Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 41 del 18/05/2010
Scarica versione stampabile Decreto

Bur n. 41 del 18 maggio 2010


Materia: Urbanistica

Decreto DEL DIRIGENTE DELLA DIREZIONE URBANISTICA n. 23 del 30 aprile 2010

Legge regionale 16 febbraio 2010, n. 11 (BUR n. 15-1/2010) "Legge finanziaria regionale per l'esercizio 2010", Art. 6 - Disposizioni in ordine al trasferimento alle Province delle competenze in materia urbanistica e modifiche alla legge regionale 23 aprile 2004, n. 11 "Norme per il governo del territorio", comma 1. Disposizioni relative all'organizzazione e alla gestione del "Tavolo tecnico permanente di sviluppo disciplinare" di approfondimento e confronto con gli enti locali in materia urbanistica, istituito con Deliberazione della Giunta Regionale n. 4010 del 22 dicembre 2009.

Il Dirigente

(omissis)

Decreta

 

1) di prendere atto delle argomentazioni espresse in premessa;

2) di assumere le seguenti determinazioni in ordine alla costituzione ed al funzionamento del "Tavolo tecnico permanente di sviluppo disciplinare" di approfondimento e confronto con gli enti locali in materia urbanistica:

I)     il Tavolo tecnico permanente è costituito dal personale della Direzione Urbanistica di seguito indicato:

- responsabile dell’Ufficio Dati Territoriale e verifica quadro conoscitivo o suo delegato;

- referenti incaricati dei P.A.T.-P.A.T.I. in copianificazione;

- responsabile del Servizio amministrativo o suo delegato;

II)      qualora si rendano necessarie ulteriori specifiche competenze in relazione ai temi di volta in volta affrontati, ai lavori del Tavolo tecnico permanente partecipano gli esperti nei diversi settori interessati designati dalle seguenti strutture:

- Direzione Valutazione Progetti ed Investimenti;

- Direzione Pianificazione Territoriale e Parchi;

- Direzione Agroambiente e Servizi per l’Agricoltura;

- Direzione Geologia ed Attività estrattive;

- Direzione Foreste ed Economie Montane;

- Direzione Mobilità ed Infrastrutture;

- Unità di Progetto Sistema Informativo Territoriale e Cartografia;

- Direzione sistema informatico;

- Direzione Affari legislativi;

III) i lavori del Tavolo tecnico permanente sono supervisionati dal Dirigente della Direzione Urbanistica e diretti dal Responsabile del Servizio Pianificazione Concertata 1, assistito da due funzionari della Direzione Urbanistica con mansioni rispettivamente di Coordinatore tecnico - scientifico e di Segretario.

L’individuazione e le relative attribuzioni saranno definite con specifico ordine di servizio;

IV)    i temi da analizzare, anche in riferimento a quelli individuati con la Deliberazione della Giunta Regionale n. 3606 del 13.11.2007 “Verifica dello stato di attuazione della riforma di cui alla legge regionale 23 aprile 2004, n. 11 "Norme per il Governo del Territorio"”, sono i seguenti:

- teorie, pratiche e problematiche relative al nuovo sistema di pianificazione strategica introdotto dalla L.R. 11/2004 (P.A.T. – P.A.T.I.);

- esperienze e modelli per la pianificazione operativa comunale (P.I.);

- implementazione delle specifiche tecniche per la costruzione delle banche dati del P.R.C. e per la rappresentazione grafica delle corrispondenti tematiche, e problematiche connesse;

- pianificazione del territorio agricolo: disciplina urbanistico - edilizia, determinazione della S.A.U.;

- perequazione urbanistica, credito edilizio, compensazione;

- dimensionamento dei piani e definizione delle dotazioni territoriali;

- accordi pubblico privato ed accordi di programma nei nuovi strumenti;

- singole problematiche territoriali;

- confronto con esperienze di altre regioni;

- aggiornamento legge regionale e atti di indirizzo;

V)   gli obiettivi principali dei lavori del tavolo tecnico permanente sono:

-         garantire un corretto e sollecito trasferimento delle competenze e delle conoscenze in materia di pianificazione urbanistica alle strutture tecnico - operative delle Province;

-         di fornire alle Amministrazioni locali un supporto efficace nell’attività di pianificazione comunale ed intercomunale;

-         raccogliere, mediante il confronto e il coinvolgimento più ampio possibile delle realtà locali, i dati utili all’esercizio della funzione di indirizzo e coordinamento in materia di urbanistica e pianificazione territoriale, soprattutto con riferimento alla emanazione degli ulteriori atti di indirizzo e/o alla revisione di quelli vigenti, ad eventuali miglioramenti e modifiche della L.R. 11/2004 e alla interpretazione uniforme della legislazione regionale in materia;

VI)       ai fini di cui al punto V precedente il tavolo tecnico permanente provvede a diffondere mediante pubblicazioni, incontri, seminari, rete web ed ogni altro mezzo ritenuto efficace, gli esiti dei lavori, e a formulare alla Giunta Regionale proposte di modifiche o integrazioni della L.R. 11/2004, anche in relazione al suo coordinamento con norme contenute in altre leggi;

VII)           Il tavolo tecnico permanente ha sede a Palazzo Linetti, Cannaregio 99, Venezia, presso la Direzione Urbanistica - Sala Biblioteca “G. Dicasillati”, ed è convocato dal Dirigente della Direzione Urbanistica o dal Responsabile del Servizio Pianificazione Concertata 1 secondo le modalità operative e le scadenze definite in accordo con i soggetti partecipanti;

VIII)    ai lavori del Tavolo tecnico permanente possono essere invitate, di volta in volta, le amministrazioni locali interessate dalla redazione di nuovi strumenti urbanistici, le Università, gli Ordini professionali interessati ai temi nonché le Associazioni di categoria e le Istituzioni culturali o professionali interessate dei temi trattati, al fine di favorire la più ampia partecipazione ai lavori e la condivisione degli esiti;

3) di disporre la pubblicazione del presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Veneto;

4) di dichiarare che l'atto è immediatamente efficace.


Vincenzo Fabris


Torna indietro