Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 161 del 12 dicembre 2023


Materia: Cultura e beni culturali

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1486 del 27 novembre 2023

L. R. n. 30 del 25 ottobre 2021, Promozione delle minoranze linguistiche presenti nella Regione del Veneto. Presa d'atto degli esiti dell'Indagine sulle comunità linguistiche del Veneto.

Note per la trasparenza

Il presente provvedimento costituisce la presa d’atto degli esiti dello studio denominato Indagine sulle comunità linguistiche del Veneto, elaborato dalla Società Filologica Friulana G.I. Ascoli APS di Udine allo scopo di acquisire informazioni per compren­derne l’evoluzione e i rischi alla sopravvivenza delle lingue di minoranza presenti nel territorio regionale.

L'Assessore Cristiano Corazzari riferisce quanto segue.

La Legge regionale n. 30 del 25 ottobre 2021, “Promozione delle minoranze linguistiche presenti nella Regione del Veneto”, coerentemente con i dettami della Legge n. 482 del 15 dicembre 1999, “Norme in materia di minoranze linguistiche storiche”, ha dato avvio ad una nuova strategia per la tutela e la salvaguardia delle minoranze  linguistiche presenti in Veneto, associando al tradizionale sostegno a progetti realizzati dalle Associazioni rappresentative delle comunità in cui si parla cimbro, ladino e friulano, progetti a regia regionale e bandi rivolti a enti locali, associazioni e organismi culturali senza scopo di lucro del territorio.

In questo contesto, in sede di prima applicazione della nuova norma, con DGR n. 16 dell'11 gennaio 2022 è stata avviata una prima attività di indagine sulle comunità linguistiche della Regione al fine di definire un quadro organico sul numero dei parlanti, il grado di conservazione e di utilizzo delle lingue di minoranza e, più in generale, la minaccia alla loro sopravvivenza. Con Decreto n. 7 del 28 gennaio 2022 del Direttore dell'Unità Organizzatia Cooperazione internazinale è stato indetto un Avviso per selezionare gli Enti culturali del Terzo Settore in possesso di esperienze specifiche sul tema delle minoranze linguistiche in grado di poter svolgere l’indagine in parola. Successivamente, a valle di un’attività di co-progettazione svolta ai sensi dell’art. 55 c. 5 del Decreto Legislativo n. 117/2017, l’attività di ricerca socio-linguistica è stata affidata con DDR n. 29 del 21 marzo 2022 del Direttore dell'Unità Organizzatia Cooperazione internazinale alla Società Filologica Friulana G.I. Ascoli APS di Udine per un importo complessivo di euro 30.000,00.

L’attività di ricerca è stata definita dal documento denominato “Progetto finale di ricerca socio-linguistico sullo stato delle lingue di minoranza in Veneto e la predisposizione del piano di politiche linguistiche regionali” approvato con DDR n. 40 del 02 maggio 2022 del Direttore dell'Unità Organizzatia Cooperazione internazionale, ed ha avuto formale avvio con la sottoscrizione della convenzione il 3 maggio 2022.

Lo studio, coordinato dal responsabile scientifico Luca Melchior, docente di linguistica all’Alpen-Adria-Universität di Klagenfurt am Wörthersee, è stato affiancato da un Comitato scientifico costituito da esperti con funzioni consultive e di controllo sulle attività di ricerca. Al fine di acquisire le informazioni per la realizzazione dello studio, vista l’ampiezza del territorio indagato è stato promosso nei comuni interessati un questio­nario sociolinguistico sviluppato nella piattaforma EUSurvey, per consentire garanzia del trattamento dei dati personali conformi alla normativa europea. L’indagine sul campo si è svolta dal 1 dicembre 2022 all’11 aprile 2023.

Successivamente all’elaborazione dei contenuti i risultati preliminari dell’indagine sono stati oggetto di condivisione con le tre comunità linguistiche durante alcuni incontri di presentazione svoltisi nel periodo giugno-settembre 2023, consentendo l’arricchimento con stimoli e proposte che sono stati puntualmente integrati nell’elaborato finale. I risultati dell’indagine sono riportati nel documento “Indagine sulle comunità linguistiche del Veneto”, Allegato A del presente atto, del quale costituisce parte integrante e sostanziale. Il documento riporta gli esiti delle valutazioni scientifiche in ordine alle differenti condizioni di minaccia per la sopravvivenza delle tre lingue nella Regione, proponendo alcune prime linee di indirizzo per definire le priorità di azione delle politiche regionali di settore. In particolare, l'analisi e la successiva fase di confronto con il territorio, ha individuato come linee di indirizzo per l'azione di tutela una maggiore presenza delle lingue di minoranza all'interno dei programmi integrativi scolastici, coerentemente a quanto già previsto dalla L. 482/1999, un più forte impulso alla toponomastica in lingua minoritaria, la creazione di partenariati con altre Regioni europee dove si parla in lingua di minoranza per la partecipazione a bandi di settore, il coordinamento tra istituzioni locali, ed un impulso alla comunicazione pubblica (anche con campagne informative specifiche) con l'utilizzo della lingua locale.

Si incarica il Direttore della U.O. Cooperazione internazionale della Direzione Relazioni internazionali di dare attuazione alle linee di indirizzo sopra esplicitate, al fine di armonizzare le politiche regionali con le priorità scaturite dall'indagine.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato, con i visti rilasciati a corredo del presente atto, l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTA la L.R. 25 ottobre 2021 n. 30, Promozione delle minoranze linguistiche presenti nella Regione del Veneto;

VISTA la Legge 15 dicembre 1999, n. 482, Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche; 

VISTA la DGR n. 16 del 11/01/2022;

VISTO il DDR n. 7 del 28/01/2022; 

VISTO il DDR n. 40 del 02/05/2022; 

VISTO il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e ss.mm. e ii.;

VISTO l’art. 2, comma 2 della L.R. n. 54 del 31 dicembre 2012 e ss.mm. e ii.;

delibera

  1. di approvare le premesse quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di prendere atto del documento "Indagine sulle comunità linguistiche del Veneto", elaborato dalla Società Filologica Friulana, esito dell’indagine operata nelle comunità linguistiche della Regione del Veneto e contenute nell’Allegato A, del presente atto del quale costituisce parte integrante e sostanziale;
  3. di prendere atto in modo particolare delle risultanze dell'indagine di cui al punto 2 recanti in sintesi una maggiore presenza delle lingue di minoranza all'interno dei programmi integrativi scolastici, coerentemente a quanto già previsto dalla L. n. 482/1999, un più forte impulso alla toponomastica in lingua minoritaria, la creazione di partenariati con altre Regioni europee dove si parla in lingua di minoranza per la partecipazione a bandi di settore, il coordinamento tra istituzioni locali, ed un impulso alla comunicazione pubblica (anche con campagne informative specifiche) con l'utilizzo della lingua locale;
  4. di incaricare il Direttore dell’Unità Organizzativa Cooperazione internazionale di dare attuazione alle linee di indirizzo contenute nell'Allegato A di cui al punto 2;
  5. di incaricare dell'esecuzione del presente atto il Direttore dell’Unità Organizzativa Cooperazione internazionale;
  6. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

Dgr_1486_23_AllegatoA_518222.pdf

Torna indietro