Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Decreto del Presidente della Giunta regionale

Bur n. 148 del 10 novembre 2023


Materia: Protezione civile e calamità naturali

Decreto del Presidente della Giunta regionale n. 101 del 06 novembre 2023

Disattivazione dell'Unità di Crisi Regionale U.C.R. attivata con DPGR n. 98 del 1 novembre 2023, ai sensi degli artt. 15 e 16 della Legge regionale 1 giugno 2022, n. 13 "Disciplina delle attività di protezione civile" e della DGR n. 103 dell'11 febbraio 2013.

Note per la trasparenza

Provvedimento necessario per disattivare l’Unità di Crisi Regionale attivata con DPGR n. 98 del 1 novembre 2023 per coordinare la gestione dell’emergenza, conseguente alle condizioni meteo eccezionali, che hanno interessato il territorio regionale dal 2 novembre 2023.

Il Presidente

PREMESSO che l’art. 16 della Legge regionale 1 giugno 2022, n. 13 “Disciplina delle attività di protezione civile” prevede che:

  • al fine di coordinare le operazioni di soccorso e gli interventi delle componenti e delle strutture operative sul territorio regionale, in caso di eventi emergenziali o nella loro imminenza, il Presidente della Giunta regionale può attivare l’Unità di Crisi Regionale (U.C.R.);
     
  • l’U.C.R. è presieduta dal Presidente della Giunta regionale o da un suo delegato. Possono fare parte dell’U.C.R. i rappresentanti delle strutture appartenenti al Servizio regionale e al Servizio nazionale della protezione civile coinvolti nella gestione dell’emergenza.

CONSIDERATO che a seguito della pubblicazione da parte del Centro Funzionale Decentrato degli avvisi di criticità del 1 novembre 2023 il Presidente della Giunta regionale ha disposto, con proprio decreto n. 98 del 1 novembre 2023 l’attivazione dell’Unità di Crisi Regionale, delegando all’Assessore regionale all’ambiente, al clima, alla protezione civile e al dissesto idrogeologico, ing. E. Gianpaolo Bottacin, la presidenza della stessa;

VISTO l’avviso di criticità emesso dal Centro Funzionale Decentrato regionale in data 6 novembre 2023 con il quale viene prevista la criticità idraulica gialla nelle zone di allertamento VENE-B, VENE-C, VENE-D, VENE-E e VENE-G oltre che la criticità arancione in VENE-D limitatamente al ramo del Po di Goro;

RILEVATO che le criticità previste e gli effetti al suolo conseguenti agli eventi degli scorsi giorni sono tali da non richiedere un ulteriore coordinamento da parte dell’Unità di Crisi Regionale;

DATO ATTO che sussistono le condizioni per disattivare l’Unità di Crisi Regionale attivata con DPGR n. 98 del 1 novembre 2023;

VISTO il D.Lgs. n. 112/1998 e s.m.i.;

VISTO il D.Lgs. n. 1/2018 e s.m.i.;

VISTA la D.G.R. n. 103/2013;

VISTA la L.R. n. 13/2022 e s.m.i.;

VISTO il DPGR n. 98/2023;

Dato atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale;

decreta

  1. di approvare le premesse quali parte integrante del presente atto;
     
  2. di disattivare l’Unità di Crisi Regionale attivata con DPGR n. 98 del 1 novembre 2023, ai sensi degli artt. 15 e 16 della Legge regionale 1 giugno 2022, n. 13 e della DGR n. 103 dell’11 febbraio 2013;
     
  3. di dare atto che il presente provvedimento non comporta spesa a carico del bilancio regionale;
     
  4. di incaricare la Direzione Protezione Civile e Polizia Locale dell’esecuzione del presente atto;
     
  5. di pubblicare il presente decreto nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Luca Zaia

Torna indietro