Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 38 del 19/04/2019
Scarica la versione firmata del BUR n. 38 del 19/04/2019
Scarica versione stampabile Atto di Enti Vari

Bur n. 38 del 19 aprile 2019


Materia: Protezione civile e calamità naturali

COMMISSARIO DELEGATO PRIMI INTERVENTI URGENTI DI PROTEZIONE CIVILE IN CONSEGUENZA DEGLI ECCEZIONALI EVENTI METEOROLOGICI CHE HANNO INTERESSATO IL TERRITORIO DELLA REGIONE VENETO, A PARTIRE DAL MESE DI OTTOBRE 2018

Decreto n. 4 del 10 aprile 2019

OCDPC n. 558 del 15.11.2018 - Conferenza di servizi decisoria ex art. 14, c.2 l.241/1990 del 13 marzo 2019: autorizzazione del tratto da cabina Avoscan a PTP Roi, tratto da cabina Avoscan a PTP Barchia nel comune di San Tomaso Agordino.

Note per la trasparenza:
Il presente provvedimento prende atto degli esiti della conferenza di servizi simultanea e modalità sincrona (ex art. 14, c.2, L. 241/1990 ) e autorizza il progetto: presentato da Enel Distribuzione: interramento di due tratti di linea MT a ca kV – tratto da cabina Avoscan a PTP Roi, tratto da cabina Avoscan a PTP Barchia nel comune di San Tomaso Agordino;

Estremi dei principali documenti dell’istruttoria: Verbale trasmesso con lettera prot 123271 del 27/03/2019

IL COMMISSARIO DELEGATO

PREMESSO che:

  1. Delibera del Consiglio dei Ministri dell’8 novembre 2018 e Ordinanza del Capo del Dipartimento della Protezione civile n. 558 del 15 novembre 2018 è stato nominato il Commissario Delegato per primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno interessato il territorio della regione veneto, dal 27 ottobre al 5 novembre 2018.
  2. con Ordinanza n. 1 del 23.11.2018 del Commissario delegato recante la Nomina Soggetti attuatori e costituzione dell’Ufficio di supporto al Commissario delegato ai sensi degli artt. 1 e 9 dell’OCDPC n. 558 del 15 novembre 2018.519 del 28.05.2018.
  3. con Ordinanza n. 2 del 20.12.2018 del Capo Dipartimento della Protezione civile n. 558 del 15 novembre 2018 “Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno interessato il territorio delle regioni Calabria, Emilia Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Toscana, Sardegna, Siciliana, Veneto e delle Province autonome di Trento e Bolzano, colpito dagli eccezionali eventi meteorologici verificatisi a partire dal mese di ottobre 2018”. Approvazione degli elenchi degli interventi - Impegno di spesa di Euro 13.472.138,71 ed erogazione di Euro 5.903.639,36.
  4. Gli interventi di ripristino necessari in tali ambiti a seguito dall’evento in argomento, sono di competenza dei predetti Soggetti Attuatori che operano oltre che secondo le indicazioni del commissario, in applicazione degli artt. 11 e 12 della predetta ordinanza.
  5. Tra i servizi a rete figurano anche quelli delle società Elettriche di Terna e ENEL Distribuzione.
  6. La realizzazione di tali interventi, come sopra specificato, interessa le aree schiantate soggette alle disposizioni di cui all’art.12 della OCDPC 558/2018 che regola le attività all’interno delle medesime aree affidando specifici compiti al Commissario delegato ovvero ai Soggetti Attuatori all’uopo individuati. In particolare in tale contesto operano i Soggetti Attuatori per il Rilievo e opere Agricolo Forestali e quello per il ripristino Forestale e Ambientale nonché, per le parti interessanti la viabilità pubblica, anche i Comuni e la Società Veneto Strade entrambi nominati Soggetti Attuatori ai sensi dell’Ordinanza Commissariale n. 1/2018. Gli interventi riguardano altresì il ripristino definitivo di servizi essenziali a rete ad oggi riattivati con soluzioni temporanee, attività ricomprese nell’art. 25 comma 2 lettera b) del D.lgs. 1/2018 nonché all’art. 1 comma 3 lettera b) della OCDPC 558/2018.
  7. Con nota prot. 90933 in data 18 febbraio 2019, Enel Distribuzione ha trasmesso alla Regione Veneto il progetto di interramento di due tratti di linea MT a ca kV – tratto da cabina Avoscan a PTP Roi , tratto da cabina Avoscan a PTP Barchia nel comune di San Tommaso Agordino distrutta a seguito degli eventi meteo del 29 ottobre 2018 che hanno coinvolto la predetta linea di Media tensione nelle aree individuate dalla ricognizione del Soggetto Attuatore.
  8. L’art. 4 comma 1 della Ordinanza 558/2018, tra l’altro, autorizza il Commissario delegato e i Soggetti Attuatori a derogare alla normativa Regionale. Dato atto che le procedure autorizzative delle linee elettriche fino a 150.000 volt è regolata dalla L.R. 24 del 6 settembre 1991e L.R. 11 del 13 aprile 2001 art 89 comma 7, in ragione della urgenza di procedere con il ripristino delle aree, risulta opportuno dare attuazione a tale facoltà di deroga.
  9. in tale contesto viene fatta propria dalla gestione emergenziale la procedura autorizzativa degli interventi in argomento ed in particolare, stante la plurima competenza di diversi Soggetti Attuatori il Soggetto Attuatore coordinatore di cui all’art. 1 della Ordinanza Commissariale n. 1 /2018 è stata convocata, in data 13 marzo 2019, la Conferenza dei Servizi simultanea e in modalità sincrona decisoria ai sensi dell’art. 14, comma 2, Legge n. 241/1990 e ss.mm.ii., finalizzata alla autorizzazione degli interventi in oggetto, invitando a parteciparvi i seguenti Enti/Strutture:
  1. Comune di San Tommaso Agordino
  2. Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per le Comunicazioni Ispettorato Territoriale Veneto
  3. Soprintendenza Archeologica, belle arti e paesaggio per l’area metropolitana di Venezia e per le province di Belluno, Padova e Treviso
  4. ANAS
  5. Veneto Strade Direzione Operativa Belluno
  6. Area Tutela e Sviluppo del Territorio Direzione Operativa Unità Organizzativa genio civile Belluno
  7. Aeronautica militare comando 1^ Regione Aerea
  8. Comando forze operative nord
  9. Provincia di Belluno
  10. Area del Demanio direzione territoriale Veneto
  11. Area Tutela e Sviluppo del Territorio Direzione Operativa Unità Forestale Est

RILEVATO che, come da come da verbale allegato al presente decreto (Allegato A) che ne costituisce parte integrante, erano presenti i seguenti soggetti:

  • E-DISTRIBUZIONE
  • ENEL ITALIA

RILEVATO che, decorsi i termini assegnati, alla data ultima del 7 marzo, agli Enti/Strutture per rendere le proprie determinazioni è pervenuta dai soggetti assenti nei tempi previsti la seguente documentazione, come da verbale allegato al presente decreto (Allegato A) e ne costituisce parte integrante:

  • Ministero dello Sviluppo economico (protocollo n° 98764 del 11/03/2019): Nulla Osta all’intervento con condizioni riportare nella lettera prot. 98764 del 11/03/2019 del Commissario Delegato;
  • Veneto Strade S.p.A.( prot. 93479 del 07/03/2019): Parere favorevole con condizioni riportare nella lettera prot. 93479 del 07/03/2019 del Commissario Delegato;
  • Aereonautica Militare: Nulla Osta all’intervento
  • Comande Forze del Nord (protocollo n° 101100 del 12/03/2019) Nulla Osta all’intervento
  • Sovraintendenza archeologica (parere arrivato alla PEC in data odierna prot n°102255 del 13/03/2019): parere favorevole all’intervento.

CONSIDERATO, relativamente ai progetti in oggetto, che:

  • Il Commissario Delegato è competente ad autorizzare i progetti oggetto del presente decreto in in ragione della urgenza di procedere con il ripristino delle aree cosi come previsto dalla OCDPC 558/2018
  • Gli interventi riguardano altresì il ripristino definitivo di servizi essenziali a rete ad oggi riattivati con soluzioni temporanee, attività ricomprese nell’art. 25 comma 2 lettera b) del D.lgs. 1/2018 nonché all’art. 1 comma 3 lettera b) della OCDPC 558/2018.

DATO ATTO che il suddetto progetto è stato ricevuto con nota prot. 90933 in data 18 febbraio 2019, Enel Distribuzione ha trasmesso alla Regione Veneto il progetto di interramento di due tratti di linea MT a ca kV – tratto da cabina Avoscan a PTP Roi , tratto da cabina Avoscan a PTP Barchia nel comune di San Tommaso Agordino distrutta a seguito degli eventi meteo del 29 ottobre 2018 che hanno coinvolto la predetta linea di Media tensione nelle aree individuate dalla ricognizione del Soggetto Attuatore.

VISTO il verbale allegato al presente decreto (Allegato A), che ne costituisce parte integrante, da cui si evince che la Conferenza dei Servizi ha autorizzato, subordinatamente alle prescrizioni riportate nei nulla osta, la realizzazione del progetto di interramento di due tratti di linea MT a ca kV – tratto da cabina Avoscan a PTP Roi , tratto da cabina Avoscan a PTP Barchia nel comune di San Tomaso Agordino.

VISTO l’art. n° 7 dell’ordinanza n°5 del 2 aprile 2019 del Commissario delegato che attribuisce al Soggetto Attuatore settore Pianificazione degli Interventi l’approvazione e l’autorizzazione dei progetti non afferenti a specifici Settori di Intervento dei Soggetti Attuatori già nominati;

VISTA la OCDPC 558/2018;

VISTA la legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni;

VISTI il DPR 327/2001, il D.lgs. 42/2004 e il D.lgs. 152/2006;

DECRETA

  1. le premesse formano parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di prendere atto della conclusione positiva della conferenza dei servizi ex art. 14 e seguenti della legge n.241/1990 relativa al autorizzazione del seguente intervento presentato da Enel Distribuzione: interramento di due tratti di linea MT a ca kV – tratto da cabina Avoscan a PTP Roi, tratto da cabina Avoscan a PTP Barchia nel comune di San Tomaso Agordino come da verbale allegato al presente decreto (Allegato A), che ne costituisce parte integrante;
  3. di Autorizzare gli interventi subordinatamente alle prescrizioni riportate nei nulla osta di cui alla lettera protocollo n° 123271 del 27/03/2019 (Allegato A) e di cui E. Distribuzione ha confermato di recepire integralmente;
  4. di stabilire che la ditta dovrà comunicare l’inizio dei lavori agli enti interessati dal rilascio della presente autorizzazione;
  5. di autorizzare la realizzazione delle opere sotto il profilo della tutela dei beni paesaggistici paesaggistico, ai sensi dell'art. 146 del D.lgs. 42/2004 e successive modifiche ed integrazioni;
  6. di stabilire che l’autorizzazione è accordata senza pregiudizio per ogni eventuale diritto di terzi;
  7. di stabilire che la ditta dovrà assicurare ai funzionari degli enti interessati dal rilascio della presente autorizzazione la possibilità di svolgere l’attività di vigilanza e controllo alle strutture dell’impianto, nonché di fornire tutte le indicazioni che venissero richieste;
  8. di stabilire che dovrà essere richiesta una nuova autorizzazione qualora sopravvenissero modifiche sostanziali agli elementi sui quali è fondata la presente autorizzazione, anche con riferimento alla connessa concessione di derivazione d’acqua;
  9. di incaricare l’UO Forestale EST di verificare che l’esecuzione dei lavori avvenga in conformità al progetto approvato;
  10. di stabilire che il mancato rispetto di quanto disposto dal presente provvedimento potrebbe comportare la sospensione o la revoca del medesimo provvedimento, con riserva di richiesta degli eventuali danni;
  11. di trasmettere copia del presente provvedimento a tutti gli Enti coinvolti, invitati alla Conferenza di Servizi;
  12. di dare atto che avverso il presente atto è ammesso ricorso al Tribunale superiore delle Acque Pubbliche entro 60 giorni dalla data di ricevimento;
  13. di pubblicare il presente provvedimento nel BUR in base a l’art. 42 del d. lgs. n. 33 del 2013.

IL SOGGETTO ATTUATORE SETTORE PIANIFICAZIONE DEGLI INTERVENTI Dott. Nicola Dell'Acqua

Torna indietro