Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 53 del 24/05/2019
Scarica la versione firmata del BUR n. 53 del 24/05/2019
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 53 del 24 maggio 2019


Materia: Sport e tempo libero

Deliberazione della Giunta Regionale n. 661 del 21 maggio 2019

Azioni regionali per la promozione della pratica sportiva. Approvazione del bando, anno 2019, per la concessione di contributi a favore delle iniziative di promozione della pratica sportiva attraverso l'organizzazione di corsi di avviamento all'attività motoria e sportiva. LR 11 maggio 2015, n. 8, art. 12.

Note per la trasparenza

La Regione sostiene e promuove la pratica sportiva. Con il presente provvedimento, sulla base delle risorse rese disponibili nel bilancio regionale di previsione 2019-2021, si avvia la procedura per la concessione di contributi a favore della pratica sportiva attraverso azioni di sostegno all’organizzazione di corsi di avviamento all’attività motoria e sportiva finalizzati alla socializzazione e alla promozione del benessere psicofisico.

L'Assessore Elisa De Berti per l'Assessore Cristiano Corazzari riferisce quanto segue.

La legge regionale 11 maggio 2015, n. 8, “Disposizioni generali in materia di attività motoria e sportiva”, nel riconoscere il valore sociale, formativo ed educativo della pratica motoria e sportiva, attraverso l’attività di programmazione e pianificazione individua i fabbisogni ed interviene di conseguenza mediante forme di sostegno, anche finanziario, a favore della promozione della pratica sportiva.

In particolare, l’art. 12, della suddetta LR n. 8/2015 prevede il sostegno finanziario della Regione in favore della pratica sportiva a tutti i livelli, secondo le modalità di cui all’art. 10 della medesima norma.

Va inoltre rilevato che l’attività in parola è altresì riconducibile all’Obiettivo DEFR 2019 – 2021 06.01.05: “Sostenere lo svolgimento di iniziative di promozione della pratica motoria e sportiva a tutti i livelli”.

Con l’approvazione della Legge regionale 21 dicembre 2018, n. 45 “Bilancio di previsione 2019-2021”, le attività facenti capo alla LR n. 8/2015 sono state interessate da uno stanziamento pari ad un importo complessivo di Euro 1.850.000,00 a valere interamente sull’esercizio 2019, di cui Euro 800.000,00 da destinare ad interventi di spesa corrente a favore dell’incentivazione della pratica motoria e sportiva.

A seguito dell’approvazione della LR n. 45/2018, con successivo decreto del Segretario Generale della Programmazione del 28.12.2018, n. 12 “Bilancio finanziario gestionale 2019 - 2021” sono state assegnate risorse pari ad Euro 200.000,00 a valere sul capitolo 102512 – “Azioni regionali per la promozione della pratica sportiva (art. 12 LR 11 maggio 2015, n. 8)” per il sostegno delle corrispondenti iniziative.

Ai sensi dell’art. 10, comma 1, lettera a) della LR n. 8/2015, si rende ora necessario procedere all’approvazione di un apposito bando che definisca i criteri e le modalità di accesso al contributo regionale con specifico riferimento alla fattispecie delle iniziative di promozione della pratica sportiva attraverso l’organizzazione di corsi di avviamento all’attività motoria e sportiva.

Per quanto sopra esposto, si propone pertanto di approvare il “Bando per la concessione di contributi a favore dell’organizzazione di corsi di avviamento all’attività motoria e sportiva”, ai sensi della legge regionale 11 maggio 2015, n. 8, art. 12, di cui all’Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.

Il presente provvedimento è attuativo del Piano esecutivo annuale per lo sport 2019 approvato dalla Giunta regionale in pari data che, tra le altre azioni, prevede anche il sostegno alle iniziative di promozione della pratica sportiva attraverso l’organizzazione di corsi di avviamento all’attività motoria e sportiva.

Le attività ammesse a finanziamento dovranno essere realizzate entro il corrente anno e comunque rendicontate entro e non oltre il 31 dicembre 2019.

La spesa di cui si prevede l’impegno con il presente atto è destinata al sostegno delle iniziative volte a favorire la pratica sportiva mediante l’organizzazione di corsi di avviamento all’attività motoria e sportiva e pertanto non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della LR n. 1/2011.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTA la legge regionale 11 maggio 2015, n. 8 ed in particolare gli artt. 10 e 12;

VISTA la DCR del 7 maggio 2019, n. 48 di approvazione del Piano pluriennale per lo sport 2019-2021;

VISTA la legge regionale 29 novembre 2001, n. 39 “Ordinamento del bilancio e della contabilità della Regione” e successive modificazioni ed integrazioni;

VISTA la legge regionale 21 dicembre 2018, n. 43 “Collegato alla legge di stabilità regionale 2019”;

VISTA la legge regionale 21 dicembre 2018, n. 44 “Legge di stabilità regionale 2019”;

VISTA la legge regionale 21 dicembre 2018, n. 45 di approvazione del Bilancio di previsione 2019 – 2021;

VISTA la deliberazione n. 1928 del 21 dicembre 2018 che approva il Documento tecnico di accompagnamento del Bilancio di previsione 2019-2021;

VISTO il decreto del Segretario Generale della Programmazione n. 12 del 28 dicembre 2018 di approvazione del bilancio finanziario gestionale 2019 – 2021;

VISTO il decreto del Segretario Generale della Programmazione n. 2 del 3 gennaio 2019 di approvazione degli Obiettivi gestionali per il periodo 2019-2021;

VISTA la DGR n. 67 del 29 gennaio 2019 di approvazione delle Direttive per la gestione del bilancio di previsione 2019-2021;

VISTO il D.Lgs. n. 118/2011 modificato e integrato dal D.Lgs. 126/2014;

VISTO l’art. 2, comma 2 della legge regionale 31 dicembre 2012, n. 54 come modificato dalla Legge regionale 17 maggio 2016, n. 14;

DATO ATTO che il presente provvedimento è attuativo del Piano esecutivo annuale per lo sport 2019.

delibera

  1. di approvare, quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, quanto riportato in premessa;
  2. di approvare, per i motivi indicati in premessa, il “Bando per la concessione di contributi a favore dell’organizzazione di corsi di avviamento all’attività motoria e sportiva”, ai sensi della legge regionale 11 maggio 2015, n. 8, art. 12, di cui all’Allegato A parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  3. di determinare in Euro 200.000,00 l’importo massimo delle obbligazioni di spesa alla cui assunzione provvederà con propri atti il Direttore della Direzione Beni Attività Culturali e Sport, entro il corrente esercizio, disponendo la copertura finanziaria a carico dei fondi stanziati sul capitolo 102512 “Azioni regionali per la promozione della pratica sportiva (art. 12 LR 11 maggio 2015, n. 8)” del bilancio di previsione 2019 – 2021 con imputazione all’esercizio 2019;
  4. di dare atto che la Direzione Beni Attività Culturali e Sport, cui è stato assegnato il capitolo evidenziato al punto precedente, ha attestato che il medesimo presenta sufficiente capienza;
  5. di dare atto che la spesa di cui si prevede l’impegno con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della LR n. 1/2011;
  6. di incaricare il Direttore della Direzione Beni Attività Culturali e Sport dell’esecuzione del presente atto, e dell’adozione di ogni ulteriore conseguente atto che si renda necessario in relazione alle attività oggetto del presente provvedimento, anche determinato dal sopravvenire di eventuali aggiornamenti normativi;
  7. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’art. 26, comma 1, del D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 come modificato dal D.lgs. n. 97 del 25 maggio 2016;
  8. di informare che avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso giurisdizionale avanti al Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni dall’avvenuta conoscenza ovvero, alternativamente, ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni;
  9. di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

Dgr_661_19_AllegatoA_394985.pdf

Torna indietro