Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Atto di Enti Vari

Bur n. 131 del 01 ottobre 2021


Materia: Protezione civile e calamità naturali

COMMISSARIO DELEGATO PER IL SUPERAMENTO DELL'EMERGENZA IN CONSEGUENZA DEGLI ECCEZIONALI EVENTI METEOROLOGICI CHE DAL 12 NOVEMBRE 2019 HA COLPITO IL TERRITORIO DELLA REGIONE VENETO

Decreto n. 43 del 2 settembre 2021

O.C.D.P.C.n. 622 del 17 dicembre 2019. Ordinanza commissariale n. 2 del 29 settembre 2020 - Comune di Santo Stefano di Cadore (BL) - Allegato B - Intervento di cui al prog. n. 017 - CUP: I23E20000050001. Determinazione in via definitiva e liquidazione del contributo di Euro 1.000,00.

IL COMMISSARIO DELEGATO

Premesso che:

  • con Decreto del Presidente della Regione n. 145 del 13/11/2019, è stato dichiarato lo “stato di crisi” ai sensi dell’art. 106, comma 1, lett. a), L.R. n. 11/2001 a seguito degli eventi eccezionali che hanno colpito il territorio veneto nei giorni dal 12 novembre 2019;
  • con Delibera in data 2 dicembre 2019, pubblicata in G.U. Serie Generale n. 291 del 12/12/2019 il Consiglio dei Ministri ha esteso lo stato di emergenza, già dichiarato per dodici mesicon propria Delibera del 14 novembre 2019, al territorio delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto specificandone l’estensione temporale che per il Veneto è dal 12 novembre 2019;
  • con Delibera in data 3dicembre 2020,pubblicata nella G.U. Serie Generale n. 309 del 14/12/2020 il Consiglio dei Ministri, ai sensi e per gli effetti dell’art. 24, comma 3, D.Lgs2 gennaio 2018  ha prorogato di 12 mesi lo “stato di emergenza” nei territori colpiti dall’evento;
  • la sopraccitata D.C.M. 2 dicembre 2019assegna alla Regione Veneto Euro 3.937.468,69 per i primi interventi urgenti di cui all’art. 25, comma 2, lettere a) e b) del D. Lgs. n. 1 del 2 gennaio 2018 a valere sul Fondo per le emergenze nazionali di cui all’art. 44, comma 1, del medesimo D. Lgs. n. 1;
  • con successiva Ordinanza n. 622 del 17 dicembre 2019, pubblicata nella G.U.R.I. n. 299 del 21 dicembre 2019, il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, d’intesa con la Regione del Veneto, ha nominato il Presidente della Regione del Veneto Commissario delegato per il superamento dell’emergenza di cui trattasi;
  • con il medesimo provvedimento sono state dettate disposizioni per la realizzazione delle iniziative finalizzate al superamento dell’emergenza causata dagli eventi in argomento, specificando, tra l’altro, le procedure per la predisposizione di un piano degli interventi;
  • con D.C.M. del 17 gennaio 2020 sono stati disposti ulteriori stanziamenti di risorse a valere sul Fondo per le emergenze nazionali di cui all’art. 44, comma 1, del D. Lgs n. 1/2018, a favore delle varie Regioni interessate dagli eccezionali eventi meteorologici del mese di novembre 2019, per la realizzazione degli interventi necessari al superamento dell’emergenza, assegnando alla Regione del Veneto l’ulteriore somma di Euro 40.183.531,31;
  • con Ordinanza commissariale n. 1 del 12 febbraio 2020 è stato nominato il dott. Nicola Dell’Acqua, allora Direttore dell’Area Tutela e Sviluppo del Territorio, Soggetto Attuatore per lo svolgimento delle funzioni necessarie alla realizzazione degli interventi di prima emergenza, somma urgenza ed urgenti, per la predisposizione del piano degli interventi nonché per le eventuali ulteriori programmazioni necessarie al superamento dello stato di emergenza;
  • con nota commissariale prot. n. 138891 del 31/03/2020, sulla base degli elaborati prodotti dal Soggetto Attuatore di cui all’O.C. n. 1 del 2020, è stato trasmesso al Capo del Dipartimento della Protezione Civile un primo stralcio del Piano degli interventi di cui all’art. 1, co. 3 dell’O.C.D.P.C. n. 622/2019 succitata, per un importo complessivo pari ad Euro 3.937.468,69, successivamente trasmesso anche in formato tabellare standard dal Soggetto Attuatore con nota prot. n. 213858 del 29/05/2020;
  • con nota prot. n. POST/0033725 del 09/06/2020 il Capo del Dipartimento di Protezione Civile ha approvato il piano degli interventi di cui al punto precedente limitatamente all’importo di Euro 3.116.063,69, a seguito di esclusione di alcuni interventi proposti;
  • con nota commissariale prot. n. 227632 del 10/06/2020 sono state individuate le strutture regionali e i soggetti di cui potrà avvalersi il Commissario per lo svolgimento delle principali attività finalizzate al superamento dell’emergenza;
  • con nota commissariale prot. n. 265531 del 06/07/2020 sulla base degli elaborati prodotti dal Soggetto Attuatore di cui all’O.C. n. 1 del 2020 è stato trasmesso al Capo del Dipartimento della Protezione Civile un secondo stralcio del piano degli interventi per un importo complessivo di Euro 40.183.531,31, successivamente riformulato secondo il formato tabellare standard, inviandone una prima parte con successiva nota prot. 295649 del 27 luglio 2020, per un importo parziale pari ad Euro 20.836.221,31;
  • con nota prot. n. POST/0042790 del 03/08/2020 il Capo del Dipartimento di Protezione Civile ha approvato il piano degli interventi di cui al punto precedente per l’importo parziale di Euro 20.836.221,31;
  • con nota commissariale prot. n. 479179 del 10/11/2020, sulla base degli elaborati prodotti dal Soggetto Attuatore di cui all’O.C. n. 1 del 2020, è stato trasmesso al Capo del Dipartimento della Protezione Civile la seconda parte del secondo stralcio del piano degli interventi, per un importo complessivo pari ad Euro 19.347.310,00;
  • con nota prot. n. POST/0063220 dell’1/12/2020 il Capo del Dipartimento di Protezione Civile ha approvato la seconda parte del secondo stralcio del piano degli interventi per l’importo complessivo di Euro 19.347.310,00;
  • con Ordinanze commissariali n. 2 del 29 settembre 2020, n. 3 del 7 ottobre 2020 e n. 4 del 14 dicembre 2020, sulla base delle citate autorizzazioni Dipartimentali, risulta finanziato il piano degli interventi per un importo complessivo di Euro 43.299.595,00 totalmente impegnato a valere sulla C.S. n. 6178;
  • con D.C.M. del 20 maggio 2021, pubblicata in G.U. n. 131, serie generale del 03/06/2021, ad integrazione delle somme già stanziate, sono state assegnate alla Regione Veneto risorse di importo pari ad Euro 6.297.306,87 per far fronte alle fattispecie di danno segnalate in ordine alla lettera c) di cui all’art.25, comma 2, del D.Lgs n.1/2018;
  • ad oggi, a valeresul Fondo per le emergenze nazionali di cui all’art. 44, comma 1, del D. Lgs. n. 1 del 2 gennaio 2018, nella contabilità speciale n. 6178 risultano complessivamente accertate risorse per Euro 50.418.306,87 e riscosse somme per Euro 27.177.887,79;
  • la provenienza dei fondi di contabilità speciale è così definita: “Trasferimenti da Amministrazioni Autonome, Ragioneria codice 960, stato di previsione codice 19, appendice codice 6, capitolo 979”;
  • con Ordinanza n. 5 del 31 dicembre 2020 il Commissario delegato ha confermato al dott. Nicola Dell’Acqua, già Direttore dell’Area Tutela e Sviluppo del Territorio, e dal 1° gennaio 2021 Direttore dell’Agenzia regionale Veneto Agricoltura, l’incarico di Soggetto Attuatore a cui affidare il settore di intervento di cui all’art. 2 della O.C. n. 1 del 2020;

Dato atto che con riferimento all’Ordinanza Commissariale n. 2 del 29 settembre 2020, Allegato B, risultano assegnate, tra gli altri, al Comune di Santo Stefano di Cadore (BL), risorse di importo pari ad Euro 1.000.00, per l’intervento dettagliato nella seguente tabella:

n. prog.

NOME ENTE

PROV.

PROVV. DI FINANZ.

LOCALITA' - DESCRIZIONE INTERVENTO

CUP

IMPORTO FINANZIATO
Euro

017

Comune di Santo Stefano di Cadore

BL

O.C.n. 2/2020
All. B

Disostruzione collettore ostruito da fango presso piazza Tamber

I23E20000050001

1.000,00

 

TOTALE

 

 

1.000,00

 

Vista la nota commissariale n. 427386 del 7/10/2020 con cui è stata data comunicazione, al Comune di Santo Stefano di Cadore (BL), del finanziamento assegnato di cui all’Ordinanza Commissariale n. 2 del 2020, nonché delle relative modalità di rendicontazione;

Vista la nota n. 3581 del 15/06/2021, assunta al protocollo del Commissario delegato n. 293941 del 29/06/2021, con cui il Comune di Santo Stefano di Cadore (BL), in riferimento al finanziamento in argomento, ha trasmesso, tra l’altro, la determinazione n. 97 del 29/06/2021di approvazione delle spese sostenute dal Comune per l’intervento in oggetto, quantificate complessivamente in Euro 1.004,98, unitamente ai relativi mandati di pagamento, di pari importo;

Considerato che con la sopraccitata Determina n. 97 del 29/06/2021 il Comune di Santo Stefano di Cadore (BL) ha precisato che:

  • l’intervento, con riferimento alle voci di spesa ammesse a finanziamento, non è oggetto di finanziamento da parte di altri contributi pubblici o risarcimenti corrisposti sulla base di polizze assicurative;
     
  • l’intervento è causalmente connesso con le eccezionali avversità atmosferiche verificatesi nei giorni dal 12 novembre 2019;
     
  • l’intervento realizzato è conforme a quanto indicato nel provvedimento di finanziamento ed è stato realizzato secondo la normativa vigente in materia di lavori pubblici e il relativo regolamento di attuazione;

Considerato che dalla documentazione trasmessa dal Comune di Santo Stefano di Cadore (BL), pervenuta con la pec sopraccitata, risulta una spesa ammissibile a contributo, effettivamente sostenuta e rendicontata, pari ad Euro 1.004,98, per la quale è stato adottato l’impegno di spesa di cui all’art. 3 dell’Ordinanza commissariale n. 2 del 2020 per l’intervento di cui al prog. 017, Allegato B alla medesima Ordinanza commissariale;

Dato atto che, come riportato nelle specifiche tecniche di rendicontazione allegate alla Ordinanza commissariale n. 2 del 2020,l’importo massimo che potrà essere liquidato per ogni attività/intervento finanziato è quello indicato nello specifico allegato dei provvedimenti di finanziamento di cui all’O.C.D.P.C. n. 622/2019, e ciò anche qualora siano rendicontate somme superiori. Viceversa, nel caso in cui siano rendicontate somme inferiori, il finanziamento verrà conseguentemente ridotto nella misura rendicontata”;

Ritenuto pertanto, per le motivazioni sopra esposte, in ragione dell’istruttoria condotta dalla struttura regionale in avvalimento del Commissario delegato già citata in premessa:

  1. di determinare in via definitiva l’importo di Euro 1.000,00, corrispondente all’intero importo assegnato, quale contributo spettante al Comune di Santo Stefano di Cadore (BL) per la realizzazione dell’intervento di cui all’Ordinanza commissariale n. 2 del 2020, Allegato B, prog. n. 017, a fronte delle spese, ammissibili a contributo, pari ad Euro 1.004,98;
     
  2. di liquidare, a saldo, la somma di Euro 1.000,00, a favore del Comune di Santo Stefano di Cadore (BL) per l’intervento di cui al punto precedente, a valere sulle risorse impegnate, ai sensi dell’Ordinanza commissariale n. 2 del 2020, sulla contabilità speciale n. 6178 di cui all’O.C.D.P.C. 622/2019, aperta presso la Banca d’Italia – sezione di Venezia, che presenta sufficiente disponibilità;
     
  3. di erogare l’importo liquidato di cui al precedente punto 2. mediante predisposizione dell’ordinativo di pagamento di Euro 1.000,00 a favore del Comune di Santo Stefano di Cadore (BL) attraverso la procedura informatica del MEF denominata GEOCOS;

Dato atto che sulla base della sopraccitata documentazione di rendicontazione trasmessa dal Comune di Santo Stefano di Cadore (BL) e in riferimento a quanto sopra indicato, risulta il seguente quadro riepilogativo:

n. prog.

NOME ENTE

PROV.

PROVV. DI FINANZ.

IMPORTO FINANZIATO
Euro

SPESA RENDICONTATA AMMISSIBILE
Euro

CONTRIBUTO DEFINITIVO
Euro

TIPO LIQUIDAZIONE

ECONOMIA
Euro

017

Comune Santo Stefano di Cadore

BL

O.C. n. 2/2020
All. B

1.000,00

1.004,98

1.000,00

SALDO

0,00

 

TOTALI

1.000,00

1.004,98

1.000,00

 

0,00

 

Visti:

  • il Decreto Legislativo n. 1 del 2 gennaio 2018;
     
  • le Delibere del Consiglio dei Ministri del 14 novembre 2019, del 2 dicembre 2019, del 17 gennaio 2020 e del 20 maggio 2021;
     
  • l’Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione Civile n.622 del 17dicembre 2019;
     
  • l’Ordinanza Commissariale n. 2 del 29settembre 2020;

DECRETA

  1. di dare atto che le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
     
  2. di determinare in via definitiva l’importo di Euro 1.000,00, corrispondente all’intero importo assegnato, quale contributo spettante al Comune di Santo Stefano di Cadore (BL) per la realizzazione dell’intervento di cui all’Ordinanza commissariale n. 2 del 2020, Allegato B, prog. n. 017, a fronte delle spese, ammissibili a contributo, pari ad Euro 1.004,98;
     
  3. di liquidare, a saldo, la somma di Euro 1.000,00, a favore del Comune di Santo Stefano di Cadore (BL) per l’intervento di cui al punto precedente, a valere sulle risorse impegnate, ai sensi dell’Ordinanza commissariale n. 2 del 2020, sulla contabilità speciale n. 6178 di cui all’O.C.D.P.C. 622/2019, aperta presso la Banca d’Italia – sezione di Venezia, che presenta sufficiente disponibilità;
     
  4. di erogare l’importo liquidato di cui al precedente punto 3. mediante predisposizione dell’ordinativo di pagamento di Euro 1.000,00 a favore del Comune di Santo Stefano di Cadore (BL) attraverso la procedura informatica del MEF denominata GEOCOS;
     
  5. di dare atto che alla spesa suindicata si fa fronte nei limiti dell’impegno di Euro 1.000,00, disposto a favore del Comune di Santo Stefano di Cadore (BL) con Ordinanza commissariale n. 2 del 2020, a valere sulla Contabilità speciale n. 6178 di cui all’O.C.D.P.C. 622/2019;
     
  6. di disporre le conseguenti registrazioni contabili;
     
  7. di trasmettere il presente provvedimento al Comune di Santo Stefano di Cadore (BL);
     
  8. di pubblicare il presente Decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione e sul sito internet della Regione del Veneto nell’apposita sezione Sicurezza del Territorio dedicata alle Gestioni Commissariali e Post Emergenziali.

IL COMMISSARIO DELEGATO Dott. LUCA ZAIA

Torna indietro