Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 13 del 03/02/2015
Scarica la versione firmata del BUR n. 13 del 03/02/2015
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 13 del 03 febbraio 2015


Materia: Venezia, salvaguardia

Deliberazione della Giunta Regionale n. 2774 del 29 dicembre 2014

Attività di ricerca e sperimentazione relative all'Addendum all'Accordo programmatico per la realizzazione di un distretto dell'idrogeno a Porto Marghera. Progettazione e realizzazione di un pilota di un nuovo vaporetto ibrido (batterie e celle a combustibile) per la navigazione e il trasporto passeggeri nella laguna Veneta. CUP: H78C14000250009; SIOPE 203 02 2323.

Note per la trasparenza

Sovvenzione al progetto a regia e convenzione con Alilaguna S.pA., capofila del costituendo RTI/ATS denominato: Hydrogen Park Green Water Mobility, per lo sviluppo delle esperienze maturate in materia mediante progettazione e realizzazione di un pilota di un nuovo vaporetto a emissioni zero (HEPIC - Hydrogen Electric Passenger VenICe Boat)

Estremi dei principali documenti dell'istruttoria:
nota del 11.08.2014, prot. n. 342031, di trasmissione al Ministero dell'Ambiente delle schede progettuali;
istanza inviata con codice identificativo: opec275.20141221174650.19460.02.1.15@pec.aruba.it

L'Assessore Massimo Giorgetti, riferisce quanto segue:

La Regione del Veneto e il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, in data 25 marzo 2005, hanno stipulato il primo Accordo programmatico per la realizzazione di un distretto dell'idrogeno a Porto Marghera, con dotazione iniziale di 10.000.000,00 di euro pariteticamente conferiti da Regione e Ministero.

L'Accordo è stato poi successivamente prorogato con la stipula di un Addendum in data 22 dicembre 2009; tale Addendum, avente scadenza 31.12.2015, ha visto il conferimento di ulteriori risorse da parte del Ministero, pari a euro 5.000.000,00, come richiesto dalla Regione del Veneto con nota del 07.07.2009, prot. n. 369165/57.08

Con deliberazione n. 1752, in data 06 luglio 2010, la Giunta Regionale ha disposto che le risorse disponibili fossero attribuite sulla scorta di apposito bando per la selezione dei progetti, senza escludere la possibilità di individuare, se del caso e nel rispetto delle disposizioni sulla concorrenza e la trasparenza, "progetti a regia".

Con nota del 11.08.2014, prot. n. 342031, si sono trasmesse al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Direzione per lo Sviluppo sostenibile, il clima e l'energia - le schede progettuali elaborate in collaborazione da Veneto Innovazione S.p.A. e da Hydrogen Park S.c.a.r.l, per l'autorizzazione all'utilizzo delle risorse residue, derivanti da economie conseguite con l'ultimazione dei progetti avviati nella c.d. seconda fase (Addendum), oltre a quelle ancora a disposizione quale cofinanziamento regionale a valere sulla Legge Speciale per Venezia, per avviare interventi per:

  • la definizione di un Piano Strategico della mobilità, nella forma di uno studio di fattibilità tecnico economica per corrispondere alla proposta europea del piano Clean Power for Transport;
  • la progettazione e realizzazione di un pilota di un nuovo vaporetto ibrido (batterie e celle a combustibile) per la navigazione e il trasporto passeggeri nella laguna Veneta.

Poiché i tempi tecnici per la realizzazione dei predetti progetti sono preventivati in circa un anno e venendo a scadere la convenzione con lo stesso Ministero al 31.12.2015, si è sollecitata una risposta, con nota del Segretario generale del 12.11.2014, prot. n. 481177, per ottenere l'assenso alla possibilità di utilizzo delle predette economie, per consentire l'avvio della procedura amministrativa regionale almeno entro l'anno corrente.

Si evidenzia in particolare che, con la prospettiva di uno scenario internazionale come EXPO 2015, che prevede proprio a Venezia una sezione speciale sul tema dell'acqua, è importante concretizzare gli sforzi sino ad ora fatti e trasferire le esperienze maturate in un prototipo a scala industriale di un nuovo vaporetto ad emissioni zero, interamente concepito per una nuova mobilità con propulsione ibrida (celle a combustibile e batterie per l'alimentazione di motori elettrici).

La realizzazione del prototipo consentirà di coinvolgere un articolato insieme di competenze presenti sul territorio, e potrà quindi portare, in prospettiva, interessanti ricadute industriali, sia nel settore della cantieristica navale che nei processi di gestione e manutenzione.

Le fasi principali individuate da apposita scheda tecnica, Allegato A al presente provvedimento, proposta da Alilaguna S.pA. capofila del costituendo RTI/ATS denominato "Hydrogen Park Green Water Mobility", con istanza inviata con codice identificativo: opec275.20141221174650.19460.02.1.15@pec.aruba.it, riguardano:

  1. Definizione missione, requisiti e vincoli di progetto (Alilaguna - C. Vizianello)
  2. Definizione architettura elettrica ed elettronica del sistema propulsivo per l'integrazione con il Fuel cell Powertrain (Alilaguna - C. Vizianello - Siemens - Dolomitech)
  3. Studio delle caratteristiche di sicurezza idrogeno a bordo: verifica affidabilità impianti e adeguamento normativa in relazione a trasporto pubblico passeggeri (enti certificatori omologazione e navigabilità imbarcazione) (Alilaguna - C. Vizianello - Dolomitech - HydrogenPark)
  4. Progettazione imbarcazione (C.Vizianello)
  5. Realizzazione e assemblaggio di strutture, componenti e allestimenti imbarcazione (C.Vizianello)
  6. Realizzazione e installazione impianti tecnologici di bordo (C.Vizianello)
  7. Installazione e collaudo sistemi di generazione, propulsione e controllo della potenza (C.Vizianello - Dolomitech - Siemens)
  8. Varo imbarcazione e messa a punto sistemi di potenza tramite sperimentazione in esercizio e attività dimostrative(Alilaguna - C. Vizianello - Dolomitech)
  9. Comparazione e valutazione architettura e performance soluzioni di sistema propulsivo (Econboard)
  10. Realizzazione, installazione e collaudo stazioni di ricarica elettrica (AlilagunaEnel)

Si prevede quindi che l'operatività del mezzo possa coincidere con la chiusura della manifestazione fieristica Aquae 2015, che darà grande risalto alle tematiche che legano l'acqua ad alimentazione, benessere e ricerca scientifica.

Si propone pertanto di sostenere con apposita sovvenzione, con un contributo di 960.5200,00 euro (novecento sessantamila cinquecento venti/00), il progetto a regia di cui trattasi, del costo complessivo di euro 1.559.800,00 (unmilione cinquecentocinquantanovemila ottocento/00) e addivenire a convenzione con Alilaguna S.pA. (P.IVA 02967180270), capofila del costituendo RTI/ATS denominato "Hydrogen Park Green Water Mobility", secondo quanto indicato in Allegato B al presente provvedimento, da stipularsi comunque entro il termine del corrente esercizio finanziario, ai sensi del comma 1 dell'art. 42 della L.R. 29.11.2001 n. 39, per lo sviluppo delle esperienze maturate in materia con la progettazione e la realizzazione di un pilota di un nuovo vaporetto a emissioni zero per la navigazione e il trasporto passeggeri nella laguna Veneta (HEPIC - Hydrogen Electric Passenger VenICe Boat).

Come meglio dettagliato in convenzione, l'erogazione del contributo avverrà, entro 10 giorni consecutivi dalla verifica dell'ammissibilità delle spese da parte di Veneto Innovazione S.p.A., in modo proporzionale alla rendicontazione delle spese ammissibili, che verranno comunicate trimestralmente dal beneficiario, fino al massimo del 90 per cento del totale e una quota a saldo, ad ultimazione delle attività.

Veneto Innovazione S.p.A., in forza di quanto previsto dalla deliberazione ella Giunta regionale n. 2611 del 18.12.2012, e dalla relativa convenzione sottoscritta il 20.02.2013, al repertorio con n. 28254, provvederà a estendere al nuovo progetto a regia le azioni di monitoraggio sullo stato di avanzamento delle attività, assistenza e controllo sulle rendicontazioni sulla base delle modalità indicate dalla Regione al beneficiario.

Si garantisce la pubblicazione delle informazioni su tale aiuto, ai sensi dell'articolo 9 del Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014 che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato (in Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea n. L 187 del 26.6.2014), assegnato in accordo con quanto stabilito dall'articolo 25 sugli aiuti a progetti di ricerca e sviluppo.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

Udito il relatore, il quale dà atto che la struttura proponente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale;

VISTO l'Accordo programmatico Ministero dell'Ambiente - Regione Veneto del 25.03.2005 e il successivo Addendum del 22.12.2009;

VISTE le proprie deliberazioni n. 1752 del 06.07.2010, n. 468 del 19.04.2011, n. 1275 del 03.08.2011, n. 2611 del 18.12.2012;

VISTO il Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014 che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato (in Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea n. L 187 del 26.6.2014);

VISTO l'art. 42 della L.R. 29.11.2001 n. 39;

VISTA la L.R. 7 gennaio 2011, n. 1;

VISTO l'art. 2, comma 2 della L.R. 31 dicembre 2012, n. 54;

VISTO l'articolo 26 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;

delibera

  1. di sostenere con apposita sovvenzione, con un contributo di 960.520,00 euro (novecent osessantamila cinquecentoventi/00), il progetto a regia di cui alla scheda tecnica, Allegato A al presente provvedimento, del costo complessivo di euro 1.559.800,00 (unmilione cinquecento cinquantanovemila ottocento/00);
  2. di approvare lo schema di convenzione, in Allegato B al presente provvedimento, da stipularsi con Alilaguna S.pA. (P.IVA 02967180270), capofila del costituendo RTI/ATS denominato "Hydrogen Park Green Water Mobility", comunque entro il termine del corrente esercizio finanziario, ai sensi del comma 1 dell'art. 42 della L.R. 29.11.2001 n. 39, per la realizzazione del progetto a regia regionale per lo sviluppo delle esperienze maturate mediante progettazione e realizzazione di un pilota di un nuovo vaporetto a emissioni zero per la navigazione e il trasporto passeggeri nella laguna Veneta (HEPIC - Hydrogen Electric Passenger VenICe Boat);
  3. di incaricare il Direttore ad interim del Dipartimento Coordinamento Operativo Recupero Ambientale - Territoriale, Sezione Progetto Venezia, della sottoscrizione della convenzione di cui al precedente punto 2;
  4. di impegnare la spesa di 960.520,00 euro (novecentosessantamilacinquecentoventi/00) a valere sul capitolo 100691 "Interventi per la salvaguardia di Venezia e della sua Laguna - ottava fase - Contributi agli investimenti", scheda B/11.1, CUP: H78C14000250009; codice SIOPE 203 02 2323 (trasferimenti in conto capitale a imprese private), del bilancio di previsione del corrente anno finanziario, che presenta sufficiente disponibilità;
  5. di dare atto che, essendo la spesa di cui al capitolo 100691/U finanziata da assegnazioni vincolate statali, l'equilibrio finanziario è garantito in quanto accertata l'entrata al capitolo cap. 9680/E "Entrata derivante dalla contrazione di mutui con oneri di ammortamento a carico dello Stato per il finanziamento di interventi finalizzati alla salvaguardia di Venezia e della sua laguna - ottava fase (art.144, c. 1, L. 23/12/2000, n. 388 - art.45, c. 1, L. 28/12/2001, n. 448)";
  6. di prevedere che l'erogazione del contributo avverrà, entro 10 giorni consecutivi dalla verifica dell'ammissibilità delle spese da parte di Veneto Innovazione S.p.A., in modo proporzionale alla rendicontazione delle spese ammissibili, che verranno comunicate trimestralmente dal beneficiario, fino al massimo del 90 per cento del totale e una quota a saldo, ad ultimazione delle attività;
  7. di stabilire che Veneto Innovazione S.p.A., in forza di quanto previsto dalla deliberazione ella Giunta regionale n. 2611 del 18.12.2012, e dalla relativa convenzione sottoscritta il 20.02.2013, al repertorio con n. 28254, provvederà a estendere al nuovo progetto a regia le azioni di monitoraggio sullo stato di avanzamento delle attività, assistenza e controllo sulle rendicontazioni sulla base delle modalità indicate dalla Regione al beneficiario;
  8. di dare atto che la spesa di cui si dispone l'impegno con il presente atto non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. 1/2011, in quanto interamente finanziate da assegnazioni vincolate statali;
  9. di dare atto che la spesa di cui si dispone l'impegno con il presente atto non ha natura di debito commerciale;
  10. di incaricare il Settore Riconversione di Porto Marghera della Sezione Progetto Venezia dell'esecuzione del presente atto;
  11. di pubblicare le informazioni sull'aiuto assegnato, ai sensi dell'articolo 9 del Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014 che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato(in Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea n. L 187 del 26.6.2014), assegnato in accordo con quanto stabilito dall'articolo 25 sugli aiuti a progetti di ricerca e sviluppo;
  12. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell'articolo26 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;
  13. di pubblicare il presente provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto;
  14. di trasmettere il presente provvedimento a Alilaguna S.p.A., al Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, a Veneto Innovazione S.p.A., a Hydrogen Park scarl e al Settore Ufficiale rogante, contratti, servizi generali e assicurazioni della Sezione regionale Affari Generali e FAS-FSC.

(seguono allegati)

2774_AllegatoA_290757.pdf
2774_AllegatoB_290757.pdf

Torna indietro