Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 35 del 15/04/2016
Scarica la versione firmata del BUR n. 35 del 15/04/2016
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 35 del 15 aprile 2016


Materia: Programmi e progetti (comunitari, nazionali e regionali)

Deliberazione della Giunta Regionale n. 358 del 24 marzo 2016

Programmazione POR FESR 2014-2020: integrazione della composizione del Tavolo di Partenariato (TdP) approvata con DGR n. 406 del 04/04/2014 e aggiornamento dei soggetti rappresentati nel Comitato di Sorveglianza (CdS) di cui alla DGR n. 1500 del 29/10/2015.

Note per la trasparenza

Nell'ambito della Programmazione POR FESR 2014-2020, con il presente atto viene integrata la composizione del TdP a seguito della presentazione della candidatura di Rete Nazionale delle Professioni dell'area tecnica e scientifica (Rete Professioni Tecniche) con modifica parziale della DGR n. 406 del 04/04/2014. Inoltre, viene integrato l'elenco dei soggetti rappresentati nel Comitato di Sorveglianza con conseguente aggiornamento della DGR n. 1500 del 29/10/2015.

L'Assessore Federico Caner riferisce quanto segue.

Il partenariato è uno dei principi essenziali dei fondi dell'Unione Europea e comporta una stretta collaborazione, negli Stati membri, tra le autorità pubbliche a livello nazionale, regionale e locale oltre che con il settore privato e il terzo settore.

Con DGR n. 942 del 18/06/2013 recante oggetto "Istituzione del Tavolo di Partenariato (di seguito TdP) per la Programmazione POR FESR 2014- si è dato avvio al percorso partenariale ai fini della redazione del POR FESR 2014-2020 partendo dai seguenti partenariati già istituiti e consultati a livello regionale:

  1. Patto per il Veneto 2020, di cui alla DGR n. 1949 del 27/07/2010 e alla DGR n. 940 del 05/06/2012;
  2. Tavolo di Concertazione, di cui alla DGR n. 358 del 01/03/2002;
  3. Tavolo di Partenariato FESR 2007-2013, di cui alla DGR n. 3131 del 09/10/2007 e alla DGR n. 40 del 18/01/2011;
  4. Comitato di Sorveglianza FESR 2007-2013; di cui alla DGR n. 3131 del 09/10/2007 e alla DGR n. 40 del 18/01/2011.

La precitata DGR 942/2013, inoltre, demanda a successiva deliberazione di Giunta l'eventuale integrazione della composizione del Tavolo di Partenariato per la Programmazione POR FESR 2014-2020.

In data 24/06/2013 si è tenuta, a Venezia, la riunione insediativa del TdP per la Programmazione POR FESR 2014-2020, successivamente alla quale è stata avviata, avvalendosi del sito internet del Tavolo di Partenariato, la procedura per la presentazione di nuove candidature.

Le candidature pervenute sono state valutate sulla base dei requisiti di rappresentanza previsti dal Codice di condotta europeo, di cui al Regolamento delegato della Commissione C(2013) 9651 del 07/01/2014, che ha definito il quadro all'interno del quale gli Stati membri, conformemente al proprio quadro istituzionale e giuridico nonché alle rispettive competenze nazionali e regionali, perseguono l'attuazione del partenariato.

A conclusione della valutazione delle candidature, la composizione del Tavolo di Partenariato per la Programmazione POR FESR 2014-2020 è stata integrata con DGR n. 406 del 04/04/2014.

Con nota del 13/11/2015, la Rete Nazionale delle Professioni dell'area tecnica e scientifica (Rete Professioni Tecniche), associazione composta dai Consigli nazionali degli Ordini e dei Collegi delle professioni regolamentate dell'area tecnica, ha presentato richiesta di partecipazione al Tavolo di Partenariato per la Programmazione POR FESR 2014-2020.

A seguito della valutazione positiva della candidatura sulla base dei requisiti di rappresentanza previsti dal precitato Codice di condotta europeo, si ritiene di estendere la composizione del TdP POR FESR 2014-2020 (istituito con DGR n. 942 del 18/06/2013), già integrata con DGR n. 406 del 04/04/2014, inserendo, tra le parti economiche e sociali, la Rete Nazionale delle Professioni dell'area tecnica e scientifica (Rete Professioni Tecniche), come riportato in Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.

Ai sensi dell'art. 47 del Regolamento (UE) n. 1303/2013, con DGR n. 1500 del 29/10/2015 è stato istituito il Comitato di Sorveglianza del POR FESR 2014-2020.

Per quanto riguarda la partecipazione del partenariato, sono state individuate alcune categorie ritenute adeguatamente rappresentative di quei soggetti, componenti il TdP, interessati alle specificità degli obiettivi e delle azioni del POR FESR 2014-2020.

A seguito dell'inserimento della Rete Professioni Tecniche, la categoria Ordini professionali del Veneto, che esprime n. 1 rappresentanti a titolo consultivo nel Comitato di Sorveglianza, viene integrata inserendo tra i soggetti del TdP rappresentati, oltre a Confprofessioni e CUP Comitato Unitario ordini e collegi Professionali, come previsto dalla DGR n. 1500/2015, anche la succitata Rete Nazionale delle Professioni dell'area tecnica e scientifica.

La tabella contenuta nelle premesse della DGR n. 1500/2015 viene, pertanto, sostituita dalla seguente:

CATEGORIA

SOGGETTI DEL TdP RAPPRESENTATI

Università del Veneto

-   Università degli Studi di Padova
-   Università IUAV di Venezia
-   Università Ca' Foscari di Venezia
-   Università degli Studi di Verona

Organizzazioni sindacali del Veneto

-   CGIL
-   CISL
-   UIL
-   CISAL
-   UGL

Associazioni delle cooperative del Veneto

- AGCI
-   Legacooperative
-   Confcooperative

Associazioni degli artigiani del Veneto

- Confartigianato - FRAV
-   Casartigiani
-   CNA
-   Federclaai

Associazioni delle industrie del Veneto

-   Confapi
-   Confindustria

Associazioni del commercio e degli esercenti
del Veneto

-   Confcommercio
-   Confesercenti

Ordini professionali del Veneto

-   Confprofessioni
-   CUP Comitato Unitario ordini e collegi Professionali
-   Rete Nazionale delle Professioni dell'area tecnica e scientifica

Associazioni ambientali del Veneto

-   FAI
-   Italia Nostra
-   WWF

Società civile del Veneto

- Caritas
-   Forum Terzo Settore

 

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura proponente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTO il Regolamento (UE) n. 1303/2013;

VISTO il Regolamento delegato della Commissione C(2013) 9651 del 07/01/2014;

VISTA la DGR n. 358/2002;

VISTA la DGR n. 3131/2007;

VISTA la DGR n. 1949/2010;

VISTA la DGR n. 40/2011;

VISTA la DGR n. 940/2012;

VISTA la DGR n. 942/2013;

VISTA la DGR n. 406/2014;

VISTA la DGR n. 1500/2015;

VISTO l'art. 2 comma 2 della L.R. n. 54 del 31 dicembre 2012

delibera

1.      di approvare le premesse costituenti parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;

2.      di approvare l'integrazione della composizione del Tavolo di Partenariato per la Programmazione POR FESR 2014-2020 riportata in Allegato A, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento già approvata con DGR n. 406 del 04/04/2014;

3.      di approvare l'aggiornamento dei soggetti rappresentati nel Comitato di Sorveglianza del POR FESR 2014-2020 come in tabella riportata nelle premesse, già approvata con DGR n. 1500 del 29/10/2015;

4.      di incaricare il Direttore della Sezione Programmazione e Autorità di Gestione FESR dell'esecuzione del presente atto;

5.      di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale;

6.      di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

358_AllegatoA_319574.pdf

Torna indietro