Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 51 del 11 aprile 2023


Materia: Turismo

Deliberazione della Giunta Regionale n. 403 del 07 aprile 2023

Approvazione dell'Avviso pubblico e della Direttiva per la presentazione di progetti formativi per il conseguimento della qualifica e dell'abilitazione professionale di Direttore Tecnico di Agenzia di Viaggio e Turismo. L.R. 31 marzo 2017, n. 8 e L.R. 14 giugno 2013, n. 11. Accordo fra le Regioni e le Province autonome recante Linee guida in materia di "Direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo" del 16 marzo 2022, n. 22/48/CR10/C16-C17.

Note per la trasparenza

Si approvano l’Avviso pubblico e la relativa Direttiva che definisce termini e condizioni per la presentazione di progetti formativi per il conseguimento della qualifica e dell’abilitazione di Direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo, conformemente alle Linee guida in materia di “Direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo” di cui all’Accordo fra Regioni e Province autonome 16 marzo 2022, n. 22/48/CR10/C16-C17.

L'Assessore Elena Donazzan, di concerto con l'Assessore Federico Caner, riferisce quanto segue.

La professione di Direttore Tecnico di Agenzia di Viaggio e Turismo (di seguito DTAV) è prevista a livello nazionale dall’art. 20 del D.Lgs. n. 79 del 23 maggio 2011 c.d. “Codice del turismo” e a livello regionale dall’art. 37, comma 4 della L.R. n. 11 del 14 giugno 2013 e s.m.i “Sviluppo e sostenibilità del turismo veneto”.

In attuazione del citato art. 20 del D.Lgs. n.79/2011, in data 6 agosto 2021 è stato pubblicato nel relativo sito Internet il decreto del Ministro del Turismo 1432 del 5 agosto 2021 Requisiti professionali a livello nazionale dei direttori tecnici di agenzia di viaggio e turismo, il quale all’art. 1 Direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo (DTAV) stabilisce che questi è il soggetto cui è affidata la responsabilità tecnica dell’Agenzia di Viaggio e svolge le seguenti funzioni:

  1. sovraintende alle attività aziendali, ne cura l’organizzazione, la programmazione e la promozione, gestendo le risorse umane;
  2. assolve alle funzioni di natura tecnico specialistica concernenti la produzione, l’organizzazione e l’intermediazione di viaggi e altri prodotti turistici.

Ai sensi del successivo art. 2 Abilitazione e requisiti, l’abilitazione all’esercizio sul territorio nazionale dell’attività di DTAV è rilasciata dalle Regioni previo accertamento del possesso dei requisiti soggettivi, formativi e linguistici di cui ai commi successivi ed è valida su tutto il territorio nazionale.

Tra i requisiti formativi è prevista, tra l’altro, al comma 3, lett. b) del medesimo art. 2, l’adeguata conoscenza delle seguenti materie: legislazione turistica; tecnica turistica; amministrazione e organizzazione delle agenzie di viaggio e turismo; geografia turistica; tecnica dei trasporti; marketing turistico; e, al comma 7, lett. e) si stabilisce che la conoscenza delle materie indicate al comma 3, lett. b) si intende accertata ove il richiedente l’abilitazione, in alternativa al conseguimento di specificati titoli di studio, puntualmente elencati, risulti aver frequentato specifico corso di formazione autorizzato dalle regioni o dalle province autonome, della durata minima di 600 ore, erogato da organismi formativi accreditati e/o autorizzati secondo il vigente sistema di formazione professionale, diretto allo svolgimento della specifica attività di direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo, con esame finale abilitante. 

Successivamente, al fine di dare piena attuazione alle suddette disposizioni del D.M. 1432/2021, la Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome con l’Accordo 22/48/CR10/C16-C17 del 16 marzo 2022 recante Linee guida in materia di “Direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo”, ha definito:

  • l’articolazione di dettaglio del corso di formazione di cui all’art. 2 comma, 7 lett. e) del D.M.;
  • un unico format per gli esami previsti all’art. 2 comma, 7 lett. e) ed f) del D.M.

Ciò premesso, con il presente provvedimento, nel rispetto delle Linee guida in materia di “Direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo” definite dal suddetto Accordo 16 marzo 2022, n. 22/48/CR10/C16-C17, si propone di approvare l’Avviso pubblico e la relativa Direttiva contenente modalità e termini per la presentazione di progetti formativi per DTAV di cui rispettivamente all’Allegato A e all’Allegato B. Con riferimento al contenuto dei progetti formativi si propone alla Giunta regionale di approvare il Programma didattico/formativo di cui all’Allegato C, anch’esso parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.

Si propone di ammettere alla presentazione dei progetti formativi i seguenti soggetti:

  1. Organismi di Formazione accreditati ai sensi della L.R. n. 19 del 9 agosto 2002 "Istituzione dell'elenco regionale degli organismi di formazione accreditati" per l'ambito della formazione superiore;
  2. Organismi di Formazione che hanno già presentato istanza di accreditamento per l'ambito della formazione superiore ai sensi della DGR n. 359 del 13 febbraio 2004 e s.m.i. In questo caso la valutazione dell’istanza di accreditamento sarà effettuata entro i 90 giorni successivi alla data del decreto di approvazione.

I percorsi formativi per DTAV oggetto del presente provvedimento saranno riconosciuti ai sensi della L.R. n. 8 del 31 marzo 2017 “Il sistema educativo della Regione Veneto” senza oneri a carico del bilancio regionale.

Le domande di presentazione dei progetti formativi per DTAV per l’ammissione al suddetto riconoscimento dovranno essere inviate con le modalità e nei termini indicati dalla Direttiva, Allegato B, alla Giunta regionale del Veneto, Direzione Formazione e Istruzione, all’indirizzo di Posta Elettronica Certificata della Regione del Veneto, formazioneistruzione@pec.regione.veneto.it, a pena di esclusione. In sede di prima applicazione, le domande dovranno essere presentate entro e non oltre il trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Si dà atto del fatto che obiettivi e strumenti operativi per lo svolgimento dell’attività oggetto del presente provvedimento, sono stati condivisi tra le strutture regionali Direzione Formazione e Istruzione e Direzione Turismo, entrambe interessate per le rispettive competenze per materia.

Si propone, pertanto, di incaricare la Direzione Formazione e Istruzione dell’istruttoria formale sui requisiti dei progetti presentanti dagli Organismi di Formazione, precisando che il modello proposto, come esplicitato nella Direttiva Allegato B, non prevede valutazioni di merito.

Si propone altresì di incaricare la Direzione Turismo della gestione del procedimento di abilitazione all’esercizio dell’attività di DTAV, disciplinato dal citato D.M. n.1432/2021, art. 2, comma 7, sia nell’ipotesi di istanza da parte di soggetti con attestato di qualifica rilasciato da un Organismo di Formazione, a seguito del superamento dell’esame finale, dopo la frequenza del citato percorso formativo; sia nell’ipotesi di istanza da parte dei soggetti esentati dal suddetto percorso formativo, in quanto già in possesso dei requisiti soggettivi e linguistici elencati dalla norma.

Si propone infine alla Giunta regionale di approvare il Programma didattico/formativo Allegato C, la modulistica per la richiesta di esenzione dal percorso formativo e di istanza di rilascio dell’abilitazione all’esercizio dell’attività di DTAV Allegato D, nonché l’attestato di abilitazione di DTAV Allegato E.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato, con i visti rilasciati a corredo del presente atto, l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTO il D. Lgs. n. 79 del 23 maggio 2011 Codice della normativa statale in tema di ordinamento e mercato del turismo, a norma dell'articolo 14 della legge 28 novembre 2005, n. 246, nonché attuazione della direttiva 2008/122/CE, relativa ai contratti di multiproprietà, contratti relativi ai prodotti per le vacanze di lungo termine, contratti di rivendita e di scambio;

VISTO il DM n. 1432 del 5 agosto 2021 Requisiti professionali a livello nazionale dei direttori tecnici di agenzia di viaggio e turismo;

VISTO l’Accordo fra le Regioni e le Province autonome sulle linee guida relative alle modalità di erogazione della formazione teorica, a distanza e in presenza, per le professioni/attività regolamentate la cui formazione è in capo alle Regioni e Province autonome del 3 novembre 2021, n. 21/181/CR5b/C17;

VISTO l’Accordo fra le Regioni e le Province autonome sulle linee guida relative alle modalità di svolgimento dei tirocini curricolari nell’ambito di corsi di formazione regolamentati del 3 novembre 2021, n. 21/182/CR5b/C17;

VISTO l’Accordo fra le Regioni e le Province autonome sulle linee guida in materia di “Direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo” del 16 marzo 2022, n. 22/48/CR10/C16-C17;

VISTO l’Accordo fra le Regioni e le Province autonome sulle linee guida relative alle modalità di svolgimento dei tirocini curriculari nell’ambito di corsi di formazione regolamentati. Modifica dell’Accordo in Conferenza delle Regioni e Province Autonome del 3 novembre n. 2021, n. 22/82/CR4ter/C17/C7 del 28 aprile 2022;

VISTO la L.R. n. 11 del 14 giugno 2013 – art. 37, comma 4;

VISTA la L.R. n. 19 del 9 agosto 2002 Istituzione dell’elenco regionale degli organismi di formazione accreditati;

VISTA la L.R. n. 8 del 31 marzo 2017 Il sistema educativo della Regione Veneto;

VISTA la DGR n. 359 del 13.2.2004 - Accreditamento degli Organismi di Formazione – Approvazione bando per la presentazione delle richieste di iscrizione nell’elenco regionale”, e successive modifiche ed integrazioni;

VISTA la DGR n. 2142 del 23.10.2012 - Accertamento della professionalità ai sensi dell’art. 18 della L.R. 10/90 e ss.mm.ii. “Ordinamento del sistema di formazione professionale e organizzazione delle politiche regionali del lavoro”. Modalità di tenuta dell’elenco delle disponibilità dei Presidenti di Commissione d’Esame e precisazione della disciplina specifica per i dipendenti regionali;

VISTA la DGR n. 98 del 11.2.2014 - Individuazione e definizione delle modalità di utilizzo di un “logo” regionale da parte degli iscritti nell’elenco regionale degli Organismi di formazione e/o orientamento accreditati. Accreditamento degli Organismi di formazione di cui alla L.R. n. 19/2002;

VISTA la DGR n. 2120 del 30.12.2015 - Aggiornamento delle disposizioni in materia di accreditamento degli Organismi di Formazione ai sensi della L.R. 19/2002 e s.m.i.;

VISTA la DGR n. 251 del 8.3.2016 - Approvazione documento “Testo Unico Beneficiari” relativo agli adempimenti per la gestione di progetti formativi delle attività formative riconosciute ai sensi dell’art. 19 della L.R. 10/1990 - Allegato A;

VISTO l’art. 2, comma 2, lett. f) della L.R. n. 54 del 31 dicembre 2012.

delibera

  1. di approvare le premesse quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di approvare l’Avviso pubblico e la relativa Direttiva per la presentazione di progetti formativi per Direttore Tecnico di Agenzia di Viaggio e Turismo di cui rispettivamente all’Allegato A e all’Allegato B, il Programma didattico/formativo di cui all’Allegato C, la modulistica per la richiesta di esenzione dal percorso formativo e di rilascio dell’abilitazione all’esercizio dell’attività di DTAV di cui all’Allegato D, nonché l’attestato di abilitazione di DTAV di cui all’Allegato E, quali parti integranti e sostanziali del presente provvedimento;
  3. di stabilire che le domande di presentazione dei progetti formativi per DTAV per l’ammissione al riconoscimento ai sensi della L.R. n. 8 del 31 marzo 2017, dovranno essere inviate a pena di esclusione entro e non oltre il trentesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione con le modalità e nei termini indicati dalla Direttiva di cui all’Allegato B, parte integrante della presente deliberazione, alla Giunta regionale del Veneto – Direzione Formazione e Istruzione, all’indirizzo di Posta Elettronica Certificata della Regione del Veneto, formazioneistruzione@pec.regione.veneto.it,;
  4. di incaricare la Direzione Formazione e Istruzione dell’istruttoria formale sui requisiti dei progetti presentanti dagli Organismi di Formazione, secondo i criteri esplicitati nella Direttiva di cui all’Allegato B, parte integrante del presente provvedimento;
  5. di incaricare la Direzione Turismo della gestione del procedimento di abilitazione all’esercizio dell’attività di DTAV, disciplinato dal citato D.M. n.1432/2021, art. 2, comma 7, in premessa esplicitato;
  6. di stabilire che i percorsi formativi per Direttore tecnico di agenzia di viaggio e turismo saranno riconosciuti ai sensi della L.R. n. 8/2017;
  7. di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale;
  8. di incaricare la Direzione Formazione e Istruzione e la Direzione Turismo per le rispettive competenze dell’esecuzione del presente atto;
  9. di pubblicare il presente atto nel Bollettino ufficiale della Regione nonché nel sito Internet della Regione del Veneto.

(seguono allegati)

Dgr_403_23_AllegatoA_500538.pdf
Dgr_403_23_AllegatoB_500538.pdf
Dgr_403_23_AllegatoC_500538.pdf
Dgr_403_23_AllegatoD_500538.pdf
Dgr_403_23_AllegatoE_500538.pdf

Torna indietro