Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 37 del 17/04/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 37 del 17/04/2018
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 37 del 17 aprile 2018


Materia: Cultura e beni culturali

Deliberazione della Giunta Regionale n. 386 del 26 marzo 2018

Approvazione del programma di attività della Regione del Veneto per l'Anno europeo del patrimonio culturale, articolato in una serie di iniziative proposte dall'Istituto Regionale per le Ville Venete e in iniziative regionali dirette volte alla valorizzazione del proprio patrimonio culturale identitario quale apporto alla costruzione di una cultura comune europea.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si approva il programma delle iniziative previsto dalla Regione del Veneto in occasione dell’Anno europeo del patrimonio culturale. Detto programma prevede alcune iniziative dirette della Regione e un complesso di attività proposte dall’Istituto Regionale per le Ville Venete, che vengono condivise e alle quali si partecipa per l’importo massimo di 35.000,00 Euro.

L'Assessore Cristiano Corazzari riferisce quanto segue.

L'obiettivo dell'Anno europeo del patrimonio culturale è quello di incoraggiare il maggior numero di persone, in particolare i bambini e i giovani, le comunità locali e coloro che entrano raramente in contatto con la cultura, a scoprire il patrimonio culturale dell'Europa sollecitandole a partecipare attivamente alle iniziative dedicate e rafforzando così il senso di appartenenza a un comune spazio europeo.

 Durante l’anno verranno infatti realizzate una serie di iniziative e di manifestazioni in tutta Europa al fine di promuovere la valorizzazione del patrimonio culturale europeo quale risorsa condivisa e di sensibilizzare i cittadini alla storia e ai valori comuni consentendo loro di avvicinarsi ad esso e conoscerlo più approfonditamente.

Nel panorama nazionale ed europeo, il Veneto vanta un patrimonio storico-artistico tra i più importanti al mondo costituito da numerose ville, edifici religiosi, centri minori e città d’arte di grande rilevanza storico-artistica, collocandosi tra le regioni d’Italia maggiormente rappresentate nella Lista del Patrimonio Mondiale Unesco, nonché da un ingente patrimonio immateriale che contribuisce a definirne l’identità.

La Regione del Veneto intende dunque partecipare attivamente alla realizzazione degli obiettivi dell’Anno europeo del patrimonio culturale sia attraverso iniziative proprie, sia attraverso iniziative dell’Istituto Regionale per le Ville Venete, proprio ente strumentale.

In questo quadro europeo l’Istituto Regionale per le Ville Venete intende dunque inserirsi promuovendo la conoscenza delle Ville Venete, intese non solo come risorsa materiale da preservare, ma come insieme di valori peculiari dell’identità veneta e nello stesso tempo bene collettivo da vivificare attraverso un rinnovato dialogo col territorio.

La Regione del Veneto, infatti, avvalendosi dell’Istituto Regionale, si propone non solo di assicurare e sostenere la conservazione del patrimonio costituito dalle Ville Venete, ma anche di favorirne la pubblica fruizione e valorizzazione al fine di concorrere allo sviluppo della cultura, preservando la memoria storica della società veneta, incoraggiando la consapevolezza della propria identità e proiettandola nello stesso tempo in un contesto europeo che ne evidenzi la capacità di evolversi, di innovare e di comunicare.

 La promozione di un sistema di valori profondamente identitario e qualificante quale quello che riguarda le Ville Venete si concretizza dunque, non soltanto con l’erogazione di fondi e incentivi per il restauro e la riqualificazione, ma soprattutto attivando azioni efficaci e innovative di informazione e divulgazione delle attività dell’Istituto, promuovendo la fruizione e l’effettiva accessibilità al pubblico di questo peculiare patrimonio culturale.

A tal fine il programma delle attività elaborato dall’Istituto Regionale per le Ville Venete per l’Anno europeo del patrimonio culturale, inviato con nota del 9 marzo 2018, acquisita al protocollo regionale il 9 marzo 2018 con numero con n. 91568, prevede una pluralità di eventi multidisciplinari distribuiti sul territorio regionale, di cui la Regione del Veneto condivide spirito e finalità.

Nello specifico le iniziative fanno riferimento ad una articolata serie di attività, alcune riunite sotto la denominazione “Festival delle Ville Venete 2018”, altre che si caratterizzeranno per un particolare rapporto con il mondo della scuola e infine una che si inserisce nel solco delle Celebrazioni per il Centenario della Grande Guerra. Si tratta precisamente di:

  •  Festival delle ville venete 2018 comprensivo delle iniziative “Teatro in villa” e “Musica in villa” con la previsione di realizzare, nella cornice delle Ville Venete, un programma di eventi culturali nei diversi settori della musica, della danza, del teatro e della letteratura;
  • “La Scuola in Villa” con l’obiettivo di creare un’offerta formativa, da tenersi nelle Ville aderenti al progetto,  rivolta agli insegnanti con incontri e laboratori per progettare attività didattiche e realizzare materiali da proporre alle Scuole;
  • “Turismo scolastico in Villa”, in collaborazione con la Regione e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Ufficio scolastico regionale, che prevede di assegnare un contributo agli Istituti Scolastici che si recheranno in visita presso le Ville Venete, a sostegno delle spese effettivamente sostenute per i mezzi di trasporto e l’ingresso alle ville iscritte nella carta regionale dei servizi;
  • “A Scuola in Villa”, che prevede visite didattiche in Ville Venete con insegnanti, operatori didattici e studenti per conoscerne il patrimonio e la cultura applicando metodologie, progetti, materiali didattici ed esperienze a riguardo apprese dai docenti nella loro attività formativa propedeutica;
  •  “Grande Guerra”, che prevede di realizzare un catalogo e/o una mostra itinerante con fotografie e documenti che testimoniano la presenza delle truppe presso alcune ville coinvolte negli eventi bellici, da ospitare poi presso ville o istituti scolastici del Veneto;
  • Partecipazione dell’Istituto Regionale Ville Venete ad iniziative culturali all’estero: si propone di riutilizzare materiali e progetti espositivi prodotti dall’Istituto per alcune mostre realizzate a partire dagli anni 60 che possono documentare il complesso delle ville venete e delle attività condotte dall’Istituto ai fini della loro salvaguardia.

La definizione, realizzazione e soprattutto la promozione dell’articolato programma di massima sopra esposto rende necessario avvalersi di figure dotate di professionalità specifiche ed esperienza nel settore.

Ciò premesso e ritenuto il programma sopra descritto di particolare interesse nonché coerente con gli obiettivi dell’Anno europeo del patrimonio culturale, si ritiene di approvarlo dando atto che l’Istituto sostiene la spesa per Euro 106.000,00.

Si ritiene altresì di attivare la partecipazione regionale a due iniziative contenute nel programma e precisamente relative alla Grande Guerra e al “Festival delle Ville Venete 2018” per l’importo massimo complessivo di Euro 35.000,00, indicativamente ripartiti in Euro 10.000,00 per l'iniziativa relativa alla Grande Guerra e in Euro 25.000,00 per il Festival delle Ville Venete 2018. Con atto del Direttore della Direzione Beni Attività Culturali e Sport potrà essere determinata, qualora si rendesse necessario, una diversa compartecipazione alle iniziative, sempre nell'ambito del tetto complessivo di Euro 35.000,00.

La Regione inoltre intende far proprie e inserire nell’Anno europeo del patrimonio culturale alcune attività che costituiscono occasione di conoscenza del patrimonio veneto quale testimonianza viva della propria identità, che in una cornice europea potrà trovare una più compiuta valorizzazione.

In particolare si intende ricondurre a questo più ampio quadro europeo le seguenti due iniziative.

La prima propone, in collaborazione con l’Associazione Italiana Biblioteche, la seconda edizione della Maratona di lettura denominata “Il Veneto legge 2018”, che si concluderà il 28 settembre 2018. La prima edizione della manifestazione si è tenuta nel 2017 ottenendo un grande successo, grazie all’ampia partecipazione di biblioteche, scuole, librerie, istituti culturali, privati cittadini. Le letture, da parte di testimonials, lettori professionisti, adulti, ragazzi, bambini, bibliofili e “librofori”, avranno luogo sia nei luoghi deputati che in quelli non convenzionali, quali parchi, piazze, ovunque vi sia qualcuno che ama la lettura. L’inserimento di questa manifestazione in una cornice europea sembra particolarmente opportuno poiché è stata proprio l’Europa la culla della civiltà del libro, mezzo di trasmissione per eccellenza della cultura occidentale a partire dal Medioevo.

La seconda iniziativa è costituita da una Giornata sull’Identità veneta e si propone di fare il punto sui progetti e le iniziative di valorizzazione avviate dalla Regione del Veneto, quali le leggi sui palii e le rievocazioni storiche e le linee guida per la grafia unitaria della lingua veneta. La conoscenza della propria identità e delle sue radici storiche è anche un contributo alla costruzione dell’Europa, favorendo la conoscenza del proprio ruolo nel comune spazio europeo.

Per il complesso delle iniziative sopra delineate si propone di richiedere la concessione dell’etichetta EYCH (European Year for Cultural Heritage) 2018 – Logo dell’Anno europeo del patrimonio culturale.

Con il presente atto si dà inoltre incarico al Direttore della Direzione Beni Attività Culturali e Sport di definire con proprio atto il programma delle iniziative culturali previste.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTA la L.R. 8 settembre 1978, n. 49;

VISTA la legge regionale 29 dicembre 2017, n. 47 di approvazione del Bilancio di previsione 2018 – 2020;

VISTA la deliberazione n. 10 del 5 gennaio 2018 di approvazione del Documento Tecnico di Accompagnamento al “Bilancio di previsione 2018-2020”;

VISTO il decreto del Segretario Generale della Programmazione n. 1 dell’11 gennaio 2018 di approvazione del bilancio finanziario gestionale 2018 – 2020;

VISTA la DGR n. 81 del 26 gennaio 2018 che approva le Direttive per la gestione del Bilancio di previsione 2018 – 2020;

VISTO il D.Lgs. n. 118/2011 modificato e integrato dal D.Lgs. n. 126/2014;

VISTA la legge regionale n. 39 del 29 novembre 2001, “Ordinamento del bilancio e della contabilità della Regione” e successive modificazioni ed integrazioni;

VISTO l’art. 2, comma 2, della L.R. n. 54 del 31.12.2012;

VISTA la nota trasmessa dall’Istituto Regionale per le Ville Venete del 9 marzo 2018, acquisita al protocollo regionale il 9 marzo 2018 con numero con n. 91568 e conservata agli atti della Direzione Beni Attività Culturali e Sport;

delibera

  1. di approvare quale parte integrante e sostanziale del presente atto quanto riportato in premessa;
  2. di approvare il programma delle iniziative regionali sopra indicate nell’ambito dell’Anno europeo del patrimonio culturale;
  3. di approvare il programma di attività promosso dall’Istituto per le Ville Venete descritto in premessa, parte del programma per l’Anno europeo di cui al precedente punto 2;
  4. di incaricare il Direttore della Direzione Beni Attività Culturali e Sport alla definizione, con propri atti, delle modalità di realizzazione e gestione del “Festival delle Ville Venete 2018” e del progetto sulla Grande Guerra e alla conseguente assunzione della spesa complessiva di Euro 35.000,00;
  5. di determinare in Euro 35.000,00 l’importo massimo delle obbligazioni di spesa a favore dell'Istituto Regionale per le Ville Venete, alla cui assunzione provvederà con proprio atto il Direttore della Direzione Beni Attività Culturali e Sport, entro il corrente esercizio, disponendo la copertura finanziaria a carico dei fondi stanziati sul capitolo n. 3400 “Trasferimenti per celebrazioni pubbliche, solennità civili e religiose, manifestazioni nazionali, fiere, mostre, rassegne, esposizioni, convegni e congressi comprese le spese per provvista di impianti ed attrezzature per dette manifestazioni (L.R. 09/06/1975, n. 70)”, del bilancio regionale di previsione 2018-2020, con imputazione all’esercizio 2018;
  6. di dare atto che la Direzione Beni, Attività culturali e Sport a cui è stato assegnato il capitolo di cui al precedente punto, ha attestato che il medesimo presenta sufficiente capienza;
  7. di richiedere la concessione dell’etichetta EYCH;
  8. che il programma approvato dalla presente delibera potrà essere oggetto di presentazioni anche in sede europea;
  9. di incaricare la Direzione Beni Attività Culturali e Sport all’esecuzione del presente atto;
  10. di dare atto che la spesa di cui si prevede l’impegno con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. 1/2011;
  11. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi degli articoli 26 e 27 del Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33;
  12. di pubblicare la presente Deliberazione sul Bollettino ufficiale della Regione del Veneto.

Torna indietro