Menu veloce: Pagina iniziale | Consultazione | Filtri di selezione | Contenuto
Scarica la versione stampabile del BUR n. 56 del 29/07/2011
Scarica versione stampabile Deliberazione della Giunta Regionale

Bur n. 56 del 29 luglio 2011


Materia: Programmi e progetti (comunitari, nazionali e regionali)

Deliberazione della Giunta Regionale n. 1038 del 12 luglio 2011

Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2007-2013. Modifiche ed integrazioni relative ai bandi di apertura termini di cui alle DGR n. 199/2008 e n. 376/2011.

Note per la trasparenza:

Il provvedimento dispone alcune rettifiche e parziali modifiche procedurali alla DGR 199/2008 relative alla gestione della Misura 421 - Cooperazione interterritoriale e transazionale (Allegato E.4), in relazione alle esigenze di adeguamento del quadro attuativo relativo alla misura, in vista della sua concreta attuazione. Vengono inoltre dettagliate le procedure di modifica dei PSL da parte dei GAL, l'articolazione della Misura 227 "Investimenti forestali non produttivi" nell'elenco delle misure attivabili attraverso Leader, i tempi di integrazione documentale relativi al bando della misura 216 - azione 6 di cui alla DGR 376/2011.

L'Assessore Franco Manzato riferisce quanto segue.

Con Decisione C(2007) 4682 del 17 ottobre 2007, la Commissione Europea ha formalmente approvato il Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2007-2013, dando garanzia del cofinanziamento comunitario e dell'ammissibilità delle spese a valere sulle risorse assegnate.

Con Deliberazione del 13 novembre 2007, n. 3560 la Giunta regionale ha pertanto confermato il testo vigente del PSR 2007 - 2013 che definisce la pianificazione finanziaria per anno, per asse e per misura, la classificazione dei comuni del Veneto ai fini dell'applicazione degli assi 3 e 4 del Programma e la delimitazione per comune delle aree montane del Veneto, ai sensi dell'articolo 50 del regolamento (CE) n. 1698/2005. Il Programma è stato poi oggetto di successive modifiche, da ultimo con Deliberazione della Giunta regionale 29 dicembre 2009, n. 4082 "Approvazione finale della revisione del Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2007-2013 in relazione alle nuove sfide ed alle infrastrutture a banda larga a seguito dell'Health Check e del Recovery Package. Art. 6, comma 1, lett. a) del reg. (CE) n. 1974/2006. Art. 37, comma 2, l.r. 1/91. Deliberazione/CR n. 80 del 16 giugno 2009.".

Infine, con Deliberazione della Giunta regionale del 23 febbraio 2010, n. 373 "Approvazione proposta di modifica del Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2007-2013 ai sensi dell'articolo 6, paragrafo 1, lett. c) del regolamento (CE) n. 1974/2006.", è stata presentata una ulteriore proposta di modifica alla Commissione europea, in corso di valutazione da parte dei Servizi della Commissione stessa.

A seguito delle previste consultazioni della Quarta Commissione consiliare, nonché del Comitato di Sorveglianza sullo sviluppo rurale, e di un ulteriore ampio confronto con il partenariato, la Giunta regionale con propria Deliberazione del 12 febbraio 2008, n. 199, ha quindi approvato l'apertura dei termini del primo bando generale di presentazione delle domande a valere sul PSR 2007 - 2013, mettendo a bando risorse del Programma pari a 404.450.000,00 euro, secondo le modalità, le procedure generali e le specifiche di attuazione dettagliate negli stessi bandi.

Con successive deliberazioni n. 2437/2008, n. 2440/2008, n. 2904/2008, n. 544/2009, n. 877/2009, n. 4083/2009, n. 288/2010, n. 745/2010, n. 2063/2010, n. 3181/2010, n. 87/2011, n. 88/2011, 376/2011 e n. 443/2011 la Giunta regionale ha provveduto ad approvare bandi generali e specifici su un gran numero di misure ed azioni, secondo modalità e procedure sia singole che integrate di attuazione dettagliate negli stessi bandi a valere sulle misure dei tre assi del Programma di sviluppo rurale.

Rispetto alle disposizioni contenute in queste deliberazioni, è stata rilevata e/o segnalata la necessità di alcune puntuali modifiche ed integrazioni del testo, volte a migliorare la comprensione, la completezza e la chiarezza delle disposizioni, che si ritiene di accogliere allo scopo di migliorare l'efficacia dei citati provvedimenti.

Per quanto attiene l'Allegato E alla Dgr 12 febbraio 2008, n. 199, si ritiene necessario apportare alcune rettifiche e parziali modifiche procedurali relative alla gestione della Misura 421 - Cooperazione interterritoriale e transnazionale (Allegato E.4), in relazione alle esigenze di adeguamento del quadro attuativo relativo alla misura; tali adeguamenti, tengono conto del confronto operato a livello regionale, nazionale ed interregionale in merito alla definizione delle modalità operative, in particolare per quanto riguarda la presentazione dei Progetti di cooperazione da parte dei Gruppi di Azione Locale (GAL) e l'iter conseguente.

Fermo restando i tempi di istruttoria relativi alla domanda di aiuto per la Misura 421, stabiliti in 120 giorni dal documento di Indirizzi Procedurali (DGR 4083/2009), la fase relativa alla formulazione del parere di conformità del progetto da parte dell'Autorità di gestione, nei confronti di Avepa, viene prolungata da 60 a 75 giorni, in considerazione dell'elevato numero di progetti che verranno presentati dai 14 GAL veneti, in un periodo probabilmente molto ristretto.

Sono previste inoltre una rettifica tecnica relativa alla procedura di modifica dei Programmi di Sviluppo Locale (PSL) da parte dei GAL ed un adeguamento formale dell'elenco delle misure attivabili attraverso Leader, in relazione alla modifica implementata nel PSR riguardante l'articolazione della Misura 227 - "Investimenti forestali non produttivi", in tre anziché in un'unica Azione.

Infine, nell'allegato B alla Dgr 29 marzo 2011, n. 376, si rileva la necessità di effettuare una puntualizzazione e rettifica relativa alla misura 216 Investimenti non produttivi - azione 6 Recupero naturalistico straordinario di spazi aperti montani abbandonati e degradati, al fine di consentire la presentazione, entro 120 giorni dalla scadenza del bando, insieme alla relazione per la Valutazione di incidenza, anche delle convenzioni tra Ente pubblico e privati, che richiedono normalmente tempi molto lunghi per la loro stipula, per l'assenso all'intervento sulle superfici abbandonate.

Tutte le modifiche relative alla Dgr n. 199/2008 e n. 376/2011 sono specificate in Allegato A al presente provvedimento.

Il relatore conclude la propria relazione e propone all'approvazione della Giunta regionale il seguente provvedimento.

LA GIUNTA REGIONALE

  • UDITO il relatore incaricato dell'istruzione dell'argomento in questione ai sensi dell'art. 33, 2° comma, dello Statuto, il quale dà atto che la struttura competente ha attestato l'avvenuta regolare istruttoria della pratica, anche in ordine alla compatibilità con la vigente legislazione regionale e statale;
  • VISTO il Regolamento CE n. 1698/2005 del 20 settembre 2005 del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR);
  • VISTO il regolamento (CE) del Consiglio n. 1290 del 21 giugno 2005 relativo al finanziamento della politica agricola comune;
  • VISTA la Decisione del Consiglio del 20 febbraio 2006 relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale (periodo di programmazione 2007-2013);
  • VISTO il regolamento (CE) n. 1974/2006 del 15 dicembre 2006 della Commissione recante disposizioni di applicazione del regolamento (CE) n.1698/2005;
  • VISTO il regolamento (CE) n. 1975/2006 del 7 dicembre 2006 della Commissione recante disposizioni di applicazione del regolamento (CE) n.1698/2005, per quanto riguarda l'attuazione delle procedure di controllo e della condizionalità per le misure di sostegno dello sviluppo rurale;
  • VISTO il Regolamento (CE) n. 796/2004 della Commissione, del 21 aprile 2004 recante modalità di applicazione della condizionalità, della modulazione e del sistema integrato di gestione e controllo di cui al regolamento (CE) n. 1782/2003 che stabilisce norme comuni relative ai regimi di sostegno diretto nell'ambito della politica agricola comune ed istituisce taluni regimi di sostegno a favore degli agricoltori;
  • VISTO il Regolamento (CE) n. 1320 della Commissione, del 5 settembre 2006 recante disposizioni per la transizione al regime di sostegno alla sviluppo rurale istituito dal regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio;
  • VISTA la Raccomandazione della Commissione 2003/361/CE del 6 maggio 2003 relativa alla definizione delle microimprese, piccole e medie imprese;
  • VISTA la Decisione C(2007) 4682 del 17 ottobre 2007 con la quale la Commissione Europea ha formalmente approvato il Programma;
  • VISTO il testo definitivo del Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007 - 2013, l'approccio strategico previsto, la ripartizione finanziaria approvata e le disposizioni tecnico-amministrative contenute nel Programma;
  • VISTA la deliberazione del 29/12/2009, n. 4082 "Approvazione finale della revisione del Programma di sviluppo rurale per il Veneto 2007-2013 in relazione alle nuove sfide ed alle infrastrutture a banda larga a seguito dell'Health Check e del Recovery Package. Art. 6, comma 1, lett. a) del reg. (CE) n. 1974/2006. Art. 37, comma 2, l.r. 1/91. Deliberazione/CR n. 80 del 16 giugno 2009.";
  • VISTE le Deliberazioni n. 1223/2007, n. 199/2008, n. 2437/2008, n. 2440/2008, n. 2904/2008, n. 544/2009, n. 877/2009, n. 2595/2009, n. 4083/2009, n. 288/2010, n. 745/2010, n. 2063/2010, n. 3181/2010, n. 87/2011, n. 88/2011, n.376/2011 e n. 443/2011, con le quali la Giunta regionale ha provveduto ad approvare bandi generali e specifici su un gran numero di misure ed azioni, secondo modalità e procedure sia singole che integrate di attuazione dettagliate negli stessi bandi a valere sulle misure dei tre assi del Programma di sviluppo rurale 2007-2013;
  • RAVVISATA la necessità di intervenire con modifiche ed integrazioni alle disposizioni ai bandi di apertura termini di cui alle DGR n. 199/2008 e n. 376/2011;
  • VERIFICATO che dette modificazioni non riguardano i criteri di selezione approvati in sede di Comitato di Sorveglianza, consentendo comunque il finanziamento di tutte le domande ammissibili;
  • RAVVISATA l'opportunità di accogliere la proposta del relatore facendo proprio quanto esposto in premessa;

delibera

1. di approvare le modifiche all'Allegato E alla Dgr 12 febbraio 2008, n. 199 relativo alle disposizioni per la realizzazione degli interventi previsti dall'ASSE 4 - LEADER del PSR del Veneto 2007 - 2013, al Sub-Allegato E4 alla Dgr 12 febbraio 2008, n. 199 relativo alla misura 421 - Cooperazione interterritoriale e transnazionale e all'allegato B alla dgr n. 376 del 12/02/2011, misura 216 Investimenti non produttivi, azione 6 - Recupero naturalistico straordinario di spazi aperti montani abbandonati e degradati, come specificate in Allegato A al presente provvedimento;

2. di dare atto che la presente deliberazione non comporta spesa a carico del bilancio regionale;

3. la Direzione regionale Piani e programmi settore primario è incaricata dell'esecuzione del presente atto.


(seguono allegati)

1038_AllegatoA_233751.pdf

Torna indietro