Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 80 del 12/07/2022
Scarica la versione firmata del BUR n. 80 del 12/07/2022
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 80 del 12 luglio 2022


Materia: Ambiente e beni ambientali

Deliberazione della Giunta Regionale n. 561 del 20 maggio 2022

Approvazione del Protocollo d'Intesa tra il Ministero della Transizione Ecologica (MiTE) e la Regione del Veneto per la replicazione di buone pratiche dei progetti LIFE Green FEST e LIFE Food.Waste. StandUp - relativo al Progetto "Mettiamoci in Riga" - linea LQS - "Piattaforma delle Conoscenze - Capitalizzazione delle esperienze e disseminazione dei risultati per la replicabilità di buone pratiche per l'ambiente e il clima".

Note per la trasparenza

Con il presente atto si provvede ad approvare un “Protocollo d’Intesa” tra il Ministero della Transizione Ecologica (MiTE) e la Regione del Veneto per la replicazione di buone pratiche dei progetti LIFE Green FEST e LIFE Food.Waste.StandUp relativo al Progetto “Mettiamoci in Riga” - Linea d’intervento LQS e se ne autorizza la sottoscrizione. Gli obiettivi da raggiungere con la suddetta collaborazione sono diretti a definire un modello di contabilizzazione dei benefici del GPP, nonché a strutturare un’adeguata strategia di comunicazione per la sensibilizzazione e l’informazione di imprese e consumatori, con particolare riferimento al tema dello spreco alimentare.

L'Assessore Francesco Calzavara, di concerto con l'Assessore Federico Caner, riferisce quanto segue.

Nell’ambito della strategia regionale per il Green Public Procurement (GPP), approvata con il Piano d’Azione regionale sul GPP, l’Amministrazione Regionale promuove una serie di iniziative e di relazioni con le altre istituzioni che contribuiscono anche al sostegno delle azioni a supporto dell’Agenda 2030, come individuate dalla deliberazione consiliare n. 80/2020 che ha approvato la Strategia Regionale per lo Sviluppo Sostenibile.

Il Piano d’Azione Regionale sul GPP prevede obiettivi generali e specifici, in particolare tra questi ultimi c’è la “Valorizzazione delle buone pratiche verdi attuate in Regione del Veneto” che è attuata con il Premio Compraverde Veneto per stazioni appaltanti e imprese, giunto quest’anno alla V edizione.

Tra gli obiettivi più generali vi è invece l’azione coordinata tra la Regione, l’Università degli Studi di Padova, l’Università Cà Foscari di Venezia, Università degli Studi di Verona, Università IUAV di Venezia, Unioncamere del Veneto ed ARPAV (azione condivisa con la sottoscrizione del Protocollo d’Intesa sul GPP stipulato in data 17.04.2019) che quest’anno, in occasione dell’approvazione dei risultati del 3° anno di attività, ha approfondito il tema relativo al sistema alimentare sostenibile in linea con il Goal 12 e il Goal 2 dell’Agenda 2030, con un focus sullo spreco alimentare. Il lavoro si è concretizzato in un documento dal titolo: “GPP per un sistema alimentare giusto, sano e rispettoso dell’ambiente”, approvato con DGR n. 527/2022, che verrà presentato il 9 giugno nel corso del Forum Compraverde Veneto 2022.

Al fine di rendere più efficace l’azione di promozione e diffusione dei principi del GPP e di informare e sensibilizzare gli enti pubblici e gli operatori economici sia sui benefici derivanti dalla loro applicazione che sul tema dello spreco alimentare, oggi riconosciuto come uno dei problemi globali emergenti date le enormi implicazioni ambientali, sociali ed economiche a questo connesse, appare utile definire e coordinare un’azione congiunta e in sinergia con il Ministero della Transizione Ecologica che segue il Progetto “Mettiamoci in Riga” - Linea d’intervento LQS.

Il Progetto Mettiamoci in RIGA (Rafforzamento Integrato Governance Ambientale finanziato nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020), è articolato in nove Linee di intervento e tra queste la linea LQS – “Piattaforma delle Conoscenze – Capitalizzazione delle esperienze e disseminazione dei risultati per la replicabilità di buone pratiche per l’ambiente e il clima” che promuove azioni di orientamento rivolte alle Amministrazioni regionali per favorire la diffusione e replicazione delle buone pratiche ambientali sviluppate nell’ambito di progetti finanziati da Programmi europei (LIFE, VII Programma Quadro, Cip Eco innovation, Cip Europa Energia Intelligente, Horizon 2020) e che sono anche disponibili nella Piattaforma delle Conoscenze (www.pdc.minambiente.it).

Su tale Piattaforma è visibile e consultabile un “sito web dinamico” collegato al portale del MiTE, realizzato per la capitalizzazione e la condivisione dei risultati dei progetti italiani, finanziati con fondi europei, che hanno sperimentato con successo soluzioni, tecniche, metodologie ed approcci in materia di ambiente e clima ed hanno contribuito a migliorare la base delle conoscenze.

Si ritiene inoltre che l’accordo favorisca, attraverso la definizione di un Piano Operativo, la replicazione e la diffusione di buone prassi, nonché il rafforzamento delle capacità tecniche e progettuali dell’Amministrazione regionale, già previste anche dalla programmazione per il GPP, con particolare riguardo alle attività di comunicazione e sensibilizzazione presso le PA, alla realizzazione di campagne informative sui benefici del GPP, partendo da una “campagna campione sullo spreco alimentare” che valorizza in particolare i risultati emersi in occasione dell’approvazione della DGR n. 527/2022.

Inoltre, da tale collaborazione, si vuole acquisire anche un metodo per la “contabilizzazione dei benefici del GPP” in quanto spesso manca l’esatta comprensione dell’importanza delle azioni sui temi del GPP in quanto manca un “indicatore numerico”.

A tal fine è stata avviata un’interlocuzione con il MiTE che ha portato a definire i contenuti del Protocollo che si propone di approvare individuando la Direzione Acquisti e AA.GG. come struttura deputata alla sottoscrizione e attuazione degli impegni ad esso relativi, in quanto struttura che da anni segue e promuove i temi legati al GPP.

A seguito della sottoscrizione si avvierà una collaborazione istituzionale per valorizzare e replicare sul territorio regionale le buone pratiche dei progetti LIFE Green FEST e LIFE Food.Waste. StandUp presenti nella Piattaforma delle Conoscenze (PDC) e alla definizione di un modello di contabilizzazione dei benefici del GPP, nonché a strutturare un’efficace strategia di comunicazione per la sensibilizzazione e l’informazione di imprese e consumatori sul tema dello spreco alimentare.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato, con i visti rilasciati a corredo del presente atto, l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTA la DGR 1606 del 05.11.2019 “Approvazione del Piano d'Azione della Regione del Veneto per l'attuazione del Green Public Procurement (in sigla, PAR GPP) per il quinquennio 2019-2023”;

VISTA la DGR 527 del 09.05.2022 “Approvazione dei risultati del terzo anno di attività del Protocollo d’Intesa sul Green Public Procurement (GPP) siglato tra la Regione del Veneto, l’Università degli Studi di Padova, l’Università Cà Foscari di Venezia, Università degli Studi di Verona, Università IUAV di Venezia, Unioncamere del Veneto e ARPAV. Azione a sostegno del Goal 12 e del Goal 2 dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite”;

VISTO il Protocollo d’Intesa sottoscritto tra la Regione del Veneto, l’Università degli Studi di Padova, l’Università Ca’ Foscari di Venezia, l’Università degli Studi di Verona, l’Università IUAV di Venezia, Unioncamere del Veneto e ARPAV sul Green Public Procurement in data 17.04.2019;

VISTO il Progetto Mettiamoci in RIGA – Rafforzamento Integrato Governance Ambientale finanziato nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020, Asse 3 - Rafforzamento della governance multilivello dei Programmi di Investimento Pubblico del PON GOV;

VISTO l’Obiettivo Specifico - 3.1 Miglioramento della governance multilivello e della capacità amministrativa e tecnica delle pubbliche amministrazioni nei programmi d'investimento pubblico, e l’Azione 3.1.1. - Realizzazione di azioni orizzontali per tutta la pubblica amministrazione funzionali al presidio ed alla maggiore efficienza del processo di decisione della governance multilivello dei programmi di investimento pubblico, al rafforzamento della filiera di cooperazione tecnica a partire dai “Piani di Rafforzamento Amministrativo”,

delibera

1. di dare atto che le premesse, e l’ Allegato A formano parte integrante e sostanziale del presente atto;

2. di approvare il Protocollo di Intesa tra il Ministero della Transizione Ecologica (MiTE) e la Regione del Veneto nel testo di cui all’Allegato A;

3. di autorizzare il Direttore della Direzione Acquisti e AA.GG. alla sottoscrizione del Protocollo d’Intesa e all’attuazione del presente atto ivi compresa l’individuazione della persona di riferimento con cui il MiTE dovrà rapportarsi per l’esecuzione delle attività previste dal Protocollo stesso;

4. di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale;

5. di pubblicare la presente Deliberazione nel Bollettino ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

Dgr_561_22_AllegatoA_477636.pdf

Torna indietro