Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 56 del 10/06/2016
Scarica la versione firmata del BUR n. 56 del 10/06/2016
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 56 del 10 giugno 2016


Materia: Settore secondario

Deliberazione della Giunta Regionale n. 828 del 31 maggio 2016

POR FESR 2014-2020. Asse 3. Azione 3.5.1 "Interventi di supporto alla nascita di nuove imprese sia attraverso incentivi diretti, sia attraverso l'offerta di servizi, sia attraverso interventi di micro finanza". Sub-Azione A "Aiuti agli investimenti delle Start Up". Approvazione Bando.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento si approva il Bando di finanziamento, con fondi POR FESR 2014-2020, per l'erogazione di contributi alle nuove imprese.

L'Assessore Federico Caner di concerto con l'Assessore Roberto Marcato riferisce quanto segue:

Con Comunicazione COM (2010) 2020 del 3 marzo 2010 la Commissione Europea ha adottato il documento "Europa 2020" che prevede una strategia per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. In seguito, il 17 dicembre 2013 il Parlamento Europeo e il Consiglio hanno approvato il pacchetto di Regolamenti sui Fondi strutturali e di Investimento Europei (fondi SIE) per il periodo 2014-2020.

In particolare, il Regolamento (UE) n. 1303/2013 ha definito le norme comuni ai fondi SIE e il Regolamento (UE) n. 1301/2013 ha definito le norme specifiche relative al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR).

La Giunta regionale, dopo la consultazione partenariale, ha approvato, con deliberazione/CR n. 77 del 17 giugno 2014, la proposta di POR FESR 2014-2020 successivamente trasmessa, conformemente a quanto stabilito dall'art. 9 della L.R. n. 26/2011, al Consiglio Regionale per l'esame e l'approvazione definitiva, avvenuta con deliberazione n. 42 del 10 luglio 2014.

L'Autorità di Gestione del POR FESR, il 21 luglio 2014, ha quindi formalmente inviato tale proposta alla Commissione Europea.

Conformemente a quanto indicato nell'art. 29 del Reg. 1303/2013, con nota C(2014) 7854 final del 21 ottobre 2014, la Commissione Europea ha formulato una serie di osservazioni aprendo così ufficialmente la fase di negoziato.

A conclusione di tale fase, con Decisione C(2015) 5903 final del 17 agosto 2015 è stato approvato il POR FESR 2014-2020 della Regione del Veneto e la Giunta Regionale ne ha preso atto con deliberazione n. 1148 del 1° settembre 2015.

In applicazione dell'art. 110 c. 2 del Reg 1303/2013, il Comitato di Sorveglianza del POR FESR 2014-2020, istituito con deliberazione della Giunta regionale n. 1500 del 29 ottobre 2015, in data 3 febbraio 2016 ha approvato i Criteri di Selezione delle Operazioni, con i quali sono stati fissati i parametri che dovranno guidare la fase di ammissione e valutazione delle domande di sostegno.

Nel POR FESR 2014-2020, al punto 2.A.6.1 dell'Azione 3.5.1 "Interventi di supporto alla nascita di nuove imprese sia attraverso incentivi diretti, sia attraverso l'offerta di servizi, sia attraverso interventi di micro finanza", è prevista l'emanazione di un bando regionale per la selezione dei progetti da finanziare.

La sfida che si intende affrontare con tale misura consiste nel rafforzare il sistema imprenditoriale veneto mediante il sostegno all'avvio, insediamento e sviluppo di nuove iniziative imprenditoriali in grado di promuovere ricambio e diversificazione nel sistema produttivo, oltre a generare nuove opportunità occupazionali. L'azione promuove l'imprenditorialità supportando gli investimenti necessari alla creazione di nuove imprese.

Con il presente provvedimento si provvede, quindi, all'approvazione di un bando di selezione dei beneficiari, rivolto a Micro, Piccole e Medie Imprese le cui specifiche sono indicate in dettaglio nell'Allegato A "Bando per l'erogazione di contributi alle nuove imprese" al presente provvedimento contenente, altresì, "l'Appendice normativa", Allegato B, "l'Elenco dei Codici ISTAT ATECO 2007 ammessi ai benefici", Allegato C, la "Dichiarazione circa la non necessità di "Valutazione di Incidenza"", Allegato D, la "Dichiarazione circa le relazione intercorrenti tra beneficiario e fornitori", Allegato E, la "dichiarazione di intenti per i promotori d'impresa", Allegato F, la "Dichiarazione circa gli aiuti "De Minimis"", Allegato G (comprese le istruzioni per la corretta compilazione e il modello da utilizzare in caso di imprese controllanti/controllate), la "Dichiarazione per l'ottenimento del punteggio di priorità", Allegato H, il "Progetto imprenditoriale", Allegato I, il "Modello di procura", Allegato L, la "Dichiarazione ai fini della verifica della regolarità contributiva", Allegato M, la "Dichiarazione per la comunicazione dei nominativi del personale affetto da disabilità", Allegato N.

L'importo di euro 4.500.000,00messo a bando sarà finanziato mediante l'utilizzo dei fondi stanziati nell'ambito dell'Asse 3del POR FESR 2014-2020 sui seguenti capitoli:

•        Capitolo 102562 "POR FESR 2014-2020 - Asse 3 "Sviluppo economico e competitività" - Quota comunitaria - Contributi agli investimenti (Dec. UE 17/08/2015, N. 5903)";
•        Capitolo 102563 "POR FESR 2014-2020 - Asse 3 "Sviluppo economico e competitività" - Quota statale - Contributi agli investimenti (Dec. UE 17/08/2015, N. 5903)";
•        Capitolo 102564 "POR FESR 2014-2020 - Asse 3 "Sviluppo economico e competitività" - Quota regionale - Contributi agli investimenti (Dec. UE 17/08/2015, N. 5903)";

che presentano sufficiente disponibilità su bilancio di previsione 2016-2018. Tale spesa verrà impegnata con successivi provvedimenti dal Direttore della Sezione Industria e Artigianato.

Nel citato Allegato A sono indicati, tra l'altro, i requisiti da possedere per poter presentare domanda, i criteri di priorità degli stessi, nonché le tempistiche per la presentazione delle domande.

L'attività istruttoria di selezione dei progetti è affidata alla Sezione Industria e Artigianato.

La Sezione Programmazione e Autorità di Gestione FESR, incaricata quale Autorità di Gestione del Programma Operativo Regionale parte FESR 2014-2020 dalla DGR n. 2611 del 30 dicembre 2013, ha dato riscontro, con nota prot. n. 208159 del 27 maggio 2016, della conformità del presente provvedimento con il POR FESR 2014 - 2020 della Regione del Veneto econ i Criteri di Selezione delle Operazioni.

Il relatore, conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta Regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura proponente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

Vista la Comunicazione COM (2010) del 03/03/2010 della Commissione Europea;

Visto il Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio;

Visto il Regolamento (UE) n. 1301/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio;

Visto il Regolamento delegato (UE) n. 240/2014 della Commissione;

Vista la Decisione C(2015) 5903 final del 17/08/2015;

Vista la Legge Regionale n. 26 del 25/11/2011;

Vista la Deliberazione del Consiglio Regionale n. 42 del 10/07/2014;

Vista la CR n. 77 del 17/06/2014;

Vista la DGR n. 942 del 17/06/2013, integrata con DGR n. 406 del 04/04/2014;

Vista la DGR n. 1148 del 01/09/2015;

Vista la DGR n. 1500 del 29/10/2015;

Visto l'art. 2 c. 2 della legge regionale n. 54 del 31/12/2012;

Vista la nota della Sezione Programmazione e Autorità di Gestione FESR prot. n. 208159 del 27 maggio 2016;

delibera

1.        di considerare le premesse parte integrante del presente provvedimento e di approvare i criteri e le modalità di ammissione ai finanziamenti di cui all'Azione 3.5.1 del POR FESR 2014-2020 "Interventi di supporto alla nascita di nuove imprese sia attraverso incentivi diretti, sia attraverso l'offerta di servizi, sia attraverso interventi di micro finanza". Sub-Azione A "Aiuti agli investimenti delle Start Up", secondo quanto stabilito in narrativa, e conformemente ai seguenti allegatial presente provvedimento:

•        Allegato A "Bando per l'erogazione di contributi alle nuove imprese";
•        Allegato B "l'Appendice normativa";
•        Allegato C "Elenco dei Codici ISTAT ATECO 2007 ammessi ai benefici";
•        Allegato D "Dichiarazione circa la non necessità di "Valutazione di Incidenza"";
•        Allegato E "Dichiarazione circa le relazione intercorrenti tra beneficiario e fornitori";
•        Allegato F "Dichiarazione di intenti per i promotori d'impresa";
•        Allegato G "Dichiarazione circa gli aiuti "De Minimis"" (comprese le istruzioni per la corretta compilazione e il modello da utilizzare in caso di imprese controllanti/controllate);
•        Allegato H "Dichiarazione per l'ottenimento del punteggio di priorità";
•        Allegato I "Progetto imprenditoriale";
•        Allegato L "Modello di procura";
•        Allegato M "Dichiarazione ai fini della verifica della regolarità contributiva";
•        Allegato N "Dichiarazione per la comunicazione dei nominativi del personale affetto da disabilità".

2.        di incaricare il Direttore della Sezione Industria e Artigianato dell'esecuzione del presente atto;

3.        di dare atto che l'importo massimo complessivo delle obbligazioni di spesa relative al bando è determinato in euro 4.500.000,00, alla cui assunzione provvederà con propri atti il Direttore della Sezione Industria e Artigianato sui capitoli:

•        Capitolo 102562 "POR FESR 2014-2020 - Asse 3 "Sviluppo economico e competitività" - Quota comunitaria - Contributi agli investimenti (Dec. UE 17/08/2015, N. 5903)";
•        Capitolo 102563 "POR FESR 2014-2020 - Asse 3 "Sviluppo economico e competitività" - Quota statale - Contributi agli investimenti (Dec. UE 17/08/2015, N. 5903)";
•        Capitolo 102564 "POR FESR 2014-2020 - Asse 3 "Sviluppo economico e competitività" - Quota regionale - Contributi agli investimenti (Dec. UE 17/08/2015, N. 5903)";

che presentano adeguata disponibilità su bilancio di previsione 2016-2018;

4.        di dare atto che la spesa di cui si prevede l'impegno con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. 1/2011;

5.        di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi degli articoli 26 e 27 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;

6.        di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

828_AllegatoA_324265.pdf
828_AllegatoB_324265.pdf
828_AllegatoC_324265.pdf
828_AllegatoD_324265.pdf
828_AllegatoE_324265.pdf
828_AllegatoF_324265.pdf
828_AllegatoG0_324265.pdf
828_AllegatoG1_324265.pdf
828_AllegatoG2_324265.pdf
828_AllegatoH_324265.pdf
828_AllegatoI_324265.pdf
828_AllegatoL_324265.pdf
828_AllegatoM_324265.pdf
828_AllegatoN_324265.pdf

Torna indietro