Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 110 del 22 dicembre 2006


Materia: Sicurezza pubblica e polizia locale

Deliberazione della Giunta Regionale n. 3810 del 05 dicembre 2006

Criteri e modalità di attribuzione delle Onorificenze riconosciute per Meriti Speciali al personale della Polizia Locale e apposizione sulle uniformi di altre decorazioni, artt. 4 e 7, allegato "A" della D.G.R.V. n.2689 del 6 agosto 2004. Attuazione.

(La parte di testo racchiusa fra parentesi quadre, che si riporta per completezza di informazione, non compare nel Bur cartaceo, ndr) [L'Assessore alla Polizia Locale e Sicurezza Massimo Giorgetti riferisce quanto segue.

La Regione Veneto con l'intento di rendere omogenea e ben riconoscibile la realtà della Polizia Locale ha disciplinato con specifici atti le caratteristiche delle uniformi, dei distintivi di grado e di riconoscimento del personale, del materiale e degli strumenti operativi nonché dei mezzi in dotazione agli appartenenti ai corpi e servizi della Polizia locale.

Nella parte dedicata ai distintivi di riconoscimento del personale, di cui all'allegato "C", Sez. C6, della D.G.R. n.2689 del 6 agosto 2004, si disciplina la foggia e i colori delle decorazioni per "meriti speciali" da apporre alle uniformi del personale dei corpi e servizi di Polizia Locale operanti nel territorio della Regione del Veneto.

Va premesso che l'onorificenza per meriti speciali, riconosciuta individualmente agli operatori, testimonia l'intenzione di valorizzare e ringraziare chi ha prestato un particolare e significativo contributo alla sicurezza ed alla incolumità pubblica.

Il carattere di specialità del "merito" risiede nella considerazione che spesso il personale della Polizia Locale compie con abnegazione e riconoscibile senso del dovere particolari atti di sacrificio e coraggio, se non addirittura di eroismo, meritando per questo un segno tangibile di apprezzamento e distinzione.

A norma dell'art. 7, comma 3, allegato "A" della citata D.G.R., è la Giunta Regionale competente a definire i criteri e le modalità di attribuzione delle onorificenze per "meriti speciali".

Date le premesse, appare opportuno predisporre dei criteri che siano generali e che, rispetto alla normale diligenza nell'eseguire i propri compiti, consentano di individuare quando l'operato svolto abbia carattere di specialità tale da rendere il soggetto meritevole di riconoscimento specifico.

In analogia anche a normative in materie simili, sono stati individuati cinque criteri generali che abbracciano ipotesi in cui si rivela il particolare valore dell'opera prestata in servizio e a cui potrà essere ascritta la singola azione meritevole di encomio.

Il merito speciale sarà riconosciuto a chi compie azioni ascrivibili ad una delle seguenti ipotesi, o alla memoria di chi si sia reso meritevole per:

  • Essersi particolarmente adoperato con spirito di sacrificio e abnegazione in attività volte a migliorare il servizio;
  • Aver mostrato professionalità e senso del dovere in occasione di interventi per pubbliche calamità;
  • Aver reso salva la vita a cittadini in situazioni di emergenza o pericolo;
  • Aver impedito o contrastato il verificarsi di azioni criminose con capacità di iniziativa e sprezzo del pericolo;
  • Essersi particolarmente distinto nel corso di attività di Polizia Giudiziaria per notevole spirito investigativo e abilità professionali.

I soggetti legittimati a segnalare azioni ascrivibili a meriti speciali sono: il rappresentante dell'Ente Locale presso cui il soggetto presta (o prestava se deceduto) servizio, le associazioni sindacali e professionali di categoria, 500 cittadini e, nel caso in cui il soggetto meritevole di encomio sia deceduto, anche i familiari. Le domande dovranno essere inoltrate in carta semplice entro il 31 gennaio di ogni anno.

La candidatura, opportunamente corredata di tutti gli atti giustificativi, dovrà essere trasmessa alla competente Struttura Regionale in materia di Sicurezza e Polizia Locale che provvederà all'istruttoria delle richieste e alla redazione dell'elenco dei soggetti meritevoli del riconoscimento in questione, per l'approvazione da parte del Presidente della Regione che vi provvederà con proprio atto.

Il conferimento del merito speciale avverrà con apposito attestato, come da modello predisposto (di cui all'allegato sub "A1"), la cui veste grafica risulta conforme a quanto previsto dalla normativa regionale in materia di immagine coordinata del logo regionale e come da parere acquisito dalla competente Direzione Comunicazione ed Informazione.

L'attestato sarà consegnato, unitamente ai distintivi previsti dall'allegato "C", Sez. C6, della D.G.R. n.2689 del 6 agosto 2004, nel corso della annuale "Conferenza Regionale per la Polizia Locale", ove non vi fosse tale possibilità la consegna avverrà in altra giornata destinata a tale finalità con atto della Giunta Regionale.

La concreta realizzazione degli attestati e dei distintivi sarà a cura del soggetto incaricato dell'organizzazione della suddetta "Conferenza Regionale per la Polizia Locale", salvo diversa disposizione di Giunta.

Nella complessiva valutazione delle tematiche connesse alle onorificenze per meriti speciali, si ritiene opportuno disciplinare in questa sede anche le eventuali aggiunte alle uniformi di servizio del personale di Polizia Locale, consistenti in ulteriori onorificenze ricevute dalle Autorità Statali, civili e militari, ed ottenute per meriti connessi al servizio prestato alla Comunità.

Risulta pertanto opportuno prevedere anche la possibilità per il suddetto personale di indossare tali decorazioni, purchè l'apposizione sull'uniforme sia prevista e regolamentata con atto specifico dell'Ente Locale di appartenenza; ciò in attuazione dell'art. 4, comma 2, allegato "A" della D.G.R. n. 2689 del 6 agosto 2004.

Si propone quindi l'approvazione dei criteri e delle modalità per l'attribuzione di meriti speciali al personale di Polizia Locale e apposizione sulle uniformi di altre decorazioni (di cui all'allegato "A") e del relativo modello di attestato (di cui all'allegato "A1").

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, incaricato dell'istruzione dell'argomento in questione ai sensi dell'art. 33, secondo comma, dello Statuto, il quale dà atto che la Struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale;

VISTA la L.R. 19 dicembre 2003, n. 41, art. 17 "Disciplina delle caratteristiche delle uniformi, dei distintivi, dei mezzi e degli strumenti operativi nonché dei mezzi in dotazione alla polizia locale";

VISTA la D.G.R.V. n. 2689 del 6 agosto 2004 avente ad oggetto "L.R. 19 dicembre 2003, n. 41, art. 17 - Disciplina delle caratteristiche delle uniformi, dei distintivi di grado e di riconoscimento del personale, del materiale e degli strumenti operativi nonché dei mezzi in dotazione agli appartenenti ai corpi e servizi della polizia locale. Approvazione provvedimento definitivo";

VISTA la D.G.R.V. n. 1054 del 11 aprile 2006 avente ad oggetto "L.R. 19 dicembre 2003, n. 41, art. 17 - Disciplina delle caratteristiche delle uniformi, dei distintivi di grado e di riconoscimento del personale, del materiale e degli strumenti operativi nonché dei mezzi in dotazione agli appartenenti ai corpi e servizi della polizia locale. Approvazione provvedimento definitivo. Conclusione procedura parziale revisione avviata con D.G.R.V. n.2350 del 9 agosto 2005. Approvazione provvedimento definitivo";

VISTO il parere acquisito dalla Direzione Comunicazione ed Informazione in data 03.11.2006;]

delibera

  1. di approvare con le premesse l'Allegato A "Criteri e modalità di assegnazione delle onorificenze per 'meriti speciali' al personale della Polizia Locale e apposizione sulle uniformi di altre decorazioni", e il modello di attestato riportato nell'Allegato A1;
  2. di dare mandato al Dirigente della Struttura Regionale Competente per l'attuazione del presente provvedimento, ponendo in essere tutti gli atti e gli adempimenti inerenti e conseguenti.

Allegato A1 (omissis)

3810_AllegatoA_193695.pdf

Torna indietro