Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 90 del 31/08/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 90 del 31/08/2018
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 90 del 31 agosto 2018


Materia: Turismo

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1278 del 28 agosto 2018

Strategia d'area dell'Area interna Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni. Implementazione misure a carattere turistico mediante approvazione bandi POR FESR 2014-2020, Asse 3, Azione 3.3.4 "Sostegno alla competitività delle imprese nelle destinazioni turistiche, attraverso interventi di qualificazione dell'offerta e innovazione di prodotto/servizio, strategica ed organizzativa" sub azioni B e C.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento vengono attivate le misure a carattere turistico ricomprese nell’ambio della Strategia d’area dell’Area interna Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni. A tale fine si approvano due bandi, uno per l’erogazione di contributi finalizzati allo sviluppo e al consolidamento di reti di imprese e/o di club di prodotto nel settore turistico (sub azione B) e uno per l’erogazione di contributi dedicati agli investimenti innovativi nel settore ricettivo turistico (sub azione C) definendo per entrambi i criteri e le modalità di ammissione ai finanziamenti. I bandi attuano l’Azione 3.3.4. “Sostegno alla competitività delle imprese nelle destinazioni turistiche, attraverso interventi di qualificazione dell'offerta e innovazione di prodotto/servizio, strategica ed organizzativa” prevista dal POR FESR 2014-2020 – Asse 3.

L'Assessore Federico Caner riferisce quanto segue.

La Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI) è una strategia innovativa di sviluppo locale, introdotta con la programmazione dei fondi SIE 2014-2020 ed inserita nel Piano nazionale di riforma e nell’Accordo di Partenariato 2014-2020 (AdP), che mira a contrastare la caduta demografica e rilanciare lo sviluppo delle Aree interne italiane. Ogni Strategia d’area è finanziata dallo Stato, tramite stanziamenti della Legge di stabilità, per la parte relativa all’adeguamento della qualità/quantità dell’offerta dei servizi essenziali (istruzione, sanità e mobilità), e dalle Regioni tramite i fondi strutturali e di investimento (Fondi SIE), per la parte relativa ai progetti di sviluppo locale.

La Regione del Veneto ha scelto di aderire alla SNAI, inserendo la pre-selezione delle aree e degli ambiti di attuazione degli interventi nel POR FESR 2014-2020, nel POR FEASR 2014-2020 e nel POR FSE 2014-2020. Nella Regione del Veneto sono state selezionate quattro Aree interne: l’Unione montana (UM) Agordina, l’UM Comelico, l’UM Spettabile Reggenza dei Sette Comuni e il Contratto di foce Delta del Po. La pre-selezione è stata realizzata dal Comitato Tecnico Aree Interne (CTAI) e dalla Regione del Veneto, e confermata dal Rapporto di Istruttoria definitivo del CTAI  inviato alla Regione del Veneto con nota del Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione economica n. ALCT-DPS 2707 del 02/04/2015 e a livello regionale dalla Deliberazione n. 563 del 21 aprile 2015.

La DGR n. 563/2015 ha disposto anche in merito al cronoprogramma dei lavori di attuazione della Strategia nelle quattro Aree interne della Regione del Veneto, individuando nell’Area UM Spettabile Reggenza dei Sette Comuni la prima area prototipo di applicazione della SNAI in Veneto, con avvio immediato.

La metodologia sviluppata per l’elaborazione delle Strategie d’area consiste in un processo di co-progettazione che coinvolge i ministeri competenti, la Regione, i referenti istituzionali dell’area e i soggetti rilevanti del territorio e prevede la graduale elaborazione di documenti strategici progressivamente sempre più dettagliati, quali la Bozza di strategia, il Preliminare di Strategia e infine la Strategia d’area che riporta gli interventi definitivi finanziabili la cui attuazione viene regolata da un Accordo di Programma Quadro (APQ).

La Bozza di Strategia dell’Area interna UM Spettabile Reggenza dei sette Comuni, è stata approvata dal CTAI con nota del Dipartimento per le Politiche di Coesione n.1219 del 24 settembre 2015, mentre il Preliminare di Strategia della stessa area è stato approvato con nota del Dipartimento per le Politiche di Coesione n. DPCOE-0002402-P del 13 settembre 2016.

Successivamente, con DGR n. 49 del 19/01/2018 è stata approvata la Strategia d’area dell’Area interna Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni, la quale per quanto riguarda il settore turistico evidenzia un tendenziale calo delle presenze nell’Altopiano dei Sette Comuni, anche a causa della scarsa innovazione del contenuto e della qualità dell’offerta turistica. La Strategia elaborata prevede per il turismo un riposizionamento strategico basato sul rispetto dell’ambiente e sulla valorizzazione del paesaggio e dell’identità locale, attraverso due ordini di interventi, contenuti nelle schede intervento n. 17 e 18 approvate con la Strategia. In particolare:

- la scheda intervento n.17, coerente con l’Azione 3.3.4 sub azione B, mira ad incentivare la messa in rete delle strutture ricettive che attualmente risultano frammentate, anche attraverso nuove modalità di gestione integrata dell’offerta turistica, ed è relativa alla creazione di uno o più club di prodotto orientati ai segmenti sportivi ed outdoor, del turismo accessibile e del turismo slow&green.  Sono stati previsti interventi per un importo di 1.000.000,00 euro da finanziarsi per un importo di 500.000,00 euro con fondi FESR dell’asse 3 e per la restante parte con fondi privati;
- la scheda intervento n. 18, coerente con l’Azione 3.3.4 sub azione C, mira a contribuire al riposizionamento strategico delle imprese e della destinazione, incentivando l’accoglienza turistica dell’Altopiano, ed è relativa al miglioramento e all’innovazione delle strutture ricettive in ottica di sostenibilità e accessibilità. Sono stati previsti interventi per 2.000.000,00 euro finanziabili per un importo di 1.000.000,00 euro con fondi FESR dell’asse 3 e per la restante parte con fondi privati.

Come previsto dalla DGR n. 49/2018, con successivo provvedimento la Giunta regionale procederà all’approvazione dello schema di Accordo di Programma Quadro (APQ) che riporterà, in allegato, le schede degli interventi con ulteriori dettagli progettuali ed eventuali modifiche non sostanziali apportate su indicazione delle strutture nazionali e regionali competenti, e i relativi impegni finanziari da parte di tutti i soggetti coinvolti nell’attuazione degli stessi. Nelle more della sottoscrizione dell’APQ è comunque possibile procedere all’implementazione della Strategia e in particolare delle azioni previste dalle schede finanziate con i fondi POR FESR.

Con Comunicazione COM (2010) 2020 del 03/03/2010 la Commissione Europea ha adottato il documento “Europa 2020” che prevede una strategia per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. In seguito, il 17 dicembre 2013 il Parlamento Europeo e il Consiglio hanno approvato il pacchetto di Regolamenti sui Fondi strutturali e di Investimento Europei (fondi SIE) per il periodo 2014-2020.

In particolare, il Regolamento (UE) n. 1303/2013 ha definito le norme comuni ai fondi SIE e il Regolamento (UE) n. 1301/2013 ha definito le norme specifiche relative al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR).

La Giunta regionale, dopo la consultazione partenariale, ha approvato con CR n. 77 del 17 giugno 2014 la proposta di POR FESR 2014-2020 successivamente trasmessa, conformemente a quanto stabilito dall’articolo 9 della legge regionale n. 26/2011, al Consiglio Regionale per l’esame e l’approvazione definitiva, avvenuta con Deliberazione n. 42 del 10 luglio 2014.

L’Autorità di Gestione del POR FESR il 21/07/2014 ha quindi formalmente inviato tale proposta alla Commissione Europea e conformemente a quanto indicato nell’articolo 29 del Reg. 1303/2013, con nota C(2014) 7854 finale del 21 ottobre 2014, la Commissione Europea ha formulato una serie di osservazioni aprendo così ufficialmente la fase di negoziato.

Con Decisione C (2015) 5903 finale del 17 agosto 2015 è stato approvato il Programma Operativo Regionale − Parte FESR relativo alla programmazione 2014-2020 e la Giunta regionale ne ha preso atto con deliberazione n. 1148 del 01 settembre 2015.

La Giunta regionale, con DGR n. 1871 del 25 novembre 2016, ha individuato la Direzione Turismo quale Struttura Responsabile dell'Azione 3.3.4 "Sostegno alla competitività delle imprese nelle destinazioni turistiche, attraverso interventi di qualificazione dell'offerta e innovazione di prodotto/servizio, strategica ed organizzativa".

In applicazione dell'articolo 110, c. 2 del Reg. n. 1303/2013, il Comitato di Sorveglianza del POR FESR 2014-2020, istituito con DGR n. 1500 del 29 ottobre 2015, in data 3 febbraio 2016 e 15 dicembre 2016, ha approvato i criteri di selezione delle operazioni, con i quali sono stati fissati i parametri che guidano la fase di ammissione e valutazione delle domande di sostegno. Tali criteri sono stati, da ultimo, modificati con le decisioni assunte nella seduta del Comitato di Sorveglianza del 19 aprile 2018.  Nello specifico, in tale occasione, sono stati introdotti anche i criteri di selezione relativi all’attuazione della Strategia Aree interne, che specificano le modalità di valutazione e selezione degli interventi specificatamente previsti nelle Strategie e relative schede intervento.

In particolare, ai sensi di quanto indicato al paragrafo 2.A.6.1 dell'Azione 3.3.4 del POR, va precisato che, nell’ambito della qualificazione dell’offerta turistica, dell’innovazione di prodotto/servizio e dell’innovazione organizzativa, e al fine di rendere coerenti tali fattori con le aspettative della domanda turistica e del mercato, si prevedono, con riferimento all'azione 3.3.4 sub azione B, l’attivazione, lo sviluppo e il consolidamento delle attività sinergiche fra le imprese del settore turistico, mentre con riferimento all'azione 3.3.4 sub azione C sono previsti interventi di riqualificazione delle strutture ricettive nell'ottica di innovazione e sostenibilità, mediante il sostegno alle imprese che intraprendono percorsi di ammodernamento, ristrutturazione ed innovazione delle strutture ricettive per migliorare nel complesso la qualità dell'offerta turistica delle destinazioni venete.

Sotto il profilo della gestione operativa degli interventi, con successiva DGR n. 226 del 28 febbraio 2017, si è quindi disposto di individuare AVEPA quale Organismo Intermedio, ai sensi dell'art. 123 par. 7 del Regolamento (UE) n. 1303/2013, cui affidare la gestione di parte del POR FESR 2014-2020 della Regione del Veneto, approvando con tale provvedimento anche lo schema di convenzione tra Regione del Veneto e AVEPA. Tale convenzione di delega è stata sottoscritta dalle parti in data 12 maggio 2017.

Successivamente, con DGR n. 990 del 6/7/2018 è stato attivato un bando per l’erogazione di contributi per investimenti innovativi nel settore ricettivo turistico riservato alle PMI di montagna. Ai sensi della Programmazione Fondi SIE 2014-2020 - Strategia Nazionale per le Aree interne, con il medesimo provvedimento si è ritenuto di escludere le imprese ubicate nei comuni ricompresi –-nelle Strategie d'area delle Aree Interne Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni e Unione Montana Comelico, in quanto si è previsto di operare per tali comuni una riserva specifica di fondi POR FESR, con bandi rivolti esclusivamente alle strutture ricettive ubicate nei sotto indicati comuni:

a) Area Interna Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni: Asiago, Conco, Enego, Foza, Gallio, Lusiana, Roana, Rotzo;
b) Area Interna Unione Montana Comelico: Comelico Superiore, Danta di Cadore, San Nicolò di Comelico, San Pietro di Cadore, Santo Stefano di Cadore.

Ciò premesso, si propone con la presente deliberazione di attivare le misure a carattere turistico (Schede n. 17 e n. 18) ricomprese nella Strategia d'area dell’Area Interna Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni di cui alla DGR n. 49/2018, mediante l'approvazione di due bandi specifici, nel rispetto dei criteri di ammissibilità POR FESR, ed ai fini di un’efficace ed equilibrata attuazione degli interventi previsti dalla Azione 3.3.4, sub azione B “Contributi alle imprese per lo sviluppo e il consolidamento di reti di imprese e/o club di prodotto e sub azione C “Investimenti innovativi nel settore ricettivo turistico”.

Tali interventi vengono realizzati a favore delle PMI ubicate nei comuni ricompresi – ai sensi della Programmazione Fondi SIE 2014-2020 - Strategia Nazionale per le Aree interne - nella Strategia d'area dell’Area Interna Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni con un sostegno finanziario di 500.000,00 euro per il bando relativo alle Reti di impresa e di 1.000.000,00 euro per il bando relativo agli Investimenti innovativi a favore delle strutture ricettive.

Tali bandi di selezione sono rivolti alle imprese per lo sviluppo e consolidamento di reti di imprese e/o club di prodotto e alle imprese che adottano percorsi di ammodernamento, innovazione e miglioramento, le cui specifiche sono indicate in dettaglio rispettivamente negli Allegati A e B, denominati “Bando per l’erogazione di contributi per lo sviluppo di reti d’impresa e/o Club di prodotto - Strategia d'area dell’Area Interna Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni” e “Bando per investimenti innovativi nel settore ricettivo turistico - Strategia d'area dell’Area Interna Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni”.

In particolare, gli Allegati A e B riportano in modo approfondito  la localizzazione degli interventi, i requisiti e le tempistiche per la presentazione delle domande, le modalità di presentazione delle stesse, la documentazione da allegare alla domanda, i criteri di priorità per la valutazione delle domande, nonché ogni altro elemento informativo utile e necessario per la presentazione delle istanze da parte dei soggetti interessati alla misura, per la loro valutazione e per la realizzazione ed il finanziamento degli interventi previsti.

Formano parte integrante e sostanziale del presente provvedimento anche i seguenti allegati:

- Bando Allegato A: Allegato A1 ”Progetto di Rete”;
- Bando Allegato B: Allegato B1 "Relazione tecnico-illustrativa del progetto”; Allegato B2 “Fac-simile di lettera di referenze bancarie”; Allegato B3 “Attestazione capacità finanziaria dell’impresa”; Allegato B4 “Schema stima professionista abilitato per progetti che prevedono metodi di edilizia sostenibile e miranti al risparmio energetico ai fini del conseguimento dei relativi punteggi di priorità”.

Eventuali economie che dovessero realizzarsi in uno dei due bandi di cui agli Allegati A e B, a seguito di contributi ammissibili inferiori allo stanziamento previsto, potranno essere messe a disposizione per il finanziamento di istanze non finanziate con l’altro bando oggetto della presente deliberazione. Nel caso si conseguano comunque economie nei due bandi, tali economie non potranno essere ulteriormente riprogrammate per la Strategia d’area in oggetto.

Le risorse messe a bando, rispettivamente di 500.000,00 euro per il “Bando per l’erogazione di contributi alle imprese per lo sviluppo e il consolidamento di reti di imprese e/o club di prodotto - Strategia d'area dell’ Area Interna Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni” e di 1.000.000,00 euro per il “Bando per l’erogazione di contributi per investimenti innovativi nel settore ricettivo turistico - Strategia d'area dell’ Area Interna Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni” trovano adeguata copertura, sul bilancio di previsione 2018-2020, nei fondi stanziati nell’ambito dell’Asse 3 del POR FESR 2014-2020 sui seguenti capitoli:

-10265 “POR FESR 2014-2020 – Asse 3 “Turismo” – Quota comunitaria - Contributi agli investimenti”;
-10266 “POR FESR 2014-2020 – Asse 3 “Turismo” – Quota statale - Contributi agli investimenti”;
-10267 “POR FESR 2014-2020 – Asse 3 “Turismo” – Quota regionale - Contributi agli investimenti".

La Direzione Programmazione Unitaria ha rilasciato il visto di conformità per il presente provvedimento.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTA la Comunicazione COM (2010) del 03 marzo 2010 della Commissione Europea;

VISTI i Regolamenti (UE) n. 1303/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio e n. 1301/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio;

VISTO il Regolamento delegato (UE) n. 240/2014 della Commissione;

VISTA  la Decisione C(2015) 5903 finale del 17 agosto 2015;

VISTA  la Deliberazione del Consiglio Regionale n. 42 del 10 luglio 2014;

VISTE le deliberazioni n. 942 del 17 giugno 2013, integrata con deliberazione n. 406 del 4 aprile 2014, n. 1148 del 1 settembre 2015, n. 1500 del 29 ottobre 2015 e n. 1871 del 25 novembre 2016;

VISTE le Deliberazioni n. 2222 del 23 dicembre 2016 e n. 1541 del 25 settembre 2017 e n. 990 del 6 luglio 2018;

VISTA la DGR n. 563 del 21 aprile 2015 che ha approvato la selezione degli ambiti territoriali per l’attuazione della Strategia Nazionale Aree Interne e ha individuato l’Area interna UM Spettabile Reggenza dei Sette Comuni come area prototipo;

VISTA la DGR n. 226 del 28 febbraio 2017 con la quale si è disposto di individuare AVEPA quale Organismo Intermedio, ai sensi dell'art. 123 par. 7 del Regolamento (UE) n. 1303/2013;

VISTA la Convenzione di Delega sottoscritta da Regione del Veneto e AVEPA in data 12/05/2017;

VISTA la DGR n. 581 del 28 aprile 2017 che approva la procedura per l'apposizione del visto di conformità e del visto di monitoraggio finanziario;

VISTO il Decreto del Direttore della Direzione Programmazione Unitaria n. 35 del 15 maggio 2017 che approva il contenuto dei format del visto di conformità e del visto di monitoraggio finanziario, giusta DGR n. 581/2017;

VISTA la DGR n. 49 del 19/01/2018 che approva la Strategia d’Area dell’Area interna Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni;

VISTA la Legge Regionale n. 47 del 29 dicembre 2017 con cui è stato approvato il bilancio regionale di previsione 2018 – 2020;

VISTO l’art. 2 comma 2 della legge regionale n. 54 del 31 dicembre 2012;

DATO ATTO che il Direttore di Area ha attestato che il Vicedirettore di Area nominato con DGR n. 1406 del 29 agosto 2017, ha espresso in relazione al presente atto il proprio nulla osta senza rilievi, agli atti dell’Area medesima;

delibera

1. di considerare le premesse parte integrante del presente provvedimento;

2. di approvare, per le considerazioni espresse in premessa, e ai fini dell’implementazione delle misure a carattere turistico ricomprese nella Strategia d'area dell’Area Interna Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni di cui alla DGR n. 49 del 19 gennaio 2018, i seguenti bandi:

a) “Bando per lo sviluppo e consolidamento delle reti d’impresa e/o club di prodotto - Strategia d'area dell’Area Interna Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni”;
b)  “Bando per l’erogazione di contributi per investimenti innovativi nel settore ricettivo turistico - Strategia d'area dell’Area Interna Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni”,

riconducibili, rispettivamente, all’Azione 3.3.4. del POR FESR 2014-2020 “Sostegno alla competitività delle imprese nelle destinazioni turistiche, attraverso interventi di qualificazione dell'offerta e innovazione di prodotto/servizio, strategica ed organizzativa”, sub azione B e sub azione C;

3. di stabilire che le specifiche condizioni di ciascun bando sono indicate rispettivamente negli Allegati A) e B), parti integranti e sostanziali del presente provvedimento, che riportano i requisiti per poter presentare domanda, i criteri di priorità degli stessi, la localizzazione degli interventi, le tempistiche per la presentazione delle domande, le modalità di presentazione delle stesse, la documentazione da allegare alla domanda, nonché ogni altro elemento informativo utile e necessario per la presentazione delle istanze da parte dei soggetti interessati;

4. di approvare quali parti integranti e sostanziali del presente provvedimento anche i seguenti allegati:

- Bando Allegato A): Allegato A1”Progetto di Rete”;
- Bando Allegato B):  Allegato B1 "Relazione tecnico-illustrativa del progetto”; Allegato  B2 “Fac-simile di lettera di referenze bancarie”; Allegato B3 “Attestazione capacità finanziaria dell’impresa”; Allegato B4 “Schema stima professionista abilitato per progetti che prevedono metodi di edilizia sostenibile e miranti al risparmio energetico ai fini del conseguimento dei relativi punteggi di priorità”.

5. di stabilire che spetta all’Organismo Intermedio AVEPA la gestione tecnica, finanziaria ed amministrativa dei procedimenti derivanti dal presente provvedimento;

6. di disporre che gli importi massimi complessivi delle obbligazioni di spesa relative ai due bandi sono determinati in 500.000,00 euro e in 1.000.000,00 euro, rispettivamente per il “Bando per l’erogazione di contributi alle imprese per lo sviluppo e il consolidamento di reti di imprese e/o club di prodotto - Strategia d'area dell’ Area Interna Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni” e per il “Bando per l’erogazione di contributi per investimenti innovativi nel settore ricettivo turistico - Strategia d'area dell’Area Interna Unione Montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni” e che tali importi verranno impegnati ed erogati con successivi provvedimenti dal Direttore della Direzione Programmazione Unitaria a favore di AVEPA sui seguenti capitoli di spesa del bilancio di previsione 2018-2020:

-10265 “POR FESR 2014-2020 – Asse 3 “Turismo” – Quota comunitaria – Contributi agli investimenti”;
-10266 “POR FESR 2014-2020 – Asse 3 “Turismo” – Quota statale – Contributi agli investimenti”;
-10267 “POR FESR 2014-2020 – Asse 3 “Turismo” – Quota regionale – Contributi agli investimenti”;

7. di dare atto che eventuali economie che dovessero realizzarsi in uno dei due bandi di cui agli Allegati A e B, a seguito di contributi ammissibili inferiori allo stanziamento previsto, potranno essere messe a disposizione per il finanziamento di istanze non finanziate con l’altro bando oggetto della presente deliberazione e che, nel caso si conseguano comunque economie nei due bandi, queste non potranno essere ulteriormente riprogrammate per la Strategia d’area in oggetto;

8. di dare atto che la Direzione Programmazione Unitaria, a cui sono stati assegnati i capitoli di cui al precedente punto 6, ha attestato che i medesimi presentano sufficiente capienza;

9. di incaricare la Direzione Turismo dell’esecuzione del presente atto;

10. di individuare per la realizzazione delle attività delegate ad AVEPA, in corrispondenza dell'attuazione del bando, il Dirigente di AVEPA- Area Gestione FESR quale Responsabile esterno del trattamento dei dati ai sensi del Reg. 2016/679/UE - General Data Protection Regulation – GDPR;

11. di dare atto che la spesa di cui si prevede l'impegno con il presente provvedimento non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. n. 1/2011;

12. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’articolo 26 comma 1 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;

13. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino ufficiale della Regione.

1278_AllegatoA0_377164.pdf
1278_AllegatoA1_377164.pdf
1278_AllegatoB0_377164.pdf
1278_AllegatoB1_377164.pdf
1278_AllegatoB2_377164.pdf
1278_AllegatoB3_377164.pdf
1278_AllegatoB4_377164.pdf

Torna indietro