi dell’art. 53 del D. Lgs. 118/2011 e s. m. i., allegato 4/2, principio 3.2, a valere sul capitolo 100908 “Assegnazione statale per lo sviluppo del sistema territoriale dei servizi socio-educativi per la prima infanzia (art.1, c. 131, L. 23/12/2014, N. 190 – D.P.C.M. 07/08/2015)” del bilancio regionale 2017-2019, codice conto All.to 6/1 D. Lgs. 118/2011 e s. m. i. E.2.01.01.01.001 “Trasferimenti correnti da Ministeri”;

VISTA la DGR n. 1599 del 12.10.2017 che approva l’utilizzo delle quote del risultato di amministrazione accantonato e vincolato risultanti dal consuntivo per l’esercizio 2016;

RILEVATO che sul cap. 100012 la somma disponibile risulta essere pari ad € 14.365.000,00 invece di € 14.412.500,00, come precedentemente individuati nel provvedimento regionale n. 973/2017, e che la differenza viene imputata sul cap. 102039 per € 135.000,00 invece di € 87.500,00;

VERIFICATO che la spesa di € 135.000,00 di cui al presente provvedimento è finanziata attraverso trasferimenti statali del Fondo nazionale succitato per l’anno 2013 e la copertura finanziaria dell’obbligazione è assicurata dall’accertamento in entrata n. 1357/2013 (reversale n. 5742/2013), per € 21.840.000,00;

CONSIDERATO che il provvedimento regionale n. 973 del 23.6.2017 incarica il Direttore della struttura regionale competente ad assumere ogni atto conseguente in attuazione del medesimo provvedimento, compresi gli impegni di spesa a favore dell’Azienda Zero delegata all’erogazione dei contributi relativi all’anno 2017 ai soggetti beneficiari della L.R. n. 32/1990;

PRESO ATTO dell’avvenuta regolare istruttoria, la cui documentazione è agli atti della Direzione Servizi Sociali, la quale ha richiesto agli Enti titolari e gestori dei servizi per la prima infanzia, i dati concernenti l’attività svolta nel corso dell’anno 2016, dati pervenuti entro il 2 maggio 2017, ai sensi della menzionata legge regionale n. 32/1990;

DATO ATTO che i criteri fino ad ora adottati e tuttora da adottarsi per il riparto del contributo gestione nidi, applicati dal 2000 ed approvati con DGR n. 3316/2000 ai sensi della L.R. n. 32/1990, L.R. n. 22/2002, L.R. n. 2/2006, sono i seguenti:

 

criteri servizi a regime

criteri servizi a part-time (< 5 ore)

criteri servizi avviati da maggio 2016

criteri servizi avviati da gennaio ad aprile 2017

 0,50 in relazione ai bambini frequentanti nel corso dell’anno

il conteggio dei bambini iscritti e frequentanti sotto le n. 5 ore giornaliere è pari al 70% di quello degli iscritti e frequentanti a tempo pieno.

anno 2016: dalla data di riconoscimento in conto gestione da parte della Regione, € 103,29 mensili per ogni bambino iscritto per i mesi di effettiva apertura del servizio

€ 103,29 mensili per ogni bambino iscritto per i mesi riconosciuti

 0,20 sulla base dei bambini iscritti nel corso dell’anno

 

anno 2017: gli stessi criteri dei servizi a regime

 

0,20 sulla base dei giorni di apertura del servizio nel corso dell’anno

 

 

 

0,10 sulla base dei giorni di apertura del servizio nei mesi di luglio e agosto

 

 

 

 

CONSIDERATO che si rende necessario assumere l’impegno di spesa e la contestuale liquidazione di spesa pari ad € 16.708.750,00, a favore dell’Azienda Zero, c.f. e p. iva 05018720283, anagrafica 00165738, da destinarsi ai servizi per la prima infanzia riconosciuti dalla Regione del Veneto per l’anno 2017, così come definito nella DGR n. 973 del 23.6.2017, con la seguente suddivisione sui capitoli del bilancio regionale per l’esercizio finanziario corrente:

  • per € 14.365.000,00 dalle risorse regionali stanziate al capitolo di spesa n. 100012 recante “Fondo Regionale per le politiche sociali – sostegno di iniziative a tutela dei minori (trasferimenti a soggetti pubblici e privati) (art. 133, c. 3, Lett. I, L.R. 13/04/2001, n.11 - artt. 13, 50, L.R. 16/02/2010, n.11)”;
  • per € 2.208.750,00 ( saldo del 30%) relativi all’Intesa della Conferenza Unificata del 7.5.2015 “Intesa ai sensi dell’art. 1, comma 131, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 sullo schema di decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministero dell’economia e delle finanze, di concerto con il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, recante “Piano per lo sviluppo del sistema territoriale dei servizi socio-educativi per la prima infanzia.”, sul fondo iscritto con DGR n. 1064 del 13.7.2017 nel bilancio regionale 2017 – 2019 sul capitolo di spesa 102703 ad oggetto “Azioni per lo sviluppo del sistema territoriale dei servizi socio-educativi per la prima infanzia- Trasferimenti correnti (art.1, c. 131, L. 23/12/2014, N. 190 – D.P.C.M. 07/08/2015)”.
  • per € 135.000,00, a carico delle risorse del Fondo Nazionale per le Politiche Sociali per l’anno 2013 sul capitolo di spesa 102039 del Bilancio di previsione regionale 2017 – 2019;

DATO ATTO che l’obbligazione con cui si dispone l’impegno con il presente atto è giuridicamente perfezionata ed esigibile;

RITENUTO pertanto di dare attuazione a quanto disposto con la DGR n. 973 del 23.6.2017 approvando gli allegati A e B , integranti il presente provvedimento, che individuano gli importi da assegnare ad ogni singolo servizio alla prima infanzia, indicati nella colonna “Contributo da liquidare anno 2017”, nonché l’allegato C che evidenzia alcune modifiche e variazioni intervenute nel corso del 2016 e 2017, compatibili con la normativa vigente;

VISTA la Delibera della Giunta Regionale n. 1052 del 4.7.2017, ad oggetto “Conferimento dell'incarico interinale di direttore della Direzione Servizi Sociali ai sensi dell'art. 14 del regolamento regionale 31 maggio 2016, n. 1.” con la quale è stato conferito alla Dott.ssa Francesca Russo, già Direttore della Direzione Prevenzione, Sicurezza alimentare, Veterinaria, l’incarico suddetto;

VISTO il D. Lgs n. 126/2014 integrativo e correttivo del D. Lgs. n. 118/2011;

VISTA la L.R. n. 32 del 30.12.2016 “Bilancio di previsione 2017-2019”;

VISTA la L.R. n. 54/2012;

VISTA la L.R. n. 19/2016;

decreta

  1. di approvare, per quanto espresso in parte motiva, gli Allegati A, B e C, integranti il presente atto, che individuano gli enti gestori/titolari dei servizi alla prima infanzia, nonché la relativa assegnazione dei contributi regionali per l’esercizio 2017 e le variazioni intervenute nel corso del 2016 e 2017;
  2. di impegnare, a favore dell’Azienda Zero, c.f. e p. iva 05018720283, anagrafica 00165738, la somma complessiva di € 16.708.750,00, sui seguenti capitoli del Bilancio di previsione della Regione per l’esercizio 2017, con la codifica articolo 002, P.d.C. V^ livello U.1.04.01.02.011;
  • per € 14.365.000,00 sul capitolo di spesa n. 100012 recante “Fondo Regionale per le politiche sociali – sostegno di iniziative a tutela dei minori (trasferimenti a soggetti pubblici e privati) (art. 133, c. 3, Lett. I, L.R. 13/04/2001, n.11 - artt. 13, 50, L.R. 16/02/2010, n.11)”;
  • per € 2.208.750,00 sul capitolo di spesa 102703 ad oggetto “Azioni per lo sviluppo del sistema territoriale dei servizi socio-educativi per la prima infanzia- Trasferimenti correnti (art.1, c. 131, L. 23/12/2014, N. 190 – D.P.C.M. 07/08/2015)”;
  • per € 135.000,00, sul capitolo di spesa 102039 ad oggetto “Fondo nazionale per le politiche sociali– Interventi per l’infanzia – Trasferimenti correnti (art. 20,L. 08/11/2000, n. 328 – art. 80, c.17, L. 23/12/2000, n. 388)”;
  1. di dare atto che la copertura finanziaria dell’obbligazione per € 2.208.750,00 è assicurata dall’accertamento in entrata disposto con DDR n. 120 del 16.10.2017 ai sensi dell’art. 53 del D. Lgs. n. 118/2011 e s.m.i. a valere sul capitolo di entrata 100908 “Assegnazione statale per lo sviluppo del sistema territoriale dei servizi socio-educativi per la prima infanzia (art.1, c. 131, L. 23/12/2014, N. 190 – D.P.C.M. 07/08/2015)”;
  2. di dare atto che la copertura finanziaria dell’obbligazione per € 135.000,00 è assicurata dall’accertamento in entrata n. 1357 del 2013 (reversale n. 5742/2013), ai sensi dell’art. 53 del D. Lgs. n. 118/2011 e s.m.i. a valere sul capitolo di entrata 001623 “Assegnazione del Fondo Nazionale per le politiche sociali – risorse indistinte (art. 20, L. 08/11/2000, n. 328 – art. 80, c. 17, L. 23/12/2000, n. 388)”;
  3. di liquidare l’importo pari ad € 16.708.750,00 a favore dell’Azienda Zero, c.f. e p. iva 0501872028, anagrafica 00165738, in un’unica soluzione;
  4. di dare atto che l’obbligazione di cui si dispone l’impegno con il presente atto è giuridicamente perfezionata ed esigibile;
  5. di attestare che il programma dei pagamenti in argomento è compatibile con gli stanziamenti di bilancio e con le regole di finanza pubblica;
  6. di dare atto che la spesa di cui si dispone l’impegno con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. n. 1/2011 e non ha natura di debito commerciale;
  7. di informare che avverso il presente provvedimento può essere proposto ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale (T.A.R.) del Veneto o, in alternativa, ricorso straordinario al Capo dello Stato rispettivamente entro 60 e 120 giorni dall’avvenuta conoscenza;
  8. di comunicare al soggetto beneficiario del contributo di cui al punto 2., le informazioni previste dall’art. 56, comma 7, del D. Lgs. n. 118/2011 e s.m.i.;
  9. di notificare il presente atto all’Azienda Zero, in forma integrale, la quale provvederà a liquidare ai singoli beneficiari della L.R. n. 32/1990 le somme di cui agli Allegati A e B, come disposto con DGR n. 973/2017;
  10. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi degli artt. 26 e 27 del Decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;
  11. di pubblicare il presente decreto in forma integrale sul Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto.

Francesca Russo

(seguono allegati)

158_Allegato_A_DR_158_05-12-2017_359338.pdf
158_Allegato_B_DR_158_05-12-2017_359338.pdf
158_Allegato_C_DDR_158_05-12-2017_359338.pdf

Torna indietro