Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Atto di Enti Vari

Bur n. 52 del 19 aprile 2024


Materia: Protezione civile e calamità naturali

COMMISSARIO STRAORDINARIO DELEGATO PER IL RISCHIO IDROGEOLOGICO NEL VENETO

Decreto n. 1 del 9 gennaio 2024

Accordo di programma per l'utilizzo delle risorse destinate al finanziamento di interventi urgenti e prioritari per la mitigazione del rischio idrogeologico individuati con D.P.C.M. 15 settembre 2015 (art. 7, comma 2, del Decreto Legge 12 settembre 2014, n. 133, convertito con modificazioni dalla Legge 11 novembre 2014, n. 164). "Interventi sulla rete idraulica del bacino del Lusore", Cod. ReNDis 05IR001/G4. Progetto esecutivo relativo all'intervento di: "Completamento ricalibratura dei corsi d'acqua del bacino di Malcontenta, Fosso di via Moranzani. Int. A.4.2 II lotto". Importo finanziamento di Euro 2.050.000,00. CUP MASTER H77B12000180001 - CUP collegato I74H17000550002. Liquidazione dell'importo di Euro 759.364,01 a favore del Consorzio di Bonifica Acque Risorgive, a titolo di rimborso delle spese sostenute. Sesto accertamento crediti.

IL SOGGETTO ATTUATORE

VISTO:

  • il D.P.C.M. del 15 settembre 2015 che individua l’insieme degli interventi del Piano Stralcio per le aree metropolitane e le aree urbane con alto livello di popolazione esposta al rischio di alluvione tempestivamente cantierabili in quanto dotati di progettazione definitiva od esecutiva;
     
  • l’assegnazione alla Regione del Veneto, tramite il suddetto D.P.C.M., di complessivi Euro 104.133.573,19 per la realizzazione dei seguenti interventi:

    “Interventi sulla rete idraulica del bacino Lusore”, Codice ReNDiS 05IR001/G4, dell’importo complessivo di Euro 67.521.068,19, di cui Euro 61.858.573,19 finanziati con risorse del MATTM ed Euro 5.662.495,00 a valere sui fondi della Legge Speciale per Venezia;

    “Realizzazione di un invaso sul torrente Astico nei comuni di Sandrigo e Breganze (VI)”, Codice ReNDiS 05IR019/G4, dell’importo complessivo di Euro 31.275.000,00;

    “Realizzazione di un’opera di invaso sul torrente Orolo in Comune di Costabissara e Isola Vicentina”, Codice ReNDiS 05IR020/G4, dell’importo complessivo di Euro 11.000.000,00;

PREMESSO CHE:

  • al fine di poter utilizzare tali risorse destinate al finanziamento dei sopracitati interventi, ai sensi dell’art. 7 comma 2 del Decreto Legge n. 133/2014 (convertito con modificazioni dalla legge n. 164/2014) è stato sottoscritto, in data 17/12/2015, uno specifico Accordo di Programma tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, la Regione del Veneto e la Città Metropolitana di Venezia;
     
  • l’art. 5 del suddetto Accordo di Programma individua, quale soggetto responsabile dell’attuazione degli interventi, il Presidente della Regione nella qualità di Commissario di Governo;
     
  • il Presidente della Regione del Veneto ha sottoscritto tale Accordo anche in qualità di Commissario di Governo in data 30/12/2015;
     
  • l’art 10, comma 2 ter del D.L. n. 91 del 24/06/2014, prevede che il Commissario possa delegare apposito Soggetto Attuatore, il quale opera sulla base di specifiche indicazioni ricevute dal Commissario e senza alcun onere aggiuntivo per la finanza pubblica;
     
  • con decreto n. 1 del 02/01/2018 il Commissario Straordinario Delegato per il Rischio Idrogeologico nel Veneto ha nominato l’Ing. Alessandro De Sabbata, Direttore dell’allora Struttura di Progetto “Gestione post-emergenze connesse ad eventi calamitosi e altre attività commissariali”, quale soggetto attuatore incaricato ad espletare tutte le procedure relative alla realizzazione di tali interventi di mitigazione del rischio idrogeologico individuati nell’Accordo di Programma sopracitato;
     
  • con decreto n. 24 del 12/04/2022 il Commissario Straordinario Delegato per il Rischio Idrogeologico nel Veneto, tenuto conto del nuovo assetto conseguente alla riorganizzazione delle strutture regionali di cui alla DGR n. 571 del 04/05/2021 e alla DGR n. 863 del 22/06/2021, ha confermato l’ingegnere Alessandro De Sabbata quale Soggetto Attuatore per l’utilizzo delle risorse destinate al finanziamento di progetti ed interventi di mitigazione del rischio idrogeologico in capo al Commissario straordinario delegato, ai sensi dell’art. 10, comma 2-ter, del decreto legge 24 giugno 2014, n. 91;
     
  • con Decreto n. 55 del 20/07/2023 il Commissario straordinario delegato per il rischio idrogeologico nel Veneto, viste le Deliberazioni della Giunta Regionale del Veneto n. 1438 del 18/11/2022 e n. 766 del 27/06/2023 che attribuiscono rispettivamente l'incarico di Direttore della Direzione Difesa del Suolo e della Costa e l'incarico di Direttore ad interim dell'Unità Organizzativa Attività Commissariali, ha nominato il sottoscritto, ing. Vincenzo Artico quale Soggetto Attuatore per l'utilizzo delle risorse destinate al finanziamento di progetti e all'attuazione di interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico in capo al Commissario straordinario delegato, ai sensi dell'art. 10, comma 2-ter, del decreto legge 24 giugno 2014, n. 91;

TENUTO CONTO CHE:

  • il progetto definitivo dei lavori in argomento denominato “Interventi sulla rete idraulica del bacino Lusore”, dell'importo complessivo di Euro 67.521.068,19 è stato approvato dal Commissario Delegato per l'emergenza socio economico ambientale relativa ai canali portuali di grande navigazione della Laguna di Venezia, di cui all'O.P.C.M. n. 3383/2004, con decreto n. 25 del 06/08/2012 ed è articolato nei seguenti interventi:

    • A.1.2 - Ricalibratura Fosso 2, Fosso 6, Fosso 7, Diversivo Fosso 7 e Fosso Colombara;
       
    • A.3 -  II lotto Rimodellazione per invaso e sistemazione a parco del bacino Cesenego-Vecchio Comuna (Parco Lusore) e collegamento idraulico tra Parco Lusore e Parco Brombeo tramite il circuito del Forte Tron;
       
    • A.4.1 - I lotto Completamento ricalibratura dei corsi d’acqua del bacino di Malcontenta - Nuovo collegamento Fondi a Sud Fondi a Est;
       
    • A.4.2 - II lotto Completamento ricalibratura dei corsi d’acqua del bacino di Malcontenta - Fosso di Via Moranzani;
       
    • A.5 -  II lotto Rimodellazione per invaso e sistemazione a parco del bacino di Malcontenta;
       
    • A.6 - Sistemazione a parco del Parco Lusore e del Parco Malcontenta;
       
    • B.1 - Nuova inalveazione del Lusore - Menegon;
       
    • B.2 - Adeguamento Idrovora Malcontenta con deviazione canale di scarico e manutenzione straordinaria opere elettromeccaniche;
       
    • B.3 - Realizzazione di una vasca di prima pioggia nell’ex alveo del Lusore;
       
    • B.5 - Realizzazione di nuova fognatura in via Colombara;
       
  • il suddetto progetto fa parte degli interventi finanziati nell’ambito dell’Accordo di Programma di cui in oggetto per i quali, come disposto dall’Articolo 3 del medesimo Accordo, la copertura finanziaria, dell’importo complessivo di Euro 109.796.068,19 è garantita per Euro 5.662.495,00 da risorse regionali erogate nell’ambito della Legge Speciale per Venezia e per Euro 104.133.573,19 da risorse MATTM;
     
  • tali risorse verranno trasferite alla Contabilità Speciale n. 6009, intestata al Commissario Straordinario Delegato per il Rischio Idrogeologico nel Veneto, secondo le modalità di cui all’Articolo 4 del suddetto Accordo;
     
  • la prima quota di Euro 15.620.035,98, pari al 15% dell’importo complessivo stanziato dal MATTM, è stata interamente versata, in data 08/08/2016 per l’importo di Euro 14.992.854,66 e in data 11/11/2016 per l’importo di Euro 627.181,32 nella Contabilità Speciale di cui al punto precedente;
     
  • la quota di Euro 5.662.495,00 stanziata dalla Regione del Veneto, con risorse regionali nell’ambito della Legge Speciale per Venezia è stata interamente versata, in data 21.10.2021 per l’importo di Euro 5.489.327,69 e in data 07/06/2022 per l’importo di Euro 173.167,31, nella Contabilità Speciale di cui al punto precedente;

CONSIDERATO CHE:

  • il Soggetto Attuatore, per le attività di progettazione degli interventi, per le procedure di affidamento dei lavori, per le attività di direzione lavori e di collaudo, nonché per ogni altra attività di carattere tecnico-amministrativo connessa alla progettazione, all’affidamento e all’esecuzione dei lavori, ivi inclusi servizi e forniture, possa avvalersi, in accordo con il Commissario delegato, oltre che delle competenti Strutture regionali, anche della collaborazione, previ specifici accordi, degli uffici tecnici e amministrativi dei Comuni interessati e della Città Metropolitana, dei Provveditorati Interregionali alle opere pubbliche, dell’A.N.A.S. S.p.A., dei Consorzi di Bonifica e delle Autorità di Distretto, nonché delle Strutture commissariali già esistenti e delle Società a totale capitale pubblico o delle Società dalle stesse controllate;
     
  • con Decreto n. 7 del 08/05/2017 il Commissario Straordinario Delegato per il Rischio Idrogeologico nel Veneto - Soggetto Attuatore - ha individuato il Consorzio di Bonifica Acque Risorgive quale soggetto esecutore degli “Interventi sulla rete idraulica del Lusore" (ad esclusione degli interventi codificati con il codice B3 e B5), per un importo complessivo di Euro 45.896.187,56, a valere sui fondi di cui all'Accordo di Programma del 17/12/2015;

PRESO ATTO:

  • che il progetto di “Ricalibratura dei corsi d’acqua del bacino Malcontenta - Fosso di via Moranzani” (cod. A.4.2 II Lotto), approvato con Decreto n. 55 del 21/12/2020, prevede la ricalibratura del fosso esistente a nord di via Moranzani, al fine di renderlo idoneo allo smaltimento delle acque meteoriche, nell’ambito delle strategie volte ad attenuare le problematiche del Bacino di Malcontenta;
     
  • che la realizzazione di tale intervento riveste inoltre carattere di urgenza, in quanto la sua realizzazione risulta propedeutica alle attività di messa in sicurezza permanente della Discarica Moranzani B, oggetto della sentenza di condanna della Corte di Giustizia Europea del 2 dicembre 2014 (causa C-196/13), relativa al mancato adeguamento, alla vigente normativa, delle discariche abusive presenti nel territorio regionale;
     
  • che con il D.P.C.M. del 24 marzo 2017, si è provveduto, ai sensi del comma 2-bis dell’art. 41 della legge 24 dicembre 2012, n. 234, alla nomina del Commissario Straordinario per la bonifica delle discariche abusive (compresa la Discarica Moranzani B), individuando il Gen. B. CC. Giuseppe Vadalà, con il compito di realizzare tutti gli interventi necessari all’adeguamento alla vigente normativa delle discariche, secondo quanto disposto dalle sopracitate sentenze della Corte Europea;

ACCERTATO CHE:

  • l'erogazione dei fondi avverrà secondo i criteri e le modalità stabiliti nel Disciplinare sottoscritto in data 03/07/2018 e 05/07/2018 tra il Soggetto Attuatore del Commissario Straordinario Delegato per il Rischio Idrogeologico nel Veneto e il Direttore del Consorzio di Bonifica Acque Risorgive, nonché secondo ulteriori eventuali prescrizioni integrative adottate dal suddetto Soggetto Attuatore, secondo la normativa vigente in materia di realizzazione di lavori pubblici;

PRESO ALTRESI’ ATTO CHE:

  • l’art. 6 “Richieste di erogazione in anticipazione e in acconto del finanziamento” del disciplinare anzidetto, prevede che il soggetto esecutore provvede a trasmettere al Commissario gli stati di avanzamento relativi ai lavori eseguiti, allegando anche la relativa documentazione contabile ed amministrativa;

ACCERTATO:

  • che il Consorzio di Bonifica Acque Risorgive ha presentato con nota prot. n. 17945 del 19/12/2023, acquisita agli atti in data 20/12/2023 con prot. reg.le n. 672465, la richiesta di erogazione dell’importo di Euro 759.364,01 a titolo di rimborso delle spese sostenute e rendicontate nel sesto accertamento crediti per l’avvenuta esecuzione di lavori, servizi e forniture;

PRESO ATTO degli esiti dell’istruttoria effettuata dalla struttura commissariale, la quale ha esaminato la documentazione contabile allegata alla suddetta nota, constatando che l’importo complessivo dei costi sostenuti dal Consorzio di Bonifica e ritenuti ammissibili al rimborso ammonta ad Euro 759.364,01 di importo corrispondente alla richiesta prot. n. 17945/2023

RITENUTO:

  • di provvedere alla liquidazione, al Consorzio di Bonifica Acque Risorgive con sede a Venezia via Rovereto n. 12, C.F.  n. 94072730271, dell’importo di Euro 759.364,01 a titolo di rimborso delle spese sostenute nell’ambito dell’intervento di “Ricalibratura dei corsi d’acqua nel bacino di Malcontenta - Fosso di Via Moranzani. Int. A.4.2 II Lotto” e rendicontate nel sesto  accertamento crediti;

RITENUTO ALTRESI’:

  • di procedere alla predisposizione dell’ordinativo di pagamento, relativo alle somme di cui sopra, attraverso la procedura informatica del MEF denominata GEOCOS, subordinatamente alle verifiche fiscali e tributarie previste dalla normativa vigente;

DECRETA

  1. di considerare le premesse come parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
     
  2. di liquidare al Consorzio di Bonifica Acque Risorgive, con sede a Venezia via Rovereto n. 12 - C.F.  n. 94072730271, l’importo di Euro 759.364,01 a titolo di rimborso delle spese sostenute per l’esecuzione di lavori, servizi e forniture nell’ambito dell’intervento di “Ricalibratura dei corsi d’acqua nel bacino di Malcontenta - Fosso di Via Moranzani. Int. A.4.2 II Lotto”, e rendicontate nel sesto accertamento crediti;
     
  3. di dare atto che la somma di cui al precedente punto 2) è disponibile sulla Contabilità Speciale n. 6009 intestata al Commissario Straordinario Delegato per il Rischio Idrogeologico nel Veneto, accesa presso la Banca d’Italia - Sezione di Tesoreria Provinciale dello Stato di Venezia;
     
  4. di pubblicare il presente Decreto sul Bollettino Ufficiale della Regione e sul sito internet della Regione del Veneto nell’apposita sezione Ambiente e Territorio dedicata a Suolo e Sottosuolo.

Il Soggetto Attuatore ing. Vincenzo Artico

Torna indietro