Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 54 del 03/06/2016
Scarica la versione firmata del BUR n. 54 del 03/06/2016
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 54 del 03 giugno 2016


Materia: Organizzazione amministrativa e personale regionale

Deliberazione della Giunta Regionale n. 703 del 17 maggio 2016

Determinazione della nuova dotazione organica della dirigenza della Giunta Regionale. Art. 29 della Legge regionale 31.12.2012 n. 54 "Legge regionale per l'ordinamento e le attribuzioni delle strutture della Giunta regionale in attuazione della legge regionale statutaria 17 aprile 2012, n. 1 "Statuto del Veneto".

Note per la trasparenza

L'Amministrazione regionale procede alla riduzione della dotazione organica della qualifica dirigenziale, alla luce del Piano nazionale di riforma della pubblica amministrazione e della ridefinizione dell'assetto organizzativo delle strutture della Giunta Regionale.

Il Vicepresidente Gianluca Forcolin riferisce quanto segue.

La Regione del Veneto ha in corso un riassetto complessivo della struttura dirigenziale che ha avuto inizio con la definizione delle nuove Aree avvenuta con DGR n. 515 del 19.04.2016 . Si tratta quindi di armonizzare l'assetto dirigenziale con gli indirizzi normativi contenuti nel Piano nazionale di riforma della pubblica amministrazione, quali la riorganizzazione, la performance, la valutazione, la trasparenza, l'anticorruzione, il codice di comportamento, la dirigenza e la contrattazione collettiva.

Il nuovo assetto organizzativo risponde altresì a quanto contenuto nel Programma del Presidente della Giunta Regionale per la legislatura 2015/2020, laddove si precisa come l'intera macchina regionale dovrà concentrarsi sulle materie di stretta pertinenza dell'ente, in quei settori strategici che qualificano un moderno servizio pubblico di scala e qualità europea. Ne deriva dunque la necessità di un apparato ulteriormente riorganizzato e semplificato nell'organico e nei livelli dirigenziali al fine di garantire la massima velocità dell'iter burocratico.

Con deliberazione di Giunta Regionale n. 435 del 15 aprile 2016 recante "Organizzazione amministrativa della Giunta Regionale: ridefinizione dell'assetto organizzativo delle Aree di coordinamento (art. 9, comma 3, l.r. n. 54/2012). Deliberazione della Giunta regionale n. 25/CR del 7 aprile 2016", sono state individuate le nuove Aree di coordinamento, costituenti la nuova Macrostruttura regionale, lasciando invariata l'Area Sanità e Sociale, in relazione alle competenze attribuite al Direttore Generale della stessa dall'articolo 1, comma 4, della Legge regionale recante "Norme in materia di programmazione socio sanitaria e approvazione del piano socio-sanitario regionale 2012-2016".

Si rende pertanto necessario procedere ad una nuova determinazione della dotazione organica, così come individuata da ultimo con deliberazione di Giunta Regionale n. 1733 del 1 dicembre 2015, a seguito del ricollocamento del personale provinciale in soprannumero ai sensi della Legge regionale 29 ottobre 2015, n. 19, recante "Disposizioni per il riordino delle funzioni amministrative provinciali" (248 posti più 9, relativi ad altrettante posizioni dirigenziali provenienti dalle province, per un totale di 257 posti) al fine di garantire un miglioramento dei livelli di efficienza dell'azione amministrativa, attraverso lo snellimento delle procedure e per favorire interventi di razionalizzazione coerenti con le politiche di revisione e contenimento della spesa, tali da portare ora ad una nuova dotazione di 199 posti più 9, relativi alle posizioni dirigenziali provenienti dalle Province, per un totale di 208 posti).

Per tutto quanto sopra rappresentato si propone, ai sensi dell'articolo 29, comma 1, della Legge regionale 31 dicembre 2012, n. 54, l'approvazione della riduzione della dotazione organica della Giunta Regionale, limitatamente al personale con qualifica dirigenziale, così come più dettagliatamente individuata nell'Allegato A al presente provvedimento, da considerarsi parte integrante del medesimo.

Il presente provvedimento si inquadra nell'ambito del processo di ricognizione della dotazione organica dirigenziale e di riordino delle competenze degli uffici dirigenziali, ai sensi e per gli effetti dell'articolo 1, commi 219 e 221, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 recante "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2016)", tenuto conto dei contenuti condivisi in data 14 aprile 2016 dalla Conferenza Unificata, ai sensi dell'articolo 9, comma 1, del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta Regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura proponente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

Visti:

-          la Legge 28 dicembre 2015, n. 208 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2016)";

-          la Legge regionale 31 dicembre 2012, n. 54 e successive modifiche ed integrazioni;

-          la Legge regionale 29 ottobre 2015, n. 29;

-          la DGR n. 1197 del 15 settembre 2015

-          la DGR n. 1733 del 1° dicembre 2015;

-          la DGR n. 435 del 15 aprile 2016;

delibera

1.      di dare atto che le premesse sono parte integrante del presente provvedimento;

2.      di approvare la nuova dotazione organica della Giunta Regionale del Veneto ai sensi dell'articolo 29, comma 1, della Legge regionale 31 dicembre 2012, n. 54 e successive modifiche ed integrazioni, quantificando le varie posizioni tra le diverse categorie di inquadramento come riportate nell'Allegato A al presente provvedimento, da considerarsi parte integrante del medesimo;

3.      di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione in formato integrale, nonché sul sito web regionale alla pagina "Amministrazione trasparente", Sezione Personale.

 

(seguono allegati)

703_AllegatoA_323720.pdf

Torna indietro