Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Avviso

Bur n. 35 del 07 aprile 2017


REGIONE DEL VENETO

Direzione beni attività culturali e sport. Modalità e criteri concernenti la concessione e l'erogazione dei finanziamenti regionali di cui all'art. 7 e all' art. 19 della legge regionale 10 ottobre 2009, n. 25 "Interventi regionali per il sistema del cinema e dell'audiovisivo e per la localizzazione delle sale cinematografiche nel Veneto".

Art. 1 - Oggetto e finalità

Art. 2 - Dotazione finanziaria

Art. 3 - Soggetti beneficiari

Art. 4 - Iniziative finanziabili

Art. 5 - Spese ammissibili

Art. 6 - Ammontare del contributo

Art. 7 - Regime comunitario applicabile Art. 8 - Cumulabilità dei contributi

Art. 9 - Modalità e termini per la presentazione delle domande Art. 10 - Modalità istruttoria

Art. 11 - Valutazione delle richieste di contributo Art. 12 - Obblighi dei beneficiari

Art. 13 - Erogazione dei contributi

Art. 14 - Responsabile e tempi del procedimento Art. 15 - Pubblicazione, informazione e contatti

Art. 16 - Informativa ai sensi dell’art. 13 del D. lgs 30 giugno 2003 n. 196 e s.m.i. Art. 17 - Disposizioni finali

 

Art. 1 - Oggetto e finalità.

1. Le presenti modalità e criteri disciplinano, ai sensi dell’art. 7 e dell’art. 19 della legge regionale 9 ottobre 2009, n. 25 “Interventi regionali per il sistema del cinema e dell’audiovisivo e per la localizzazione delle sale cinematografiche nel Veneto”, la concessione e l’erogazione di contributi regionali per l’anno 2017 a valere sullo stanziamento denominato “Fondo regionale per il cinema e l’audiovisivo”, finalizzati a sostenere produzioni cinematografiche, audiovisive che favoriscono l’impiego di maestranze locali del settore audiovisivo, la promozione e la valorizzazione delle risorse storico culturali, artistiche, paesaggistiche del territorio regionale.

Art. 2 - Dotazione finanziaria.

  1. Le risorse finanziarie disponibili per la concessione del Fondo ammontano per l’anno 2017 complessivamente a Euro 320.000,00.

  2. La Giunta regionale si riserva, nel caso si rendessero disponibili entro il corrente anno ulteriori risorse finanziarie, di procedere con proprio atto allo scorrimento della graduatoria di merito.

Art. 3 - Soggetti beneficiari.

  1. I contributi sono concessi alle imprese di produzione cinematografica, audiovisiva italiane ed estere che alla data della presentazione della domanda soddisfano i seguenti requisiti:

    1. operare nel settore di “Attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi” (codice ATECO 2007 J 59.11, codice NACE J 59.11 o equivalente extraeuropeo);

    2. osservare le norme dell’ordinamento giuridico italiano in materia previdenziale, assistenziale e assicurativa (nei confronti di INPS, INAIL), di inserimento dei disabili e di pari opportunità tra uomo e donna. Qualora venga accertata per più di una volta l’irregolarità contributiva, l’agevolazione sarà revocata.

  2. Sono escluse dai contributi del comma 1 le imprese in difficoltà così come definite all’art. 2 punto 18 del Regolamento (UE) 17 giugno 2014, n. 651/2014.

Art. 4 - Iniziative finanziabili.

  1. I contributi sono concessi per la realizzazione sul territorio regionale di produzioni cinematografiche ed audiovisive.

  2. Ogni soggetto richiedente può presentare un’unica domanda di contributo.

Art. 5 - Spese ammissibili.

  1. Sono ammesse a contributo le seguenti spese, sostenute sul territorio regionale a partire dal 1 gennaio 2017:

    1. spese di vitto e alloggio della troupe;

    2. noleggio di attrezzature e materiale tecnico;

    3. servizi di audio, video, luci;

    4. noleggio del materiale di scena e dei costumi, affitto di uffici, di location, di studi di posa, di ricovero mezzi, costi per permessi ed autorizzazioni, catering, casting, produzione esecutiva, maestranze locali.

Art. 6 - Ammontare del contributo.

  1. Per gli interventi di cui all’art. 4 comma 1 il contributo regionale è concesso nella misura massima del 50% della spesa ammissibile sul territorio veneto, al netto di IVA, fino ad un massimo di Euro 70.000,00.

  2. La Giunta regionale si riserva, nel caso si rendessero disponibili entro il corrente anno ulteriori risorse finanziarie, di procedere, con proprio atto ed entro il limite massimo di Euro 100.000,00, alla assegnazione di contributi mediante lo scorrimento della graduatoria di merito.

Art. 7 - Regime comunitario applicabile.

1. Il contributi di cui al presente bando sono concessi nel rispetto delle disposizioni di cui al Regolamento (UE) 17 giugno 2014, n. 651/2014 (Regolamento della Commissione che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato comune in applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato (regolamento generale di esenzione per categoria)), pubblicato nella GUUE 26 giugno 2014, n. L 107.

Art. 8 - Cumulabilità dei contributi.

1. I contributi di cui al presente bando sono cumulabili con altri contributi pubblici nel rispetto della vigente normativa comunitaria e statale.

Art. 9 - Modalità e termini per la presentazione delle domande.

  1. Le domande di contributo dovranno essere trasmesse entro 30 giorni a partire dalla data di pubblicazione del presente bando sul Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto.

  2. La domanda di contributo, compilata sul modulo reperibile sul sito web istituzionale nelle pagine “Bandi avvisi e concorsi – cultura”, dovrà contenere la seguente documentazione:

    1. soggetto del film;

    2. elenco delle maestranze tecniche e artistiche residenti in Veneto;

    3. indicazione delle date di inizio e fine delle riprese nel territorio regionale, della percentuale delle riprese in esterno e delle location;

    4. indicazione delle spese, al netto di IVA, previste sul territorio regionale;

    5. indicazione di eventuali contratti o accordi di coproduzione nazionali o internazionali.

  3. Nel caso in cui la documentazione trasmessa non risulti regolare la Regione assegnerà al richiedente un termine di 10 giorni per regolarizzare la propria posizione. In caso di mancata regolarizzazione la domanda di contributo verrà esclusa.

  4. Le domande non sottoscritte o carenti della documentazione prevista non saranno ammesse a valutazione.

  5. Le domande di contributo, a pena della non ammissibilità, dovranno essere inviate dalla casella di posta elettronica certificata del soggetto richiedente. Dette domande, trasmesse in formato .pdf,.pdf/A, .odf, .txt, .jpg, .gif, tiff, .xml, dovranno essere inviate alla casella di posta elettronica certificata della Direzione Beni  Attività Culturali e Sport beniattivitaculturalisport@pec.regione.veneto.it .

Art. 10 - Modalità istruttoria.

1. La Regione provvederà alla verifica della completezza della documentazione presentata e provvederà d’ufficio all’acquisizione telematica della visura camerale contenente i dati relativi all’iscrizione dell’impresa richiedente al Registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio nonché alla verifica della regolarità contributiva.

Art. 11 - Valutazione delle richieste di contributo.

  1. La valutazione delle iniziative ammissibili è effettuata da una Commissione tecnica presieduta dal Direttore della Direzione Beni Attività Culturali e Sport o da un suo delegato, e composta da due componenti indicati dalla Direzione Beni Attività Culturali e Sport e un componente indicato dall’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo (AGIS) delle Tre Venezie sulla base dei seguenti criteri:

    1. spesa sul territorio:

importo

punti

fino a Euro 99.999,99

da 1 a 5

da Euro 100.000,00 ad Euro 149.999,99

da 10 a 15

maggiore di Euro 150.000,00

20

 

  1. capacità del progetto cinematografico di promuovere la conoscenza di eventi storici o di valorizzare il patrimonio artistico, culturale e paesaggistico del Veneto - massimo 20 punti.

  1. La Commissione potrà attribuire una premialità, fino ad un massimo di 5 punti, ai progetti cinematografici che presentano contratti o accordi di coproduzione nazionali o internazionali debitamente documentati.

  2. Sulla base della graduatoria di cui al precedente comma 1, le quote massime di contributo verranno previste tenuto conto dei limiti fissati dall’art. 6 fino ad esaurimento dei fondi disponibili.

Art. 12 - Obblighi dei beneficiari.

  1. I soggetti beneficiari dovranno comunicare, entro 10 giorni dalla notifica dell’assegnazione, l’accettazione del contributo stesso e l’impegno al rispetto dei seguenti obblighi:

    1. riportare in tutta la comunicazione relativa alla promozione del film e nei titoli di testa la dicitura "opera realizzata con il sostegno della Regione del Veneto – Fondo regionale per il cinema e l’audiovisivo”;

    2. trasmettere alla Mediateca regionale, entro 60 giorni dall’uscita in sala o messa in onda dell’opera, almeno cinque foto di scena in alta definizione nonché una copia del film con diritto d’uso senza scopi commerciali.

Art. 13 - Erogazione dei contributi.

  1. I soggetti beneficiari dei contributi di cui al presente bando, entro il 31 dicembre 2017, dovranno presentare la rendicontazione delle spese, al netto di IVA, sostenute in Veneto utilizzando esclusivamente l’apposita modulistica che sarà reperibile sul sito web istituzionale nelle pagine “Cultura/cinema/fondo”.

  2. Tutte le spese indicate dovranno essere supportate da adeguata documentazione giustificativa, fiscalmente valida, da produrre in copia conforme all’originale e, solo in caso di richiesta da parte dei competenti uffici, anche in originale.

  3. Il mancato rispetto dell’ammontare delle spese sul territorio regionale indicate nella domanda, fino ad un massimo del 50% oltre il quale il contributo sarà revocato, comporta una riduzione proporzionale del contributo assegnato.

  4. A seguito delle dovute verifiche documentali e degli eventuali controlli a campione effettuati dalla Direzione Beni Attività Culturali e Sport, il contributo verrà confermato o rideterminato, in relazione agli esiti delle verifiche medesime.

Art. 14 - Responsabile e tempi del procedimento.

  1. Responsabile dell’attuazione del presente bando è il Direttore della U. O. Attività Culturali e Spettacolo.

  2. L’approvazione degli esiti istruttori da parte della Giunta regionale avverrà nel termine di 120 giorni dalla chiusura dei termini per la presentazione delle domande.

Art. 15 - Pubblicazione, informazioni e contatti.

1. Copia integrale del bando e dei relativi allegati sono pubblicati nel Bollettino Ufficiale della Regione del Veneto e nel sito web regionale: www.regione.veneto.it dal quale è possibile scaricare la modulistica. Informazioni e/o chiarimenti possono essere chiesti alla Regione del Veneto – U. O. Attività Culturali e Spettacolo, scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: filmcommission@regione.veneto.it.

Art. 16 - Informativa ai sensi dell’art. 13 del D. lgs 30 giugno 2003 n. 196 e s.m.i.

1. Ai sensi del D. lgs n. 196/2003 e s.m.i. i dati acquisiti in esecuzione del presente bando verranno utilizzati esclusivamente per le finalità relative al procedimento amministrativo per il quale gli anzidetti dati vengono comunicati, secondo le modalità previste dalle leggi e dai regolamenti vigenti. Titolare del trattamento è il Direttore della U. O. Attività Culturali e Spettacolo.

Art. 17 - Disposizioni finali.

  1. Per quanto non previsto nel presente bando, si fa riferimento alle norme comunitarie, nazionali e regionali vigenti.

  2. La Regione del Veneto si riserva, ove necessario, di impartire ulteriori disposizioni e istruzioni che si rendessero necessarie a seguito dell’emanazione di normative comunitarie e/o statali e/o regionali.

(Avviso costituente parte integrante della deliberazione della Giunta regionale n. 346 del 22 marzo 2017, pubblicata in parte seconda – sezione seconda del presente Bollettino, comprensivo della modulistica approvata con decreto del Direttore della direzione beni attività culturali e sport n. 221 del 4 aprile 2017, pubblicato in parte seconda – sezione prima del presente Bollettino, ndr)

(seguono allegati)

221_Allegato_A_DDR_221_04-04-2017_342755.pdf
221_Allegato_B_DDR_221_04-04-2017_342755.pdf

Torna indietro