Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 124 del 14/12/2018
Scarica la versione firmata del BUR n. 124 del 14/12/2018
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 124 del 14 dicembre 2018


Materia: Agricoltura

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1818 del 04 dicembre 2018

Banca della terra veneta Approvazione bandi per assegnazione terreni. L. R. 8 agosto 2014, n. 26.

Note per la trasparenza

Si approva la pubblicazione di due bandi per la  presentazione delle domande, presso l’Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura (Avepa), di assegnazione di terreni in proprietà del Demanio regionale, concessi in gestione all’Agenzia Veneta per l’innovazione nel settore primario “Veneto Agricoltura” che, ai sensi dell’articolo 2, comma 5 della legge regionale 8 agosto 2014, n. 26 possono essere utilizzati per le finalità della Banca della terra veneta. Le procedure specifiche sono definite dalle deliberazioni della Giunta regionale n. 682/2015 e n. 2180/2016.

L'Assessore Giuseppe Pan riferisce quanto segue.

La legge regionale 8 agosto 2014, n. 26 pone la finalità di mitigare i fenomeni di abbandono e mancata coltivazione di terreni, maggiormente evidenti nelle aree marginali del territorio veneto, che determinano la riduzione delle potenzialità produttive e concorrono al degrado del paesaggio e a fenomeni erosivi, con l’obiettivo  di favorire il reperimento sul mercato fondiario di nuove superfici per l’avviamento e il consolidamento delle imprese agricole.

Con deliberazione della Giunta regionale 23 dicembre 2014, n. 2593 è stata attuata una prima pianificazione per le attività di “Istituzione della banca della terra veneta”, incaricando, mediante rapporto convenzionale, l’Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura - Avepa - della gestione tecnico-amministrativa e per lo sviluppo ed implementazione del sistema informativo di gestione della medesima.

Con deliberazione della Giunta regionale 28 aprile 2015, n. 682  sono state definite le “Disposizioni generali per l’istituzione della Banca della terra veneta” con l’enunciazione delle regole per la gestione tecnico-amministrativa e la realizzazione del censimento dei terreni da parte dei Comuni, ai fini dell’assegnazione degli stessi e per il controllo del loro corretto utilizzo.

La deliberazione della Giunta regionale 23 dicembre 2016, n. 2180,  ha  approvato ulteriori  disposizioni per l’assegnazione dei terreni ed in particolare   per le modalità di presentazione delle domande, per i criteri di priorità, per le procedure istruttorie delle domande e  la formazione delle graduatorie.

L’istruttoria delle domande di partecipazione ai bandi viene effettuata da Avepa, che, sulla base della regolarità delle stesse con i requisiti di bando e la  congruità del piano colturale che indica l’utilizzo del lotto, procede alla validazione dei punteggi richiesti per la definizione della graduatoria e assegnazione del lotto.

I bandi di cui al presente provvedimento interessano  terreni di proprietà pubblica appartenenti al demanio regionale, concessi in gestione  all’Agenzia Veneta per l’innovazione del settore primario “Veneto Agricoltura” per i quali la medesima Agenzia ha comunicato, per le finalità di cui all’articolo 2, comma 5 della legge regionale  26/2014, la loro disponibilità.

Per questi terreni  la Commissione regionale costituita presso la Direzione Agroalimentare, ha identificato, sulla base dei parametri tecnici ed economici fissati dalla deliberazione della Giunta regionale  682/2015,  due lotti,  suscettibili di assegnazione tramite bando, ricompresi nei comuni di   Dolcè (VR)  e Selva di Progno (VR).

Gli Allegati A e B individuano  i due lotti messi a bando con i dettagli,  le caratteristiche dei terreni,  i termini e le modalità di presentazione delle domande e tutte le altre informazioni utili per la individuazione dei terreni.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

UDITO il relatore, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione statale e regionale, e che successivamente alla definizione di detta istruttoria non sono pervenute osservazioni in grado di pregiudicare l'approvazione del presente atto;

VISTA la legge regionale 8 agosto 2014, n. 26: “Istituzione della Banca della terra veneta”.

VISTA la deliberazione della Giunta regionale 28 aprile 2015, n. 682  “Disposizioni generali per l’istituzione della Banca della terra veneta” con la quale sono definite le regole di attuazione per la gestione tecnico-amministrativa della Banca della terra veneta, per il censimento dei terreni da parte dei comuni, per l’assegnazione dei terreni in essa contenuti e per il controllo sul corretto utilizzo dei terreni assegnati.

VISTO il decreto 12 maggio 2016, n. 33  con il quale il Direttore della Sezione competitività sistemi agroalimentari ha nominato la “Commissione per la definizione del canone e dei lotti” ai fini della attivazione della Banca della terra veneta.

VISTI i verbali della “Commissione lotti e canoni” del 9 e 23 giugno 2016 con le relative schede di valutazione dei lotti proposti a bando.

VISTA la deliberazione della Giunta regionale 23 dicembre 2016,  n. 2180.

VISTO l’art. 2, co. 2 della legge regionale  31 dicembre 2012, n. 54.

DATO ATTO che il Direttore di Area Sviluppo Economico, ha attestato che il Vicedirettore di Area nominato con DGR n. 1138 del 31/07/2018, ha espresso in relazione al presente atto il proprio nulla osta senza rilievi, agli atti dell’Area medesima.

delibera

  1. di approvare le premesse che costituiscono parte integrante e sostanziale del presente  provvedimento;
  2. di disporre l’approvazione e la pubblicazione dei bandi di assegnazione per i lotti di terreno identificati  negli Allegati A e B, parti integranti e sostanziali del presente provvedimento;
  3. di disporre che, entro 60 (sessanta) giorni a partire da quello successivo dalla data di pubblicazione del presente provvedimento sul Bollettino ufficiale della Regione Veneto, i soggetti interessati, in possesso dei requisiti previsti, possano presentare domanda di partecipazione ai bandi per l’assegnazione dei lotti presso gli Sportelli unici agricoli di Avepa  competenti per territorio;
  4. di prendere atto  che con riguardo alla modulistica di accesso all’istruttoria delle domande, ai criteri di selezione e preferenza per le graduatorie di assegnazione dei lotti, le procedure fanno riferimento alla deliberazione della Giunta regionale 23 dicembre 2016, n. 2180;  
  5. di  prendere atto che la documentazione di dettaglio dei lotti  sia resa disponibile nel portale della Regione del Veneto: 
    http://www.regione.veneto.it/web/agricoltura-e-foreste/banca-della-terra-veneta  e nel portale dell’Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura  (Avepa):
    http://www.avepa.it/imprese;
  6. di incaricare la Direzione Agroalimentare del coordinamento tecnico-direttivo  in ordine all’esecuzione del presente atto;
  7. di dare atto che il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’articolo 26, comma 1 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33;
  8. di dare atto che il presente provvedimento non comporta spesa a carico del bilancio regionale;
  9. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

(seguono allegati)

1818_AllegatoA_383763.pdf
1818_AllegatoB_383763.pdf

Torna indietro