Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 16 del 16/02/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 16 del 16/02/2018
Scarica versione stampabile Atto di Enti Vari

Bur n. 16 del 16 febbraio 2018


Materia: Agricoltura

AGENZIA VENETA PER I PAGAMENTI IN AGRICOLTURA (AVEPA), PADOVA

Decreto del Dirigente dell'Area gestione FESR n. 4 del 2 febbraio 2018

Programma Operativo Regionale FESR 2014-2020. Deliberazione di Giunta regionale n. 1159 del 19 luglio 2017. Asse 1. Azione 1.1.1 "Bando per il sostegno a progetti di ricerca che prevedono l'impiego di ricercatori". Approvazione della graduatoria regionale delle domande ammissibili, di finanziabilità ed impegno di spesa. Approvazione dell'elenco delle domande non ammesse al sostegno.

Il dirigente

decreta

1. di approvare la graduatoria regionale delle domande di sostegno ritenute ammissibili relativamente al “Bando per il sostegno a progetti di ricerca che prevedono l'impiego di ricercatori" a valere sul POR FESR 2014-2020 - Azione 1.1.1  “Progetti di ricerca alle imprese che prevedono l'impiego di ricercatori (dottori di ricerca e laureati magistrali con profili tecnico-scientifici) presso le imprese stesse" di cui alla deliberazione n. 1159 del 19 luglio 2017, per l’importo di spesa ammissibile e relativo contributo indicato per ciascuno dei soggetti beneficiari, secondo quanto riportato all’allegato A, parte integrante del presente provvedimento;

2. di determinare, sulla scorta delle disponibilità finanziarie indicate dalla Giunta regionale con le deliberazioni n. 1159 pari complessivamente a euro 3.000.000,00, la finanziabilità di n. 61 (sessantuno) domande di sostegno e più precisamente:
- in misura totale del contributo indicato per le domande dal numero progressivo 1 (ID 10063217, ditta PROTOLAB S.R.L., punti 68) al numero progressivo 60 (ID 10063524, ditta HIP - MITSU S.R.L., punti 42);
- in misura parziale per euro € 6.588,47 per la domanda al numero progressivo 61 avente ID 10064221 della ditta NOVAFUND 2.0 S.R.L. con punti 41;

3. di approvare l’elenco delle domande non ammesse al sostegno con le relative sintetiche motivazioni riportate nell’allegato B, precisando che con successiva comunicazione individuale verrà data compiuta esposizione delle suddette motivazioni; nel medesimo allegato sono riportate anche le domande rinunciate;
- di individuare, per ciascun soggetto finanziato, il codice identificativo “Codice Concessione RNA – COR”, così come tutti riportati nell’allegato C, ai sensi dell’articolo 9 del Decreto Ministeriale 31 maggio 2017, n. 115;
- di impegnare, in ragione delle tempistiche stabilite dal bando e delle risorse disponibili a bilancio il budget di spesa disponibile in una quota del 32% nell’anno 2018 e la restante somma nell’anno 2019 per gli importi in euro di seguito specificati:

CAPITOLO

DESCRIZIONE CAPITOLO

ARTICOLO

IMPORTO ESIGIBILE NEL 2018

IMPORTO ESIGIBILE NEL 2019

CODICE V livello del piano finanziario dei conti

102546

POR FESR 2014-2020 - Asse 1 "Sviluppo economico e competitività"
- Quota comunitaria - Altri trasferimenti in conto capitale (DEC. UE 17/08/2015, N. 5903)

8

474.799,99

1.025.200,01

U.2.03.03.03.999
“Contributi agli
investimenti a altre imprese”

102547

POR FESR 2014-2020 - Asse 1 "Sviluppo economico e competitività"
- Quota statale - Altri trasferimenti in conto capitale (DEC. UE 17/08/2015, N. 5903)

8

332.360,02

717.639,98

U.2.03.03.03.999
“Contributi agli
investimenti a altre imprese”

102548

POR FESR 2014-2020 - Asse 1 "Sviluppo economico e competitività"
- Quota regionale - Altri trasferimenti in conto capitale (DEC. UE 17/08/2015, N. 5903)

8

142.439,99

307.560,01

U.2.03.03.03.999
“Contributi agli
investimenti a altre imprese”

 

4. di pubblicare il presente provvedimento:

- per estratto nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto, secondo quanto previsto dalla deliberazione della Giunta regionale n. 825 del 6 giugno 2017, allegato A;
- nel sito web istituzionale dell’Agenzia (www.avepa.it), sezione “Amministrazione trasparente”, ai sensi di quanto disposto dall’art. 26 del d.lgs. 33/2013;

5. di trasmettere il presente decreto all’Autorità di Gestione del POR FESR e alla competente Struttura Regionale di Attuazione per gli adempimenti di competenza;

6. avverso il presente provvedimento amministrativo potrà essere proposto rispettivamente:

- ricorso giurisdizionale avanti il T.A.R. Veneto nel termine perentorio di 60 gg. dalla data di notificazione o di comunicazione in via amministrativa dell’atto o da quando l’interessato ne abbia avuto piena conoscenza;
- ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, limitatamente ai motivi di legittimità, nel termine perentorio di 120 gg. dalla data di notificazione o di comunicazione in via amministrativa dell’atto o da quando l’interessato ne abbia avuto piena conoscenza.

Il dirigente Paolo Rosso

Torna indietro