Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 145 del 29 settembre 2020


Materia: Caccia e pesca

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1400 del 16 settembre 2020

Rettifica alla DGR n. 764 del 16.6.2020 "Stagione venatoria 2020/2021. Approvazione calendario venatorio regionale (art.16 L.R. n. 50/93)".

Note per la trasparenza

Il provvedimento rettifica il vigente calendario venatorio regionale approvato con DGR n. 764 del 16.06.2020 avuto riguardo all’esercizio dell’attività venatoria nel mese di gennaio ed in particolare per quanto riguarda la settimana venatoria con inizio il 25.1.2021.

L'Assessore Giuseppe Pan riferisce quanto segue.

In questa sede viene disposta una parziale rettifica avente finalità emendativa al calendario venatorio regionale per la stagione 2020/2021, approvato con DGR n. 764 del 16.06.2020.

In particolare, viene rettificato lo schema riportato al punto 12 lettera g) dell’Allegato B alla delibera di approvazione del calendario venatorio, modificando il medesimo, limitatamente alle giornate di caccia autorizzate nella settimana venatoria con inizio il giorno 25 gennaio nelle macroaree rappresentate dal Delta del Po, dalla Laguna Sud di Venezia, Laguna Nord di Venezia e Laguna di Caorle nel modo seguente:

MACROAREA

PROVINCIA

GIORNATE
SETTIMANALI
Settimane venatorie comprese tra Il 2.1.2021  e il 24.1.2021

GIORNATE
SETTIMANALI
Settimana venatoria con inizio il 25.01.2021

Zona faunistica delle Alpi e pianura con l’esclusione del territorio lagunare e vallivo

BL, PD, RO, TV, VE, VR, VI

sabato e domenica

lunedì e mercoledì

Delta del Po

RO

mercoledì e sabato

mercoledì e sabato

Laguna Sud di Venezia

PD e VE

giovedì e domenica

giovedì e domenica

Laguna Nord di Venezia

VE

mercoledì e sabato

mercoledì e sabato

Laguna di Caorle

VE

giovedì e domenica

giovedì e domenica

 

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato, con i visti rilasciati a corredo del presente atto, l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

RICHIAMATA la “Guida per la stesura dei calendari venatori ai sensi della Legge n. 157/1992, così come modificata dalla legge comunitaria 2009, art. 42”, allegata al richiamato parere ISPRA;

RICHIAMATA la Legge 11 febbraio 1992, n. 157 “Norme per la protezione della fauna selvatica e per il prelievo venatorio”, così come modificata dall’art. 42 della legge comunitaria 2009;

Visto l’articolo 16 della L.R. n. 50/1993;

RICHIAMATO l’Allegato D della Legge regionale 5 gennaio 2007, n. 1 “Piano faunistico venatorio regionale 2007/2012”;

RICHIAMATO il decreto del Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare 17 ottobre 2007 e successive modificazioni;

RICHIAMATA altresì la “Guida alla disciplina della caccia nell’ambito della Direttiva 79/409/CEE sulla conservazione degli uccelli selvatici” prodotta dalla Commissione Europea;

VISTO l’art. 2, comma 2 della Legge regionale 31 dicembre 2012, n. 54 “Legge regionale per l’ordinamento e le attribuzioni delle strutture della Giunta regionale in attuazione della legge regionale statutaria 17 aprile 2012, n. 1 Statuto del Veneto”;

VISTA la legge 2 dicembre 2005, n. 248 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 settembre 2005, n. 203, recante misure di contrasto all'evasione fiscale e disposizioni urgenti in materia tributaria e finanziaria.” (Legge finanziaria 2006), fatto particolare riferimento alle norme di cui all’articolo 11-quaterdecies, comma 5;

VISTA la DGR n. 1079 del 30.07.2019;

VISTA la legge 7 aprile 2014, n. 56 “Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni.”, fatto particolare riferimento alle norme di cui ai commi 85 e 89 dell’articolo 1;

VISTA la legge regionale 29 ottobre 2015, n. 19 “Disposizioni per il riordino delle funzioni provinciali.”;

VISTA la legge regionale 30 dicembre 2016, n. 30 “Collegato alla legge di stabilità regionale 2017.”;

VISTA la legge regionale 31 dicembre 2012, n. 54 “Legge regionale per l’ordinamento e le attribuzioni delle strutture della Giunta regionale in attuazione della legge regionale statutaria 17 aprile 2012, n. 1 “Statuto del Veneto”

DATO ATTO che il Direttore di Area ha attestato che il Vicedirettore di Area nominato con DGR n. 1138 del 31 luglio 2018, ha espresso in relazione al presente atto il proprio nulla osta senza rilievi, agli atti dell'Area medesima;

delibera

  1. di dare atto che le premesse formano parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  2. di rettificare lo schema riportato al punto 12 lettera g) dell’Allegato B alla delibera di approvazione del calendario venatorio, limitatamente alle giornate di caccia autorizzate nella settimana venatoria con inizio il giorno 25 gennaio nelle macroaree rappresentate dal Delta del Po, dalla Laguna Sud di Venezia, Laguna Nord di Venezia e Laguna di Caorle nel modo seguente:

MACROAREA

PROVINCIA

GIORNATE
SETTIMANALI
Settimane venatorie comprese tra Il 2.1.2021  e il 24.1.2021

GIORNATE
SETTIMANALI
Settimana venatoria con inizio il 25.01.2021

Zona faunistica delle Alpi e pianura con l’esclusione del territorio lagunare e vallivo

BL, PD, RO, TV, VE, VR, VI

sabato e domenica

lunedì e mercoledì

Delta del Po

RO

mercoledì e sabato

mercoledì e sabato

Laguna Sud di Venezia

PD e VE

giovedì e domenica

giovedì e domenica

Laguna Nord di Venezia

VE

mercoledì e sabato

mercoledì e sabato

Laguna di Caorle

VE

giovedì e domenica

giovedì e domenica

 

  1. di disporre la trasmissione all’Unità Organizzativa coordinamento e gestione ittica e faunistico-venatoria Ambito Prealpino e Alpino, all’Unità Organizzativa coordinamento e gestione ittica e faunistico-venatoria Ambito Litoraneo, alle Associazioni venatorie ed al Comando unità forestali, ambientali e agroalimentari (CUFAA) di copia del presente provvedimento per quanto di competenza;
  2. di dare atto che l’esecuzione del presente provvedimento, riguardando un’attività ludico-ricreativa e sportiva, potrà essere soggetto a specifiche limitazioni previste da provvedimenti di emanazione statale e regionale in ordine al contenimento, contrasto e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19;
  3. di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale;
  4. di incaricare la Direzione Agroambiente, Programmazione e Gestione ittica e faunistico-venatoria dell’esecuzione del presente atto;
  5. di pubblicare il presente atto nel Bollettino ufficiale della Regione.

Torna indietro