Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Atto di Enti Vari

Bur n. 143 del 29 ottobre 2021


Materia: Protezione civile e calamità naturali

COMMISSARIO DELEGATO PER IL SUPERAMENTO DELL'EMERGENZA IN CONSEGUENZA DEGLI ECCEZIONALI EVENTI METEOROLOGICI CHE DAL 12 NOVEMBRE 2019 HA COLPITO IL TERRITORIO DELLA REGIONE VENETO

Decreto n. 59 del 25 ottobre 2021

O.C.D.P.C. n. 622 del 17/12/2019 - D.C.M. del 17/01/2020 - O.C. 4 del 14/12/2020. Codice Intervento DLgs 1/2018-622-BL-139 - Consolidamento alveo e versanti dissestati lungo il Rio Cusighe in località Veneggia, in Comune di Belluno - Importo progetto pari ad Euro. 683.189,96. Decreto approvazione progetto esecutivo e decreto a contrarre. CUP: H35H20000030001.

IL SOGGETTO ATTUATORE 

REGIONE DEL VENETO – DIRIGENTE PRO-TEMPORE DELL’U.O. SERVIZI FORESTALI

PREMESSO CHE:

  • a partire dal 12/11/2019 si sono succeduti eventi meteorologici eccezionali caratterizzati da abbondanti e violente precipitazioni, mareggiate e ripetute alte maree che hanno colpito l’intero territorio regionale. In particolare detti eventi hanno investito le coste con forti mareggiate, ma anche l’entroterra dove i principali corsi d’acqua hanno superato i livelli di guardia, minacciando la sicurezza del territorio e l’incolumità della popolazione, nonché causando danni ingentissimi al patrimonio pubblico e privato e alle attività economiche e produttive per oltre 1,6 miliardi di Euro come emerge dalla relazione redatta dalla Direzione regionale di Protezione civile e Polizia Locale finalizzata all’attivazione del F.S.U.E.;
  • con Ordinanza n. 622 (O.C.D.P.C.), in data 17 dicembre 2019, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 299 del 21/12/2019, il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, d’intesa con le Regioni interessate, ha nominato i Presidenti delle Regioni quali Commissari delegati per la realizzazione degli interventi necessari al superamento del contesto emergenziale in argomento;
  • con il medesimo provvedimento sono state dettate disposizioni per la realizzazione delle iniziative finalizzate al superamento dell’emergenza: ai sensi dell’art. 1, comma 5, dell’O.C.D.P.C. n. 622/2019 il predetto Piano degli interventi, può essere articolato anche per stralci e può essere successivamente rimodulato ed integrato, nei limiti delle risorse stanziate di cui all’art. 8 (come ripartite con le sopracitate D.C.M. del 02/12/2019 e D.C.M. del 17/01/2020) nonché delle ulteriori risorse finanziarie che saranno rese disponibili anche ai sensi di quanto previsto dall’art. 24, comma 2, del D.lgs. n. 1/2018 ivi comprese quelle di cui alle lettere c) e d) dell’art. 25, comma 2 del citato decreto (come ripartite con la sopracitata D.C.M. 17/01/2020) e sottoposti alla preventiva approvazione del Capo del Dipartimento della Protezione Civile.
  • Il Commissario delegato ha trasmesso al Capo del Dipartimento della Protezione Civile i Piani degli interventi, come sopra, e successivamente approvati con le note dipartimentali n. POST/33725 del 09/06/2020 e n. POST/42790 del 03/08/2020;
  • Il Commissario delegato con ordinanza n. 2 del 29/09/2020 ha successivamente approvato l’elenco degli interventi come autorizzato dal dipartimento con la nota  n. POST/33725 del 09/06/2020 e individuato i Soggetti attuatori;
  • Il Commissario delegato con ordinanza n. 3 del 07/10/2020 ha successivamente approvato l’elenco degli interventi come autorizzato dal dipartimento con la nota  n. POST/42790 del 03/08/2020 e individuato i Soggetti attuatori;
  • la citata O.C. 2/2020 individua nel Dirigente pro-tempore dell’U. O. Forestale della Regione del Veneto il Soggetto attuatore dell’intervento in oggetto, al quale sono state attribuite le funzioni relative alla progettazione, approvazione dei progetti, appalto, sottoscrizione del contratto, esecuzione degli interventi e liquidazione;
  • con deliberazione n. 571 in data 04/05/2021, successivamente integrata con deliberazione n. 715 in data 08/06/2021, la Giunta regionale, in esecuzione degli adempimenti connessi all’avvio della XI legislatura ha proceduto all’individuazione delle Direzioni e delle Unità Organizzative nelle stesse incardinate, in attuazione dell’art. 9 della L. R. 54 del 31/12/2012 e s.m.i.;
  • in applicazione dei succitati provvedimenti la preesistente “U. O. Forestale” ha assunto la denominazione di “U. O. Servizi Forestali“ subentrando nelle attribuzioni e nelle funzioni di competenza;

VISTO che l’Ordinanza Commissariale n. 4 del 14/12/2020 ha approvato il secondo stralcio del secondo Piano degli interventi afferente alle risorse assegnate con Delibera del Consiglio dei Ministri del 17/01/2020 a valere sul Fondo per le emergenza nazionali di cui all’art, 44, comma 1, del D.lgs. n. 1/2018.

CHE con la medesima ordinanza viene impegnata la spesa per l’effettuazione degli interventi di cui sopra e che nella stessa rientra, nell’elenco di cui all’Allegato B, l’intervento relativo a “Consolidamento alveo e versanti dissestati lungo il Rio Cusighe in località Veneggia, in Comune di Belluno” – Codice intervento DLgs 1/2018-622-BL-139 - Importo progetto pari ad €. 683.189,96; 

VISTO l’art. 3 “Deroghe” dell’OCDPC 622/2019 e l’art. 4 comma 3 dell’Ordinanza n. 4/2020 del Commissario Delegato e ritenuto di dover applicare le deroghe ivi contenute relativamente alle procedure di affidamento degli incarichi;

RITENUTO di dover applicare tutte le deroghe sopra richiamate perdurando l’esigenza di tutela della pubblica e privata incolumità mediante la messa in sicurezza di situazioni di rischio elevato;

ACCERTATATO che con Decreto del Soggetto Attuatore Regione del Veneto – Dirigente Pro-tempore dell’U.O. Servizi Forestali n. 45 del 21/09/2021 è stato approvato il progetto definitivo BL 139 sotto il profilo tecnico ambientale con i nulla osta degli enti competenti e con il parere del Ministero per i beni e le attività culturali pervenuto con nota protocollo n. 382818 del 31/08/2021:  Parere favorevole con le seguenti prescrizioni necessarie al corretto inserimento delle opere programmate nel contesto tutelato:

  • “per quanto attiene l’intervento 1 il nuovo muro di contenimento sia realizzato inclinato armonizzandolo con il versante da contenere e per meglio inserirlo nel contesto paesaggistico di riferimento; esso dovrà altresì essere rivestito in massi a giunti arretrati ed inerbito.
  • per tutti gli interventi i rivestimenti in sasso siano realizzati a giunti arretrati e siano inerbiti con talee di essenze tipiche dell’areale geografico di riferimento, e i massi siano di colore biancastro quanto più uniformi nella loro colorazione”

VISTO il progetto esecutivo BL-139 del 24/09/2021 redatto dalla ing. Marika Righetto incaricata con Decreto del Soggetto Attuatore Regione del Veneto – Dirigente Pro-tempore dell’U.O. Forestale n. 5 del 16/03/2021 per “Consolidamento alveo e versanti dissestati lungo il rio Cusighe in località Veneggia, in comune di Belluno” - Importo € 683.189,96 - composto dai seguenti elaborati:

1.1     Relazione tecnica;
2.1     Corografia di inquadramento;
2.2     Planimetria del rilievo
2.3     Planimetria generale di progetto e profilo alveo
2.4     Intervento 3 – planimetria e profilo
2.5     Intervento 3 – sezioni
2.6     Intervento 3 – particolari costruttivi
3.1     Elenco ed analisi dei prezzi
3.2     Computo metrico estimativo
3.3     Quadro economico
3.4     Cronoprogramma
3.5     Quadro incidenza manodopera
3.6     CSA – Parte amministrativa
3.7     CSA – Parte tecnica
3.8     Schema di contratto
3.9     Piano della manutenzione

DATO ATTO che per il progetto sopra menzionato si evidenzia una spesa complessiva di EURO 683.189,96 così ripartita:

A)

SOMME A BASE D'APPALTO

 

A1

LAVORI IN APPALTO

€ 420.238,93

A2

ONERI PIAN DI SICUR. COORDIN. NON SOGGETTI A RIBASSO

€ 13.032,05

A) TOTALE LAVORI (A1+A2)

€ 433.270,98

B)

SOMME A DISPOSIZIONE

 

B1

Art. 113 D.Lgs. 50/2016 (fondo funzioni tecniche)

€ 8.665,42

B2

Spese per analisi e collaudi

€ 8.000,00

B3.1

Spese per pubblicità e notifiche

€ 375,00

B3.2

Oneri per procedure di gara

€ 16.669,84

B3.3

Spese tecniche compresi CNPAIA ed IVA Progetto, direzione lavori, contabilità e certificato di regolare esecuzione

€ 23.426,78

 

Relazione geologica comprese indagini geotecniche

€ 28.264,84

 

Coordinamento per la sicurezza in progettazione ed esecuzione

€ 7.798,62

B4

Imprevisti

€ 47.438,87

B5

Lavori in economia per opere di finitura

€ 10.000,00

B13

IVA SU A+B2+B5 all'aliquota 22%

€ 99.279,62

B)TOTALE SOMME A DISPOSIZIONE DELL'AMMINISTRAZIONE

€ 249.918,98

TOTALE A+B

€ 683.189,96

 

CONSIDERATO che la spesa per i lavori in oggetto è coperta con i fondi impegnati con O.C. n. 4 del 14.12.2020 sulla contabilità speciale n. 6178 intestata a “C.D.PRES.REG.VENETO – O.622 – 19”

CONSIDERATO che l’esecuzione dei lavori previsti nel progetto riveste carattere di urgenza in considerazione della necessità di ripristino delle condizioni di sicurezza per la pubblica e privata incolumità;

RILEVATO :

  • che i lavori risultano regolarmente definiti nel progetto come si evince dal verbale di verifica del 29/09/2021
  • che il verbale di validazione del progetto è stato redatto in data 29/09/2021;

DATO ATTO che i suddetti lavori sono riconducibili, in base alle disposizioni del D.P.R. 207/10, alla seguente categoria: prevalente OG8 - Opere fluviali, di difesa, di sistemazione idraulica e di bonifica;

VISTO che per l’affidamento dell’appalto dei lavori in oggetto ci si avvale del D.L. 76/2020 art. 1 comma 2 lett. b che consente la procedura negoziata, senza bando, di cui all’art. 63 del D.Lgs. 50/2016, previa consultazione di almeno cinque operatori economici, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti, per importo di lavori pari o superiore a 150.000 euro e inferiore a 1.000.000 euro;

DATO ATTO che l’articolo 3 comma 5 dell’O.C.D.P.C. 622/2019 cita “Fermo restando quanto previsto dal comma 3, ai fini dell’acquisizione dei lavori, beni e servizi, strettamente connessi alle attività di cui alla presente ordinanza i soggetti di cui all’articolo 1 provvedono, mediante la procedure di cui all’articolo 36 e 63, anche non espletate contestualmente, previa selezione, ove possibile e qualora richiesto dalla normativa, di almeno cinque operatori economici, effettuando le verifiche circa il possesso dei requisiti, secondo le modalità descritte all’articolo 163, comma 7 del decreto legislativo n. 50/2016”;

VISTO inoltre che l’art. 3 comma 3 dell’O.C.D.P.C. 622/2019 prevede la possibilità di deroga all’art. 63 comma 2 lettera c del D.Lgs 50/16 relativamente alla possibilità di consentire lo svolgimento di procedure negoziate senza previa pubblicazione del bando, al fine di accelerare la procedura di scelta del contraente e avviare, per ragioni di estrema urgenza a tutela della salute e dell’ambiente, gli interventi infrastrutturali di cui all’ordinanza stessa;

VISTO l’art. 3 comma 3 dell’O.C.D.P.C. 622/2019 che prevede la possibilità di deroga all’art. 95 del D.Lgs 50/16 relativamente alla possibilità di adottare il criterio di aggiudicazione con il prezzo più basso anche al di fuori dell’ipotesi previste dalla norma;

VISTO il decreto del Commissario Delegato n. 30 del 30/06/2021 con il quale è stata approvata la Convenzione tra il Commissario Delegato stesso e Veneto Strade S.p.A. nella qualità di soggetto attuatore tra l’altro anche per l’indizione e gestione delle procedure di aggiudicazione diverse da quelle stradali;

CONSIDERATO che lo scrivente intende avvalersi di Veneto Strade S.p.A. come stazione appaltante ai sensi della convenzione sopra citata;

VISTO l’art. 13 della Convenzione di cui sopra, che prevede il rimborso a Veneto Strade S.p.A. per “oneri per procedure di gara” nel limite del 2 % del quadro economico di progetto;

CONSIDERATO che tale somma è stata inserita nel quadro economico di progetto;

RITENUTO di poter procedere all’approvazione del progetto esecutivo in argomento;

DATO ATTO che la procedura di affidamento in oggetto sarà svolta dalla Direzione Servizio Gare Auditing Economale di Veneto Strade Spa, che provvederà pertanto ai successivi adempimenti di competenza;

VISTI:

  • il Decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 e s.m.i.;
  • il D.lgs. n. 1/2018;
  • D.L. 76/2020 e ss.mm.ii;
  • O.C.D.P.C. n° 622/2019;
  • l’Ordinanza Commissariali n. 4/2020

DECRETA

  1. di dare atto che le premesse formano parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di approvare in linea tecnica ed economica il progetto BL 139 Codice Intervento DLgs 1/2018-622-BL-139   del 24/09/2021 redatto dalla ing. Marika Righetto incaricata con Decreto del Soggetto Attuatore Regione del Veneto – Dirigente Pro-tempore dell’U.O. Forestale n. 5 del 16/03/2021 per “Consolidamento alveo e versanti dissestati lungo il rio Cusighe in località Veneggia, in comune di Belluno” - Importo € 683.189,96 CUP H35H20000030001, il cui quadro economico risulta articolato come in premessa riportato;
  3. di prendere atto che il progetto in argomento si compone degli elaborati elencati nelle premesse;
  4. di dare atto che la spesa prevista in € 683.189,96  trova copertura finanziaria con i fondi stanziati a valere sulla Contabilità commissariale n. 6178 ai sensi dell’OCDPC n. 622/2019 – eccezionali eventi meteorologici verificatesi dal 12 novembre 2019 di cui all’ordinanza commissariale 4 del 14/12/2020;
  5. di avvalersi delle deroghe previste all’art. 3 dell’O.C.D.P.C. 622/2019;
  6. che sia indetta la gara d’appalto dei lavori in oggetto;
  7. che all’appalto dei lavori si provvederà mediante procedura negoziata senza bando, D.L. 76/2020 art. 1 c. 2 lett. b, di cui all’art. 63 del D.Lgs. 50/2016 nonché ai sensi dell’articolo 3 comma 5 dell’O.C.D.P.C. 622/2019, con invito di almeno cinque operatori economici in possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente, ove esistenti e, che, l'aggiudicazione avverrà con il criterio del minor prezzo, determinato mediante offerta a prezzi unitari, ai sensi dell'art. 36, comma 9 bis) del D.Lgs. 50/2016;
  8. di confermare l’avvalimento del Soggetto Attuatore Veneto Strade S.p.A. per le funzioni di indizione e gestione della gara d’appalto dei lavori in oggetto, ivi compresi gli adempimenti connessi alla pubblicità legale e quant’altro necessario;
  9. che il contratto per la realizzazione dell’intervento dovrà essere stipulato a misura, a mezzo scrittura privata, resa in modalità digitale, firmata dall’offerente e dal Soggetto Attuatore Regione del Veneto Dirigente Pro-Tempore dell’U.O. Servizi Forestali;
  10. che le clausole essenziali del contratto sono contenute nella lettera d’invito, nel capitolato speciale d’appalto;
  11. di pubblicare integralmente il presente decreto sul BUR della Regione del Veneto ai sensi art. 42 del D. Lgs 33/2013, nonché sul sito internet della Regione del Veneto nell’apposita sezione Sicurezza del Territorio dedicata alla Gestione Commissariali e Post Emergenziali.

Il Soggetto Attuatore Regione del Veneto Dirigente pro-tempore dell'U.O. Servizi Forestali Dott. Gianmaria Sommavilla

Torna indietro