Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 100 del 17/10/2014
Scarica la versione firmata del BUR n. 100 del 17/10/2014
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 100 del 17 ottobre 2014


Materia: Commercio, fiere e mercati

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1912 del 14 ottobre 2014

Bando per il finanziamento di progetti-pilota finalizzati all'individuazione dei distretti del commercio ai sensi dell'articolo 8 della legge regionale 28 dicembre 2012, n. 50.

Note per la trasparenza

Con il presente provvedimento viene approvato il bando di finanziamento di progetti-pilota ai fini dell’individuazione dei primi distretti del commercio del Veneto, in attuazione delle politiche attive di rilancio del settore commercio in ambito urbano, previste dalla legge regionale n. 50 del 2012.

L’Assessore Marialuisa Coppola riferisce quanto segue.

Con la legge regionale 28 dicembre 2012, n. 50, di seguito denominata "legge regionale", è stata approvata la disciplina del commercio al dettaglio su area privata.

In primo luogo con l’intervento normativo sopra citato la Regione ha inteso perseguire una generale finalità di sviluppo del settore commercio  riservando un ruolo di primo piano alle attività commerciali inserite nel tessuto urbano, favorendone la rigenerazione,  ricercando nuove strategie di sviluppo commerciale sostenibile sotto il profilo economico, sociale, territoriale e ambientale.

In tal senso il legislatore regionale ha previsto alcune misure di politica attiva per il commercio, tra le quali assume un particolare rilievo la previsione relativa ai distretti del commercio, definiti dal legislatore regionale come gli ambiti di rilevanza comunale o intercomunale nei quali i cittadini e le imprese, liberamente aggregati, qualificano il commercio come fattore di innovazione, integrazione e valorizzazione di cui dispone il territorio, al fine di accrescerne l’attrattività e sostenere la competitività delle sue polarità commerciali.

Quanto sopra, nel quadro di una generale finalità, perseguita dal legislatore regionale, di promuovere una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva del sistema commerciale, recependosi in tal senso un indirizzo diffuso in ambito europeo e nazionale, nell'ambito della prospettazione delle cd. Smart Cities, ossia di modelli strategici di sviluppo e di governance urbana che costituiscono uno degli obiettivi di maggior rilievo della programmazione europea afferente al periodo 2014-2020.

Secondo quanto previsto dall’articolo 8 della legge regionale la proposta di individuazione dei distretti del commercio è formulata dai Comuni, in forma singola o associata, anche su iniziativa delle organizzazioni delle imprese del commercio e dei consumatori, ed è approvata dalla Giunta regionale.

Con il presente provvedimento si intende pertanto assicurare una prima concreta attuazione della previsione normativa regionale mediante l’approvazione, in via sperimentale, di un bando di finanziamento di progetti-pilota rispondenti ai criteri di natura qualitativa ivi stabiliti ai fini dell’individuazione dei distretti del commercio, con la funzione di indirizzare, a regime, i soggetti pubblici e privati verso la predetta forma di aggregazione economica e sociale prevista dal legislatore regionale per il perseguimento delle cennate finalità di sviluppo del commercio e dell’economia urbana.

In fase di prima applicazione della normativa regionale, stante il carattere sperimentale dell’odierna iniziativa la Giunta regionale, sulla base degli esiti riscontrati dalle progettualità pervenute, approverà con successivo provvedimento ai sensi dell’articolo 8 della legge regionale i distretti scelti tra quelli che risulteranno ammessi a contributo sulla base delle previsioni contenute nel bando di cui all’Allegato A che forma parte integrante del presente provvedimento.

Da ultimo si evidenzia che il presente atto è assoggettato alle disposizioni di cui al decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 in merito agli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura proponente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale;

VISTO il decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” con particolare riferimento agli articoli 23, 26 e 27;

VISTA la legge regionale 2 aprile 2014, n. 12 “Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2014 e pluriennale 2014-2016”;

VISTO l’articolo 2, comma 2, della legge regionale 31 dicembre 2012, n. 54 ”Legge regionale per l'ordinamento e le attribuzioni delle strutture della Giunta regionale in attuazione della legge regionale statutaria 17 aprile 2012, n. 1 "Statuto del Veneto";

VISTA la legge regionale 28 dicembre 2012, n. 50 “Politiche per lo sviluppo del sistema commerciale nella Regione del Veneto” e in  particolare gli articoli 3, comma 1, lettera n) e 8;

VISTA la legge regionale 7 gennaio 2011, n. 1 “Modifica della legge regionale 30 gennaio 1997, n.5 "Trattamento indennitario dei consiglieri regionali" e disposizioni sulla riduzione dei costi degli apparati politici ed amministrativi”;

VISTA la legge regionale 29 novembre 2001, n. 39 “Ordinamento del bilancio e della contabilità della Regione”;

Delibera

  1. di approvare, per le motivazioni in premessa indicate, il bando di cui all’Allegato A che forma parte integrante del presente provvedimento, per il finanziamento di progetti-pilota finalizzati all’individuazione dei distretti del commercio ai sensi dell’articolo 8 della legge regionale 28 dicembre 2012, n. 50;
  2. di determinare in euro 5.722.414,20 l’importo massimo complessivo delle obbligazioni di spesa alla cui assunzione provvederà con propri atti il Direttore della Sezione Commercio disponendo la copertura finanziaria a carico dei fondi stanziati sui seguenti capitoli del bilancio annuale di previsione dell’esercizio finanziario corrente che presenta sufficiente disponibilità :
  • per euro 3.440.000,00 sul capitolo n. 101859 “Fondo regionale per la riqualificazione delle attività commerciali – risorse regionali (art. 14, L.R.. 28/12/2012, n. 50)”;
  • per euro 1.234.675,32 sul capitolo 32039 “Interventi nel settore del commercio e del turismo (art. 16, c. 1, l. 07/08/1997, n.266 - del. Cipe 05/08/1998, n.100)”, dei quali euro 723.368,00 risultano essere stati introitati a bilancio in data 1° agosto 2014 nel corrispondente capitolo di entrata n. 002764.
  • per euro 768.260,33 sul capitolo 32041 “Agevolazioni alle imprese del commercio e del turismo (art. 2, c. 42, l. 28/12/1995, n.549 - del. Cipe 08/08/1996, n.168 - del. cipe 25/09/1997, n.186)”;
  • per euro 279.478,55 sul capitolo n. 102106 “Fondo regionale per la riqualificazione delle attività commerciali – risorse finanziate con oneri aggiuntivi (art. 14, L.R.. 28/12/2012, n. 50)”;
  1. di dare atto che la spesa indicata al punto 2 ha natura di spesa di investimento e non costituisce debito commerciale;
  2. di dare atto che la spesa di cui si prevede l'impegno con il presente provvedimento non rientra nelle tipologie soggette a limitazioni ai sensi della L.R. n. 1/2011;
  3. di incaricare il Direttore della Sezione Commercio dell’esecuzione del presente provvedimento, nonché dell'adozione di tutti gli atti di esecuzione derivanti dall'approvazione del presente bando, ivi compresa l'assunzione del relativo impegno di spesa che avverrà a favore delle amministrazioni comunali che abbiano presentato domanda ammissibile secondo le disposizioni di cui al bando allegato, sino alla concorrenza dell’importo di spesa di cui al punto 2;
  4. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’articolo 26, comma 1 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;
  5. di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto.

(seguono allegati)

1912_AllegatoA_283903.pdf

Torna indietro