Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 45 del 15/05/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 45 del 15/05/2018
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 45 del 15 maggio 2018


Materia: Cultura e beni culturali

Deliberazione della Giunta Regionale n. 519 del 17 aprile 2018

Ratifica del DPGR n. 41 del 5 aprile 2018 relativo alla partecipazione all'Assemblea dei soci del Polo Nazionale Artistico di Alta specializzazione sul Teatro Musicale e Coreutico - Verona Accademia per l'Opera Italiana del 6 aprile 2018. Legge regionale 16 febbraio 2010 n. 11, art. 41.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento viene ratificato il Decreto del Presidente della Giunta regionale n. 41 del 5/04/2018 avente ad oggetto “Assemblea dei soci del Polo Nazionale Artistico di Alta specializzazione sul Teatro Musicale e Coreutico – Verona Accademia per l’Opera Italiana del 6 aprile 2018 – Legge regionale 16 febbraio 2010 n. 11, art. 41”.

L'Assessore Cristiano Corazzari riferisce quanto segue.

La Regione del Veneto ha sottoscritto un protocollo d’intesa in data 21.01.2008 con il Ministero dell’Università e della Ricerca, il Conservatorio di Musica “E.F. Dall’Abaco” e la Fondazione Arena di Verona, l’Accademia Nazionale di Danza e l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica di Roma, l’Università degli Studi e l’Accademia di Belle Arti di Verona, il Comune e la Provincia di Verona per la creazione di un Polo nazionale artistico di alta specializzazione sul teatro musicale e coreutico e in data 26/05/2008 è stato costituito il Consorzio denominato “Verona Accademia per l’Opera Italiana”, promosso e sostenuto dalle istituzioni firmatarie del Protocollo d’intesa.

Con tali finalità l’art. 41 della L.R. 16.02.2010, n. 11 (legge finanziaria 2010) ha previsto la partecipazione della Regione al Polo Nazionale Artistico di Alta Specializzazione sul Teatro Musicale e Coreutico – Verona Accademia per l’Opera Italiana (di seguito Polo) e con propria deliberazione n. 2515 del 2.11.2010 la Giunta regionale ha disposto di aderire al Polo in qualità di ente sostenitore.

Il Polo, in base al proprio Statuto, svolge i seguenti compiti: organizzare Master di perfezionamento post-lauream nei “mestieri” del teatro d’opera, effettuare attività di ricerca filologica sulle opere italiane del passato, promuovere la cultura artistico-teatrale musicale, indire concorsi per giovani artisti, realizzare spettacoli in collegamento operativo con i teatri del territorio, stipulare convenzioni internazionali per la diffusione dell’opera italiana.

Lo Statuto prevede i seguenti organi: l’Assemblea generale, il Direttore, il Presidente onorario, il Consiglio direttivo, il Comitato tecnico-scientifico e il Revisore dei Conti. L’Assemblea generale è composta dai legali rappresentanti, o loro delegati, dei Consorziati.

Con nota del 16/03/2018, acquisita al prot. regionale n. 111709 del 22/03/2018, il Polo Nazionale Artistico ha convocato l’Assemblea dei Consorziati, da tenersi a Verona presso la Fondazione Arena di Verona, in Via Roma 7/d alle ore 13.00 del giorno 6 aprile 2018, e con successiva nota del 22/03/2018 acquisita al prot. regionale n. 111287 del 22/03/2018, è pervenuta la documentazione necessaria ai lavori della suddetta Assemblea, convocata per discutere e deliberare sul seguente:

ORDINE DEL GIORNO

  1. approvazione dello Statuto modificato e rinnovo del Consorzio;
  2. approvazione del bilancio consuntivo 2017 e preventivo 2018;
  3. stesura e pubblicazione del bando per la ricerca nuovo Direttore;
  4. nomina del revisore legale per il triennio 2018-2020;
  5. varie ed eventuali.

Appurata la mancanza di una seduta di Giunta utile per deliberare in proposito, il Presidente della Giunta regionale, ricorrendo i presupposti di necessità e urgenza, ha disposto con proprio Decreto n. 41 del 5 aprile 2018 la partecipazione all’Assemblea fornendo al rappresentante regionale puntuali indicazioni di voto in merito ai punti all’ordine del giorno.

In particolare in relazione al primo punto all’ordine del giorno, il succitato Decreto dispone di approvare il rinnovo del Consorzio, dato atto che nel corso delle assemblee del 4 aprile 2017 e dell'11 settembre 2017, in considerazione della durata decennale del Consorzio a far data dalla sua istituzione nel 2008, è già stato approvato il rinnovo del Consorzio, in scadenza nel 2018, per ulteriori dieci anni. Al fine di formalizzare il rinnovo suddetto risulta necessario predisporre un atto notarile da depositare poi alla Camera di Commercio, con uno Statuto aggiornato. Nella storia degli atti del Polo si sono riscontrate difficoltà nel distinguere i nomi degli aderenti del protocollo d'intesa, i soci fondatori, i soci consorziati e gli enti gestori delle attività del Polo attraverso gli organi di governo. Con il succitato Decreto si è disposto di approvare pertanto le proposte di modifica dello Statuto come sotto riportate:

  1. la denominazione del Polo Nazionale artistico “Verona Accademia per l’Opera italiana” viene precisata aggiungendo la parola “Consorzio” e pertanto la nuova denominazione diventa “Consorzio Verona Accademia per l’Opera italiana”;
  2. all’art. 1 dello Statuto viene aggiunta la seguente frase “Sono consorziati tutti i soggetti che risultano regolarmente iscritti nel libro dei consorziati, alla cui regolare conservazione è tenuto il Consorzio”;
  3. all’art. 4 dello Statuto viene proposto di integrare l’elenco delle istituzioni cui è attribuita la gestione delle iniziative didattico-artistiche tramite gli organi di cui all’art. 9 e seguenti inserendo anche la Regione del Veneto in quanto soggetto consorziato. In alternativa, si propone di inserire la seguente frase “La gestione delle iniziative didattico-artistiche è attribuita ai consorziati di cui all’art. 1 del presente statuto tramite gli organi di cui all’art. 9 e seguenti”;
  4. all’art. 13 si precisa quali sono i soggetti che compongono l’Assemblea generale dei consorziati, inserendo la seguente frase nel primo capoverso, dopo la parola “consorziati” “ovvero i soggetti regolarmente iscritti nel libro dei consorziati di cui al precedente art. 1 dello statuto, i quali sono gli unici titolari del diritto di voto.” Viene inserito inoltre il seguente periodo nell’art. 13 “Il consorziato può farsi rappresentare in assemblea. La delega deve essere conferita per scritto e la relativa documentazione è conservata dal consorzio. La delega non può essere rilasciata con il nome del rappresentante in bianco. La delega conferita per la singola assemblea ha effetto anche per le successive convocazioni. E’ ammessa anche la delega a valere per più assemblee, indipendentemente dall’ordine del giorno.”
  5. all’art. 16 viene inserito il seguente periodo “Per la validità delle deliberazioni del Consiglio occorre la presenza e il voto favorevole della maggioranza dei suoi membri. In caso di parità, prevale il voto del Presidente. Il voto non può essere dato per rappresentanza.”
  6. all’art. 19 viene sostituito il precedente testo riferito alla durata del Consorzio che recitava “Il Consorzio ha durata decennale dalla sua istituzione e può essere rinnovato” con il seguente periodo “Il Consorzio ha durata fino al 26 maggio 2028, salvo proroga o anticipato scioglimento”.

In relazione al secondo punto all’ordine del giorno, a seguito dell’esame da parte della Direzione Beni Attività Culturali e Sport della documentazione trasmessa dal Polo, conservata agli atti della medesima Direzione regionale, il succitato Decreto dispone di approvare il bilancio consuntivo 2017 e preventivo 2018, che si riassumono nei seguenti valori:

Bilancio Consuntivo 2017

Stato Patrimoniale

ATTIVITA’

Euro

223.985,00

PASSIVITA’

Euro

223.985,00

Patrimonio netto (escluso l’utile dell’esercizio)

Euro

58.556,00

Utile d’esercizio

Euro

76.496,00

Il Conto Economico presenta i seguenti valori, in sintesi:

 

 

Valore della produzione (ricavi non finanziari)

Euro

272.389,00

Costi della produzione (costi non finanziari)

Euro

165.662,00

Differenza

Euro

106.727,00

Proventi e oneri finanziari

Euro

751,00

Risultato prima delle imposte

Euro

107.478,00

Imposte sul reddito

Euro

30.982,00

Utile dell’esercizio

Euro

76.496,00

 

Bilancio preventivo 2018

la previsione delle spese in competenza 2018 è quantificata in Euro 163.500,00 e si suddivide in:

costi investimento

500,00

costi di gestione corrente

49.230,00

costi offerta formativa

88.874,00

oneri e contributi

24.896,00

 

e corrisponde a pari somma – Euro 163.500,00 - prevista per le entrate in competenza 2018, indicando quindi un pareggio di bilancio.

Le entrate si suddividono in:

tasse iscrizione e frequenze

77.900,00

Istituzioni AFAM-consorziate

40.000,00

Rimborsi ENOA

600,00

Regione del Veneto

45.000,00

 

La voce relativa al finanziamento regionale per l’anno 2018, quantificata correttamente in Euro 45.000,00, corrisponde alla somma a tal fine stanziata dal bilancio regionale di previsione 2018-2020 per l’esercizio in corso.

In relazione al terzo punto all’ordine del giorno, il succitato Decreto dispone di approvare la pubblicazione di un bando per la ricerca del nuovo Direttore del Polo, considerato che in seguito al DM 37 del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MiBACT) del 19/01/2018, Cecilia Gasdia, Direttore del Polo, è stata nominata Sovrintendente di Fondazione Arena e quindi Presidente e legale rappresentante del Consorzio. In relazione a questo punto, si è disposto di dare mandato alla Segreteria del Polo di predisporre in merito un testo conforme a quanto previsto dalla normativa vigente in materia.

In relazione al quarto punto all’ordine del giorno, considerato che il revisore dei conti in carica, dott. Mauro Bianchi, ha un mandato triennale in scadenza, che può essere rinnovato, come previsto dall’art. 18 dello Statuto del Polo, il succitato Decreto dispone di rinnovare il mandato al dott. Mauro Bianchi quale revisore legale dei conti presso il Consorzio “Verona Accademia per l’Opera Italiana” per il triennio 2018-2020, se condiviso dai soci, o di richiedere il rinvio a successiva convocazione assembleare nel caso non si raggiunga un’intesa in tal senso.

L’Assemblea dei soci del Polo Verona Accademia per l’Opera Italiana in data 06/04/2018, cui ha partecipato il Funzionario P.O. Coordinamento Affari generali e Relazioni esterne della Direzione Beni Attività Culturali e Sport su delega del Presidente della Giunta regionale, dando atto di quanto disposto dal succitato Decreto n. 41 del 5/04/2018, si è regolarmente tenuta.

Per quanto sopra rappresentato, con la presente deliberazione si propone di ratificare, ai sensi dell'art. 6 della Legge regionale 1 settembre 1972, n. 12, come modificato dall'art. 6 della Legge regionale 10 dicembre 1973, n. 27, il Decreto del Presidente della Giunta regionale n. 41 del 5/04/2018.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTO l’art.6 della Legge regionale 1 settembre 1972, n.12, come modificato dall’art.6 della Legge regionale 10 dicembre 1973, n.27;
VISTO l’art.41 della Legge regionale 16.02.2010 n. 11;
VISTA la D.G.R. n. 2515 del 2.11.2010;
VISTO l’art. 2 c. 2 della Legge regionale n. 54 del 31 dicembre 2012 e s.m.i.;
VISTO il Decreto del Presidente della Giunta regionale n. 41 del 5 aprile 2018;
CONDIVISE le valutazioni espresse in narrativa;

delibera

  1. di approvare quale parte sostanziale del presente atto quanto riportato in premessa;
  2. di ratificare il Decreto del Presidente della Giunta regionale n. 41 del 5 aprile 2018 avente ad oggetto “Assemblea dei soci del Polo Nazionale Artistico di Alta specializzazione sul Teatro Musicale e Coreutico – Verona Accademia per l’Opera Italiana del 6 aprile 2018 – Legge regionale 16 febbraio 2010 n. 11, art. 41”;
  3. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino ufficiale della Regione.

Torna indietro