Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 90 del 19/09/2017
Scarica la versione firmata del BUR n. 90 del 19/09/2017
Scarica versione stampabile Ordinanza del Presidente della Giunta regionale

Bur n. 90 del 19 settembre 2017


Materia: Difesa del suolo

Ordinanza del Presidente della Giunta regionale n. 151 del 30 agosto 2017

Enel Produzione S.p.a. - Impianto idroelettrico di Soverzene Interventi di manutenzione straordinaria paratoie scarico di superficie laterale Diga di Valle di Cadore. Concessione deroga al deflusso minimo vitale ai sensi art. 44 delle Norme tecniche di Attuazione del Piano di Tutela delle Acque DGR n. 1534 del 03 novembre 2015. Proroga dei termini stabiliti con OPGR n. 102 del 29/08/2016 per completamento interventi.

Note per la trasparenza

Il presente provvedimento concede a Enel Produzione S.p.a. una proroga dei termini stabiliti con OPGR n. 102 del 29/08/2016 per consentire il completamento degli interventi di manutenzione straordinaria alle paratoie dello scarico superficie laterale della Diga di Valle di Cadore (Impianto idroelettrico di Soverzene).

Il Presidente

PREMESSO che

  • con deliberazione n. 1534 del 3 novembre 2015 la Giunta Regionale ha approvato alcune modifiche alle Norme Tecniche di Attuazione del Piano di Tutela delle Acque, agli artt. 33, 34, 37, 38, 39, 40, 44 e agli Allegati E, F. In particolare, all’art. 44 – è stata inserita la lettera d) che prevede, quando sussistano esigenze di eseguire interventi alle opere di derivazione esistenti, necessari al fine del corretto rilascio del deflusso minimo vitale e non altrimenti realizzabili, la possibilità di concedere una deroga al deflusso minimo vitale (DMV);
  • con propria ordinanza n. 102 del 29 agosto 2016 è stata concessa ad Enel Produzione S.p.a., con sede a Vittorio Veneto (TV), via Borgo Botteon 9, CF e P.IVA 05617841001, per i mesi di luglio e agosto, la deroga al rilascio del deflusso minimo vitale relativo alla Diga di Valle di Cadore (Impianto idroelettrico di Soverzene) al fine di consentire la realizzazione degli interventi di manutenzione straordinaria alle paratoie dello scarico di superficie laterale della diga stessa;

VISTA

  • la nota Enel-PRO n. 24511 del 20 luglio 2017, acquisita dalla Direzione Difesa del Suolo con prot. n. 300318 del 21/07/2017, con cui Enel produzione S.p.a. ha presentato istanza per l’ottenimento di una proroga temporale del periodo concesso con propria citata Ordinanza n. 102/2016, ai mesi di settembre e ottobre, necessaria per consentire il completamento degli interventi di manutenzione straordinaria alle paratoie dello scarico di superficie laterale della Diga di Valle di Cadore (Impianto idroelettrico di Soverzene), effettuando una riduzione del rilascio del DMV dai 1240 l/s, previsti per la stagionalità in tale periodo, al valore rilasciato dalla diga di Vodo posta a monte pari a 777 l/s, ferme restando le altre prescrizioni di cui alla suddetta Ordinanza n. 102/2016;

VISTE

  • le motivazioni contenute nella citata nota n. 24511/2017 che hanno indotto Enel produzione S.p.a. a richiedere la suddetta proroga, che si riassumono di seguito: mutate condizioni idrologiche ed idrauliche intervenute a pochi giorni dall’avvio dei lavori e la necessità di dover effettuare gli interventi prima della stagione autunnale al fine di una gestione in sicurezza dell’opera in caso del verificarsi di possibili eventi di piena;

RITENUTO di non dover procedere a previa richiesta di parere ai sensi dell’art. 44 delle succitate Norme Tecniche di Attuazione del Piano di Tutela delle Acque e a successiva comunicazione ai sensi del comma 3 dell’art. 16 della L.R. 19/1998, trattandosi di mera proroga della deroga concessa con OPGR n. 102/2016, in ordine alla quale l’Autorità di Bacino dei fiumi Isonzo, tagliamento, Livenza, Piave, Brenta-Bachiglione ha già espresso, per quanto di competenza, parere favorevole e la Provincia di Belluno, nei termini stabiliti, non ha espresso alcun parere;

VISTI

  • la Direttiva 2000/60/CE;
  • il D.Lgs. 152/2006;
  • il Piano di tutela delle Acque, approvato con Deliberazione del Consiglio regionale n. 107 del 5/11/2009 e sue successive modifiche e integrazioni;
  • il RD n. 1486/1914;
  • l’art. 16 comma 3 della L.R. 19/1998.

Dato atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale;

ordina

  1. Di concedere ad Enel Produzione S.p.a., con sede a Vittorio Veneto (TV), via Borgo Botteon 9, CF e P.IVA 05617841001, la proroga ai mesi di settembre e ottobre, del periodo di deroga al rilascio del deflusso minimo vitale relativo alla Diga di Valle di Cadore (Impianto idroelettrico di Soverzene) di cui alla propria Ordinanza n. 102/2016, al fine di consentire il completamento degli interventi di manutenzione straordinaria alle paratoie dello scarico di superficie laterale della diga stessa.
  2. Di stabilire che nella fase di cantiere, durante i mesi di settembre e ottobre, verrà effettuata una riduzione del rilascio del DMV dai 1240 l/s, previsti per la stagionalità in tale periodo, al valore rilasciato dalla diga di Vodo posta a monte pari a 777 l/s.
  3. Di stabilire che durante tale periodo verrà effettuato un rilascio integrativo dalla Diga di Pieve di Cadore a compensare il minor rilascio dalla Diga di Valle di Cadore, al fine di garantire l’entità prevista del Deflusso Minimo Vitale alla confluenza del torrente Boite nel fiume Piave.
  4. Di stabilire che la Direzione regionale Difesa del Suolo è incaricata dell’esecuzione del presente atto.
  5. Di dare atto che il presente provvedimento non comporta spesa a carico del Bilancio Regionale.
  6. Di disporre la pubblicazione del presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto.

Luca Zaia

Torna indietro