Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 124 del 30/12/2014
Scarica la versione firmata del BUR n. 124 del 30/12/2014
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 124 del 30 dicembre 2014


Materia: Opere e lavori pubblici

Deliberazione della Giunta Regionale n. 2325 del 09 dicembre 2014

Intervento finanziario della Regione a favore di lavori di particolare interesse od urgenza. Terzo programma di riparto 2012. (L.R. n. 27/03, art. 53, comma 7). Modifica della destinazione del contributo già assegnato al Comune di Longarone (BL), giusta D.G.R.V. n. 2915 in data 28/12/2012. Debito non commerciale

Note per la trasparenza

Il provvedimento dispone la modifica della destinazione del contributo di un milione di Euro finalizzato alla realizzazione, nell’ambito delle celebrazioni per il cinquantesimo anniversario della Tragedia del Vajont, dell’intervento denominato  “Ripercorrere la Valle del Vajont”, già assegnato al Comune di Longarone (BL) ai sensi dell’art. 53, comma 7, della L.R. 27/2003, giusta D.G.R.V. n. 2915 in data 28/12/2012 per il ripristino e messa in sicurezza della strada del Colomber e del versante montano - 1° Lotto e la realizzazione del nuovo centro Sanitario di Longarone nell'ambito della fusione tra gli ex Comuni di Longarone e Castellavazzo. 

Con D.G.R.V. n. 2915 del 28/12/2012 si è provveduto ad assegnare, al Comune di Longarone (BL) –32013 - via Roma, 60 - (C.F. 00206890253), ai sensi dell’art. 53, comma 7, della L.R. 27/03 un contributo di € 1.000.000,00 per la realizzazione dell’intervento denominato  “Ripercorrere la Valle del Vajont”, da riferirsi ad una spesa ammissibile minima da rendicontare, al lordo di oneri per la sicurezza ed IVA, di € 1.250.000,00, corrispondente ad un’aliquota di finanziamento dell’80%.

Con il medesimo provvedimento è stato disposto d'impegnare, a favore del beneficiario di cui al punto 1, la spesa complessiva di  € 1.000.000,00 sul capitolo n. 100628 “Interventi regionali in materia di edilizia pubblica (D.Lgs. 31/03/1998, n. 112, att. 89 – 94)” dell’UPB U0211 “Interventi indistinti di edilizia speciale pubblica” del Bilancio di previsione esercizio 2012 al num.3949.

Ora con nota n. 10929 in data Novembre 2014 il Comune di Longarone fa presente che il progetto denominato  “Ripercorrere la Valle del Vajont” interessa anche la Regione Friuli Venezia Giulia ed è finalizzato a permettere l'accesso dell'area sottostante la diga del Vajont attraverso il ripristino e la messa in sicurezza della strada del Colomber e del versante montano e la realizzazione di un collegamento pedonale mediante la costruzione di un'apposita passerella che consenta ai visitatori di accedere ai luoghi attualmente inacessibili.

Di seguito si da pure atto che l'intervento di sistemazione di parte del piano viabile e messa in sicurezza del versante a valle di parte della vecchia starada statale che va verso la diga è già stato realizzato grazie al cofinanziamento del GAL Alto Bellunese.

Risulta inoltre che il Comune di Longarone, oggetto di fusione tra gli ex Comuni di Longarone e Castellavazzo (LR. n. 9/2014), è esonerato dal rispetto del patto di stabilità interno per il periodo di due anni.

Per quanto sopra, risulta oggi prioritario ed urgente, nell'ottica del miglioramento dei servizi prestati ai cittadini, provvedere alla realizzaione del nuovo Centro Sanitario, struttura che consentirà l'accorpamento in un unica sede dell'U.T.A.P. del Distretto sanitario e del Presidio di guardia Medica su una struttura di proprietà comunale.

Tutto ciò premesso il Comune chiede la devoluzione del contributo di € 1.000.000,00 parte per il "ripristino e messa in sicurezza della strada del Colomber e del Versante Montano -1° Lotto" del costo preventivato di € 559,680,00 come da quadro economico e parte per la realizzazione del nuovo centro Sanitario di Longarone del costo peventivato di € 700.000,00 come da quadro economico.

Detta istanza appare meritevole di accoglimento per tutte le considerazione sopra esposte anche in ordine alla nuova realtà amministrativa che siè formata con la fusione dei due Comuni di Longarone e Castellavazzo.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

Udito il relatore, il quale dà atto che la struttura proponente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale;

VISTA la L.R. 7.11.2003, n. 27;

VISTA la L.R. 39/2001;

VISTO l'art. 2, comma 2, lett. F) della L.R. n. 54 del 31.12.12.

delibera

  1. di riassegnare, per quanto nelle premesse della presente deliberazione, il contributo di un milione di Euro finalizzato alla realizzazione, nell’ambito delle celebrazioni per il cinquantesimo anniversario della Tragedia del Vajont, dell’intervento denominato  “Ripercorrere la Valle del Vajont”, già assegnato al Comune di Longarone (BL) ai sensi dell’art. 53, comma 7, della L.R. 27/2003, giusta D.G.R.V. n. 2915 in data 28/12/2012 per il "ripristino e messa in sicurezza della strada del Colomber e del Versante Montano -1° Lotto" del costo preventivato di € 559,680,00 come da quadro economico e parte per la realizzazione del nuovo centro Sanitario di Longarone del costo peventivato di € 700.000,00 come da quadro economico nell'ambito della fusione tra gli ex Comuni di Longarone e Castellavazzo. 
  2. di confermare, per i contributi in questione, quanto stabilito dalla D.G.R.V. n.1024 del 18.06.2013 al punto 1° in merito alla possibilità di autorizzare i soli soggetti pubblici all’utilizzo delle economie realizzate in fase di appalto, ovvero in corso d’opera, anche al di fuori delle casistiche previste dagli articoli 132, commi 1, 3 e 4, e 205 del D.Lgs. 12.04.2006, n. 163, purché finalizzate alla realizzazione di lavori con-formi alle specifiche leggi regionali di finanziamento, alla natura e oggetto dell’intervento nonché ai provvedimenti amministrativi regionali ad esse conseguenti e comunque nell’ambito del medesimo qua-dro economico dell’intervento finanziato;
  3. di stabilire che, in aderenza a quanto disposto al punto 2 della D.G.R.V. 1024 del 18.06.2013, l’aliquota per la determinazione definitiva dei contributi assegnati con il presente provvedimento a soggetti pubblici è fissata al 100% della spesa ammissibile, effettivamente sostenuta, comunque nel limite del contributo assegnato e fatta salva la funzionalità dell’intervento realizzato;
  4. di dare atto, a modifica dell' art. n.3 della D.G.R.V. n. 2915 in data 28/12/2012 che alle liquidazione di detto contributo si provvederà secondo le disposizioni degli artt. 6, 7 e 8 dell’Allegato C alla D.G.R.V. n. 2850 in data 30/12/2013 denominato “Direttiva sull’utilizzo dei contributi regionali per lavori di particolare interesse od urgenza”, in ragione della relativa disponibilità di cassa;
  5. di incaricare il Direttore della Sezione Lavori Pubblici di ogni ulteriore adempimento conseguente all’esecuzione del presente atto;
  6. di individuare, ai sensi dell’art. 4 del Provvedimento approvato con D.G.R.V. n. 1029 del 18.03.2005 in materia di verifiche a campione, quale Responsabile del Programma di Riparto, il Direttore della Sezione Lavori Pubblici;
  7. di confermare quant'altro disposto con la precedente D.G.R.V. n. 2915 in data 28/12/2012;
  8. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi degli artt. 26 e 27 del D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33;
  9. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino ufficiale della Regione.

Torna indietro