Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Atto di Enti Vari

Bur n. 55 del 29 aprile 2022


Materia: Protezione civile e calamità naturali

COMMISSARIO DELEGATO PER GLI EVENTI METEOROLOGICI VERIFICATISI NEL MESE DI AGOSTO 2020 NEL TERRITORIO DELLE PROVINCE DI BELLUNO, DI PADOVA, DI VERONA E DI VICENZA

Decreto n. 4 del 12 aprile 2022

O.C.D.P.C. n. 704 dell'1 ottobre 2020. Ordinanza commissariale n. 3 del 25 ottobre 2021-Allegato B - Comune di Asiago (VI). Intervento di cui al codice interno OCDPC - 704 - 70. Determinazione in via definitiva e liquidazione del contributo.

IL COMMISSARIO DELEGATO

Premesso che:

  • con Decreti del Presidente della Regione n. 83 del 4 agosto 2020, n. 90 del 24 agosto 2020 e n. 94 del 30 agosto 2020, è stato dichiarato lo “stato di crisi” ai sensi dell’art. 106, comma 1, lett. a), L.R. n. 11/2001 a seguito degli eventi eccezionali che hanno colpito alcune zone delle province di Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Verona e Vicenza nei giorni dall’1 al 4, 22 - 23, e 29 - 30 agosto 2020;
  • con Delibera in data 10 settembre 2020, pubblicata in G.U. Serie Generale n. 236 del 23/09/2020 il Consiglio dei Ministri ha dichiarato, per dodici mesi, lo stato di emergenza in conseguenza degli eventi meteorologici verificatisi nel mese di agosto 2020 nel territorio delle Province di Belluno, Padova, Verona e Vicenza;
  • la sopraccitata D.C.M. assegna alla Regione Veneto Euro 6.800.000,00 per i primi interventi urgenti di cui all’art. 25, comma 2, lettere a) e b) del D. Lgs. n. 1 del 2 gennaio 2018 a valere sul Fondo per le emergenze nazionali di cui all’art. 44, comma 1, del medesimo D. Lgs. n. 1;
  • con successiva Ordinanza n. 704 dell’01 ottobre 2020, pubblicata nella G.U.R.I. n. 254 del 14 ottobre 2020, il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, d’intesa con la Regione del Veneto, ha nominato il Presidente della Regione del Veneto Commissario delegato per il superamento dell’emergenza di cui trattasi;
  • con il medesimo provvedimento sono state dettate disposizioni per la realizzazione delle iniziative finalizzate al superamento dell’emergenza causata dagli eventi in argomento, specificando, tra l’altro, le procedure per la predisposizione di un piano degli interventi;
  • con Ordinanza commissariale n. 1 del 23 ottobre 2020 è stato nominato il dott. Nicola Dell’Acqua, Direttore dell’allora Area Tutela e Sviluppo del Territorio, Soggetto Attuatore per lo svolgimento delle funzioni necessarie alla realizzazione degli interventi di prima emergenza, somma urgenza ed urgenti, per la predisposizione del piano degli interventi nonché per le eventuali ulteriori programmazioni necessarie al superamento dello stato di emergenza;
  • con Ordinanza commissariale n. 2 del 31 dicembre 2020 è stato confermato il suddetto incarico al dott. Nicola Dell’Acqua, dal 1° gennaio 2021 in qualità di Direttore dell’Agenzia regionale Veneto Agricoltura;
  • con nota commissariale prot. n. 494532 del 19/11/2020, sulla base degli elaborati prodotti dal suddetto Soggetto Attuatore, è stato trasmesso al Capo Dipartimento della Protezione Civile il Piano degli interventi, in formato tabellare standard di cui all’art. 1, co. 3 dell’O.C.D.P.C. n. 704/2020, per un importo complessivo pari ad Euro 6.800.000,00;
  • con nota prot. n. POST/0065404 del 10/12/2020 il Capo Dipartimento della Protezione Civile ha chiesto alcune integrazioni ai fini dell’approvazione del primo stralcio del Piano degli interventi di cui al punto precedente;
  • con nota commissariale prot. n. 6069 dell’8/01/2021, sulla base delle richieste della nota sopracitata, è stato tramesso al Capo Dipartimento della Protezione Civile, per la relativa autorizzazione, il primo stralcio del Piano degli interventi, rielaborato, in formato tabellare standard, per un importo totale di Euro 5.572.816,41;
  • con nota prot. n. POST/0004363 del 27/01/2021 il Capo Dipartimento della Protezione civile ha approvato il primo stralcio del Piano degli interventi, limitatamente alla somma complessiva di Euro 4.489.704,15 rispetto al piano programmato e trasmesso dal Commissario delegato di cui al punto precedente, rimanendo quindi un residuo da programmare di Euro 2.310.295,85 rispetto alle risorse complessivamente assegnate con la citata D.C.M. 10/09/2020;
  • con Ordinanza commissariale n. 1 del 19 febbraio 2021, sulla base della citata autorizzazione Dipartimentale, si è provveduto ad approvare il primo stralcio del Piano degli interventi, ad impegnare la relativa spesa per l’importo di Euro 4.489.704,15 e ad individuare e nominare i vari Soggetti Attuatori, con attribuzione delle relative funzioni;
  • per quanto riguarda le prime misure di sostegno al tessuto economico e sociale in favore dei privati e delle attività economiche e produttive di cui all’art. 25, co. 2 lett. c), del D.Lgs. n. 1/2018, all’esito dell’attività di ricognizione dei danni sono stati trasmessi al Capo Dipartimento di Protezione Civile, con nota prot. n. 166756 del 12/04/2021, integrata con nota prot. n. 173812 del 15/04/2021, gli elenchi riepilogativi delle domande di contributo per l'immediato sostegno alla popolazione e per l'immediata ripresa delle attività economiche e produttive previste dall’art. 3, comma 3, dell’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 704 del 01/10/2020;
  • con Delibera del Consiglio dei Ministri del 20 maggio 2021, pubblicata in G.U. n. 133, serie generale, del 03/06/2021, sono state assegnate alla Regione Veneto, ad integrazione delle somme già stanziate, risorse pari ad Euro 10.877.926,18 per interventi di cui alle lettere a), b) e c) del comma 2 dell’art. 25 del D.Lgs n.1/2018;
  • con Ordinanza commissariale n. 2 del 19 febbraio 2021 si è provveduto ad approvare gli importi massimi concedibili da assegnare a privati e attività economiche-produttive per interventi di cui alla lett. c), ad impegnare la relativa spesa di Euro 8.481.853,68 e ad individuare e nominare i vari Soggetti Attuatori, con attribuzione delle relative funzioni;
  • con nota commissariale prot. n. 298304 dell’1/07/2021, è stato tramesso al Capo Dipartimento della Protezione Civile, per la relativa autorizzazione, il secondo stralcio del Piano degli interventi, elaborato nel formato tabellare standard, per un importo totale di Euro 2.541.836,14, derivante dalla somma tra l’importo residuo non approvato con la prima proposta di piano pari ad Euro 2.310.295,85 e la quota parte del finanziamento destinato ad interventi di tipo a) e b), pari ad Euro 231.540,29, nell’ambito del complessivo importo assegnato con D.C.M. 20 maggio 2021;
  • con nota prot. n. POST/0034540 del 04/08/2021, il Capo Dipartimento della Protezione Civile ha dapprima approvato, fatta eccezione per alcuni interventi o parte dei essi non ritenuti ammissibili, il secondo stralcio del Piano degli interventi e, successivamente, con nota prot. n. POST/0040680 del 21/09/2021 la rimodulazione del medesimo stralcio, di cui alla proposta trasmessa con nota commissariale prot. n. 395241 dell’8/09/2021, per un importo complessivo pari ad Euro 2.382.249,81, restando quindi da programmare un residuo importo di Euro 159.586,33;
  • con Ordinanza Commissariale n.3 del 25 ottobre 2021 si è provveduto ad approvare il secondo stralcio del piano degli interventi, ad impegnare la relativa spesa di Euro 2382.249,81, e ad individuare e nominare i vari Soggetti Attuatori, con attribuzione delle relative funzioni;
  • ad oggi pertanto, con riferimento alla contabilità speciale n. 6249 aperta per l’emergenza in argomento presso la Banca d’Italia – sezione di Venezia, risultano accertate risorse per la somma complessiva di Euro 17.677.926,18 ed impegnata la somma di Euro 15.353.807,64, a valere sul Fondo per le emergenze nazionali di cui all’art. 44, comma 1, del D. Lgs. n. 1 del 2 gennaio 2018;
  • la provenienza dei fondi di contabilità speciale è così definita: “Trasferimenti da Amministrazioni Autonome, Ragioneria codice 960, stato di previsione codice 19, appendice codice 6, capitolo 979”;
  • con Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n. 793 del 7 settembre 2021, il dott. Nicola Dell’Acqua, Direttore dell’Agenzia regionale Veneto Agricoltura e già Soggetto Attuatore per le attività di cui alle Ordinanze commissariali nn. 1 e 2 del 2020, è stato nominato Commissario delegato per l’emergenza in rassegna, in sostituzione del Presidente della Regione Veneto;
  • con nota commissariale prot. n. 419598 del 23/09/2021 sono state individuate le strutture regionali, le strutture dell’Agenzia regionale Veneto Agricoltura e i soggetti di cui potrà avvalersi il Commissario delegato per lo svolgimento delle principali attività finalizzate al superamento dell’emergenza;
  • l’art. 1, comma 6 della O.C.D.P.C. n. 704/2020 stabilisce che, su richiesta motivata dei Soggetti attuatori, il Commissario delegato può erogare anticipazioni volte a consentire il pronto avvio degli interventi;

Dato atto che con riferimento all’Ordinanza Commissariale n. 3 del 25 ottobre 2021, Allegato B, risultano assegnate, tra gli altri, al Comune di Asiago (VI), risorse di importo finanziato pari ad Euro 1.037,00 per la realizzazione dell’intervento dettagliato nel quadro riepilogativo sotto riportato, di cui il Sindaco pro tempore del Comune medesimo è Soggetto attuatore e per il quale ad oggi non sono state liquidate somme a titolo di anticipazione commissariale:

Cod. Int.

NOME
ENTE

PROV.

PROVV. DI
FINANZ.

LOCALITA' - DESCRIZIONE INTERVENTO

CUP

IMPORTO
FINANZIATO
Euro

OCDPC -
704 - 70

Comune
di Asiago

VI

O.C.  3/2021
All. B

Via Ecchelen - Messa in sicurezza e rimozione della vegetazione causante l' intasamento del torrente Roggia

NON DOVUTO

1.037,00

 

TOTALE

 

 

1.037,00

 

Vista la nota commissariale n. 530212 del 11/11/2021 con cui è stata data comunicazione, al Comune di Asiago (VI), del finanziamento assegnato di cui all’Ordinanza Commissariale n. 3/2021, nonché delle relative modalità di rendicontazione;

Vista la nota prot. n. 21545 del 03/12/2021, assunta al protocollo commissariale n. 567673 del 03/12/2021, con cui il comune di Asiago (VI), in riferimento all’ intervento in oggetto, ha trasmesso, coerentemente con le specifiche tecniche di rendicontazione, la determina n. 718 del 25/09/2020 con la quale viene attestata la regolare esecuzione dei lavori e approvata la spesa sostenuta per l’intervento in oggetto, quantificata complessivamente in Euro 1.037,00, unitamente alla seguente documentazione:

  • mandato di pagamento n. 2864 del 20/10/2020 comprovante la spesa complessiva effettivamente sostenuta pari ad Euro 1.037,00;

Considerato che, con la scheda tipo A, allegata alla citata nota prot. n. 21545/2021, il Comune di Asiago (VI) ha attestato che:

  • l’intervento, con riferimento alle voci di spesa ammesse a finanziamento, non è oggetto di finanziamento da parte di altri contributi pubblici o risarcimenti corrisposti sulla base di polizze assicurative;
  • l’intervento di competenza è causalmente connesso con le eccezionali avversità atmosferiche verificatesi nel mese di agosto 2020;
  • l’Ente beneficiario è unico responsabile della concreta esecuzione dell’attività/intervento e pertanto risponde direttamente alle autorità competenti, lasciando indenne l'Amministrazione erogatrice del contributo, da qualsiasi responsabilità, da ogni rapporto contrattuale, e che eventuali oneri derivanti da ritardi, inadempienze o contenziosi a qualsiasi titolo insorgenti sono a carico dell’Ente beneficiario del finanziamento attuatore dell’attività/intervento;
  • le attività/interventi realizzati sono conformi a quanto indicato nel provvedimento di finanziamento e che è stato condotto nel rispetto della normativa vigente, con particolare riferimento a quella in materia di lavori pubblici e del relativo regolamento di attuazione per quanto riguarda gli interventi.

Accertata la regolarità formale della sopraccitata documentazione di rendicontazione presentata dal Comune di Asiago (VI), pervenuta con la pec sopraccitata, sulla base della quale viene quantificata la spesa complessivamente sostenuta, ritenuta ammissibile a contributo, pari ad Euro 1.037,00 corrispondenti al mandato di pagamento pervenuto;

Dato atto che, come riportato nelle specifiche tecniche di rendicontazione allegate alla Ordinanza commissariale n. 3 del 2021, “l’importo massimo che potrà essere liquidato per ogni attività/intervento finanziato è quello indicato nello specifico allegato dei provvedimenti di finanziamento di cui all’O.C.D.P.C. n. 704/2020, e ciò anche qualora siano rendicontate somme superiori. Viceversa, nel caso in cui siano rendicontate somme inferiori, il finanziamento verrà conseguentemente ridotto nella misura rendicontata”;

Ritenuto pertanto, per le motivazioni sopra esposte, in ragione dell’istruttoria condotta dagli uffici della U.O. Post Emergenze, struttura regionale di cui si avvale il Commissario delegato come identificata nella nota prot. n. 419598 del 23/09/2021, citata nelle premesse:

  1. di determinare in via definitiva l’importo di Euro 1.037,00 quale contributo spettante al Comune di Asiago (VI) a fronte delle spese, di pari importo, effettivamente sostenute e rendicontate per la realizzazione dell’intervento con codice interno OCDPC- 704 - 70, di cui all’allegato B dell’Ordinanza commissariale n. 3 del 25 ottobre del 2021;
  2. di liquidare, a saldo, la somma complessiva di Euro 1.037,00 a favore del Comune di Asiago (VI) per l’intervento di cui al punto precedente, a valere sulle risorse impegnate, ai sensi dell’Ordinanza commissariale n. 3/2021, sulla contabilità speciale n. 6249 di cui all’O.C.D.P.C. 704/2020, aperta presso la Banca d’Italia - sezione di Venezia, che presenta sufficiente disponibilità;
  3. di erogare l’importo liquidato di cui al precedente punto 2. mediante predisposizione di specifico ordinativo di pagamento come indicato nel seguente prospetto riepilogativo a favore del Comune di Asiago (VI) attraverso la procedura informatica del MEF denominata GEOCOS;  

Dato atto che sulla base della sopraccitata documentazione di rendicontazione trasmessa dal Comune di Asiago (VI) e in riferimento a quanto sopra indicato, risulta il seguente quadro riepilogativo:

cod. int.

NOME
ENTE

PROV.

PROVV. DI
FINANZ.

IMPORTO
FINANZIATO
Euro

SPESA
RENDICONTATA
AMMISSIBILE
Euro

CONTRIBUTO
DEFINITIVO
Euro

TIPO
LIQUI-
DAZIONE

ECO-
NOMIA
Euro

OCDPC - 704 - 70

Comune di Asiago

VI

O.C.  3/2021
All. B

1.037,00

1.037,00

1.037,00

SALDO

0,00

 

TOTALE

1.037,00

1.037,00

1.037,00

SALDO

0,00

 

Visti:

  • il Decreto Legislativo n. 1 del 2 gennaio 2018;
  • le Delibere del Consiglio dei Ministri del 10 settembre 2020 e del 20 maggio 2021;
  • l’Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n. 704 dell’1 ottobre 2020;
  • l’Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n. 793 del 7 settembre 2021;
  • l’Ordinanza Commissariale n. 3 del 25 ottobre 2021;

DECRETA

  1. di dare atto che le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di determinare in via definitiva l’importo di Euro 1.037,00, quale contributo spettante al Comune di Asiago (VI) a fronte delle spese, di pari importo, ritenute ammissibili a contributo, effettivamente sostenute e rendicontate per la realizzazione dell’intervento codice interno OCDPC- 704 - 70, di cui all’allegato B dell’Ordinanza commissariale n. 3 del 25 ottobre del 2021; 
  3. di liquidare, a saldo, la somma complessiva di Euro 1.037,00, a favore del Comune di Asiago (VI) per l’intervento di cui al punto precedente, a valere sulle risorse impegnate, ai sensi dell’Ordinanza commissariale n. 3/2021, sulla contabilità speciale n. 6249 di cui all’O.C.D.P.C. 704/2020, aperta presso la Banca d’Italia - sezione di Venezia, che presenta sufficiente disponibilità; 
  4. di erogare l’importo liquidato di cui al precedente punto 3. mediante predisposizione di specifico ordinativo di pagamento come indicati nel prospetto riepilogativo di cui alle premesse, a favore del Comune di Asiago (VI) attraverso la procedura informatica del MEF denominata GEOCOS;
  5. di dare atto che alla spesa suindicata si fa fronte nei limiti dell’impegno di Euro 1.037,00, disposto a favore del Comune di Asiago (VI) con Ordinanza commissariale n. 3 del 2021, a valere sulla Contabilità speciale n. 6249 di cui all’O.C.D.P.C. 704/2020;
  6. di disporre le conseguenti registrazioni contabili;
  7. di trasmettere il presente provvedimento al Comune di Asiago (VI);
  8. di pubblicare il presente Decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione e sul sito internet della Regione del Veneto nell’apposita sezione Sicurezza del Territorio dedicata alle Gestioni Commissariali e Post Emergenziali.

Il Commissario delegato Dott. Nicola Dell'Acqua

Torna indietro